Francesco Toppi, ex presidente delle ADI, sul Notiziario Massonico Italiano

Cristina Dard (https://www.facebook.com/cristina.dard) – che peraltro è la fondatrice del gruppo massonico su Facebook chiamato ‘Massoneria’ (https://www.facebook.com/groups/593730897371562/679888265422491/) – ha condiviso il 16 agosto 2014 (due giorni dopo la morte di Francesco Toppi) sulla pagina Facebook del Notiziario Massonico Italiano (che ha oltre 4500 membri) un video in cui predica Francesco Toppi (1928-2014), ex presidente delle Assemblee di Dio in Italia (ADI).

notiziario-massonico-toppi

Fonte: https://www.facebook.com/groups/notiziariomassonicoitaliano/permalink/747333965325737/

Giudicate voi da persone intelligenti.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggi:

‘Nota biografica su Francesco Toppi su gruppo Facebook a favore della Massoneria’

‘La Massoneria smascherata’

Posted in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E., Francesco Toppi, Massoneria | Tagged , , , , | Leave a comment

Ripresa delle predicazioni in diretta

Music Energy (+clipping path, XXL)

Fratelli e sorelle nel Signore, vi comunico che Dio volendo le predicazioni in diretta riprenderanno lunedì 22 settembre 2014 alle ore 20:30.
Le predicazioni in diretta saranno trasmesse da questa pagina internet http://mixlr.com/giacinto-butindaro-in-diretta-audio/ perciò chi vuole sentirmi predicare in diretta dovrà andare su quella pagina.
Potete ascoltare le predicazioni registrate nelle pagine http://www.diretta.lanuovavia.org/archivio-registrazioni-unico.html e http://www.diretta.lanuovavia.org/archivio-registrazioni-unico-2.html a cui però vi consigliamo di accedere con questi browser Google Chrome, Maxthon e Firefox per evitare problemi e da cui potete scaricarle è http://www.diretta.lanuovavia.org/
Colgo l’occasione per dirvi anche che è uscita la Beta dell’Applicazione Mixlr per Android che potete scaricare qui https://play.google.com/store/apps/details?id=com.mixlr.android
Usando questa applicazione potrete seguire la diretta audio streaming selezionando prima “LISTEN”, poi “SPOKEN”, poi la categoria “RELIGION”, e poi “Giacinto Butindaro in diretta audio”.

Dio vi benedica

Giacinto Butindaro

Posted in Mie predicazioni audio | Tagged | 1 Comment

Simbologia occulta-massonica sull’edificio di culto della Chiesa ADI di Torino

Faccio sapere ai fratelli che si recano al locale di culto costruito dalla Chiesa ADI di Torino, sito in via Spalato N. 9/B, locale di culto dedicato nel 2006 (vedi foto sotto), che sulla sua facciata c’è una simbologia occulta-massonica. Mi riferisco al simbolo delle tre porte, chiamato ‘Trittico’, che ‘è il simbolo principale di una avanzata Religione Universale che in antichità è stata condivisa a livello globale, soprattutto dalle culture che costruivano piramidi’.

adi-torino-via-spalato

Al fine di comprendere bene cosa rappresenta questo trittico (ed il rosone che si trova sopra la porta centrale, cosa questa da non sottovalutare), vi invito a leggere questo studio. E una volta letto vi assicuro che avrete l’ennesima conferma che nelle ADI esiste uno spirito massonico che promuove di soppiatto i diabolici principi della Massoneria, usandosi anche di simboli. Cosa questa che ho già ampiamente dimostrato nel mio libro ‘La Massoneria smascherata’ uscito a dicembre 2012 e che vi invito quindi a leggere attentamente. Per cui, fratelli nel Signore, vi rinnovo l’esortazione ad uscire e separarvi dalle ADI.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

———————

L’enigma del Trittico: l’antica e perduta religione universale della Massoneria riscoperta

15 giugno 2014

trittico-01Secondo Richard Cassaro, autore di Scritto nella Pietra, le antiche civiltà che costruivano piramidi in tutto il mondo praticavano la stessa avanzata “religione universale”.
La scoperta, in superficie, è apparentemente semplice: un linguaggio architettonico che tutti condividevano, e che è ancora visibile nelle rovine dei loro templi. Possiamo vedere questo parallelo nella foto qui a sinistra. Si noti come gli antichi Egizi, i Maya, e gli Indonesiani – tutti costruttori di piramidi che gli studiosi sostengono non fossero collegati tra loro – abbiano costruito templi con lo stesso Trittico architettonico.

Come possiamo vedere, la facciata di ogni tempio ha lo stesso inconfondibile modello a tre porte. Sorprendentemente, l’universalità di questo fenomeno architettonico deve ancora essere notata dagli archeologi, e Cassaro ha scelto il termine “Trittico” per descriverlo, a causa della sua somiglianza con i Trittici dipinti da molti pittori rinascimentali (molti dei quali erano a conoscenza di questi Trittici e del loro significato).
Questi antichi templi Trittico, lungi dall’essere un fenomeno isolato, sono presenti in quasi tutte le culture antiche del mondo.

trittico-02

L’abbondante presenza del Trittico in tutto il mondo antico non è una coincidenza casuale. Il Trittico rappresenta più di un semplice elemento architettonico; il Trittico è il simbolo principale di una avanzata Religione Universale che in antichità è stata condivisa a livello globale, soprattutto dalle culture che costruivano piramidi. Cassaro afferma che la scoperta del Trittico porta, per la prima volta, la prova conclusiva che le culture antiche di tutto il mondo hanno condiviso le stesse convinzioni spirituali. Questo ci indica inoltre che queste culture non si sono evolute in modo indipendente, ma che probabilmente discendevano da una stessa stessa fonte principale più remota.
La religione universale simboleggiata dal Trittico è stata vietata in occidente 2.000 anni fa dalla Chiesa Cattolica, ma ha comunque continuato in tempi moderni, sopravvivendo nelle credenze, nell’arte e nell’architettura delle società segrete.
Questa religione universale condivisa è un sistema di credenze spirituali complesso e articolato. I suoi princìpi sono stati conosciuti nel corso della storia recente da filosofi, poeti, teologi, astronomi, alchimisti e occultisti – tutti iniziati alla sua saggezza.
La religione universale insegna che:

- In fondo ognuno di noi c’è una eterna anima spirituale;
- Questa anima è il nostro vero Io immortale;
- Questo Io è in realtà una sorta di divinità con poteri illimitati.

trittico-03

Il problema è che non abbiamo memoria del nostro Sé divinità immortale, perché è coperto dal nostro sé mortale corporeo e animale mentre viviamo la nostra vita sulla terra.

“Non hai un’anima. Tu sei un’anima. Hai un corpo.” – C.S. Lewis
“L’uomo è un dio nel corpo di un animale secondo il pronunciamento della filosofia antica … ” – Dr. Alvin Boyd Kuhn
“Un uomo è un dio in rovina.” – Ralph Waldo Emerson

Seguendo una serie accurata di istruzioni codificate nel Trittico possiamo trascendere il nostro corpo e vedere il nostro Sé dio reale dentro di noi. Questo è stato a lungo l’obiettivo di alchimisti, occultisti, spiritualisti e filosofi, e viene raggiunto da una pratica spirituale secolare conosciuta come “Risveglio del Terzo Occhio”, intendendo il Terzo Occhio come un organo rudimentale di illuminazione spirituale che si nasconde nella fronte umana. Considerando che i due occhi vedono verso l’esterno alle cose materiali, il singolo Terzo Occhio vede dentro l’anima interiore.

