Siate coraggiosi!

E’ vero, ci vuole coraggio per ribellarsi all’andazzo che c’è in mezzo alle Chiese, per riprovarlo pubblicamente e suonare così la tromba, perché chi oggi riprova la corruzione che regna in mezzo alle Chiese si espone ad ogni sorta di ritorsione da parte dei pastori corrotti senza scrupoli che si annidano dietro i pulpiti, coadiuvati dai loro familiari e parenti, che sono malvagi come loro. Ma è meglio essere coraggiosi ed essere perseguitati a cagione di giustizia, anziché essere paurosi e fare una vita per così dire tranquilla. La parte dei codardi sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (cfr. Apocalisse 21:8). Non temete dunque gli uomini, temete Dio, e sarete benedetti da Dio. Dio vi mostrerà il suo favore, vi onorerà, vi proteggerà, vi fortificherà e vi consolerà.

Giacinto Butindaro

Posted in Esortazioni | Tagged | Leave a comment

Smettetela!

Cattolici Romani, smettetela di rivolgervi alle vostre cosiddette statue e immagini sacre, perché agli occhi di Dio sono degli idoli in abominio a Dio e il culto che rendete loro è idolatria. Non avete letto il comandamento che dice: “Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti” (Esodo 20:4-6)? Non avete letto che la parte degli idolatri sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (cfr. Apocalisse 21:8)? Quindi, convertitevi dagli idoli a Dio, e sbarazzatevi di essi. Smettete di adorare, pregare e servire queste cose vane, frutto dell’immaginazione umana, in cui non è alcun potere di fare alcunché di bene o di male! Farete così una cosa gradita a Dio. E credete nella Buona Novella che Gesù è il Cristo, per ottenere la remissione dei peccati mediante il nome di Gesù (la remissione dei peccati non si ottiene andandosi a confessare dal prete), e uscite e separatevi dalla Chiesa Cattolica Romana.

Giacinto Butindaro

Posted in Chiesa cattolica romana, idolatria | Tagged , | 2 Comments

Roma, 9 dicembre 2017: in «discoteca» con Maldonado!

«One, two, three, gooooo!» Il falso apostolo Maldonado insegna ai presenti a ballare come si balla in India, in Africa, nei Caraibi, negli USA (in seno alle comunità afroamericane). E non manca neppure il trenino «soprannaturale»! E poi la danza più pazza!

Questa è la libertà che Maldonado porta nelle nazioni! Fratelli, guardatevi e ritiratevi da costoro, che servono il loro ventre: sono portatori di eresie e confusione. La libertà di cui parla Maldonado è la libertà di fare quello che si vuole, e quindi la libertà di ribellarsi alle esortazioni e ai comandamenti degli apostoli di Cristo. Nessuno di questi impostori vi seduca con vani ragionamenti.

Giacinto Butindaro

Posted in Comportamenti disordinati, Cose strane | Tagged , | 3 Comments

Gesù di Nazareth, il falegname che fece stupire il mondo per la sua sapienza e le sue opere potenti

