Non vedranno il Signore

Coloro che si rifiutano di procacciare la santificazione e di conseguenza hanno in orrore le seguenti parole dell’apostolo Paolo: “… diletti, purifichiamoci d’ogni contaminazione di carne e di spirito, compiendo la nostra santificazione nel timor di Dio” (2 Corinzi 7:1), e queste dell’apostolo Pietro: “Come Colui che vi ha chiamati è santo, anche voi siate santi in tutta la vostra condotta; poiché sta scritto: Siate santi, perché io son santo” (1 Pietro 1:15-16), non vedranno il Signore, in quanto è scritto: “Procacciate pace con tutti e la santificazione senza la quale nessuno vedrà il Signore” (Ebrei 12:14). Ecco perché Paolo scrive ai credenti di Corinto: “Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio” (1 Corinzi 6:9-10).

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Insegnamenti, Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

Un libro sui segnali segreti massonici


E’ un libro in lingua rumena che parla dei segnali segreti massonici fatti dai massoni quando sono fotografati o ripresi dalle telecamere. Troverete centinaia di foto di massoni e di donne massone in evidenti pose massoniche o che fanno evidenti segnali segreti massonici, che confermano quanto da me dimostrato nel mio libro «La Massoneria Smascherata» e in miei successivi post o articoli. A proposito, colgo l’occasione per dire che c’è anche il segnale segreto fatto con gli occhiali abbassati!!! LO RACCOMANDO A TUTTI! SCARICATEVELO E FATELO CIRCOLARE. VERAMENTE IMPRESSIONANTI LE PROVE!!! Grazie a Dio per come suscita qua e là persone che smascherano questo importantissimo linguaggio segreto massonico.

Giacinto Butindaro

P.S. Potete anche scaricarlo da qua

Pubblicato in Massoneria, Uncategorized | Contrassegnato , | 5 commenti

Joel Dabre ricorda pubblicamente Andrei Claudiu Pop


Questo è un post pubblico di Joel Dabre dedicato ad Andrei Claudiu Pop, il ragazzo di 28 anni di nazionalità rumena, membro della Chiesa ADI di Forlì, che il 4 Luglio 2020 è morto annegato al Lido di Classe sulla costa Ravennate.

La ragione per cui ve lo segnalo – anche se ci tengo a sottolineare che non è biblico rivolgersi ad un morto – è questa: in questo suo post ci sono delle informazioni utili su Andrei Claudiu Pop che è bene che tutti conoscano.

Questo il servizio giornalistico del TGR Emilia Romagna dove si parla anche della morte di Andrei Claudiu Pop

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Richiesta fatta alla Chiesa ADI di Forlì

Esorto la Chiesa ADI di Forlì a raccontare pubblicamente – con la firma del pastore della Chiesa – come sono andate le cose in merito alla morte per annegamento di Andrei Claudiu Po pochi giorni fa a Lido di Classe, sulla costa Ravennate. Dicano PUBBLICAMENTE chi ha organizzato la gita al mare, se quindi l’ha organizzata il pastore o qualcun altro, dicano se il pastore ha portato o non ha portato i giovani al mare e quindi se era o non era con loro quando il ragazzo è morto. Credo che sia nel loro interesse fare queste precisazioni davanti a tutti i figliuoli di Dio. I figliuoli della luce sono chiamati a raccontare i fatti così come sono andati, anche in situazioni così dolorose, affinché tutti conoscano la verità sui fatti, e nessuno si inventi niente o manipoli niente sull’accaduto. Spero vivamente che la mia esortazione sia accolta, per amore della verità.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

TGR Emilia Romagna: la morte per annegamento di Andrei Claudiu Pop, membro di una Chiesa ADI

Questa è una parte del servizio del TGR Emilia Romagna delle 19:30 del 4 Luglio 2020 dove si parla anche della morte di Andrei Claudiu Pop, di 28 anni, che è morto annegato a Lido di Classe, sulla costa Ravennate, proprio quel giorno (http://www.forlitoday.it/cronaca/ragazzo-morto-annegato-lido-classe-oggi-4-luglio-2020.html?fbclid=IwAR1velNANh52XYFMR3dgJuysXjMgfLaij26yeSZSrtHz-g1ux1kzjepu26s). Il ragazzo era membro della Chiesa ADI di Forlì e si trovava con altri giovani della Chiesa al mare con il «pastore» della Chiesa.

