ADI: 5 membri della Chiesa di Gragnano condannati ad alcuni mesi dopo essere stati querelati da 40 membri della Chiesa

CINQUE MESI A 5 EVANGELISTI: DURANTE I RITI INSULTAVANO GLI ALTRI FEDELI
di Dario Sautto – Il Giornale di Napoli

Cinque persone sono state condannate ieri per disturbo di una funzione religiosa. Il Giudice della sezione distaccata di Gragnano del Tribunale di Torre Annunziata, Maria Delia Gaudino, ha condannato a cinque mesi Ignazio Verde (53 anni), Iolanda Peccerillo (47), Rosa Iovine (65) e Mario Longobardi (72), condannando per recidività il 51enne Salvatore Rocco.

I cinque erano stati querelati da 40 fedeli, come loro, del culto evangelico del Parco Imperiale, periferia di Gragnano. I 40 fedeli, con a capo il pastore Sergio Paolo Chiribiri, si sono rivolti all’avvocato Antonino Di Somma, chiedendo una consulenza. In base all’articolo 405 del codice penale, esiste il reato di “turbatio sacrorum” (turbamento delle funzioni religiose) per il quale i cinque dissidenti sono stati querelati. Il caso è arrivato al tribunale gragnanese ieri, dove il pm ha chiesto l’assoluzione piena per i querelati, difesi dall’avvocato Antonio Di Martino.

Il Giudice, però, ha condannato tutti in base agli articoli 110, 81 e 405 del codice penale, poiché in concorso tra loro, nella qualità di fedeli del culto evangelico e frequentatori della Chiesa Evangelica di Gragnano, impedivano e turbano funzioni, cerimonie e pratiche di culto effettuate dai ministri di culto competenti. Stando alla lunga e dettagliata deposizione, che per il giudice non ha richiesto nemmeno la visione di due video delle celebrazioni incriminate, i cinque pregavano ad alta voce al fine di coprire la voce dei celebranti e degli altri fedeli, nel contempo insultando e minacciando reiteratamente i celebranti e gli altri fedeli alle funzioni. «Dio non è con te» e altre frasi irriguardose erano state pronunciate contro il pastore Chiribiri e gli altri fedeli dall’agosto 2007 al marzo 2008.

I cinque sono stati prima cacciati dalla comunità, poi querelati. Tra l’altro, uno dei condannati, Rocco, alcuni anni fa per lo stesso motivo era stato cacciato da un’altra comunità evangelica, quella salernitana, ed era già stato condannato dalla sezione distaccata di Eboli del tribunale di Salerno per turbamento delle funzioni religiose. Per questo, il giudice gragnanese gli ha dato una condanna più severa (10 mesi). I querelanti si sono costituiti parte civile nel processo, ed il pastore Chiribiri ha già deciso di destinare tutto in beneficenza.

15/05/2010

Articolo tratto da: http://www.stabiachannel.it/news/index.asp?idnews=15183

—————————————

La Bibbia dice:

Ardisce alcun di voi, quando ha una lite con un altro, chiamarlo in giudizio dinanzi agli ingiusti anziché dinanzi ai santi?
Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime?
Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!
Quando dunque avete da giudicar di cose di questa vita, costituitene giudici quelli che sono i meno stimati nella chiesa.
Io dico questo per farvi vergogna. Così non v’è egli tra voi neppure un savio che sia capace di pronunziare un giudizio fra un fratello e l’altro?
Ma il fratello processa il fratello, e lo fa dinanzi agl’infedeli.
Certo è già in ogni modo un vostro difetto l’aver fra voi dei processi. Perché non patite piuttosto qualche torto? Perché non patite piuttosto qualche danno?
Invece, siete voi che fate torto e danno; e ciò a dei fratelli.
Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio?

1 Corinzi 6:1-9

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Comportamenti disordinati, Cose strane e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a ADI: 5 membri della Chiesa di Gragnano condannati ad alcuni mesi dopo essere stati querelati da 40 membri della Chiesa

  1. Luigi65 scrive:

    Capisco che non è bene trascinare nei tribunali i fratelli, però bisogna vedere se quelle persone erano realmente dei fratelli, perché io come credente non mi sognerei MAI di disturbare una funzione. Se non sono d’accordo con quanto si predica, esco e basta. Dato che alcuni erano già noti per aver disturbato altre funzioni, sicuramente i soggetti in questione o non sono credenti oppure sono talmente indisciplinati che alla lunga si è dovuto arrivare a una soluzione estrema. Perdonami fratello ma se in chiesa da me venisse un sedicente fratello che, ogni domenica insulta e da fastidio durante il culto e lo fa per anni TUTTE le domeniche… se non si riesce a farglielo capire, alla fine lo si denuncia, perché anch’io ho il diritto di lodare il Signore senza gente che disturba tutte le domeniche. Bisogna sempre ascoltare le due campane.