Come si è visto, anche questo è stato codificato negli edifici che contengono un Trittico. Il Terzo Occhio è simboleggiato dalla porta centrale del Trittico.
trittico-04

Il terzo occhio è ben noto nei circoli esoterici ed è stato variamente descritto nel corso della storia come “divino”, “che vede tutto”, “della mente”, “dell’anima” e “interiore”. Malgrado il nome diverso, quello che rimane costante nelle dottrine esoteriche è che il Terzo Occhio non è una metafora, un simbolo o un’analogia. Si crede essere reale, una parte fisica del corpo in grado di rafforzarsi o atrofizzarsi tanto quanto qualsiasi altro muscolo; esercitandolo, si ottiene un lento e costante aumento della propria consapevolezza spirituale naturale.
I ritratti con un occhio solo o con tre occhi risalgono a migliaia di anni fa e sono presenti in miti, sculture, incisioni e dipinti delle antiche culture pre-cristiane in tutto il mondo. In realtà, il più indietro nel tempo guardiamo, più vediamo il Terzo Occhio in arte, architettura, letteratura e poesia.
Il filosofo greco Platone chiamava il Terzo Occhio “Eye of the Soul”: “… Ammetto di avere una grande difficoltà a credere che in ogni uomo c’è un occhio dell’anima che … è molto più prezioso di diecimila occhi del corpo, solo attraverso di questo può essere vista la verità.”
“Con gli occhi dell’anima, che è accecato e sepolto da altri studi, è solo naturalmente adatti ad essere resuscitato e eccitato da discipline matematiche.” Platone
Sebbene vietato in Occidente dalla Chiesa, il Terzo Occhio continuò a fiorire inalterato in Oriente. Infatti questo ha una lunga storia in India, Cina e Sud-Est asiatico, dove dominano le tradizioni religiose dell’Induismo, del Buddismo e Taoismo. Conosciuto come “urna” o “trinetra,” è spesso contrassegnato con un puntino nel mezzo della fronte.
trittico-05L’immagine di un singolo/terzo occhio è comune nelle “società segrete” occidentali come Shriners, Cavalieri di Pizia, e Odd Fellows. L’occhio è uno degli emblemi supremi e più sacri della Massoneria. Di solito è disegnato nel centro di un ritratto, come mostrato nella “Tracing Board” massonica qui a lato (sinistra).
I Massoni oggi, che non comprendono più il segreto del Terzo Occhio del loro Ordine, andato perduto a metà del 1800, fanno riferimento a questo singolo occhio come a quello che “vede tutto” di Dio, che credono essere il Dio ebraico Yahweh dell’antico testamento. Ma una grande quantità di prove dimostrano che questo “occhio di Dio” non sia l’autentico e originale significato del simbolo. In realtà l’Occhio che vede tutto è il Terzo Occhio nascosto nella fronte umana. Il Tracing Board sopra indicato, così come l’intero sistema di massoneria, è stato progettato per insegnare agli iniziati come risvegliarlo.
Ecco come funziona: I nostri corpi sono perfettamente simmetrici da lato a lato, fatto di due metà opposte e uguali, una destra e una sinistra. Abbiamo tutti due mani, due braccia, due gambe, due piedi, due spalle, due occhi, due orecchie, e così via. Secondo la religione universale degli antichi, la metà destra è solare (e maschile) e la nostra metà di sinistra è lunare (e femminile).
Si noti come il pilastro di destra nella Tracing Board, che i massoni chiamano “Jachin”, è ricoperto dal sole. Il pilastro di sinistra, che i massoni chiamano “Boaz”, dalla luna. In molti ritratti artistici, architettonici ed esoterici, fregi e capolavori, il sole appare sempre sulla destra, associato al maschio; la luna appare sempre sulla sinistra, associato con la femmina.

trittico-06

“… Il Sole rappresenta la metà destra del corpo e la Luna la metà sinistra …” – Harry Houdini
“Nei tempi antichi uomini lottano con il braccio destro e difesi i centri vitali con braccio sinistro … La metà destra del corpo è stato considerato … come offensivo e propria meta ‘campo sinistra … il lato destro del corpo è stato considerato maschile e il lato sinistro femminile.” – Manly Hall

Questa dualità degli opposti presenti nel corpo umano è in realtà un microcosmo della dualità degli opposti presenti in tutto l’universo. Il sole e la luna, per esempio, sono perfetti opposti.

Il sole sta per Giorno – la Luna sta per Notte.
Nel giorno c’è caldo e Luce – di notte c’è Freddo e Buio.
Nel giorno le cose sono Asciutte – di notte le cose sono umide.
La giornata calda significa vita o bene. La notte fredda significa morte o male.

trittico-07

Il sole e la luna sono semplicemente uno degli esempi più importanti, e la saggezza di queste “coppie di opposti” costituisce la “chiave perduta” per tutti gli insegnamenti delle scuole Misteriche nella storia. Perché l’uomo vive dentro l’universo e non fuori di esso, anche noi siamo composti di queste stesse coppie di opposti – “come sopra, così sotto”, dice la famosa Tavola di Smeraldo. La chiave non è solo quella di capire questa dualità sole/luna del corpo umano. La chiave è quella di “unificare” o “equilibrare” questi lati opposti gemelli e quindi “trascendere” la dualità del corpo. E’ proprio il risveglio del Terzo Occhio.
Mistici occidentali simboleggiano questo concetto aggiuntivo per secoli, disegnando un occhio all’interno del triangolo, simbolo del l’occhio della mente risvegliata. Considerando che i due occhi vedono verso l’esterno a cose materiali, il singolo occhio vede dentro l’anima spirituale.
“Chi guarda fuori sogna, chi guarda dentro si risveglia.” – Carl Jung.
Moltissimi di autori e ricercatori hanno esposto la tesi che l’occhi che vede tutto della Massoneria simboleggi il terzo occhio dell’uomo e della donna, pronto per essere usato. Nel suo libro del 1918, Le Meraviglie del corpo umano, il Dr. George Washington Carey ci dice:
“… l’occhio che tutto vede … Questo è l’occhio della massoneria, il terzo occhio. Mentre sto formai credibile che pochi massoni capiscono i propri simboli, resta il fatto che le usano …”

trittico-08

Il celebre autore e massone americano Mark Twain, nel 1899 scriveva, riferendosi all’occhio che vede tutto non come all’occhio di qualche divinità celeste lontana, ma come un dono tangibile che chiunque può utilizzare: “L’occhio comune vede solo la parte esterna delle cose, e giudica da questo, ma l ‘occhio che tutto vede’ trafigge, e legge il cuore e l’anima, trovando là delle capacità che l’esterno non ha indicato o promessa, e che la altro tipo non poteva rilevare.”
Nel suo libro del 2006, Eden, il dottor Joye Pugh Jeffries, spiega: “L’Ordine della Massoneria riconosce l’occhio che vede tutto, come l’Occhio di grande saggezza. Questa ‘Grande Saggezza’ si dice offra a coloro che cercano i sacri misteri una comprensione dell’illuminazione, della visione interiore, e della conoscenza intuitiva. Il contatto con questa grande saggezza avviene attraverso il ‘Terzo Occhio’ (ghiandola pineale) che si trova all’interno della fronte.”

trittico-09

I Padri Fondatori americani, massoni essi stessi, non ignoravano il significato e il simbolismo dell’occhio all’interno del triangolo. Hanno anche delineato il singolo occhio all’interno di un triangolo (tri = tre) e posizionato in cima a una piramide tronca, che ricorda le antiche piramidi e le strutture piramidali i cui resti sono sparsi in tutto il mondo.
I Padri Fondatori sapevano, attraverso la loro affiliazione alla Massoneria, che le antiche culture che costruivano piramidi nel mondo, tutte praticavano la religione del Terzo Occhio?
Nel loro libro ben documentato, La strana visione di Sergei Konenkov, 1874-1971, pubblicato dalla Rutgers University Press nel 2000, gli studiosi John Bowlt, Wendy Salmond, e Marie Turbow spiegano: “La Grande Piramide è un simbolo centrale occulto che è spesso raffigurato con l’occhio che vede tutto o terzo occhio al suo interno. In questa forma è il simbolo della Massoneria mistica.”
Nel suo affascinante libro del 1924, Americanismo mistico, l’oscura autrice americana Grace Morey ha spiegato: “L’occhio che vede tutto … è anche l’emblema del … terzo occhio dell’essere umano … è stato trovato tra le rovine di ogni civiltà sul globo, che attesta così l’esistenza di una religione universale su tutta la terra in un periodo remoto. Ora per ripristinare questa religione universale, abbiamo posizionato l’occhio che vede tutto sopra la piramide.”
Così il segreto del Trittico e dell’antica religione universale che simboleggia è che, bilanciando la nostra dualità corporea possiamo risvegliare il nostro Terzo Occhio e vedere il “dio” al centro di noi stessi, che è chi siamo veramente. Questa saggezza è stata nascosta alle masse, noto solo agli iniziati delle società segrete, come la massoneria, i cui disegni esoterici rappresentano un unico occhio centrale sempre affiancato dal sole e dalla luna.
Questa formula per risvegliare il Terzo Occhio è nascosta in bella vista nelle entrate Trittico di innumerevoli edifici costruiti in tutto l’Occidente nel corso degli ultimi 2000 anni.
La facciata del Rockefeller Center di New York City, costruita nel 1900, rappresenta uno dei più potenti Trittici nascosti in piena vista creati nella storia moderna (foto a destra). trittico-10