Giacinto Butindaro

Video originale: Rainews

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Muore annegato giovane della Chiesa ADI di Forlì


I giovani della Chiesa ADI di Forlì sono andati al mare (sembrerebbe che il «pastore» della Chiesa fosse presente, ma su questo aspettiamo una conferma), ed uno di questi giovani è morto annegato. Questo è quello che è avvenuto ieri. Il savio rifletterà.

—————–

«Ragazzo residente a Forlì muore annegato a Lido di Classe 4 luglio 2020. Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici. La vittima stava trascorrendo la giornata insieme ad alcuni amici. Erano circa le 14.30


04 luglio 2020

Un tranquillo sabato di relax al mare si è trasformato in tragedia. Un 28enne di nazionalità romena, residente a Forlì, Andrei Claudiu Pop, è morto annegato a Lido di Classe, sulla costa Ravennate. L’episodio si è consumato nel primo pomeriggio di sabato. La vittima stava trascorrendo la giornata insieme ad alcuni amici. Erano circa le 14.30 quando si sono tuffati in acqua nello specchio d’acqua antistante il bagno “Go Go”. Il mare era mosso.Il divertimento tra le onde si è trasformata in tragedia quando gli amici hanno perso le tracce del 28enne. Il corpo esamine del giovane è riemerso nei pressi delle vicine scogliere. A quel punto è stato dato l’allarme. Subito si è attivato il personale addetto al salvataggio, che in quel momento stava osservando il momento di pausa. Trascinato a riva, non senza difficoltà a causa delle onde, è stato rianimato.Inutile anche il successivo intervento degli uomini del 118 accorsi sul posto dopo la chiamata di emergenza con un’ambulanza e l’auto col medico a bordo. I sanitari hanno provato col massaggio cardiaco per circa un’ora, ma purtroppo si sono dovuti arrendere e dichiararne il decesso sul posto. Sarà ora il medico legale a chiarire le cause esatte della morte. Sulla tragedia indagano gli uomini della Capitaneria di Porto e la Polizia Locale. Sotto shock gli amici e la madre del giovane, accorsa in loco.»

Fonte: Forlì Today

Pubblicato in Assemblee di Dio in Italia, Uncategorized | Contrassegnato , | 2 commenti

Dio trae gloria dai «Jannè e Iambrè»

Leggendo la Sacra Scrittura dalla Genesi all’Apocalisse si può vedere chiaramente che Dio ha fatto e continuerà a fare delle scelte, che ha operato e opererà secondo il consiglio della Sua volontà, senza che alcuno abbia potuto o potrà impedirgli di eseguire una sua scelta o una sua opera. Ciò è fonte di grande incoraggiamento e consolazione per tutti noi, perché riconosciamo che il nostro Dio è proprio l’Onnipotente. E quindi ciascuno di noi è costretto a dire a Dio: “Io riconosco che tu puoi tutto, e che nulla può impedirti d’eseguire un tuo disegno” (Giobbe 42:2), perché Egli dice il vero quando afferma: “Il mio piano sussisterà, e metterò ad effetto tutta la mia volontà” (Isaia 46:10). D’altronde, Dio non può mentire. Gloria al Suo santo nome! Ma ciò che per noi è fonte di grande incoraggiamento e consolazione, per tanti altri è fonte di turbamento e di grande indignazione e questo perché non conoscono Dio, non amano Dio! Costoro infatti nella loro mente hanno spodestato Dio, e si sono messi al suo posto! Essi infatti ritengono che Dio non possa agire con gli uomini e tra gli uomini senza prima ricevere il permesso dall’uomo di operare! Per cui è l’uomo che sceglie cosa Dio deve fare e cosa non deve fare, chi Dio deve scegliere e chi non deve scegliere! Costoro sono degli stolti, che però pensano di essere savi. Dio li ha indurati. Ma ci consola sapere che anche questi stolti dipendono da Dio, e quindi che Dio li sta usando per trarre gloria da essi come trasse gloria da Faraone e da tutto il suo esercito indurendo il loro cuore (cfr. Esodo 14:4). Quanto sono meravigliosi i disegni di Dio! Non temete dunque i tanti «Jannè e Iambrè», travestiti da Cristiani, che contrastano la verità, perché non solo la loro stoltezza sarà manifesta a tutti, ma Dio trarrà da loro gloria per il Suo santo nome. Sappiate che di «Jannè e Iambrè» ce ne sono stati moltissimi da che l’uomo esiste sulla terra, ma tutti sono stati svergognati da Dio. Dio dunque ha fatto pure i «Jannè e Iambrè» e li ha fatti per uno scopo, affinché per le loro menzogne la verità di Dio abbondi a Sua gloria! A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Esortazioni | Contrassegnato | 1 commento