E’ scritto in Marco: “Poi si partì di là e venne nel suo paese e i suoi discepoli lo seguitarono. E venuto il sabato, si mise ad insegnar nella sinagoga; e la maggior parte, udendolo, stupivano dicendo: Donde ha costui queste cose? e che sapienza è questa che gli è data? e che cosa sono cotali opere potenti fatte per mano sua? Non è costui il falegname, il figliuol di Maria, e il fratello di Giacomo e di Giosè, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle non stanno qui da noi?” (Marco 6:1-3). Ecco dunque Gesù, un falegname che fa stupire gli abitanti di Nazareth, la città dove era stato allevato, per la sua sapienza e per le sue opere potenti! Non aveva fatto studi, ma che sapienza! Non c’è mai stato nessuno che abbia parlato con tale sapienza; qui v’è più che Salomone (cfr. Matteo 12:42), che peraltro ai suoi giorni aveva ricevuto da Dio un cuore così savio e intelligente che nessuno era come lui! Ma Gesù aveva fatto stupire per la sua sapienza già a dodici anni, infatti è scritto che nel tempio a Gerusalemme “tutti quelli che l’udivano, stupivano del suo senno e delle sue risposte” (Luca 2:47). E che dire delle sue opere potenti, dei suoi prodigi e dei suoi segni che fecero stupire e rallegrare moltitudini, che Dio fece per mezzo di lui? Persino i suoi nemici dovettero riconoscere che erano autentici, secondo che è scritto: “I capi sacerdoti quindi e i Farisei radunarono il Sinedrio e dicevano: Che facciamo? perché quest’uomo fa molti miracoli. Se lo lasciamo fare, tutti crederanno in lui; e i Romani verranno e ci distruggeranno e città e nazione” (Giovanni 11:47-48)! Ecco dunque chi era il Figlio di Dio nei giorni della sua carne: un falegname! La storia della sua vita ha messo sottosopra il mondo, ha cambiato il corso della storia dell’umanità, ma soprattutto ha cambiato la vita di tantissime persone che sono state rigenerate mediante la Parola della Buona Novella che Egli è il Cristo. Sì, è Lui Colui che nel principio era con Dio ed era Dio e che al tempo stabilito da Dio fu generato dallo Spirito Santo nel seno di una vergine di Nazareth, il quale è morto per i nostri peccati e risuscitato dai morti il terzo giorno secondo le Scritture, e che una volta asceso in cielo si è posto a sedere alla destra di Dio dove angeli, principati e potenze gli sono sottoposti. Sì è Lui l’uomo nel quale il Padre si compiacque di far abitare tutta la pienezza della Deità, e che tutti gli angeli di Dio adorano e che noi pure adoriamo perché è Dio benedetto in eterno.
Dove sono i savi secondo la carne, quelli che si credono intelligenti, con tutti i loro studi, con tutta la loro sapienza umana? La loro sapienza è pazzia presso Dio. Parlano, parlano, parlano, ma i loro discorsi sono pomposi e vuoti. Le loro sono parole morte, parole che non salvano, parole che non rigenerano, parole che non edificano, parole che non portano a conoscere Dio, parole che non fanno stupire come invece facevano stupire le parole di Gesù. Semmai costoro fanno stupire per la loro ignoranza e la loro stoltezza! Essi dunque non ci interessano. Se ne stiano nei loro circoli, o nei loro templi massonici, ma stiano alla larga dalle assemblee dei santi. Noi non abbiamo bisogno della loro sapienza, non ce ne facciamo proprio niente. La loro sapienza è terrena, carnale e diabolica, e quindi contrasta la Parola di Dio. E questa è la ragione per la quale fino a che avremo un alito di vita la smaschereremo, la confuteremo, e metteremo in guardia i santi da essa.
Ed infine, fatemi dire questo. Vogliamo fratelli falegnami, ma anche pescatori, fruttivendoli, manovali, agricoltori, calzolai, netturbini, operai – insomma uomini che svolgono dei lavori modesti – che facciano stupire il mondo per la loro sapienza! E piacesse a Dio anche per le loro opere potenti fatte nel nome di Gesù. Uomini quindi potenti in parole e opere; affinché i savi secondo la carne (filosofi, professori, etc.) siano svergognati. Ma quanto ai savi secondo la carne che si fanno beffe del nostro Signore Gesù, che contrastano le sue sante parole, che lo mettono sullo stesso livello di altri uomini se non al di sotto, perché non credono che Egli è il Cristo, e che fanno stupire per la loro stoltezza e la loro ignoranza, non ci interessano, lo ripeto, non ci interessano. Non sono dei nostri, in quanto fanno parte di quelli di fuori. Sono capre e non pecore. Ed è per questo che con loro non sentiamo nessuna comunione, perché essi sono nelle tenebre.