    • butindaro scrive:

      Certo, hai ragione, bisogna sentire sempre le due campane. Ma qui il problema è che coloro che hanno denunciato questi membri di Chiesa non hanno voluto ascoltare la Parola di Dio che è molto chiara a come ci si deve comportare nelle liti tra fratelli, e mi risulta che i denunciati fossero credenti. Quindi, è chiaro che io non accetto neppure il comportamento disordinato di questi ultimi, ma rigetto pure il comportamento di chi li ha portati in tribunale, creando un grave scandalo agli occhi del mondo, rovinando la testimonianza.

  2. Alessandro scrive:

    “Non rispondere allo stolto secondo la sua stoltezza, per non diventare anche tu come lui”

  3. Andrea scrive:

    Carissimo fratello, le sciocchezze non hanno mai fine nelle chiese evangeliche… compresa la pienezza di ipocrisia di cui è fatto questo mondo. Sono un membro della chiesa metodista di salerno, a cui è stato fatto un decreto di espulsione perchè non ero daccordo su tante questioni.

    Le parole si hanno un peso, soprattutto quando nei sermoni alcuni pastori evocano – l’istigazione alla violazione di una legge dello stato – come il Decreto Sicurezza – iniquo quanto si vuole – ma pur sempre una legge dello stato! Questo è il vero linguaggio della piazza! Di una certa piazza. Vi immaginate Gesù Cristo con la bandiera della pace alle manifestazioni e che canta Bandiera Rossa??? Lo spirito Evangelico non è in vendita, è già stato comperato a un prezzo inestimabile…
    In chiesa si predica la parola e nient’ altro, e se la chiesa deve dire la verità o la dice su tutte le cose inique o tace!
    “In riferimento a uno di questi atteggiamenti – ribadisco che le nostre chiese evangeliche di Salerno e provincia dovrebbero credere fermamente in quel principio di laicità che distingue e separa la confessione di fede di ciascun credente dalle sue opzioni politiche. Nelle nostre chiese, pertanto, dovrebbero convivere credenti di diverso orientamento politico, in uno spirito di libertà, responsabilità e di laicità che costituisce un tratto qualificante della nostra tradizione spirituale e teologica. Un tratto che molti fratelli delle chiese evangeliche vogliono dimenticare”.

    Nell’ambiente delle locali chiese – si accusa chi non è daccordo di non rispettare le decisioni democraticamente prese – e per questo – spesso non si trova allineato con la posizione maggioritaria “liberale”. Non esiste sciocchezza più grande pronunciata nelle chiese evangeliche perché se fosse “liberale” in senso proprio non si sarebbe certamente dissidente: la realtà evangelica salernitana e della provincia attuale, più che liberale, io la definirei nella migliore delle ipotesi liberal – provincial borghese, non all’americana.

    Le chiese tutte di Salerno e provincia – ma in particolare i responsabili di Chiesa – vivono un cedimento al conformismo di sinistra, che tende a prevalere su ogni altra considerazione. Una posizione politicizzata così radicata che non viene più nemmeno percepita come tale.
    Un metodista salernitano contro la politicizzazione della chiesa… questo sono stato!.Questa è stata la mia condotta – il richiamo alla questione morale nelle Chiese Evangeliche tutte -compresa quella metodista -! Seppur con duro linguaggio, quello dei quartieri disagiati, dove il (falso ) puritanesimo delle chiese, mai attraccherebbe.

    Un errore dei pastori di sinistra è quello di aver privatizzato la fede, interpretandola ed applicandola esclusivamente nella sfera personale e spirituale. Questo dualismo separa in modo falso la sfera spirituale da quella secolare, e priva la fede della sua integrità per farla diventare “impegnata nel privato, e irrilevante nel pubblico”.
    – L’altro errore, addebitabile per intero ai pastori – è stato quello di politicizzare la fede e di usarla per farle esprimere sostanzialmente posizioni politiche che hanno perso ogni contatto con le verità bibliche. In tale maniera la fede perde la sua indipendenza, la chiesa diventa un “regime in preghiera”, i cristiani diventano utili idioti per uno schieramento politico o per un altro, e la fede cristiana diventa una ideologia nella sua forma più povera.

    Le dottrine cristiane diventano armi al servizio di interessi politici. Quale che sia la parte da cui proviene, la fede politicizzata è infedele, stolta e disastrosa per la chiesa, e prima di tutto e soprattutto disastrosa sia alla luce di motivazioni cristiane che per motivazioni costituzionali.