Non si può tollerare la presenza dei massoni in mezzo alla Chiesa di Dio

In mezzo alle Chiese ci sono uomini e donne iniziati alla Massoneria, i quali si parlano con le dita delle mani, le mani, le braccia, gli occhi, le gambe e i piedi, e con particolari parole ed espressioni, che essi hanno giurato di non rivelare perché costituiscono il linguaggio segreto con cui comunicano tra di loro, e se scoperti sono tenuti a mentire, e deridere e calunniare chi li ha scoperti. Hanno giurato assoluta fedeltà alla loro società segreta al cospetto di Satana (che molti di loro però non sanno che si tratti di Satana), con il quale hanno fatto un patto. Non devono rivelare assolutamente la loro appartenenza alla Massoneria a nessuno, non devono dire di un loro fratello che è massone per nessuna ragione, e quindi sono tenuti sempre e comunque a negare e a mentire. Portano avanti la loro attività massonica operando con la mano nascosta, e quindi di soppiatto, spingendo le Chiese ad accettare principi e insegnamenti che contrastano la verità. E quindi il parlare e l’agire di costoro sono caratterizzati dalla doppiezza e dall’ambiguità. Formano una sorta di élite, e ricoprono posti di comando, si raccomandano a vicenda, si aiutano, si lodano, si difendono, scelgono i loro collaboratori tra i massoni come loro, discriminando quindi i cosiddetti profani, che sono coloro che non sono iniziati alla Massoneria dei quali naturalmente i massoni non si fidano e dei quali non hanno alcuna stima. Non si può dunque tollerare la presenza dei massoni in mezzo alle Chiese. Eppure, davanti a tutto ciò, che è innegabile, non pochi ancora non vogliono condannare pubblicamente la Massoneria, non vogliono mettere in guardia dalla Massoneria, non vogliono proprio parlarne. Ma Dio è giusto ed è tremendo, e a suo tempo svergogna tutti i codardi, tutti i bugiardi, tutti i doppi di cuore. Ah, quanto è spaventoso cadere nelle mani dell’Iddio vivente! Ve ne renderete conto a suo tempo voi codardi e bugiardi! Dio si farà beffe di voi, e quando ciò avverrà, farete cordoglio e piangerete!

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Massoneria | Contrassegnato | Lascia un commento

Il segnale segreto massonico con gli occhiali

Il predicatore John Wesley, fondatore del Metodismo; Charles Haddon Spurgeon, predicatore battista; e l’ex gran maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi. Le pose sono ufficiali, volontarie, e molto chiare. E tutte tre le pose che cosa hanno in comune? Gli occhiali posti in una certa maniera. Ecco, ricordatevi, questo è un segnale segreto massonico.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Massoneria, Uncategorized | Contrassegnato , , | 1 commento

