Buon Natale da una Chiesa delle Assemblee di Dio USA!

La Prima Chiesa delle Assemblee di Dio nella città di Phoenix (Arizona), è conosciuta con l’appellativo di ‘la chiesa con un cuore’. Guardate cosa hanno organizzato e fatto per festeggiare il Natale.

Non mi pareva vero quando vedevo queste cose; sapevo che nelle Assemblee di Dio americane festeggiavano il Natale ma non fino a questo punto.

Quante cose vorrei dire per riprovare queste vanità ingannatrici, ma ditele voi.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio USA, Comportamenti disordinati, Cose strane, Mondane concupiscenze, Musica 'cristiana' moderna, Scene teatrali e mimi e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Buon Natale da una Chiesa delle Assemblee di Dio USA!

  1. Lisa Paoli Mori scrive:

    tutte le volte che mi sono espressa contro il natale e il suo festeggiamento,ho ricevuto(oltre all’ormai ripetitiva etichetta di legalista,farisea e quant’altro)anche questa risposta,a livello generale: “ma noi sappiamo da dove deriva,quindi facciamo l’albero di natale SAPENDO che è sbagliato,ma non lo facciamo più con la motivazione di prima,ma solo perchè è bellino..Dio guarda il cuore”

    e il fatto che Dio guarda il cuore dovrebbe spingerci ad essere superficiali ed a trasgredire il suo comandamento che ci vieta di mischiarci con il mondo?

    ma a questa domanda non risponde mai nessuno in modo sensato..

    mi ricordo di un fatto successo nel periodo di dicembre,erano circa 3 mesi che avevo accettato Gesù nella mia vita..ancora ignara della storia del Natale,avevo comprato l’albero e mille decorazioni,ero stata tutto un pomeriggio ad agghindarlo,accingendomi a festeggiare il primo natale SENTITO della mia vita..come ero orgogliosa del mio alberello!era venuto veramente perfetto,con decorazioni viola,lilla,rosa e argento..poi successe(pochi giorni dopo)che il pastore della comunità che frequentavo a Santo Domingo portò uno studio sul natale e sulle sue origini pagane..molto interessante e dettagliato..rimasi molto male,non pensavo che le cose stessero così..alla fine della predicazione,però,disse delle parole che mi lasciarono basita,sebbene fossi da poco nella fede:”ora,fratelli,sapete come stanno le cose..sapete che l’albero di natale deriva da usanze pagane..ma dirvi di smettere di farlo non spetta a me,ognuno è libero di fare come vuole..se deciderete di farlo,adesso lo farete con coscenza..io vi ho informato” O___o

    ma come non spetta a te?sei il pastore!!

    io ricordo che tornai a casa,aprii la porta,posai la borsa..mi diressi verso l’albero e lo osservai per qualche secondo..oh,si,era il più bell’albero che avessi mai fatto..carnalmente mi dispiaceva che non fosse un’usanza cristiana..ma senza pensarci due volte cominciai a disfarlo..misi tutto in una scatola e quel capitolo si chiuse lì..

    le tradizioni sono la rovina del completo abbandono a Dio e alla sua volontà..
    l’abero di natale è bello a vedersi,ma non è una cosa che dobbiamo fare..
    basta con sofismi,basta con autogiustificazioni..colui che ci giustifica è il Signore..e se Lui ci dice di non mischiarci con questo mondo,state per certi che non ci giustificherà per la nostra superficialità e disobbedienza..e se non ci giustifica Lui,chi potrà farlo?noi?

    basta con questa superficialità,è veramente l’ora di svegliarci dal torpore in cui siamo caduti,o meglio..per certi aspetti,in cui SIAMO VOLUTI cadere..

  2. anniluz scrive:

    lisa, il pastore non puo intrare a casa di nessuno a togliere il albero di natale o gli idoli che abbia la gente a casa, lui come atalaya deve dire le cose secondo la scrittura e aprire gli occhi se si è ingnorati su un argometo come il natale, e poi aspetta a chi e lavato con il sangue di Cristo buttare tutto cio che ti lega al mondo e suoi innganni, perche daremo conto a DIO non ai pastori e lideri delle chiese.

    • Lisa scrive:

      ma certamente,infatti non mi aspettavo questo,mi aspettavo però un discorso come quello di paolo:”convertitevi dagli idoli muti al Dio vivente”,oppure un più esplicito:”non conformatevi a questo mondo e alle sue tradizioni”,o ancora meglio:”astenetevi da ogni apparenza di male”..a mio avviso non è stato chiaro,ha solo esposto la cosa ma le sue ultime frasi erano un velato lavarsi le mani,invece è compito del pastore guidare le pecore,non solo mostrargli la via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.