A Cristo Gesù, il Figlio di Dio, siano la gloria e l’imperio nei secoli dei secoli. Amen

Giacinto Butindaro

P.S. Nella foto un falegname a Nazareth

Posted in Confutazioni, Gesù Cristo | Tagged | Leave a comment

«La santa»

«La santa»: ovvero come la `ndrangheta è entrata nella Massoneria. Pochi minuti tratti da «Storia criminale, La `ndrangheta – La Storia siamo noi» (https://youtu.be/B2A_xeeGTsA).

E pensare che nella Massoneria ci sono tanti evangelici!

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Posted in Massoneria | Tagged , , , , | Leave a comment

Bisogna predicare il Vangelo anche a tanti Evangelici

Bisogna predicare il Vangelo (cfr. 1 Corinzi 15:1-11) anche a tanti Evangelici, perché non sanno cosa sia. Bisogna esortarli a ravvedersi e a credere nel Vangelo, perché sono sulla via della perdizione al pari dei Cattolici Romani, dei Mussulmani, dei Buddisti, degli atei e così via. Bisogna dirgli chiaramente che essi sono sotto il peccato e che l’ira di Dio è sopra di essi, per cui moriranno nei loro peccati andandosene nelle fiamme dell’inferno se non si ravvedono e non credono nel Vangelo. Il nostro desiderio e la nostra preghiera è che i peccatori siano salvati, per cui sapendo che le denominazioni evangeliche abbondano di peccatori travestiti da Cristiani, dobbiamo predicare la Parola di Dio anche a loro.

Giacinto Butindaro

Posted in Esortazioni | Tagged | 1 Comment

Quanti falsi fratelli che ci sono nelle ADI!

E’ impressionante vedere quanti membri di Chiese ADI – quindi battezzati – non sono nati da Dio, in quanto sono ancora morti nei loro falli e nelle loro trasgressioni. Quando vanno al culto salutano «pace», si fanno vedere con una Bibbia in mano, recitano qualche preghiera imparata o sentita da altri, cantano qualche cantico, sanno dire «Dio ti benedica», «Gesù ti ama», ma sono senza vita, in quanto sono senza Cristo. Non si sono mai ravveduti, non hanno mai creduto nel Vangelo! Costoro non sanno neppure cosa sia il Vangelo, non sanno cosa significhi nascere da Dio. Sono dei falsi fratelli, e proprio perché falsi stanno alla larga dai santi e dai servi dell’Iddio Altissimo alla presenza dei quali sanno che rimarrebbero smascherati e prenderebbero delle severe riprensioni a motivo della loro ipocrisia. Quello che consola però è sapere che ormai il «sistema ADI» è stato smascherato, e con esso le tante false dottrine che le ADI insegnano, e quindi i figliuoli di Dio che ancora vi si trovano non si lasciano trarre in inganno da questo enorme numero di falsi fratelli tra cui tanti pastori. E poi va considerato anche il fatto che oltre ai tantissimi che sono usciti dalle ADI, sono tantissimi anche quelli che stanno alla larga dall’organizzazione ADI, e non ci entrerebbero per nessuna ragione! Grazie a Dio dunque per la sua opera a favore dei suoi santi.