Potente conferma che John Wesley, il fondatore del Metodismo, era un massone

Grazie siano rese a Dio per mezzo di Gesù Cristo per averci dato questa potente conferma che John Wesley, il fondatore del Metodismo, definito l’apostolo del libero arbitrio e nemico acerrimo del proponimento dell’elezione di Dio, era un massone. La conferma consiste in questo. All’interno della Cappella di Wesley (Wesley’s Chapel), che si trova sulla City Road a Londra (https://museumofmethodism.wordpress.com/2017/12/14/a-history-of-wesleys-chapel/), esiste una vetrata massonica, molto famosa, che – affermarono i Massoni il 3 Gennaio del 1920 sul Masonic Standard – «è stata il dono della Loggia di Epworth di Londra (il loro sito è questo http://epworth.dev.golivesolutions.co.uk/) ed è stata presentata alla cappella del Fratello John Wesley lo scorso Maggio come memoriale per i Metodisti della Gran Bretagna che sono morti nella guerra» (Masonic Standard, 3 Gennaio 1920; in The Masonic Year, The Masonic History CO., Chicago, Illinois, 1921, pag. 137). E difatti su questa vetrata, fatta da un massone, ci sono vari simboli massonici, tra cui ve ne segnalo due: la squadra e il compasso e la stella a cinque punte (o pentagramma). E cosa da non sottovalutare: ci sono anche le iniziali di John Wesley, vale a dire la J e la W. Guarda le frecce nella foto. Superfluo poi che vi faccia notare che i massoni nel 1920 chiamarono John Wesley loro «Fratello». Quindi, questo spiega perché ci sono tantissimi massoni nelle denominazioni Metodiste come anche nel Movimento della Santità, e il perché i massoni che fanno parte delle Chiese Metodiste o di Chiese che si rifanno agli insegnamenti di John Wesley (come per esempio la Chiesa del Nazareno) esaltano e promuovono John Wesley in ogni maniera; perché John Wesley era un massone. Nessuno di costoro vi seduca in alcuna maniera: fanno parte della stessa famiglia massonica, nemica della verità che è in Cristo Gesù.

Giacinto Butindaro


P.S. Chi vuole vedere dal di dentro la lugubre Cappella di Wesley a Londra (che pare un tempio massonico) vada qua

Pubblicato in Chiesa Metodista in America, Massoneria, Uncategorized | Contrassegnato , , | 6 commenti

Secondo Charles Spurgeon, Dio è il Massone eterno!

Charles Spurgeon nel suo sermone intitolato «Abraham, A Pattern to Believers», definì Dio «il Frammassone eterno». Ecco le sue parole: «I migliori costruttori della terra non possono essere paragonati al grande Costruttore di sopra, l’Architetto eterno, il Frammassone eterno che ha costruito quelle molte stanze dove i suoi santi vivranno per sempre» (The Complete Works of C. H. Spurgeon, Volume 39: Sermons 2289-2341 – The best builders of earth cannot be compared to the great Builder above, the eternal Architect, the everlasting Freemason who has built those many mansions where his saints shall live for ever). Come può un servitore di Gesù Cristo chiamare Dio in questa maniera? Non può assolutamente, e difatti Spurgeon non era un servitore di Gesù Cristo, ma un massone. Io spero che quanti più possibili credenti capiscano quanto pericoloso sia Spurgeon per la Chiesa di Dio, perché ha introdotto una terminologia massonica per fare accettare la Massoneria a cui lui era affiliato. Spurgeon definendo Dio in quella maniera oltraggiò Dio, e questo per compiacere alla Massoneria. Vegliate, fratelli, perché i massoni sono molto astuti, ed introducono le menzogne di soppiatto. Non dimenticate mai che loro portano avanti nelle Chiese la loro attività massonica con la mano nascosta.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Massoneria, Uncategorized | Contrassegnato , | 2 commenti

Un travestimento che va smascherato

La Sacra Scrittura afferma che “Satana si traveste da angelo di luce” (2 Corinzi 11:14), e questo travestimento serve a Satana per potersi infiltrare tra i figliuoli della luce, che sono i figliuoli di Dio, coloro che Dio ha generato di sua volontà mediante l’Evangelo (la Parola di verità) affinché fossero in un certo modo le primizie delle creature di Dio (cfr. Giacomo 1:18). Ma appunto perché si tratta di un travestimento esso è smascherabile. Non temete, fratelli, perché i ministri di Satana, anche se si travestono da ministri di giustizia, a suo tempo vengono smascherati, perché come dice il Signore Gesù all’angelo della Chiesa di Efeso: “Hai messo alla prova quelli che si chiamano apostoli e non lo sono, e li hai trovati mendaci” (Apocalisse 2:2). Per cui vi esorto a mettere alla prova chiunque si presenti a voi come servo di Dio (non importa se dice di essere un apostolo o un profeta o un evangelista o un pastore o un dottore), perché se è un falso ministro si paleserà per quello che è. Non abbassate mai la guardia, perché i falsi ministri si sono sempre infiltrati in mezzo alla famiglia di Dio per potere sedurre i santi, ma sono sempre stati smascherati.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Esortazioni, Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

