Pastore ADI nega che gli scritti di Spurgeon siano stati manipolati da ADI-Media

Fratelli nel Signore, pubblico la lettera che mi ha spedito un fratello, e che è di importanza vitale per capire in quale maniera rispondono i pastori delle Assemblee di Dio in Italia a quei fratelli che chiedono loro spiegazioni in merito alle manipolazioni apportate da ADI-Media sui libri del predicatore Charles Spurgeon, manipolazioni che ho ampiamente dimostrato nel mio libro.

——————————

Fratello Giacinto ti invio il messaggio che ho ricevuto in data 10/10/10 da R. Arata [N.d.E. pastore di una Chiesa ADI di Palermo] in Merito alla traduz. dei libri di Spurgeon.

”Proprio oggi ho letto un tuo commento (a meno che non si tratti di una singolarissima omonimia) pubblicato sul blog di Giacinto Butindaro, che mi ha molto amareggiato. Il commento è il seguente:

Francesco Gaglioti – Fratello Giacinto ti ringrazio ancora una volta per l’opera di questa traduzione. Sono molto dispiaciuto che tutto questo accada nel seno della fratellanza di coloro che proclamano ”tutto l’Evangelo”, e lo sono ancor di più perchè mio malgrado mi ritrovo a frequentare una comunità Adi, dove purtroppo si respira una condizione di sonnolenza spirituale e dove anche tanti fratelli vivono nell’ignoranza di tutte queste cose. Già da qualche tempo sto sensibilizzando alcuni, delle svariate tematiche che grazie all’aiuto di Dio e del vostro operato, ho avuto modo di meditare per la mia crescita spirituale. Certamente l’opera non si presenta semplice e mi affido anche alle vostre preghiere, per svolgere quest’opera di ”araldo e difensore dell’Evangelo”. Dio vi abbondi in ogni grazia.

Mi spiace che tu respiri una condizione di sonnolenza spirituale nella comunità che tuo malgrado frequenti, però sarebbe stato più saggio parlarne con i responsabili piuttosto che sbandierarlo sul web. Se leggi le note che ti sto spedendo troverai scritto cha la comunità va amata, apprezzata, difesa come la propria famiglia. Questo non significa che la comunità in cui si vive sia perfetta, ma non è bello parlarne male con altri.

Sul sito di Butindaro si parla male di tutto e di tutti, si accusano fratelli e chiese di ogni denominazione. Ti ricordo che il mestiere di accusatore è svolto dal diavolo (Giobbe 1:9-11; Zaccaria 3:1; Apoc. 12:10).

Riguardo alle accuse di manipolazione dei testi tradotti, ti faccio sapere che in seconda di copertina di tali testi è scritto: Traduzione e adattamento di ….. Questo vuol dire che l’editore ha adattato il testo e lo dichiara, senza manipolare, né falsificare, né nascondere alcunché.

Resto a disposizione per ogni chiarimento e/o conversazione che riterrai utile.

Pace.

Rodolfo Arata.”

—————————

Per ciò che mi riguarda, nel leggere queste spudorate menzogne ‘… senza manipolare, né falsificare, né nascondere alcunché’ mi sono ricordato di quello che dice la Sapienza: “Il savio teme, ed evita il male; ma lo stolto è arrogante e presuntuoso” (Proverbi 14:16), ed ancora: “Anche se tu pestassi lo stolto in un mortaio in mezzo al grano col pestello, la sua follia non lo lascerebbe” (Proverbi 27:22).
Rinnovo dunque la mia esortazione ai pastori delle ADI che parlano in questa maniera insensata: ‘Ravvedetevi e convertitevi dalle vostre vie malvagie’. E ai fratelli che frequentano le Chiese condotte da questi pastori: ‘Guardatevi e ritiratevi da essi, perchè costoro amano e praticano la menzogna’.

In merito poi all’accusa lanciatami di parlare male di tutto e di tutti, vi invito a leggere questo mio scritto che confuta questa falsa accusa.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Charles Haddon Spurgeon, Comportamenti disordinati, Cose strane e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Pastore ADI nega che gli scritti di Spurgeon siano stati manipolati da ADI-Media

  1. nicola iannazzo scrive:

    Al riguardo dello stravolgimento del pensiero di Spurgeon da parte di Adi-Media, Rodolfo Arata ha scritto: “Riguardo alle accuse di manipolazione dei testi tradotti, ti faccio sapere che in seconda di copertina di tali testi è scritto: Traduzione e adattamento di ….. Questo vuol dire che l’editore ha adattato il testo e lo dichiara, senza manipolare, né falsificare, né nascondere alcunché.”

    Un simile linguaggio da parte di un servitore di Dio è davvero vergognoso oltre che spudoratamente falso! Mi fa venire in mente alcuni passi della scrittura:
    “…Guai a quelli che chiaman bene il male, e male il bene…” (Isaia 5:20).
    E ancora:
    “…chi è ingiusto nelle cose minime, è pure ingiusto nelle grandi.” (Luca 16:10)

    Ma cosa centra il fatto che in seconda di copertina c’è la parola “Traduzione e adattamento di …”? Questo non significa né cambia proprio nulla, poiché l’opera iniqua da parte della casa editrice Adi-Media è stata proprio il fatto d’aver stravolto e capovolto il pensiero di Spurgeon adattandolo per convenienza alla dottrina diametralmente opposta insegnata nelle ADI! Aver scritto dell’adattamento non muta la sostanza delle cose…

    Per fare un esempio sarebbe come se un falsario stampasse soldi falsi e li divulgasse premurandosi di scrivergli sopra, in piccolo: “adattati per l’occasione…”
    Resterebbero pur sempre soldi falsi! Chi li riceverebbe sarebbe ugualmente vittima di un inganno!

    Ma a quanto pare per Rodolfo Arata è giusto che i fratelli siano ingannati e per i fratelli che non levano la voce per riprovare queste cose è giusto ch’essi siano a loro volta da costoro ingannati. Sia gli uni che gli altri hanno piacere che sia così…

    Sta scritto: “…Guai a colui ch´edifica la sua casa senza giustizia, e le sue camere senza equità…” (Geremia 22:13)

    Il fatto poi, che sempre Rodolfo Arata abbia scritto: “Sul sito di Butindaro si parla male di tutto e di tutti, si accusano fratelli e chiese di ogni denominazione. Ti ricordo che il mestiere di accusatore è svolto dal diavolo…”

    Ebbene, sono solo parole vuote e prive di fondamento. Su questo sito ci sono le prove dettagliate di ciò che in esso si afferma, mentre le parole di Rodolfo Arata, senza dimostrazione del contrario, sono solo ciance…

    Gesù disse: “Se ho parlato male, DIMOSTRA il male che ho detto” (Giovanni 18:23)

    Rodolfo Arata, dimostralo quale sia questo male di cui su questo sito si parlerebbe, dimostralo…

    Fino a prova contraria, oltre ad esser tu colui che diffama, stai dimostrando anche d’esser privo di quella carità cristiana di cui tu e quelli come te, vi riempite la bocca, poiché: “La carità … non gode dell´ingiustizia, ma gioisce con la verità” (1° Corinzi 13:6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.