Così, secondo la religione universale del Trittico, noi esseri umani siamo intrinsecamente divini, ma in un certo senso siamo caduti dalla nostra casa celeste in una forma umana. L’anima divina esiste ancora dentro di noi, anzi, è il nostro vero Sé secondo la religione universale, e attraverso l’uso del Terzo Occhio possiamo risvegliare la nostra divinità interiore.
Le tracce di questa Religione Universale sopravvivono meglio in Oriente, dove molti dei suoi princìpi sono ancora visibili e svolgono un ruolo nello spiritualismo orientale. Il Terzo Occhio esiste e infatti è ancora una parte importante della religione indù, per esempio, anche se distorta dal passare del tempo. La religione universale, invece, è andata molto peggio in Occidente, dove l’espansione del Cristianesimo ha portato a un conflitto diretto con l’idea di divinità personale. Questa “storia mancante del Trittico” in Occidente sembra essere proprio il messaggio che grandi artisti come Leonardo da Vinci abbiano voluto trasmettere esotericamente in dipinti come l’Ultima Cena, che mostrano come Gesù (cioè, la religione del cristianesimo) ha “coperto” l’antica religione del Trittico.
Le ragioni e le interazioni che influenzano il conflitto tra l’antica religione universale e la Chiesa primitiva sono una miriade, basti dire che l’antica religione universale è stata percepita come blasfema dalla Chiesa cattolica, ed è per questo motivo che la Chiesa ha soffocato questa religione, o ha tentato di farlo. Anche se i praticanti della religione universale, come i Druidi, hanno cercato di proteggerla e preservarla, istituendo culti misterici attraverso cui trasmettere questa conoscenza di generazione in generazione, trasformandosi gradualmente nelle società segrete di oggi.
Primi fra tutti sono i massoni, un’organizzazione di cui si sussurra da tempo immemorabile. Grazie alla segretezza dell’organizzazione, tuttavia, non è mai stato chiaro che cosa esattamente l’Ordine proteggesse: sappiamo solo che era una sorta di segreto religioso eretico, quello che è stato scoperto dalla Chiesa, che ha fatto di tutto per scoraggiare e perseguitare i massoni. Papa Leone XIII ha rilasciato questa ormai famosa dichiarazione:
“… Dopo l’esempio dei nostri predecessori, abbiamo intenzione di rivolgere la nostra attenzione alla società massonica, per tutta la sua dottrina, le sue intenzioni, atti e sentimenti, al fine di dimostrare sempre più la sua forza malvagia e fermare la diffusione di questo malattia contagiosa …”
Parole forti e strane, considerando i massoni sono stati impiegati dalla Chiesa per creare le grandi cattedrali gotiche, in primo luogo. Quale segreto ha la Chiesa da scoprire circa i massoni? Quale segreto potrebbe essere così importante da indurre la Chiesa nel tentativo di estinguere l’Ordine?

trittico-11

Essa deve inoltre essere stato, poi, un segreto di grande importanza: uno vale la pena rischiare la vita per preservare. Uno, forse, relativa ad un potere più grande: quella dell’anima e la sua eventuale ascensione.
La massoneria, come ci suggerisce il suo stesso nome, si pensa abbia avuto origine come una fraternità di scalpellini. Di conseguenza, hanno riportato la loro religione nella loro arte e architettura, nelle cattedrali gotiche che la Chiesa ha commissionato loro, codificando e incorporando il loro simbolismo nelle facciate di questi grandi edifici di pietra: “Si ritiene generalmente nei circoli occulti che questi massoni medievali avevano ereditato la conoscenza esoterica dai loro antecedenti pagani e che questa conoscenza è stata incorporata nell’architettura sacra delle cattedrali.” – Michael Howard, The Occult Conspiracy
Altri famosi scrittori sono d’accordo con questa affermazione. L’architetto e scrittore Claude Bragdon, (1866-1946), che ha progettato la stazione ferroviaria centrale di New York a Rochester, NY, ha scritto: “Nell’Europa del Medioevo … frammenti di una antica conoscenza – trasmessa nei simboli e nei segreti dei costruttori di cattedrali – hanno determinato molto dell’architettura gotica.”
In Scritto nella pietra, l’attenzione è focalizzata sulle cosiddette cattedrali Notre Dame progettate e costruite dai massoni operativi nel nord della Francia durante il periodo gotico medievale. Costruite un migliaio di anni fa, questi splendidi grattacieli di pietra lasciano ancora perplessi gli studiosi per quanto riguarda i metodi dietro la loro costruzione. I costruttori massonici sembrano aver avuto un senso di responsabilità segreto che essi hanno plasmato nella cattedrale, con i loro segreti di progettazione per creare un monumento in grado di elevare gli altri. Si noti la facciata ripetuta nelle cattedrali di Notre Dame, alla base delle quali vi è il noto Trittico.

trittico-12

Questa facciata occidentale è in sostanza un geroglifico gigante di pietra. È stato progettato dai massoni per rivelare l’antica religione universale del Trittico, che si vede alla base di ogni edificio. Altri elementi chiave della facciata sono: le alte torri gemelle, che sembrano correre su dalle porte esterne del Trittico, e l’enorme rosone sopra la porta centrale. Nel suo libro Introduzione alla Cabala, l’autore Warren Kenton ci racconta che le imponenti torri gemelle che sembrano sollevarsi dalle porte doppie esterne: “Eretto dai massoni … il fronte ovest di ciascuna chiesa aveva due torri gemelle che rappresentano … gli aspetti maschili e femminili, le forze attive e passive … Chiamate, nella cattedrale di Chartres, le torri del Sole e della Luna …”
Il geniale architetto del XX secolo Claude Bragdon era d’accordo: “… l’uomo, come il sole, è il Signore del giorno; egli è come il fuoco, una forza devastante; la donna è soggetta al ritmo lunare; come l’acqua, che è morbida, sinuosa, feconda … Le corporazioni massoniche del Medioevo erano custodi dell’esoterismo … Il nord o torre di destra (“lato dell’uomo”), è stato chiamato il pilastro maschile sacro, Jachin; e il sud, o torre di sinistra (“lato della donna”), il pilastro femminile sacro, Boaz …”

Ciò che questi autori stanno dicendo è che, come la Tracing Board massonica, queste cattedrali gotiche possiedono i due pilastri dell’insegnamento delle “coppie di opposti”. Infatti, se sovrapponiamo la cattedrale sopra la Tracing Board, sembra di vedere il progetto di una cattedrale.

trittico-013

L’autore massonico W.L. Wilmshurst ha detto che i due pilastri nella Tracing Board, sovrastati dal Sole e dalla Luna: “… indicano ciò che è conosciuto … come le “coppie di opposti”. Tutto in natura è duale e può essere conosciuto solo in contrasto con il suo opposto … ”

In Gli insegnamenti segreti di tutte le epoche, il massone Manly Hall (1901-1990) ha spiegato: “Jachin – il pilastro di luce bianca … Boaz – il pilastro dell’ombra delle tenebre. … Questi due pilastri, rispettivamente connotano anche l’attivo e il passivo … il sole e la luna … il bene e il male, la luce e le tenebre.”

Alla base delle torri gemelle si nota che ogni torre termina nella propria porta sul terreno; queste due porte, le “porte degli opposti”, le porte esterne del Trittico. Esteticamente, la porta centrale più alta e più larga sottolinea il maggiore centro spirituale dell’uomo tra le dualità inferiori del suo corpo, l’idea massonica del Triangolo scritto in forma architettonica, nella pietra della cattedrale stessa. Una “rosone” circolare si trova direttamente la porta centrale del Trittico. Questa simboleggia il vero Sé – la luce dell’anima o dio interiore.