Charles Spurgeon faceva parte dell’Ordine di San Giovanni

Vi avverto fratelli per l’ennesima volta affinchè vi guardiate dal famoso predicatore inglese Charles Haddon Spurgeon (1834-1892), in quanto oltre che alla Massoneria apparteneva all’Ordine di San Giovanni.
Questo è quanto emerge leggendo «Notes and Queries» di Luglio-Dicembre 1870, dove ad un certo punto qualcuno fa notare che il predicatore Charles Spurgeon entrando a fare parte dei Cavalieri di San Giovanni (ossia dell’Ordine di San Giovanni) è entrato a fare parte dell’Ordine di Malta: «Ma io penso che il Signor Spurgeon sarebbe sorpreso se gli venisse detto che tramite questo passo egli diventò membro dell’Ordine di Malta, e che egli non era membro di un ‘ordine separato’» (Notes and Queries: A Medium of Intercommunication for literary men, general readers, etc., Quarta serie – Volume Sesto, Luglio-Dicembre 1870, Londra, 1870, pag. 326).
L’Ordine di San Giovanni è derivato dall’Ordine di Malta. Esso è legato alla Chiesa anglicana (e quindi al sovrano britannico), ed ha il suo quartiere generale a Londra (https://it.wikipedia.org/…/Venerabile_ordine_di_San_Giovanni).
Esso è collegato ai Cavalieri di Malta, i quali sono oltre che dipendenti dal Vaticano (sotto stretto controllo dei Gesuiti), anche collusi con la Massoneria e difatti tra i suoi membri ci sono molti massoni ed anche non pochi Illuminati (a conferma di ciò si veda questa parziale lista di membri dei Cavalieri di Malta sul sito ‘Bible Believers’ – http://www.biblebelievers.org.au/kmlst1.htm). A conferma di questo legame tra Cavalieri di Malta e Massoneria, ecco quello che dice il giornalista Ferruccio Pinotti: «Secondo Pio XII, i Cavalieri di Malta erano la longa manus della massoneria in Vaticano, tanto che formò una commissione incaricata di sciogliere l’Ordine. Che si salvò grazie alla morte del Pontefice tradizionalista e all’avvento di Giovanni XXIII, un Papa accusato di simpatie «massoniche» che approvò le costituzioni dell’Ordine decretando la fine della commissione. Quindi i Cavalieri di Malta sono sempre stati percepiti come uno snodo importante tra la finanza massonica e quella vaticana» (Ferruccio Pinotti, Fratelli d’Italia, pag. 415). Peraltro, nei Cavalieri di Malta negli anni ’40 c’erano anche non pochi agenti segreti americani.
Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Massoneria, Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Ricordati che la Bibbia è la Parola di Dio

Ricordati ogni qual volta che apri la Bibbia e ti metti a leggerla e a meditarla, che “ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, affinché l’uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona” (2 Timoteo 3:16). Per cui non mettere in dubbio niente di quello che leggi, perché è la Parola di Dio. Dio non può mentire, e quindi la Parola di Dio è fedele e verace, e in essa farai sempre bene ad avere piena fiducia. Non dare dunque ascolto a tutte quelle che Chiese che rigettano gran parte di quello che è scritto, perché non credono che la Scrittura è la Parola di Dio. Sono Chiese che hanno dichiarato guerra a Dio avendo fatto spazio al pensiero massonico, dalle quali Chiese bisogna uscire e separarsi.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Bibbia, Uncategorized | Contrassegnato , | 1 commento

Il linguaggio segreto della Massoneria 

Qualche tempo fa avevo segnalato questo video «Il linguaggio segreto della Massoneria» dal canale dello Youtuber Morris San, che ha realizzato il video inserendo in esso parti prese dal mio libro «La Massoneria Smascherata» (sia inserendo foto che leggendo ampie parti dal mio libro).

Siccome dopo qualche giorno lo ha rimosso dal suo canale, ho pensato di caricarlo sul mio canale.

Giacinto Butindaro

Pubblicato in Massoneria, Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento