Sulla ‘sacra sindone’ di Torino

La cosiddetta sacra Sindone di Torino non è il lenzuolo in cui fu posto Gesù quando morì. Per altro ce ne sono molte altre di sindoni che pretendono tutte di essere quella vera. Ma nella Chiesa Cattolica Romana tutto ciò è normale!!

Ma perché non credo che essa sia vera? Perché dopo averla vista (la vidi a Torino molti anni fa quando non ero ancora convertito durante una gita organizzata da una Chiesa Evangelica) – in effetti però non è che vidi proprio la sindone ma in una stanzetta vidi sul muro la riproduzione fotografica della sindone per tutta la sua lunghezza (sono passati tanti anni e se non ricordo male mi pare proprio che fosse una grossa fotografia) – e dopo avere letto quello che dicono Matteo, Marco, Luca e Giovanni, ho potuto riscontrare che quel lenzuolo o panno non può essere quello che ricevette il corpo di Gesù perché Matteo, Marco e Luca dicono che Giuseppe d’Arimatea prese un panno lino e vi involse il corpo di Gesù Cristo. Ecco le loro parole: “E Giuseppe, preso il corpo, lo involse in un panno lino netto, e lo pose nella propria tomba nuova, che aveva fatta scavar nella roccia, e dopo aver rotolata una gran pietra contro l’apertura del sepolcro, se ne andò” (Matt. 27:59-60); “E questi, comprato un panno lino e tratto Gesù giù di croce, l’involse nel panno e lo pose in una tomba scavata nella roccia, e rotolò una pietra contro l’apertura del sepolcro” (Mar. 15:46); “Venne a Pilato e chiese il corpo di Gesù. E trattolo giù di croce, lo involse in un panno lino e lo pose in una tomba scavata nella roccia, dove niuno era ancora stato posto” (Luca 23:51-53). Giovanni dice invece che Giuseppe e Nicodemo involsero il corpo di Gesù in pannilini con gli aromi come era usanza di seppellire presso i Giudei (cfr. Giov. 19:40).

Mentre quel lenzuolo che c’è a Torino ha impresso su di esso per lungo la figura di un uomo!! Quindi quell’uomo che fu posto in quel lenzuolo non fu involto, cioè il suo corpo non fu avvolto nel panno lino. A me dà l’impressione che il lenzuolo sia stato posto sopra il corpo di quell’uomo, non può essere altrimenti perché si vede chiaramente questa cosa. Quindi se Gesù fu involto in un panno lino, e quel panno lino fosse stato conservato esso non poteva in nessuna maniera apparire in quella maniera.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cattolica romana e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Sulla ‘sacra sindone’ di Torino

  1. fabio scrive:

    pace Giacinto,
    gli uomini hanno sempre bisogno di raffigurare qualcuno o qualcosa come per dargli dei confini per delimitarlo ma non è così per Dio che è Immenso, ancora oggi c’è chi pensa che la chiesa/fatta di mura sia la casa di Dio ma come si legge in Atti 7,48-49
    L’Altissimo però non abita in edifici fatti da mano d’uomo, come dice il profeta:”Il cielo è il mio trono, e la terra lo sgabello dei miei piedi. Quale casa mi costruirete, dice il Signore, o quale sarà il luogo del mio riposo?

    ed anche ciò che si legge in Marco 12,36 Davide stesso infatti ha detto, mosso dallo Spirito Santo: Disse il Signore al mio Signore: Siedi alla mia destra, finché io ponga i tuoi nemici come sgabello ai tuoi piedi.

    lo stesso vale per il tempo per l’uomo che non crede in Gesù il tempo è una cosa finita ma per Dio non è così come lo vede l’uomo infatti si legge 2 Pietro 3,8 Una cosa però non dovete perdere di vista, carissimi: davanti al Signore un giorno è come mille anni e mille anni come un giorno solo.

    l’altro giorno ascoltavo una conversazione di mio figlio con un suo coetaneo, l’altro bambino gli faceva presente che gli studiosi hanno decretato la fine del mondo mi pare abbia detto qualcosa come triliardi di anni e ringrazio Dio per la risposta semplice che mio figlio del quale sono fiero gli ha dato dicendogli : l’inizio c’è stato perché Dio l’ha voluto la fine sarà quando Dio lo vorrà

    sia la gloria a Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo, Unica Via ,Unica Verità ed Unica Vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.