Lo spirito di prostituzione

Fratelli nel Signore, Dio disse del suo popolo Israele tramite il profeta Osea: “… lo spirito della prostituzione lo svia, egli si prostituisce, sottraendosi al suo Dio …. Le loro azioni non permetton loro di tornare al loro Dio; poiché lo spirito di prostituzione è in loro, e non conoscono l’Eterno”(Osea 4:12; 5:4).

Ecco dunque spiegato che cosa porta oggi tanti Cristiani a prostituirsi al mondo o meglio a commettere adulterio con il mondo, e commettere ogni sorta di infedeltà contro Dio: uno spirito che la Scrittura chiama ‘lo spirito di prostituzione’. Costoro hanno rotto il giogo, non vogliono servire il Signore con tutte le loro membra, ma vogliono prestare le loro membra ancora al servizio delle mondane concupiscenze come facevano prima di credere.

Ed oltre a ciò, quando qualcuno li ammonisce o li riprende, si rivoltano come bestie inferocite per difendere la loro ribellione, e lo fanno anche usando certi passi della Scrittura, a cui loro fanno dire quello che gli pare e piace.

E di chi è la colpa per questo? Certamente è di coloro che si sono prostituiti al mondo, e soprattutto la colpa è dei pastori di queste Chiese adultere, che invece che pascere il popolo, pascono loro stessi, invece che riprendere e sgridare lasciano sfrenare, invece che riprovare le mondane concupiscenze le giustificano, invece che santificarsi si contaminano, invece che dare il buon esempio danno il cattivo. Sono questi pastori la rovina del popolo di Dio, perchè stanno generando tanti figli di prostituzione, quindi tirando su una generazione di ribelli, una generazione adultera, e i loro seguaci sono soprattutto giovani.

Fratelli vi esorto a tenere alta la guardia, perché stanno moltiplicandosi questi pastori ribelli che generano e allevano figli di prostituzione.

Così molte Chiese sono come le prostitute, vendono loro stesse al peccato per un po’ di fama, per qualche soldo in più e per avere qualche membro in più. D’altronde una prostituta può generare solo figli di prostituzione. E questo è quello che fanno queste Chiese.

Non vi lasciate ingannare dai numeri che esibiscono, dalle loro parole melate, dalla loro voce graziosa, perché costoro hanno sette abominazioni in cuore.

Riprovate le loro opere infruttuose, confutate i loro vani ragionamenti, dando voi stessi come esempio di santità e opere buone in mezzo a questa generazione storta e perversa.

Ormai, il pericolo più grande non è costituito da quelli di fuori, ma da questi ‘figli di prostituzione’ che sono in mezzo al popolo di Dio.

Del resto, fratelli, siate forti e non vi stancate di santificarvi, perché a suo tempo otterrete il premio.

La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con voi

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Insegnamenti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.