Liberazione

Smith Wigglesworth racconta come una giovane donna fu liberata dai demoni

Mi ricordo di un episodio accaduto nel Lancashire, mentre andavo a visitare degli ammalati. Fui accompagnato in una casa, in cui c’era una ragazza distesa sul letto, un caso veramente disperato. Aveva perduto la ragione e manifestava atteggiamenti da posseduta, li riconoscevo con certezza. Era una giovane, una bellissima ragazza. Suo marito, anch’egli molto giovane, entrò nella stanza con il loro figlioletto e si chinò verso sua moglie per baciarla. Non appena lo fece, ella si gettò di lato rotolandosi dalla parte opposta, come solamente un pazzo avrebbe potuto fare. Fu una scena da spezzare il cuore. Allora l’uomo prese il bambino e lo avvicinò alla madre perché la baciasse. Di nuovo ci fu un’altra reazione selvaggia. Allora chiesi a una persona che si prendeva cura di lei: “Non avete nessuno che vi aiuti?”.

“Oh” mi fu risposto, “abbiamo provato di tutto”. “Ma” replicai, “non avete alcun aiuto spirituale?”

Il marito gridò infuriato: “Aiuto?! Lei pensa che possiamo ancora credere in Dio, dopo sette settimane insonni e in condizioni da manicomio?”

Provai un senso di compassione per quella donna. Capii che bisognava fare urgentemente qualcosa, qualunque cosa fosse.

Allora per fede cominciai ad intercedere verso il Cielo, perché, vi dirò, non ho mai visto un uomo pregare “con lo sguardo rivolto alla terra” e ricevere qualcosa da Dio. Se tu vuoi qualche cosa da Dio, dovrai pregare verso il Cielo, perché là v’è tutto ciò che hai bisogno di ricevere. Se ti aspetti interventi soprannaturali, ma vivi solo nel regno terreno, quelle celesti benedizioni non arriveranno mai. Proprio nel momento in cui, alla presenza di Dio, compresi i limiti della mia fede, ricevetti un altro tipo di fede, una fede che non poteva essere sconfitta dal dubbio, una fede in grado di afferrare le promesse divine, capace di credere alla Parola di Dio. Non ero più lo stesso uomo di prima. Dio mi aveva dato una fede che avrebbe potuto scuotere l’inferno ed ogni altra cosa.

Gridai: “Esci da lei, nel nome di Gesù!”. La giovane donna si voltò, cadde addormentata e si risvegliò dopo quattordici ore perfettamente guarita.

Testimonianza tratta da:

Smith Wigglesworth, Fede Vittoriosa, Assemblee di Dio in Italia Servizio Pubblicazioni

Questa voce è stata pubblicata in Liberazioni, Miracoli, Testimonianze e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.