Giacinto Butindaro

Posted in Assemblee di Dio in Italia | Tagged , , | Leave a comment

Contro il disprezzo verso i poveri

Oggi in tante Chiese i poveri sono disprezzati e i ricchi onorati. I pastori non amano stare con i poveri delle Chiese, ma con i ricchi sì. E questo perché, essendo amanti del denaro, stanno lontani dai poveri che hanno bisogno di essere aiutati dalla Chiesa e corteggiano i ricchi per farsi dare da loro tanto denaro (decime, ingenti offerte etc), per poter fare la «dolce vita». Tra un povero che conduce una vita pia, giusta e temperata e un ricco che è altero d’animo, ruba, mente e si conforma al presente secolo malvagio, preferiscono sempre quest’ultimo. Tra il povero che abita in una modesta abitazione da lui presa in affitto, e il ricco che abita in una villa costruita con la frode e ogni sorta di iniquità, preferiscono sempre quest’ultimo. Tra un povero che è spirituale in quanto cammina per lo Spirito, ed un ricco carnale in quanto vive secondo la carne, preferiscono sempre quest’ultimo. Tra un povero che conosce le Scritture e quindi si attiene alla dottrina di Dio ma ha studiato poco (ha solo la quinta elementare o la terza media), e il ricco che non conosce le Scritture e contrasta la verità ma ha una laurea ottenuta in una prestigiosa università, preferiscono sempre quest’ultimo. Ed anche il loro messaggio è diverso: il povero che si santifica ed è un esempio viene da loro schernito e offeso e la Chiesa messa in guardia da lui, mentre il ricco dato al male viene elogiato e presentato come un esempio da seguire. Ma nessuno si illuda, perché la vendetta di Dio a suo tempo arriva, eccome se arriva, su questi pastori! Dio infatti sta esercitando le sue vendette su questi pastori amanti del denaro e ingiusti! “L’Eterno è un Dio geloso e vendicatore; l’Eterno è vendicatore e pieno di furore; l’Eterno si vendica dei suoi avversari, e serba il cruccio per i suoi nemici. L’Eterno è lento all’ira, è grande in forza, ma non tiene il colpevole per innocente” (Nahum 1:2-3). A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

Posted in Esortazioni | Tagged | 1 Comment

A coloro che praticano arti occulte e divinatorie

Mi rivolgo a tutti coloro che praticano arti occulte e divinatorie (ai maghi, alle streghe, agli evocatori di spiriti, agli indovini, agli astrologi, etc.). Sappiate che ciò che fate è in abominio a Dio (cfr. Deuteronomio 18:10-12) e che la parte di coloro che fanno tali cose sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (cfr. Apocalisse 21:8; Galati 5:19-21) dove saranno tormentati per l’eternità.
Ravvedetevi dunque, convertitevi dalle vostre vie malvagie, e credete nel Vangelo di Cristo (cfr. 1 Corinzi 15:1-11), affinché mediante la fede nel Signore Gesù Cristo siate giustificati e riconciliati con Dio di cui al momento siete nemici nella vostra mente e nelle vostre opere malvagie.
Non vi illudete, la via nella quale camminate mena dopo morti nelle fiamme dell’Ades, e poi nel giorno del giudizio risusciterete in risurrezione di giudizio per essere giudicati da Dio secondo le vostre opere e gettati nello stagno ardente di fuoco e di zolfo.
Io vi ho avvertiti.

Giacinto Butindaro

Posted in Messaggi per i peccatori, Occultismo e Spiritismo | Tagged , , , | Leave a comment

Il diavolo esiste! Non è una invenzione della Chiesa

Il diavolo esiste! Non è una invenzione della Chiesa, ma è il principe di questo mondo nonché il seduttore di tutto il mondo, al cui servizio ci sono i demoni. E voi, che siete senza Cristo, siete sotto la sua potestà, e questo spiega perché seguite l’andazzo di questo mondo malvagio. Ravvedetevi dunque e credete nel Signore Gesù Cristo, che mediante la sua morte ha distrutto il diavolo (cfr. Ebrei 2:14), e sarete liberati dalla sua potestà. Non vi illudete, se rifiuterete di credere nel Signore Gesù Cristo (cioè che Gesù Cristo è morto per i nostri peccati ed è risuscitato dai morti il terzo giorno, secondo le Scritture) continuerete a stare sotto la potestà del diavolo e morirete nei vostri peccati andandovene nelle fiamme dell’inferno, e poi nel giorno del giudizio sarete gettati nello stagno ardente di fuoco e di zolfo dove sarete tormentati nei secoli dei secoli.

