Chiesa e Politica: la Chiesa ADI di Catania e l’onorevole Giuseppe Castiglione


Durante il culto evangelistico tenutosi il 12 Novembre 2010 (leggi l’annuncio apparso su questo giornale) presso l’Auditorio PAD. C1 Ciminiere di Catania e organizzato dalla Chiesa Cristiana Evangelica ADI che si raduna in Via Susanna a Catania e di cui è pastore Paolo Lombardo, è stato invitato (dal Lombardo) sul palco l’onorevole Giuseppe Castiglione, Presidente della Provincia Regionale di Catania, Coordinatore regionale del Popolo delle Libertà (PDL), che ha tenuto un breve discorso. Potete vederlo e ascoltarlo in questo video (http://tube.griv.it/player.php?fid=136), a partire dal minuto 28:15 fino al 32:45.

Guardate ed ascoltate la presentazione fatta dal Lombardo (con tanto di bacio) all’onorevole Castiglione e il breve discorso di quest’ultimo.

Chiesa e Politica: la Chiesa ADI di Catania e l’onorevole Giuseppe Castiglione from ealtresiscritto on Vimeo.

Giudicate voi fratelli da persone intelligenti: ‘E’ giusto che un uomo politico venga invitato dietro il pulpito a parlare durante le riunioni dei santi come in questo caso? Non è forse anche questo un modo di fare politica da parte della Chiesa, ma abilmente mascherato? Non vi pare che il messaggio che viene dato sia a quelli di dentro che a quelli di fuori è che la Chiesa appoggia quell’uomo politico ed è aiutata da esso, e che quindi ci sia una commistione tra Chiesa e politica?’

Attenzione, fratelli che frequentate Chiese ADI, perchè quando una qualsiasi comunità evangelica invita a parlare dietro il pulpito sia uomini politici che i preti della Chiesa Cattolica Romana – e nelle ADI è accaduto anche questo, quando nell’Ottobre 2009 a Matinella alla dedicazione del locale di culto è stato invitato a parlare persino il prete – questo significa che quella Chiesa si è spiritualmente corrotta e sviata dalla semplicità e dalla purità rispetto a Cristo. Chi ha orecchi da udire oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Comportamenti disordinati, Cose strane e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Chiesa e Politica: la Chiesa ADI di Catania e l’onorevole Giuseppe Castiglione

  1. Mary scrive:

    Anche i politici possono convertirsi come ogni persona e se Castiglione è stato invitato alle Adi durante un’evangelizzazione questa è per lui un’occasione per la sua conversione al cristianesimo. Il fatto di essere politico non vuol dire nulla….. Magari si convertisse anche lui….Non trovo nulla di male in questo, anzi preghiamo tutti per i nostri governanti affinchè possano prima essere salvati e poi fare anche la volontà di Dio in Italia e nei governi. Sappiamo tutti che la fede viene dall’udire la Parola e forse Castiglione potrebbe convertirsì a Gesù. Non critichiamo, quindi, a tutti i costi , ma ragioniamo sul vero.

    • giacintobutindaro scrive:

      Mary, tu ancora non ha capito che molti nelle ADI – come in tante altre Denominazioni evangeliche – si sono convertiti alla politica, e questo si vede. O meglio lo vediamo noi, perchè voi siete ciechi.

  2. Franco scrive:

    Speriamo si converta.

    Mafia Capitale, indagato sottosegretario Ncd, Giuseppe Castiglione.
    Mattarella: “Severità contro la corruzione”

    Giuseppe Castiglione (Nuovo centrodestra) è indagato a Catania nel filone sul Centro accoglienza richiedenti asilo in cui compare anche Luca Odevaine, uomo chiave dell’indagine romana. Tre procure – Roma, Catania e Caltagirone – indagano sul Cara di Mineo, 400 dipendenti in un paesino di 3 mila abitanti, in cui Ncd ha preso il 40% alle elezioni Europee a fronte di una media nazionale del 4%.

    http://www.lastampa.it/2015/06/05/italia/cronache/mafia-capitale-indagato-il-sottosegretario-castiglione-BseYPNlOLQh3gAQrO8Mr8H/pagina.html

    L’ex presidente della Provincia di Catania, oggi deputato nazionale e coordinatore del Nuovo centrodestra in Sicilia, sotto accusa con altre 5 persone che secondo i pm di Catania “turbavano le gare di appalto per l’affidamento della gestione del Cara di Mineo del 2011 e prevedevano gara idonee a condizionare la scelta del contraente con riferimento alla gara di appalto 2014″. Gara da 100 milioni definita “illegittima” dall’Anticorruzione, nel silenzio del Viminale

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/05/mafia-capitale-inchiesta-sul-governo-indagato-castiglione-sottosegretario-ncd/1749978/

    http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p3/2015/06/05/Italia/Foto/RitagliWeb/ba63d398d0fc7e18fd0c668dcbed0bbd-kWp-U1050519190396H0F-700×394@LaStampa.it.jpg

    Questo è quello che succede quando si mischia la politica con la fede

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.