    «Gran parte dei membri delle chiese evangeliche (non è un mistero neanche in quella Metodista di Salerno – visto la presenza nel Consiglio della stessa – di uomini e donne coniugate con persone che sono state organiche a questa Amministrazione) vota a sinistra – ma a sinistra è il 100% della nomenclatura dei Consigli di Chiesa. Alcuni pastori – e alcuni Presidenti come quello della mia locale Chiesa – hanno attuato la dottrina gramsciana dell’occupazione del potere. E CON LA MIA ESPULSIONE IL CERCHIO SI E’ CHIUSO».

    E ancora su tanti altri fatti, come la presenza di immigrati clandestini nelle nostre chiese – a cui in passato e ancora oggi viene tollerata ogni condotta antietica – per esempio la sistematica violazione delle leggi fiscali che impongono il pagamento delle tasse a chiunque. E intollerabile che una chiesa, non solo non si preoccupi di un suo membro, che eticamente ha tali atteggiamenti (vedi immigrati che non contribuiscono fiscalmente), ma li giustifica. Esodo 12:49 – Vi sia un’unica legge per il nativo del paese e per lo straniero che soggiorna in mezzo a voi.

    E poi nel tempo ho manifestato l’invito a sospendere il dialogo ecumenico, a causa di alcune situazioni pendenti gravissime, sul Laboratorio del Dialogo, sulla presenza di taluni personaggi legati alla massoneria locale (ricordo che vi è una lista dove vi sono nomi di evangelici salernitani), sullo scandalo che ha coinvolto il Vescovo di Salerno Il link testimonia tutto(http://www.ildialogo.org/cEv.php?f=http://www.ildialogo.org/crisichiese/Notizie_1258992056.ht)
    come quello che ha coinvolto l’imam con i contributi pubblici date ad associazioni, trascinando dentro la polemica anche molte chiese evangeliche –compresa la nostra. Inoltre, lo stesso imam ha spesso usato parole e argomenti, a mio parere ampiamente idonei a suscitare l’odio verso Israele e gli ebrei in generale equiparandone gli atti alla più notoriamente crudele e sanguinosa delle dittature. Giustificando in più occasioni e legittimando una ideologia della Tirannia e del Terrore. Esistono articoli della stampa locale a firma di molteplici giornalisti su questi temi, inchieste della Magistratura e altro ancora.

    E Gesù non si è MAI lasciato imprigionare e limitare da nessuno. Mai ha impugnato la bandiera della Pace, mai la Bandiera Rossa, mai quella Azzurra o è salito sul carroccio della Lega. Con o senza i massoni, con o senza il potere laico, con o senza i sermoni partitici Gesù tocca, libera, salva, e tira fuori dall’oscurantismo chiunque si avvicina a Lui con cuore aperto e sincero. Nel salvarci, ci riempie poi del Suo Spirito, e accresce in noi una intelligenza, una saggezza che va ben al di là di cosa l’uomo è capace.

    Un metodista salernitano contro la politicizzazione della chiesa… questo sono stato!. Questa è stata la mia condotta – il richiamo alla questione morale nelle Chiese Evangeliche Salernitane tutte – compresa quella metodista .

    Con rammarico noto che non solo i credenti come me vengono perseguiti dai loro fratelli, ma anche da terzi che rispondono a logiche partitiche ben definite – la mia espulsione è stata decisa da elementi della locale amministrazione civica di salerno che hanno fatto pressioni su alcuni membri del Consiglio di Chiesa (Metodista). Che Dio li perdoni e li faccia ravvedere.

    Andrea Petrone

  4. Salvatore scrive:

    Pace,

    Andrea, è Dio che ti ha fatto uscire dalla Chiesa Metodista. Ora, Con spirito di allegria e felicità, frequenta una chiesa evangelica pentecostale trinitaria. Sappi, però, che essendo negli ultimi tempi anche queste chiese (più correttamente luoghi di culto) stanno, man mano, apostando da tutto il consiglio di Dio.
    Sasà

