Kakà …. un ‘idolo’ per la sua Chiesa in Brasile

Come sapete il noto giocatore di calcio Kakà, ora in forza al Real Madrid, testimonia di essere nato di nuovo. Ora, a parte che un giocatore di calcio, una volta nato di nuovo, deve lasciare il calcio; qualcuno dovrebbe dire a Kakà che anche il comportamento tenuto in seno alla sua Chiesa Evangelica di appartenenza in Brasile non si addice ai santi, perchè sa tanto di idolatria nei suoi confronti, nè più nè meno di quello tenuto da tante persone del mondo nei confronti dei loro ‘idoli’ nel calcio, nella musica e così via. Guardate questo video fatto in seno alla sua Comunità Renascer in Brasile, dopo che nel 2007 ricevette il premio Fifa World Player, e poi giudicate voi.

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa Renascer in Brasile, Comportamenti disordinati, Cose strane, Kakà - Ricardo Izecson dos Santos Leite, Mondane concupiscenze, Video e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Kakà …. un ‘idolo’ per la sua Chiesa in Brasile

  1. mirko scrive:

    Pace, posso confermare che questi idoli sono intoccabili, anche dimostrando quello che dicono e che fanno. Oggi e’ il tempo in cui, anche dimostrando la verita’ , la stessa verita’ verra’ rifiutata, per un’evangelo avvelenato. Una volta il pastore della mia chiesa fece un’esempio molto bello e pratico, prendendo il fatto che una volta le mele che si prendevano sugli alberi erano tante volte non perfette esteticamente, ma quando davi un morso a quella mela, si sentiva tutto il profumo ed il sapore di quel frutto, mentre oggi le mele la maggior parte delle volte sono pompate, belle lucide e solo a vederle ti fanno venire il desiderio di mangiarne una, ma il problema e’ che quando dai un morso puoi solo rimanere deluso perche’ il sapore non e’ come quello di una volta e avvolte non sanno proprio di niente. La mela di una volta, rappresenta l’evangelo puro e sano, che all’inizio puo’ sembrare durino ma che alla fine porta alla sostanza, la mela invece bella lucida e piena di veleno e’ quell’evangelo dato oggi per buono, come quello della propsperita’ e cose simili…sapete qual e’ il problema? Il problema e’ che se oggi in un supermercato mettiamo un cesto di mele senza alcun veleno ma magari con qualche macchia e affianco mettiamo un cesto di mele belle lucide ma piene di veleno, quelle con il veleno finiranno molto prima e quelle sane sarebbero alla fine buttate. Ecco purtroppo la situazione attuale. Pace

  2. Silvia Belluso scrive:

    Salve caro Fratello a me sembra che tu debba mettete queste cose nelle mani di Dio e basta e lasciare che eventualmente anche la zizzania cresca insieme al grano. Il tuo compito è andare e fare discepoli non puntare il dito a destra e a manca. Ho già letto tanti tuoi post e nessuno di questo è edificante, anzi.
    Spero umilmente di farti riflettere e spero in Gesú nostri Signore che ti dia un sentimento di pace.
    Che Dio ti benedica

    • Andrea DB scrive:

      Cara Silvia, il punto è che qualcuno, leggendo questi articoli, possa capire l’inganno in cui si trova.
      Se a te non serve, meglio così!!
      Dio ti benedica

  3. fabio scrive:

    Pace Silvia,
    Io ascolto le predicazioni di Giacinto che sono volti a esortare i santi a rimanere attaccati, uniti alla VITE (GESÙ CRIATO IL FIGLIO DI DIO), non capisco quindi cosa non trovi di edificante nei post e in ciò che Giacinto pubblica.

    Compito dei servi di Cristo vuol dire essere testimoni di tutte le cose riguardanti GESÙ CRISTO e il Regno di Dio e tra i compiti che ci sono comandati, che ne riceviamo esortazione c’è anche quello che si legge in Efesini 5:11 Non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; piuttosto denunciatele

    Ecco, Silvia, molto spesso è questo che fa Giacinto con molti dei suoi post, denuncia le opere infruttuose delle tenebre esortando i santi a non parteciparvi.

    Ti ho voluto rispondere con AMORE fraterno per esortati a riflettere sul come mai invece tanti conduttori di chiese e non, non denunciano queste opere, forse per non attirarsi l’ira del mondo, e poi su quanto ci fa conoscere LA PAROLA DI DIO in Giacomo 4:4 O gente adultera, non sapete che l’amicizia del mondo è inimicizia verso Dio? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio.

    Pace Silvia e che Dio ti dia vista spirituale per giudicare rettamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.