Pastori che fanno inciampare

Dio rimprovera i sacerdoti in Israele ai giorni dei profeti in questa maniera: “I suoi sacerdoti violano la mia legge, e profanano le mie cose sante; non distinguono fra santo e profano, non fan conoscere la differenza che passa fra ciò ch’è impuro e ciò ch’è puro, chiudon gli occhi sui miei sabati, e io son profanato in mezzo a loro” (Ezechiele 22:26).

Ora i sacerdoti erano stati chiamati ad ammaestrare il popolo mediante la legge che Dio aveva dato sul monte Sinai, e difatti è scritto: “Poiché le labbra del sacerdote son le guardiane della scienza, e dalla sua bocca uno cerca la legge, perch’egli è il messaggero dell’Eterno degli eserciti” (Malachia 2:7).

E così facendo, avrebbero fatto conoscere al popolo la differenza tra ciò che era sacro e ciò che era profano, tra le cose impure e pure.

Invece, essendosi dati essi stessi al peccato si erano sviati, ed avevano perso il discernimento – perchè l’induramento per inganno del peccato produce la perdita del discernimento spirituale – e quindi non distinguevano più tra il sacro e il profano, che per loro era diventato un tutt’uno. E per colpa loro quindi molti erano stati indotti a trasgredire la santa legge di Dio. Ecco perchè Dio li biasimò dicendo: “Ma voi vi siete sviati, avete fatto intoppar molti nella legge, avete violato il patto di Levi, dice l’Eterno degli eserciti” (Malachia 2:8).

La stessa cosa accade oggi, perchè tanti pastori indurati per inganno del peccato a cui si sono abbandonati, hanno perso il discernimento, e non distinguono più tra sacro e profano, tra puro ed impuro. E tramite il loro cattivo esempio di condotta e i loro insegnamenti falsi, inducono tanti credenti ad intoppare o inciampare, e quindi a cadere nel peccato.

Ecco perchè Dio dice anche oggi: “Quelli che guidano questo popolo lo sviano, e quelli che si lascian guidare vanno in perdizione” (Isaia 9:15), ed anche: “O popolo mio, quei che ti guidano ti sviano, e distruggono il sentiero per cui devi passare!” (Isaia 3:12).

Fratelli, non lasciatevi traviare e sviare da queste guide cieche, che chiaman bene il male, e male il bene, che mutan le tenebre in luce e la luce in tenebre, che mutan l’amaro in dolce e il dolce in amaro; e per colpa dei quali le cose sacre di Dio vengono profanate e il nome e la dottrina di Dio vengono biasimati.

Vegliate e pregate, per non cadere vittime di costoro che tanto danno stanno facendo alla vigna del Signore.

Chi ha orecchi da udire oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Insegnamenti, Meditazioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Pastori che fanno inciampare

  1. Salvatore scrive:

    Dio Onnipotente, non permettere che i tuoi Santi vengano sviati da queste chieche guide. Tu ci hai dato lo Spirito Santo. Lo Spirito tuo Santo ci guidi e ci desti laddove questi Pastori traviati difettano e/o errano (sia per colpa che per dolo). Poichè grazie al tuo Spirito non manchiamo di niente e siamo in grado di discernere tutti i fatti che ci accadono e la grazia che giornalmente discendi su di noi in misura sovrabbondante rispetto alla nostra fede ed alle nostre opere (di fede).
    Gloria al tuo Santissimo nome, in Cristo Gesù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.