  5. ciro scrive:

    a d i si si predica l evangelo potenza di dio che salva colui che crede ,ma credo con uno spirito presuntuoso che primeggia su i credenti sottoposti ai conduttori.se si fa caso i pastori sono tutti imparentati tra di loro e tra loro coprono avvolte scandali mai abbandonati ,nel caso di gragnano nell andar indietro nel tempo prima di ghiribini c era il pastore scarallo che dopo anni di buona testimonianza lasciatosi prendere dal nemico ha portato allo sfacello la comunita creando liti divisione tra credenti ,dando brutta testimonianza a una citta come gragno e castellammare che molto era stata visitata dalla potenza di dio avendo salvato tante famiglie che vivevono nel peccato .penso che il pastore ghiribini abbia servito la denominazione e non cristo per il semplice fatto che lui e stato messo a presiedere quella comunita sapendo che sostituiva scarallo che dopo tanti anni di denuncie fatte dai credenti alle assemblee di dio in italia il consiglio di disciplinaavevono preso la decisione di ammunirlo mandandolo via da gragnano ,dando il ministero a un figlio se non erro a sorrento dove il padre aveva librta si pregare tesimoniare e da vedere piu avanti dopo poco tempo di andare a fare visite a comunita avendo liberta di …come se niente fosse successo mi dicono che l ex pastore di gragnano scarallo e cognato dei melluso capo del consiglio di napoli . vergognoso molto so di tutto lo scandolo di gragnano moltei credenti venivono da me per sfogarsi dei tanti misfatti digragnano ,io sono di torre annunziata sono stato salvato nelle adi ma dopa piu di 20 anni disgustato dall ipocresia e soffocare di tante ingiustizie sono scappato da quel modo di vivere la cristianita .tanto ho ricevuto di male che potreifare un libro ma cio l ho messo davanti a dio .si predica si ma…………conoscerete la verita ed essa ci rendera liberi .mi fermo possa iddio aver pieta diella comunita di gragnano e del suo conduttore perche so che hanno molti problemi tra i credenti ,che dovranno fare una causa anche per il locale di culto e altro che non e di edificazione .ciro fratello in cristo

  6. Franco scrive:

    E dunque? come deve regolarsi Andrea a questo punto?

  7. CIRO LANGELLA scrive:

    ONORATO DI FAR CONOSCENZA CON UN FRATELLO IN CRISTOCHE NELLE SUE DENUNCE ESORTA A VIVERE UNA CRISTIANITA INSEGNATA SENZA COMPROMESSI ,ALLA PARI DEI BEREANI NELL ACCERTARMI SU OGNI COSA MEDIANTE LA SCRITTURA RINGRAZIO DIO PADRE PER TALE MINISTERIO .PREGO SE E POSSIBILE INDIRIZZARMI UN ASSEMBLEA DI RISCATTATI IN CRISTO GESU DOVE POSSO AVERE IL PRIVILEGGIO DI AVERE UNA SANTA COMUNIONE AFFINCHE LO SPOSO RITORNI.MOMENTANIAMENTE NON FREQUENTO NESSUNA COMUNITA PER I TANTI MODI STANI DI FARE CHE NON SONO SECONDO SANA DOTTRINA.ABITO NELLA PROVINCIA DI NAPOLI BOSCOREALE …..UN SALUTO FRATERNO IN CRISTO GESU ,CIRO FRATELLO IN CRISTO.

  8. Franco scrive:

    Davvero una brutta storia quella di Gragnano a cui tu accenni Ciro. Anche io ne ero venuto a conoscenza tramite internet, già molti anni fa. Riguardo al fatto che nelle adi si predica con uno spirito presuntuoso che primeggia sui credenti sottoposti ai conduttori, vorrei dirti che non è dappertutto così. Questo atteggiamento da te sottolineato è da considerare che è comunque peculiare di qualunque assemblea che, avente le forme della pietà, ne ha rinnegata la potenza, senza distinzione di denominazione o appartenenza. Io non ti conosco, forse parli così per esperienze deludenti che tu hai incontrato davanti a te e non hai potuto risolvere, e questo mi dispiace. Conosco molte chiese dove invece si cerca il Signore con santo timore e dove il Signore si manifesta con i segni e i frutti caratteristici dei credenti, piuttosto che rassomigliare ad altre ridotte a luoghi di ritrovo dove si esercita un mero gioco di ruoli e dove si fa leva sull’emotività, sollecitando il canto e la musica senza le quali ormai, non si riesce proprio più a pregare. Già, perché esiste anche questo: in molte chiese si prega o si fanno appelli con il sottofondo musicale, e spesso il sottofondo non è riconducibile a nessun cantico perché nel frattempo è diventata soltanto una musica malinconica e suadente.. Noi dobbiamo stare attenti a che queste cose di cui siamo testimoni non diventino un laccio che ci allontana dalla nostra personale comunione col Signore. Sappiamo che il nostro combattimento è spirituale. Satana gira attorno a guisa di leon ruggente per vedere chi può divorare. E questi scandali potrebbero essere per molti una occasione di caduta. Dobbiamo pregare senza stancarci affinché il Signore abbia pietà di noi e mandi dei servi utili e umili a condurre il suo popolo e noi per parte nostra dobbiamo servire al Signore instancabilmente anche riprendendo si le opere delle tenebre ma adoperandoci pure all’edificazione della Chiesa di Dio.