Giacinto Butindaro

Posted in Messaggi per i peccatori | Tagged | Leave a comment

In difesa del concepimento verginale di Gesù – Predicazione del 17 gennaio 2018

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Per scaricarla fai clic qua

Posted in Mie predicazioni audio | Tagged | Leave a comment

Cattolici Romani, Maria non può intercedere per voi

Cattolici Romani, sappiate che Maria non può intercedere per voi perché dal cielo dove si trova con gli altri che sono morti in Cristo non vi sente e non vi vede. Non pregatela dunque, non invocatela, non affidatevi a lei per la salvezza dell’anima vostra. Ella non può condurvi a Gesù. E’ idolatria quello che fate, smettete di rivolgervi a lei e di confidarvi in lei. Gli idolatri non erediteranno il regno Dio, in quanto la loro parte sarà nel fuoco eterno. Ravvedetevi dunque e credete nella Buona Novella che Gesù è il Cristo, invocate il suo nome, per ottenere la remissione dei peccati mediante il suo nome e la liberazione dai peccati con il suo prezioso sangue. Diventerete così dei discepoli di Gesù Cristo, sicuri della vostra salvezza. E scoprirete che anche oggi i discepoli di Gesù vanno a Gesù senza bisogno della mediazione di nessuno, esattamente come gli antichi discepoli, e che è tramite soltanto Gesù Cristo che accedono a Dio, perché c’è “un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo” (1 Timoteo 2:5), il quale è alla destra di Dio dove intercede per loro (cfr. Romani 8:34). E una volta diventati dei discepoli di Gesù, abbandonate gli idoli muti dietro i quali andate e uscite e separatevi dalla Chiesa Cattolica Romana.

Giacinto Butindaro

Posted in Chiesa cattolica romana | Tagged , , | Leave a comment

Ipocriti!

Parlano di Gesù ma non credono che è il Cristo, parlano di salvezza ma non sono salvati dai loro peccati, parlano di Vangelo ma lo rigettano. Questo fanno i massoni che si presentano come «credenti evangelici» ma sono degli anticristi in quanto negano che Gesù è il Cristo (1 Giovanni 2:22). E vogliono per giunta fare i professori in mezzo a noi, pensano di avere qualcosa da insegnarci sulle cose di Dio grazie ai loro studi in questa o quell’altra materia fatti in qualche nota università! L’unica cosa che hanno da insegnare costoro è come essere ipocriti! Facciamo a meno quindi di queste loro lezioni di ipocrisia. Sono persone ignoranti, arroganti, vuote, miserabili, che non procacciano l’edificazione della Chiesa, in quanto sono servitori di Satana il cui obbiettivo rimane sempre quello di ingannare i santi. Costoro una volta individuati non devono neppure stare in seno alle assemblee dei santi, in quanto sono dei lupi rapaci, dei serpenti velenosi portatori di eresie di perdizione. Fratelli, vi scongiuro a non prendere alla leggera il discorso Massoneria, perché la Massoneria è l’antichiesa per eccellenza. Sappiate che i massoni per la Chiesa sono una minaccia gravissima, infatti per fare un paragone storico sono pericolosi quanto lo erano gli gnostici per la Chiesa nei primi secoli dopo Cristo e questo per una ragione molto semplice, perché i massoni sono essenzialmente degli gnostici in quanto la «gnosi è l’essenza e il midollo della massoneria».

