Le Assemblee di Dio USA e il pastorato femminile

Le Assemblee di Dio USA hanno parecchie donne ‘pastore’. Ne hanno circa 390 su circa 12.000 chiese, mentre hanno oltre 5000 donne accreditate come ministri di culto su un totale di oltre 32000 ministri. Nella foto potete vedere la ‘pastora’ Jamie Morgan, della Calvary Assembly of God di Williamstown, NJ.
George O. Wood, l’attuale presidente (sovraintendente generale) delle Assemblee di Dio USA, spiega e difende questa loro posizione in questo articolo.

Questa posizione però è in aperto contrasto con quello che dice la Bibbia, in quanto l’apostolo Paolo afferma: “La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio. Perché Adamo fu formato il primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione; nondimeno sarà salvata partorendo figliuoli, se persevererà nella fede, nell’amore e nella santificazione con modestia” (1 Timoteo 2:11-15), e di conseguenza ella non può fare nè il pastore e neppure l’anziano di Chiesa, perchè sia il pastore che l’anziano devono insegnare.

Ho voluto far sapere questa cosa soprattutto a quei credenti che frequentano Chiese ADI, per avvertirli perchè prima o poi anche le Assemblee di Dio in Italia accetteranno il cosiddetto pastorato femminile. E’ solo una questione di tempo, perchè alle donne viene dato sempre più spazio nelle Chiese ADI. Alcune infatti fanno la scuola domenicale anche agli adulti. E questo spazio sempre maggiore dato alle donne sta contribuendo ad aumentare la mondanità e la ribellione ai comandamenti di Dio nelle ADI.

Fratelli, le ADI sono ormai in totale decadenza sia dottrinale che morale, e quindi andranno di male in peggio. Non illudetevi, le ADI peggioreranno ulteriormente nel corso del tempo, e questo perchè hanno deciso di fare di testa loro, seguendo i loro propri consigli, anzichè ubbidire alla Parola di Dio. Credo di averlo dimostrato abbondantemente in questi anni.

Voi direte dunque: Che dobbiamo fare? Fate questo che dice Paolo ai santi di Roma: “Or io v’esorto, fratelli, tenete d’occhio quelli che fomentano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che avete ricevuto, e ritiratevi da loro. Poiché quei tali non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:17-18).

Ai ribelli invece, che si ostinano a non ubbidire alla Parola di Dio, ricordo quello che dice la Sapienza che costituisce un severo monito: “Volgetevi a udire la mia riprensione; ecco, io farò sgorgare su voi lo spirito mio, vi farò conoscere le mie parole… Ma poiché, quand’ho chiamato avete rifiutato d’ascoltare, quand’ho steso la mano nessun vi ha badato, anzi avete respinto ogni mio consiglio e della mia correzione non ne avete voluto sapere, anch’io mi riderò delle vostre sventure, mi farò beffe quando lo spavento vi piomberà addosso; quando lo spavento vi piomberà addosso come una tempesta quando la sventura v’investirà come un uragano, e vi cadranno addosso la distretta e l’angoscia. Allora mi chiameranno, ma io non risponderò; mi cercheranno con premura ma non mi troveranno. Poiché hanno odiato la scienza e non hanno scelto il timor dell’Eterno e non hanno voluto sapere dei miei consigli e hanno disdegnato ogni mia riprensione, si pasceranno del frutto della loro condotta, e saranno saziati dei loro propri consigli. Poiché il pervertimento degli scempi li uccide, e lo sviarsi degli stolti li fa perire; ma chi m’ascolta se ne starà al sicuro, sarà tranquillo, senza paura d’alcun male’. (Proverbi 1:23-33).

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Assemblee di Dio USA, Confutazioni, Donne pastore o predicatrici e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Le Assemblee di Dio USA e il pastorato femminile

  1. franco scrive:

    Per chi conosce l’inglese ecco un sito utile per approfondimento:
    http://womeninministry.ag.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.