Come la porta centrale, il rosone colpisce l’equilibrio tra le due torri avversarie. Michael S. Rose, autore di due libri di architettura ecclesiastica, ha scritto: “… Il rosone è … una rappresentazione di perfezione, equilibrio e armonia dell’anima purificata”
Il cerchio non ha inizio né fine, e quindi simboleggia esotericamente l’anima eterna dell’uomo, qui raffigurato centrato tra le opposte torri gemelle. Il rosone si trova direttamente sopra la porta centrale del Trittico a sottolineare che la porta centrale conduce alla vostra “intima anima” o “dio interiore”, a chi siete veramente. Fasci di fiori, luce, e la vita si irradiano dal centro di rosoni, come tutta la vita si irradia verso l’esterno della nostra anima o fonte spirituale. L’autore britannico Painton Cowen, che ha dedicato la sua vita allo studio dei rosoni, si riferisce a questi come a “la chiave per la propria anima.”
Le facciate della cattedrale sono il pezzo che termina il puzzle. Si adatta ai criteri del Segreto: un segreto che era sia pericoloso per la Chiesa che per la vita stessa dei massoni. Si spiega anche la brusca inversione di tendenza della Chiesa, che ha realizzato quello che i massoni stavano facendo, ma non poteva ordinare la distruzione di queste grandi cattedrali. Hanno invece emesso un decreto per cercare di stroncare la massoneria, limitando i danni alla loro egemonia e garantire che nessuno sarebbe in grado di divulgare il Grande Segreto e rilanciare la religione universale.

Conclusione

Le informazioni qui riportate sono emozionanti, nuove e innovative. Questa scoperta potrebbe avere un impatto straordinario e una grande importanza per l’archeologia, la storia, la religione e lo spiritualismo. Le civiltà delle piramidi e le similitudini tra le loro religioni, l’arte e l’architettura, non sono valori anomali non significativi che apparivano attraverso una evoluzione convergente; sono, piuttosto, parte integrante di una antica religione misterica che attraversava tempo e nello spazio.

Cristiano Ferranti

Fonte: http://www.pandorando.it/lenigma-trittico-lantica-perduta-religione-universale-massoneria-riscoperta/

Leggi in inglese:

Freemasonry’s “Lost Secret” Found—Encoded In Gothic Cathedral Architecture


Richard Cassaro, massone, ha fatto delle ricerche molto approfondite su questa simbologia, che ha messo nel suo libro Written In Stone (Scritto su Pietra).

written-stone

Fonte: https://www.facebook.com/199675383470/photos/a.10151121045893471.445579.199675383470/10151121045903471/?type=1&theater

Posted in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E., Confutazioni, Illuminati, Massoneria, Occultismo e Spiritismo | Tagged , , , , | 1 Comment

Nota biografica su Francesco Toppi su gruppo Facebook a favore della Massoneria

Su un gruppo Facebook a favore della Massoneria che si chiama ‘Massoneria’ (fonte: https://www.facebook.com/groups/593730897371562/679888265422491/?notif_t=like), che ha circa 3000 membri, compare un post biografico su Francesco Toppi, che viene presentato dicendo: ‘Comunico la morte del Pastore Francesco Toppi, già presidente delle “Assemblee di Dio in Italia” dal 1978 al 2007, avvenuta ieri 14 Agosto 2014. Questo fratello si è distinto per il suo amore e per l’abnegazione nel portare avanti i principi di libertà, uguaglianza e fraternità tra i popoli’. Chi ha fondato il gruppo massonico ha commentato dicendo: ‘Grazie a …. per la notizia e il bellissimo post, la mia famiglia conosceva il Pastore personalmente’. Ecco lo screenshot che prova ciò.

toppi-gruppo-massonico-2

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Posted in Assemblee di Dio in Italia, Francesco Toppi, Illuminati, Massoneria | Tagged , , , | 6 Comments

La Cena del Signore non è la ripetizione del sacrificio di Cristo

pope-francis-mass

Il Catechismo della Chiesa Cattolica Romana afferma in merito all’Eucarestia (così viene chiamata la Cena del Signore nella Chiesa papista) che “il sacrificio di Cristo e il sacrificio dell’Eucaristia sono un unico sacrificio: «L’Eucaristia è dunque un sacrificio perché ripresenta (rende presente) il sacrificio della croce, perché ne è il memoriale e perché ne applica il frutto: Cristo « Dio e Signore nostro, [...] si è immolato a Dio Padre una sola volta morendo sull’altare della croce per compiere una redenzione eterna: poiché, tuttavia, il suo sacerdozio non doveva estinguersi con la morte (Eb 7,24.27), nell’ultima Cena, “nella notte in cui veniva tradito” (1 Cor 11,23), [...] [volle] lasciare alla Chiesa, sua amata Sposa, un sacrificio visibile (come esige l’umana natura), con cui venisse significato quello cruento che avrebbe offerto una volta per tutte sulla croce, prolungandone la memoria fino alla fine del mondo, e applicando la sua efficacia salvifica alla remissione dei nostri peccati quotidiani». Si tratta infatti di una sola e identica vittima e lo stesso Gesù la offre ora per il ministero dei sacerdoti, egli che un giorno offrì se stesso sulla croce: diverso è solo il modo di offrirsi ». «E poiché in questo divino sacrificio, che si compie nella Messa, è contenuto e immolato in modo incruento lo stesso Cristo, che “si offrì una sola volta in modo cruento” sull’altare della croce, [...] questo sacrificio [è] veramente propiziatorio» (http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p2s2c1a3_it.htm#V. Il sacrificio sacramentale: azione di grazie, memoriale, presenza).
Quindi l’Eucarestia (o la Messa) – per i Cattolici Romani – è la ripetizione del sacrificio di Cristo. Ma ciò è falso perché Cristo ha offerto se stesso una volta per sempre perché la Scrittura dice: “Noi siamo stati santificati, mediante l’offerta del corpo di Gesù Cristo fatta una volta per sempre” (Ebrei 10:10), ed anche che egli è entrato “nel cielo stesso, per comparire ora, al cospetto di Dio, per noi; e non per offrir se stesso più volte, come il sommo sacerdote, che entra ogni anno nel santuario con sangue non suo; ché, in questo caso, avrebbe dovuto soffrir più volte dalla fondazione del mondo; ma ora, una volta sola, alla fine de’ secoli, é stato manifestato, per annullare il peccato col suo sacrificio” (Ebrei 9:24-26). La messa che fa il prete quindi é un atto di presunzione in abominio a Dio e che inganna tutti coloro che ci credono, perché il prete pretende con la messa di rinnovare il sacrificio di Cristo, mentre la Scrittura insegna che Cristo Gesù nella pienezza dei tempi ha offerto se stesso per i nostri peccati una volta per sempre.
Certo, il clero romano ammette che il sacrificio della messa è un sacrificio incruento in cui Cristo non versa il suo sangue, ma questo non giustifica affatto la messa. La Scrittura infatti condanna questo insegnamento.
E’ un sacrificio incruento senza spargimento di sangue? Per noi non è né un sacrificio e neppure incruento; ma solo un rito in abominio a Dio. Ma dato che i teologi papisti parlano in questa maniera a riguardo della messa e dicono nello stesso tempo che essa viene offerta per placare Dio e dargli soddisfazione dei nostri peccati, e dato che la Scrittura dice che “senza spargimento di sangue non c’è remissione” (Ebrei 9:22), noi domandiamo loro: ‘Ma non vi rendete conto che vi contraddite da voi stessi? Dite infatti che «nel sacrificio della Messa Gesù placa per noi l’Eterno Padre, offrendogli se stesso, affinché dopo il peccato non ci punisca come avremmo meritato (…) e offre a soddisfazione per i nostri peccati», e nello stesso tempo dite che la messa è un sacrificio senza spargimento di sangue, quindi senza il potere di rimettervi i vostri peccati! E poi, ancora: ‘Ma come fate a dire che la vostra messa è il sacrificio di Cristo e poi nello stesso tempo dire che non avviene nessun spargimento di sangue quando la Scrittura insegna che quando Gesù offrì se stesso a Dio vi fu lo spargimento del suo sangue? Ma è o non è un sacrificio? Quante contraddizioni si notano nelle parole dei teologi papisti anche quando parlano della messa!
Quello che noi dunque constatiamo nel leggere quello che afferma il catechismo della Chiesa Cattolica Romana in merito alla Cena del Signore è che essa ha per l’ennesima volta adulterato e pervertito la Parola di Dio, perché mentre la Scrittura afferma che “ogni volta che voi mangiate questo pane e bevete di questo calice, voi annunziate la morte del Signore, finch’egli venga” (1 Corinzi 11:26) per cui tramite la cena del Signore si annunzia il sacrificio espiatorio di Cristo perché con essa viene annunziata la sua morte, la Chiesa papista insegna che uno durante la cena istituita da Cristo partecipa alla ripetizione del sacrificio espiatorio di Cristo!!
Basta dunque solo questo aspetto dell’Eucarestia – perché potremmo parlare di altre cose storte e perverse che la Chiesa Cattolica Romana insegna sulla Cena del Signore – per comprendere che essa non è la vera Cena del Signore che ha istituito Gesù Cristo.
Colgo infine l’occasione per rinnovare ai Cattolici Romani l’esortazione a ravvedersi e a credere nel Vangelo, per ottenere la remissione dei peccati e la vita eterna, e ad uscire dalla Chiesa Cattolica Romana.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

P.s. Leggete il mio libro ‘La Chiesa Cattolica Romana’ in cui confuto tutte le eresie della Chiesa papista

Posted in Chiesa cattolica romana, Confutazioni, Dottrine false, Jorge Mario Bergoglio - Francesco I | Tagged , , , | Leave a comment

«Cristiani» nudisti

chiesa-eden

La Chiesa «Giardino dell’Eden» è una comunità «cristiana» non-denominazionale di nudisti (http://www.gardenofedenchurch.org/index.php), e si trova in Florida (USA). E sì, perché esistono pure i «Cristiani» nudisti! Il loro nudismo si basa principalmente su queste parole scritte nella Bibbia: “E l’uomo e la sua moglie erano ambedue ignudi e non ne aveano vergogna” (Genesi 2:25). Essi però dimenticano volontariamente che questa era la situazione di Adamo ed Eva prima che essi peccassero. Infatti quando essi peccarono “si apersero gli occhi ad ambedue, e s’accorsero ch’erano ignudi; e cucirono delle foglie di fico, e se ne fecero delle cinture” (Genesi 3:7), e poi “l’Eterno Iddio fece ad Adamo e alla sua moglie delle tuniche di pelle, e li vestì” (Genesi 3:21). Costoro sono dunque persone riprovate quanto alla fede, che camminano secondo i desideri della carne. State attenti, fratelli, perché anche qui in Italia, a qualche sedicente Cristiano può venire in mente di fondare una «comunità di nudisti».

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Posted in Comportamenti disordinati, Confutazioni, Cose strane, Mondane concupiscenze | Tagged , , , | Leave a comment

Pensieri …..

Il desiderio dei giusti

“Il desiderio dei giusti è il bene soltanto” (Proverbi 11:23), infatti essi desiderano che i peccatori siano salvati, come lo desiderava l’apostolo Paolo (Romani 10:1).

Possiamo accostarci a Dio

Fratelli, la Scrittura afferma che in Cristo Gesù noi “abbiamo la libertà d’accostarci a Dio, con piena fiducia, mediante la fede in lui” (Efesini 3:12). Che meraviglioso sapere che possiamo accostarci a Dio con piena fiducia sapendo di essere soccorsi al momento opportuno, perché ci accostiamo a Lui per mezzo di Cristo Gesù, il Suo Figliuolo, nel quale noi crediamo e che è alla Sua destra ed intercede per noi. A Dio sia la gloria in Cristo ora e in eterno. Amen.

All’ombra delle Sue ali

Molti si rifugiano all’ombra dell’Egitto, ma il ricetto all’ombra dell’Egitto gli tornerà a confusione e ad ignominia. Noi invece – come il salmista – ci rifugiamo all’ombra delle ali di Dio (Salmo 57:1) dove ci sono gioie a sazietà e non si rimane confusi. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Continue reading

Posted in Confutazioni, Esortazioni, Insegnamenti, Meditazioni | Tagged , , | Leave a comment

E’ lo stesso messaggio

wolves-foto

Studiando bene il messaggio di certi predicatori (non solo stranieri ma anche nostrani), si può dire che nella sostanza è lo stesso messaggio dei falsi profeti ai giorni di Geremia, i quali dicevano del continuo a quelli che sprezzavano Dio: «L’Eterno ha detto: Avrete pace»; e a tutti quelli che camminavano seguendo la caparbietà del proprio cuore: «Nessun male v’incoglierà» (Geremia 23:17), e così dicendo fortificavano le mani dei malfattori, talché nessuno si convertiva dalla sua malvagità (Geremia 23:14). Non andategli dietro, sono uomini che hanno l’animo alle cose della terra, la loro fine è la perdizione, il loro dio è il ventre, e la loro gloria è in quel che torna a loro vergogna. Essi si illudono, e illudono quelli che gli vanno dietro.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Posted in Confutazioni, Esortazioni, Massoneria | Tagged , | Leave a comment

Bernard Jordan, il ‘maestro profeta’

jordan-maestro-profeta

Questo uomo è un predicatore americano molto conosciuto che si chiama Bernard Jordan, che si definisce ‘maestro profeta’ (http://www.forgottenword.org/jordan.html). E’ un falso profeta oltre che un insegnante di eresie di perdizione. Ma come potete vedere dalla sua eloquente posa in questa foto ufficiale è anche un massone. Cosa vi stiamo dicendo da tanto tempo ormai fratelli? Ci sono tanti predicatori che sono massoni, che in mezzo alle Chiese stanno portando disordine e confusione perché sono servitori del diavolo. Guardatevi e ritiratevi da essi.

In questo video Bernard Jordan dichiara che «quando tu dichiari ‘Io sono’ tu diventi Dio» («when you declare, “I am,” you become God»).

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Posted in Confutazioni, Illuminati, Massoneria | Tagged , | Leave a comment

Lo vedi anche tu come lo vedo io?

Man-under-tree

Il proponimento dell’elezione di Dio lo si vede chiaramente non solo nella Bibbia, ma anche nella propria vita. Se ognuno di noi infatti va a ritroso con la sua mente vedrà che Dio ha guidato i suoi passi in maniera perfetta e mirabile per portarlo a Cristo, quando lui ancora camminava nelle tenebre senza sapere dove andava. Io quando scoprii nella Bibbia il proponimento dell’elezione di Dio, mi misi a fare questo, e non solo, mi feci raccontare dai miei genitori ed anche da mia nonna (la madre di mio papà), cose che riguardavano la loro vita prima che essi si convertissero e quindi di un tempo precedente al mio concepimento. E mettendo assieme il tutto sono arrivato a questa conclusione, e cioè che “non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia” (Romani 9:16) in quanto Dio ha detto a Mosè: “Farò grazia a chi vorrò far grazia, e avrò pietà di chi vorrò aver pietà” (Esodo 33:19). Per quanto mi riguarda quindi posso anzi devo dire che sono salvato perché Dio ha voluto salvarmi nella Sua grande misericordia, in quanto mi ha eletto a salvezza fin dal principio. A Lui quindi voglio dare la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Posted in Insegnamenti | Tagged | Leave a comment

Tralci che non danno frutto

tralci-secchi-vite

Gesù disse: “Io sono la vera vite, e il Padre mio è il vignaiuolo. Ogni tralcio che in me non dà frutto, Egli lo toglie via; e ogni tralcio che dà frutto, lo rimonda affinché ne dia di più” (Giovanni 15:1-2). Quindi il tralcio per rimanere nella vite deve portare frutto. Ma in cosa consiste questo frutto che il discepolo di Cristo deve portare? Ce lo spiega l’apostolo Paolo quando dice: “Ma ora, essendo stati affrancati dal peccato e fatti servi a Dio, voi avete per frutto la vostra santificazione, e per fine la vita eterna” (Romani 6:22). Ecco perché senza la santificazione nessuno vedrà il Signore (Ebrei 12:14), perché i tralci che non danno frutto vengono tolti via e si seccano, e «cotesti tralci si raccolgono, si gettano nel fuoco e si bruciano» (Giovanni 15:6).

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Posted in Esortazioni, Insegnamenti | Tagged , | 14 Comments

Peres da Francesco: “Facciamo l’Onu delle religioni”

peres-francesco

La Massoneria continua ad operare per creare una religione universale. Questa notizia lo conferma pienamente. Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’ per capire cosa è e quali sono i principi e gli obbiettivi della Massoneria.