Giacinto Butindaro

Posted in Massoneria | Tagged , , , | Leave a comment

Il purgatorio non esiste! E’ una invenzione della Chiesa Cattolica Romana

Il purgatorio non esiste! E’ una invenzione della Chiesa Cattolica Romana. Esistono solo due luoghi nell’aldilà dove vanno le anime dei morti. Il paradiso o regno dei cieli dove vanno coloro che muoiono in Cristo, dove essi si riposano dalle loro fatiche; e l’inferno (l’Ades) dove vanno coloro che muoiono nei loro peccati, e dove sono tormentati dal fuoco. Dunque voi che siete membri della Chiesa Cattolica Romana che credete che quando morirete andrete in purgatorio, avete creduto in una menzogna. Coloro che sono in Cristo non hanno alcun debito di pena temporale da scontare in un purgatorio dopo morti prima di accedere al regno dei cieli, in quanto sono stati resi giusti per il sangue prezioso di Gesù Cristo, e quindi quando muoiono entrano subito nel regno dei cieli. Questa è la sorte che aspetta i giusti quando muoiono, infatti l’apostolo Paolo poco prima di morire disse a Timoteo: “Il Signore mi libererà da ogni mala azione e mi salverà nel suo regno celeste. A lui sia la gloria ne’ secoli dei secoli. Amen” (2 Timoteo 4:18). Non parlò di nessun purgatorio dove sarebbe dovuto andare prima di entrare nel regno celeste del Signore.
Cattolici Romani, ascoltatemi, il fatto che non abbiate la certezza che quando morirete entrerete subito nel regno celeste del Signore è dovuto al fatto che non avete creduto nel Signore Gesù Cristo. Se aveste creduto veramente in Gesù infatti sapreste di essere stati resi giusti, secondo che dice Paolo ai Galati: “…abbiamo anche noi creduto in Cristo Gesù affin d’esser giustificati per la fede in Cristo” (Galati 2:16; cfr. Romani 5:1), e di avere la vita eterna, perché è scritto: “Chi crede nel Figliuolo ha vita eterna” (Giovanni 3:36; cfr. 1 Giovanni 5:13). Ravvedetevi dunque e credete nella Buona Novella che Gesù è il Cristo (cfr. Atti 5:42; 1 Corinzi 15:1-11), affin di ottenere gratuitamente mediante la fede la giustificazione e la vita eterna. Avrete quindi la certezza di essere stati giustificati e di avere la vita eterna. E comprenderete allora che il purgatorio non esiste, in quanto si tratta di una menzogna, di un grande inganno che illude moltitudini! Non vi illudete, voi, non avendo ancora creduto nella Buona Novella che Gesù è il Cristo, siete sotto il peccato e quindi diretti nelle fiamme dell’inferno. Vi scongiuro quindi a ravvedervi dinnanzi a Dio e a credere nel Signore Gesù Cristo (cfr. Atti 20:21), e ad uscire e separarvi dalla Chiesa Cattolica Romana che vi sta conducendo nelle fiamme dell’inferno con le sue menzogne e superstizioni.

Giacinto Butindaro

Posted in Chiesa cattolica romana, Confutazioni | Tagged , | Leave a comment

Un documentario sulla massoneria femminile

Ecco un documentario realizzato di recente dalla BBC sulla massoneria femminile che vi invito a guardare.

Le donne massone intervistate naturalmente vogliono farci credere che nella massoneria femminile non ci sono segreti, non hanno niente di male da nascondere, che non favoriscono la carriera lavorativa delle loro sorelle massone, e che non ordiscono nessun complotto a danno del prossimo (questo perché l’antimassoneria si sta diffondendo molto anche nel mondo anglosassone soprattutto tramite Internet): tutte menzogne perché la massoneria femminile è tale e quale a quella maschile. E’ un’associazione segreta satanica. E poi basta considerare che la giornalista afferma che le è stato vietato di riprendere tante cose, e osservare attentamente le facce e gli sguardi delle donne massone e il loro modo di parlare, per capire che sono figlie e serve di Satana. Quindi, fratelli, ricordatevi che esistono anche donne massone, e che ce ne sono anche in seno alle Chiese Evangeliche, sempre in posti che contano.

Giacinto Butindaro

Posted in Massoneria | Tagged | 3 Comments