  9. Andrea scrive:

    IL MOVIMENTO EVANGELICO CAMPANO, Quello che fa soprattutto capo alle chiese storiche e quelle di area pentecostale si è svenduto ai poteri partitici e massonici. La città di Salerno insegna!!!!

    «La Bibbia è “la grande luce” della loggia»?

    «Carissimi fratelli, ho trovato già da tempo notizie che collegano alcuni leader cristiani […] alla massoneria. Ho letto anche un articolo che sottintende un collegamento tra una loggia massonica e la chiesa luterana in Italia».

    Si può trattare certo di una manovra di tale Loggia salernitana, denominata… [omississ…]… e associata alla…., per accreditarsi e darsi lustro. Vale sempre la pena andare a fondo alle cose. Ed io avevo ragione e per questo sono stato cacciato dalla Chiesa Evangelica Metodista di Salerno!!!!

    Ce lo vedete l’apostolo Paolo associato a una loggia massonica e a dare «illuminati» precetti deistici (nel caso minore) o addirittura regole esoteriche (nel caso peggiore)? Paolo e gli altri apostoli hanno combattuto contro lo gnosticismo dei loro tempi, mettendo al centro della sua predicazione «Cristo crocifisso, che per i Giudei è scandalo e per i Gentili, pazzia» (1 Cor 1,23).

    Si può mai essere cristiani (e addirittura evangelici) e massoni? Pare che per alcuni questo non sia un problema!?

    E’ una vergogna!!!! svendere cosi Gesù al potere economico e politico deviato!!!!!

    Si parla della nascita di una loggia a Salerno che – in un miscuglio fra evento culturale, devozione….., richiami all’etica ( quale « portatrice di valori spirituali tuttora di forte attualità»), valori massonici idealisti (sentimenti di fratellanza, libertà e lealtà) e così via. Ma c’è dell’altro a Salerno!!!!

    Tutta normalità di una usuale massoneria che vuole apparire aperta, moderna, trasparente e innocua («un nuovo corso… apertura alla stampa… profondo bisogno di chiarezza, verità e trasparenza»).

    Ecco poi, tra altre, la parte in cui vengono citate la chiesa valdese e quella luterana, nell’intento di accreditarsi:

    In un articolo «La Gran Loggia Regolare d’Italia — spiega Fabio Venzi — si contraddistingue dalle altre obbedienze massoniche, che solo in Italia sono oltre cento, perché è l’unica ufficialmente riconosciuta dalla casa madre inglese. Il nostro fine è solo quello d’operare per il miglioramento e il perfezionamento etico dell’individuo. Inoltre non ci siamo mai posti in contraddizione con le Istituzioni religiose ma anzi al nostro interno organizziamo molte iniziative a fine benefico, solo l’anno scorso i proventi di due manifestazioni sono stati devoluti alla chiesa Luterana e a quella Valdese».

    Alcuni membri della nostra chiesa, soprattutto nel passato, hanno fatto parte della massoneria, come risulta anche dal libro di Augusto Comba, Valdesi e massoneria. Due minoranze a confronto (Claudiana, Torino). Risulta invece anche che membri della nostra chiesa siano stati coinvolti in alcune esperienze definite «deviate» di tale associazione.

    In ogni caso, nel rispetto della libertà di coscienza e di religione di tutti e di ciascuno e del principio di laicità, noi non possiamo apprezzare ogni forma non trasparente di associazionismo che miri al bene comune e alla civile convivenza.

    Sperando di esserle stato chiaro in qualche modo, ma scorraggiato da taluni pastori. Porgo distinti saluti […]

    Andrea

  10. gaetano leone scrive:

    pace

  11. vincenzo scrive:

    mio padre davide negli anni 80 lo hanno massacrato egli predicava quando gli era consetito con il cuore dedicando ai giovani tutto se stesso nel campo dele lodi a dio finale per invidia che attirava con il suo modo sincero di essere fecero di tutto per allontanarlo dalla chiesa io oggi 2013 incontro persone che dicono se DAVIDE era ancora vivo la chiesa al parco imperiale mio padre non avrebbe mai permesso che diventasse la casa della lucertola e del ragno sono orgoglioso e fiero di essere stato il figlio di DAVIDE SCOGNAMIGLIO UOMO SENZA ALCUN SCOPO DI LUCRO AL SERVIZIO DI DIO CHE DIO VI BENEDICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.