——————–
Peres dal Papa: “Facciamo l’Onu delle religioni” – Per l’ex presidente israeliano servirebbe a evitare i conflitti odierni.

04 settembre 2014

CITTA’ DEL VATICANO – “Creare un organismo che raggruppi le principali confessioni e agisca come forza di interposizione nei conflitti”. È la proposta che l’ex presidente israeliano Shimon Peres ha fatto al Papa, in un incontro durato 45 minuti. Francesco non ha personalmente assunto impegni particolari ma si è dimostrato interessato all’iniziativa. “In passato, la maggior parte delle guerre erano motivate dall’idea di nazione. Oggi, invece, le guerre vengono scatenate soprattutto con la scusa della religione. Servirebbe a stabilire a nome di tutte le fedi che sgozzare la gente, o compiere eccidi di massa, come vediamo fare in queste settimane, non ha nulla a vedere con la religione”, ha spiegato il premio Nobel. Per l’ex presidente di Israele la guida perfetta di questa organizzazione sarebbe lo stesso papa Francesco perchè “forse per la prima volta nella storia, il Santo padre è un leader rispettato anche dalle altre religioni e dai loro esponenti”.
—————–
Fonte: http://www.repubblica.it/esteri/2014/09/04/news/peres_dal_papa_facciamo_l_onu_delle_religioni-95018011/?ref=HRER2-1

Posted in Chiesa cattolica romana, Illuminati, Jorge Mario Bergoglio - Francesco I, Massoneria | Tagged , , , , , , , | Comments Off

Pensieri ….

Parole che consolano gli eletti

La Sacra Scrittura afferma che Dio “schernisce gli schernitori” (Proverbi 3:34), “sventa i disegni degli astuti sicché le loro mani non giungono ad eseguirli” (Giobbe 5:12), e “prende gli abili nella loro astuzia, sì che il consiglio degli scaltri va in rovina” (Giobbe 5:13). Quanta consolazione e forza che danno queste parole a coloro che vengono scherniti a motivo di Cristo, e contro cui i furbi ordiscono disegni iniqui di ogni genere! Il nostro Dio è veramente giusto, e fa giustizia ai Suoi eletti. A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen.


Per le sorelle

Sorelle nel Signore, abbiate sempre davanti ai vostri occhi queste parole dell’apostolo Paolo che sono Parola di Dio per attenervi ad esse: «Le donne si adornino d’abito convenevole, con verecondia e modestia: non di trecce e d’oro o di perle o di vesti sontuose, ma d’opere buone, come s’addice a donne che fanno professione di pietà. La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio. Perché Adamo fu formato il primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione; nondimeno sarà salvata partorendo figliuoli, se persevererà nella fede, nell’amore e nella santificazione con modestia” (1 Timoteo 2:9-15).


Ma dopo?

Dice la Sapienza: “Il pane frodato è dolce all’uomo; ma, dopo, avrà la bocca piena di ghiaia” (Proverbi 20:17). Queste parole fanno pensare al fatto che il peccato appare all’uomo come una cosa buona e bella e quindi desiderabile, ma il suo salario è la morte (Romani 6:23). Non è forse scritto infatti che il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male che Dio aveva proibito ad Adamo di mangiare “era buono a mangiarsi, ch’era bello a vedere, e che l’albero era desiderabile per diventare intelligente” (Genesi 3:6)? Ma cosa avvenne quando Adamo ed Eva lo mangiarono? Che essi morirono, e sopraggiunse la paura e la vergogna (cfr. Genesi 3:7-8). Badiamo dunque a noi stessi perché il peccato «promette» piacere, guadagno, gloria, pace, libertà ed anche impunità; ma poi porta dolore, perdita, vergogna, paura, schiavitù, e la punizione di Dio. Chi ha orecchi da udire, oda


Dio voltò il loro cuore

E’ scritto nei Salmi: “Allora Israele venne in Egitto, e Giacobbe soggiornò nel paese di Cham. Iddio fece moltiplicar grandemente il suo popolo, e lo rese più potente dei suoi avversari. Poi voltò il cuor loro perché odiassero il suo popolo, e macchinassero frodi contro i suoi servitori” (Salmo 105:23-25). Se Dio dunque voltò il cuore degli Egiziani affinché odiassero gli Israeliti e macchinassero frodi contro di essi, ciò significa che fu volontà di Dio che quelle cose accadessero agli Israeliti e quindi che fu Dio a far sì che gli Egiziani si comportassero in quella maniera malvagia nei loro confronti. E perché fu la Sua volontà che quelle cose accadessero? Perché Egli aveva detto molto tempo prima ad Abramo queste parole: “Sappi per certo che i tuoi discendenti dimoreranno come stranieri in un paese che non sarà loro, e vi saranno schiavi, e saranno oppressi per quattrocento anni” (Genesi 15:13), e quelle parole dunque dovevano adempiersi, e Dio le mandò perciò ad effetto. In verità, Dio agisce come vuole con gli abitanti della terra; e non v’è alcuno che possa fermare la sua mano o dirgli: – Che fai? – A Dio sia la gloria ora e in eterno. Amen


La differenza che c’è tra confutare e calunniare

Per coloro che non lo sanno ancora, metto qua i significati di ‘confutare’ e ‘calunniare’ così come si trovano sul Vocabolario on line della Treccani:
CONFUTARE – [dal lat. confūtare] (io cònfuto, alla lat. confùto, ecc.). – Ribattere un’affermazione, una ragione, ecc., dimostrandola erronea o infondata: c. una dottrina, un’opinione, un argomento, una tesi, un’accusa, una testimonianza, una calunnia, un errore; ho confutato le sue dichiarazioni con la prova dei fatti. Anche, c. una persona, controbatterne le affermazioni, gli argomenti (http://www.treccani.it/vocabolario/confutare/)
CALUNNIARE – [dal lat. calumniari] (io calùnnio, ecc.). – Inventare, diffondere o sostenere una calunnia a carico di qualcuno; diffamare, screditare con accuse coscientemente false (http://www.treccani.it/vocabolario/calunniare/)
Tradotto nella pratica: se uno dimostra mediante la Scrittura che ‘il rapimento segreto’ è una falsa dottrina egli sta confutando: se invece si inventa l’accusa contro Tizio che è un fornicatore, o un omosessuale, o un ladro, o un calunniatore o diffamatore, senza quindi dimostrare la sua accusa, egli sta calunniando.
I servi di Dio confutano perchè amano la verità, mentre i servi del diavolo calunniano perchè amano e praticano la menzogna.
Chi ha orecchi da udire, oda


Ciascuno badi a se stesso

Gesù dice: «Voi siete il sale della terra; ora, se il sale diviene insipido, con che lo si salerà? Non è più buono a nulla se non ad esser gettato via e calpestato dagli uomini” (Matteo 5:13). La Scrittura dunque è chiara: se il sale diventa insipido non è più buono a nulla! Ciascuno badi a se stesso quindi. Chi ha orecchi da udire, oda


I servi di Dio e i servi di Satana

I servi di Dio annunciano agli uomini la via della salvezza, i servi di Satana invece li incoraggiano a rimanere sulla via della perdizione.


Un altro Gesù

Molti sedicenti Cristiani si scandalizzano e si vergognano del Gesù di cui parla la Sacra Scrittura, e per questa ragione si sono fatti un Gesù «su misura», che è un altro Gesù. Guardatevi e ritiratevi da essi.


Chiediamo con fede

Gesù ha detto: “Tutte le cose che voi domanderete pregando, crediate che le avete ricevute e voi le otterrete” (Marco 11:24). Quindi quando noi preghiamo credendo (o con fede), siamo certi di ottenere quello che chiediamo a Dio. Ma che cosa dobbiamo credere? Dobbiamo credere di aver ricevuto ciò per cui preghiamo. Infatti prima è scritto: “Crediate che le avete ricevute” (Marco 11:24), e poi: “E voi le otterrete” (Marco 11:24). Se invece dubiteremo non riceveremo nulla da Dio, in quanto Giacomo, il fratello del Signore, nella sua epistola, afferma in merito a colui che chiede a Dio sapienza: “Ma chiegga con fede, senza stare punto in dubbio; perché chi dubita è simile a un’onda di mare, agitata dal vento e spinta qua e là. Non pensi già quel tale di ricevere nulla dal Signore, essendo uomo d’animo doppio, instabile in tutte le sue vie” (Giacomo 1:6-8). Quando ci accostiamo al trono di Dio dunque, studiamoci di chiedergli ciò di cui abbiamo bisogno (o che è secondo la Sua volontà) con fede, senza dubitare. Dio è fedele, fratelli, ed ascolta la preghiera dei giusti (Proverbi 15:29).


Dio è lungi dai malvagi

Dio dice tramite il profeta Geremia in merito a coloro che si comportano malvagiamente e ipocritamente: «Essi m’han voltato le spalle e non la faccia; ma nel tempo della loro sventura dicono: ‘Lèvati e salvaci!’» (Geremia 2:27) Essi quindi, benché abbiano gettato le parole di Dio dietro le loro spalle, quando poi le sciagure gli piombano addosso a cagione della loro malvagità sfacciatamente si presentano davanti a Dio e gli chiedono di soccorrerli. Ma Dio è lungi dai malvagi.


Per la Sua grazia

Per la grazia di Dio noi siamo in Cristo Gesù. A Lui sia la gloria in eterno. Amen.


Non entrare nel sentiero degli empi

La Sapienza dice: «Non entrare nel sentiero degli empi, e non t’inoltrare per la via de’ malvagi; schivala, non passare per essa; allontanatene, e va’ oltre. Poiché essi non posson dormire se non han fatto del male, e il sonno è loro tolto se non han fatto cader qualcuno. Essi mangiano il pane dell’empietà, e bevono il vino della violenza» (Proverbi 4:14-17). Beati tutti coloro che mettono in pratica queste parole.


Una sfacciata prostituta

Questo è quello che dice Dio alla Chiesa che si prostituisce con il mondo compiendo ogni sorta di scelleratezza per provocare Dio ad ira e gelosia: «Com’è vile il tuo cuore, dice il Signore, l’Eterno, a ridurti a fare tutte queste cose, da sfacciata prostituta!» (Ezechiele 16:30).


Facendo il bene …

“Attenetevi fermamente al bene” (Romani 12:9), dice la Scrittura, “poiché questa è la volontà di Dio: che, facendo il bene, turiate la bocca alla ignoranza degli uomini stolti; come liberi, ma non usando già della libertà qual manto che copra la malizia, ma come servi di Dio” (1 Pietro 2:15).


Parole incoraggianti

«L’Eterno scorre collo sguardo tutta la terra per spiegar la Sua forza a pro di quelli che hanno il cuore integro verso di lui» (2 Cronache 16:9). Queste sono parole che furono rivolte da Hanani, il veggente, ad Asa, re di Giuda. Quanto sono incoraggianti per noi! Infatti tramite di esse siamo incoraggiati a condurci onestamente e sinceramente verso Dio. A Dio sia la gloria ora e in eterno. Amen


Chi crede in Gesù non rimarrà confuso

«Gesù dunque venne di nuovo a Cana di Galilea, dove avea cambiato l’acqua in vino. E v’era un certo ufficial reale, il cui figliuolo era infermo a Capernaum. Come egli ebbe udito che Gesù era venuto dalla Giudea in Galilea, andò a lui e lo pregò che scendesse e guarisse il suo figliuolo, perché stava per morire. Perciò Gesù gli disse: Se non vedete segni e miracoli, voi non crederete. L’ufficial reale gli disse: Signore, scendi prima che il mio bambino muoia. Gesù gli disse: Va’, il tuo figliuolo vive. Quell’uomo credette alla parola che Gesù gli avea detta, e se ne andò. E come già stava scendendo, i suoi servitori gli vennero incontro e gli dissero: Il tuo figliuolo vive. Allora egli domandò loro a che ora avesse cominciato a star meglio; ed essi gli risposero: Ieri, all’ora settima, la febbre lo lasciò. Così il padre conobbe che ciò era avvenuto nell’ora che Gesù gli avea detto: Il tuo figliuolo vive; e credette lui con tutta la sua casa” (Giovanni 4:46-53).
Quell’uomo dunque credette a quella parola che Gesù gli aveva detto, e non rimase confuso. Similmente non rimarranno confusi coloro che credono che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, che è morto sulla croce per i nostri peccati e il terzo giorno è risuscitato dai morti a cagione della nostra giustificazione, perché è scritto: “Chiunque crede in lui non sarà confuso” (1 Pietro 2:6).


Guai all’empio

La Sapienza dice: «Il Giusto tien d’occhio la casa dell’empio, e precipita gli empi nelle sciagure» (Proverbi 21:12), e questo perchè «la maledizione dell’Eterno è nella casa dell’empio» (Proverbi 3:33). Come dice dunque il profeta: «Guai all’empio! male gl’incoglierà, perché gli sarà reso quel che le sue mani han fatto» (Isaia 3:11). Chi ha orecchi da udire, oda


Considerati «fanatici» e «settari»

Quando la Chiesa dimentica o rigetta la santità e la giustizia di Dio, si mette a incoraggiare e giustificare il peccato, anzi «a far sparire» il peccato! E non è forse quello che sta accadendo in molte Chiese, dove ormai è ammesso e incoraggiato ogni peccato, e coloro che odiano il peccato ed esortano a ravvedersi da esso sono considerati dei «fanatici» e dei «settari», in altre parole un pericolo e un problema per la Chiesa?


La scelta di quella moltitudine era stata innanzi decretata da Dio

Tra Gesù e Barabba la moltitudine chiese a Ponzio Pilato che fosse liberato Barabba, un ladrone e omicida, e che invece Gesù, il Giusto e il Santo, fosse crocifisso (Giovanni 18:38-40; Matteo 27:20-23). Ma il terzo giorno Dio lo risuscitò dai morti. Come disse infatti l’apostolo Pietro agli Ebrei in Gerusalemme: «L’Iddio d’Abramo, d’Isacco e di Giacobbe, l’Iddio de’ nostri padri ha glorificato il suo Servitore Gesù, che voi metteste in man di Pilato e rinnegaste dinanzi a lui, mentre egli avea giudicato di doverlo liberare. Ma voi rinnegaste il Santo ed il Giusto, e chiedeste che vi fosse concesso un omicida; e uccideste il Principe della vita, che Dio ha risuscitato dai morti; del che noi siamo testimoni» (Atti 3:13-15).
La moltitudine chiese a Pilato di crocifiggere Gesù – richiesta che fu accettata dal governatore -, affinché si adempisse quello che aveva detto il profeta Isaia sul Cristo: «Ma egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità» (Isaia 53:5)
Quella richiesta dunque di crocifiggere Gesù che la moltitudine fece con forza a Ponzio Pilato, era stata innanzi decretata da Dio. Ecco perché i discepoli dissero in una preghiera a Dio: «E invero in questa città, contro al tuo santo Servitore Gesù che tu hai unto, si son raunati Erode e Ponzio Pilato, insiem coi Gentili e con tutto il popolo d’Israele, per far tutte le cose che la tua mano e il tuo consiglio aveano innanzi determinato che avvenissero» (Atti 4:27-28).
A Dio sia la gloria ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Posted in Esortazioni, Insegnamenti, Meditazioni | Tagged , , | Comments Off

Contro la fecondazione eterologa

fecondazione-eterologa

La fecondazione eterologa è «la fecondazione in cui il seme oppure l’ovulo che servono per la fecondazione non appartengono ai genitori ma a una persona esterna alla coppia. Esistono banche del seme in cui viene custodito il liquido seminale. I donatori lasciano dei campioni che poi vengono conservati e utilizzati dalle coppie» (http://www.lanazione.it/firenze/cos-e-fecondazione-eterologa-1.178157). Questa decisione presa dalla conferenza delle Regioni a favore della fecondazione eterologa si oppone dunque all’ordine naturale stabilito da Dio. Chi ha orecchi da udire, oda. Giacinto Butindaro

—————————–

Eterologa, varate le linee guida sulla fecondazione

La conferenza delle Regioni approva il documento dei tecnici. Zaia: “Si colma il vuoto legislativo”

04 settembre 2014

I governatori delle Regioni, riuniti questa mattina in conferenza, hanno approvato all’unanimità le linee guida sulla fecondazione eterologa, varate ieri da tecnici e assessori regionali alla salute. “Le Regioni – ha spiegato il presidente del Veneto, Luca Zaia, lasciando l’assemblea – hanno deciso all’unanimità di andare avanti con le linee guida, affinchè l’eterologa diventi una realtà e si colmi il vuoto legislativo. Sarà trattata come una cura normale e penso che si arriverà a un ticket uguale a livello nazionale”.
Il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, prima della conferenza ha incontrato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin: “Ha condiviso le linee guida delle Regioni – ha detto il governatore del Piemonte – ed è del tutto d’accordo con noi a inserire la fecondazione eterologa nei Lea (i livelli essenziali di assistenza, ndr) e a regolamentarla con un ticket che andrà definito sulla base dei costi. Ma per farlo serve una legge del Parlamento”.
Ieri l’accordo tra tecnici e funzionari regionali sulle nuove norme, necessarie dopo la sentenza del 9 aprile della Corte Costituzionale che ha tolto il divieto di ricorrere a un donatore esterno di ovuli o spermatozoi nei casi di infertilità assoluta.
Per le linee guida, a fecondazione eterologa sarà gratuita o con ticket, ma solo per le donne ‘riceventi’ in età potenzialmente fertile. Il limite è stato fissato a 43 anni. Tre le altre novità il bambino nato da eterologa potrà chiedere di conoscere l’identità del padre o della madre biologici una volta compiuti i 25 anni. Il donatore verrà ricontattato e sarà libero di rivelare o meno la propria identità. Con l’eccezione di questo caso specifico, il documento prevede l’anonimato del donatore.
Intanto, nell’ospedale fiorentino di Careggi è il primo giorno di visite per l’eterologa. La Toscana è stata la prima regione a stilare le linee guida per applicare la fecondazione con un intervento esterno alla coppia.

Fonte: http://www.repubblica.it/salute/2014/09/04/news/eterolaga_varate_le_linee_guida_sulla_fecondazione-94984383/?ref=HREA-1

Posted in Confutazioni, Massoneria | Tagged , | Comments Off

Parlate di libero arbitrio ma fate dipendere la salvezza dell’uomo dalla volontà di Dio!

bivio-uomo

Queste mie parole sono rivolte a coloro che sostengono il cosiddetto libero arbitrio, ossia che Dio ha fatto l’uomo totalmente libero di scegliere o rigettare la salvezza che è in Cristo Gesù.
Come mai pregate Dio di salvare gli uomini? Perché infatti implorate Dio di toccare o aprire i loro cuori, di renderli attenti alla Sua Parola o di fargliela intendere, e di portarli ai piedi di Gesù? Non dovreste semmai starvene in silenzio ad aspettare che gli uomini decidano «in piena libertà» di essere salvati? Perché domandate a Dio di interferire nelle decisioni degli uomini? Perché pregate Dio di piegare il cuore degli uomini verso Gesù? Perché lo pregate di agire sulla mente e sul cuore degli uomini affinché credano nel Vangelo? Se infatti – come sostenete voi – Dio ha fatto l’uomo totalmente libero e «il suo destino è nelle sue proprie mani», Egli non può condizionare o influenzare in alcuna maniera le sue scelte, perché se lo facesse l’uomo non sarebbe più libero di fare le sue scelte senza alcuna interferenza esterna da parte di Dio!!!
Voi quindi vi contraddite in maniera palese. Evidentemente c’è «qualcosa» dentro di voi che vi suggerisce che se Dio non agisce in qualche maniera sulla volontà dell’uomo, egli non può prendere o trovare la via che mena alla vita, cioè egli non può essere salvato. Non c’è un’altra spiegazione al vostro comportamento.
E perciò voi implicitamente, senza rendervene conto, ammettete che la salvezza dell’uomo in definitiva non dipende dalla volontà dell’uomo ma dalla volontà di Dio di fargli grazia (Dio dice infatti: «Farò grazia a chi vorrò far grazia» Esodo 33:19). E quindi riconoscete implicitamente che Dio non vuole salvare tutti gli abitanti della terra, perché Egli benché venga implorato da voi di salvare tutti gli uomini non salva tutti gli uomini ma solamente quelli che Egli vuole salvare! Peraltro, voi stessi dite nelle vostre preghiere: ‘Signore, sia fatta la Tua volontà’, e quindi non potete che riconoscere che siccome Dio è l’Onnipotente se non salva tutti gli uomini come voi gli chiedete, ciò vuol dire che non è la Sua volontà di salvare tutti coloro per i quali voi lo pregate! Voi infatti sapete che la Scrittura afferma che “questa è la confidanza che abbiamo in lui: che se domandiamo qualcosa secondo la sua volontà, Egli ci esaudisce; e se sappiamo ch’Egli ci esaudisce in quel che gli chiediamo, noi sappiamo di aver le cose che gli abbiamo domandate” (1 Giovanni 5:14-15).
Stando così le cose, non vi rimane altro da fare che rigettare il libero arbitrio – che siccome contrasta l’insegnamento biblico vi getta nella più totale confusione – ed accettare il proponimento dell’elezione di Dio che dipende dalla volontà di Colui che chiama e non dalla volontà del chiamato, secondo che è scritto: “Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia” (Romani 9:16).
Così facendo, comprenderete finalmente cosa significa essere stati salvati per grazia, mediante la fede, e che ciò non viene da noi, affinché nessuno di noi si glori, perché chi si gloria si deve gloriare nel Signore. E vi assicuro che uscirete dalla confusione in cui vi trovate attualmente a cagione del cosiddetto libero arbitrio!

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Posted in Confutazioni, Esortazioni | Tagged , , , , , | 1 Comment

Gandhi discepolo di Gesù Cristo?

gandhi-foto

Ci sono sedicenti Cristiani che sostengono che il famoso politico e filosofo indiano Gandhi (1869-1948), «è stato un discepolo hindu di Gesù Cristo», ossia che egli «intese farsi discepolo di Cristo pur rimanendo nella propria fede»! Per cui secondo costoro è possibile seguire Gesù Cristo senza diventare Cristiani!!!
Questo conferma che tanti cosiddetti Cristiani non sanno cosa significhi diventare o essere discepoli di Cristo. Non hanno proprio capito nulla!
Nessuno di costoro vi inganni con parole seducenti: Gandhi si rifiutò di credere in Gesù Cristo (ossia che Gesù, l’Unigenito Figliuolo di Dio, morì per i nostri peccati e risuscitò il terzo giorno a cagione della nostra giustificazione) e diventare così un Suo discepolo. Egli disse infatti: «Era più di quello che potevo credere che Gesù era l’unico figlio di Dio incarnato, e che solo chi credeva in lui avrebbe avuto la vita eterna. Se Dio poteva avere figli, tutti noi eravamo Suoi figli. Se Gesù era come Dio, o Dio Stesso, allora tutti gli uomini erano come Dio e potevano essere Dio Stesso. La mia ragione non era pronta a credere letteralmente che Gesù tramite la sua morte e il suo sangue redense i peccati del mondo. Metaforicamente potrebbe esserci della verità in ciò. Inoltre, secondo il Cristianesimo solo gli esseri umani avevano un anima, e non altri esseri viventi per i quali la morte rappresentava la totale estinzione, mentre io sostenevo una credenza opposta. Potevo accettare Gesù come un martire, come una personificazione del sacrificio, e come un insegnante divino, ma non come l’uomo più perfetto mai nato. La Sua morte sulla Croce fu un grande esempio per il mondo, ma che c’era qualcosa come una virtù misteriosa o miracolosa in essa, il mio cuore non poteva accettarlo» [«It was more than I could believe that Jesus was the only incarnate son of God, and that only he who believed in him would have everlasting life. If God could have sons, all of us were His sons. If Jesus was like God, or God Himself, then all men were like God and could be God Himself. My reason was not ready to believe literally that Jesus by his death and by his blood redeemed the sins of the world. Metaphorically there might be some truth in it. Again, according to Christianity only human beings had souls, and not other living beings, for whom death meant complete extinction; while I held a contrary belief. I could accept Jesus as a martyr, an embodiment of sacrifice, and a divine teacher, but not as the most perfect man ever born. His death on the Cross was a great example to the world, but that there was anything like a mysterious or miraculous virtue in it my heart could not accept.» Mahatma Gandhi, The Story of My Experiments With Truth - https://www.goodreads.com/quotes/845336-my-difficulties-lay-deeper-it-was-more-than-i-could].
Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Posted in Confutazioni, Esortazioni, Massoneria | Tagged , | 1 Comment