Così mi oltraggia pubblicamente una Pentecostale ‘Zaccardiana’

Ecco come la signora (o signorina) Dina Vicentini mi ha pubblicamente oltraggiato sulla pagina pubblica di Facebook ‘I 3 Moschettieri di Giacinto (illuminato)’ creata anche questa per diffamarmi e deridermi:

La Vicentini – come risulta da un messaggio che mi ha inviato in privato su Facebook il 9 Gennaio 2010 e che posso in qualsiasi momento esibire a chiunque – è una Pentecostale ‘Zaccardiana’, in quanto è membro di una Chiesa Pentecostale ‘Zaccardiana’.

Vorrei però ricordare a questa donna che la Scrittura afferma: “Poiché molti seduttori sono usciti per il mondo i quali non confessano Gesù Cristo esser venuto in carne. Quello è il seduttore e l’anticristo” (2 Giovanni 7), ed anche: “Chi è il mendace se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Esso è l’anticristo, che nega il Padre e il Figliuolo” (1 Giovanni 2:22).
Per cui dato che io confesso Gesù Cristo essere venuto in carne, e dichiaro che Gesù è il Cristo di Dio, non posso essere colui che essa dice.

Ovviamente, questo linguaggio oltraggioso e diffamatorio è piuttosto usato dai Pentecostali Zaccardiani contro di noi che non facciamo parte della loro sètta, sètta di cui a suo tempo ho confutato in un libro le eresie e gli scandali.

Ho voluto farvi sapere questo, affinchè vi rendiate conto di quanta cattiveria, malvagità, insensatezza e ignoranza esista in mezzo a costoro che si definiscono quelli della ‘sana dottrina’. Guardatevi dunque da essi.

A voi tutti Zaccardiani che su di me pensate e parlate come la vostra Vicentini dico: ‘Ravvedetevi e convertitevi dalle vostre vie malvagie e dalle vostre menzogne, per ottenere perdono da Dio, altrimenti porterete la pena della vostra stoltezza. E fatto ciò, uscite e separatevi da queste persone settarie’.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Confutazioni, Cose strane e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Così mi oltraggia pubblicamente una Pentecostale ‘Zaccardiana’

  1. mario prospero scrive:

    avevo visto il commento ma non sapevo che la vicentini fosse zaccardiana.adesso anche loro iniziano a criticarti per il fatto che pretendi troppa santificazione?…o è per altri motivi?…forse perchè hai gettato luce sulla setta!!!

  2. luciano scrive:

    dina vicentini, tu non sei degna di proferire parole blasfeme contro un ministro di DIO. ravvediti e convertiti all’ IDDIO vivente, sempre se tu segui un DIO, ho il tuo ministero , e solo per il tuo ventre. se hai fede, pentiti!!!!!!. perche’ tu, non sei diversa da erodiade.

  3. luciano scrive:

    dina vicentini, tu sei scandalo dei giudei e dei pagani, la tua fornicazione e notA al cielo, per cui sei della peggiore specie di diffamatori e anticristi, che in questi ultimi tempi stanno uscendo fuori . la parola ci mette in guardia da persone come te!!!!!!!!!!. tu, non esiteresti a crocifiggere ancora GESU’.

  4. luigi scrive:

    Butindaro so che non pubblicherai questo commento, ma so che lo leggerai e spero per te vorrai ascoltare il consiglio di una persona del tutto imparziale (in questo squallido teatrino dove tu sei il protagonista non sto nè dalla tua parte nè da quelli che gestiscono Tutela): tu soffri davvero di qualche patologia, molto seria anche. Consigliare di andare da uno specialista non è un’offesa, te lo dico per il tuo bene e senza offesa. Nel mondo odierno le patologie di questo genere sono all’ordine del giorno, non c’è nulla di cui vergognarsi, potrebbe colpire chiunque. Non offenderti se ti consigliano qualche consulto da uno specialista. Fallo, poi capirai tu stesso a tempo debito che è stata la scelta giusta.

    • giacintobutindaro scrive:

      Luigi, il tuo insensato commento vale la pena farlo passare invece, per far capire che ancora oggi esistono quelli che la Bibbia definisce insensati.
      “E siccome non si son curati di ritenere la conoscenza di Dio, Iddio li ha abbandonati ad una mente reproba, perché facessero le cose che sono sconvenienti, essendo essi ricolmi d’ogni ingiustizia, malvagità, cupidigia, malizia; pieni d’invidia, d’omicidio, di contesa, di frode, di malignità; delatori, maldicenti, abominevoli a Dio, insolenti, superbi, vanagloriosi, inventori di mali, disubbidienti ai genitori, insensati, senza fede nei patti, senza affezione naturale, spietati; i quali, pur conoscendo che secondo il giudizio di Dio quelli che fanno codeste cose son degni di morte, non soltanto le fanno, ma anche approvano chi le commette” (Romani 1:28-32).

  5. luciano scrive:

    prima di entrare nell’attenzione di un cristiano, sappi luigi che non hai credenziali , ne dei commenti che rilasci, ne delle affermazioni stolte! tu non passi inosservato. le parole che giacinto ti ha citate, sono parole di DIO, e se fossi in te, ne terrei da conto, visto che ti scagli senza nemmeno conoscere chi hai di fronte, sei il solito portavoce di chi infamia il prossimo, e’ sei prossimo al giudizio di DIO. questo lo sai? se conosci DIO le tue accuse infamanti devono cadere e chiedere scusa.

  6. ROssana scrive:

    mi sto vergognando da cani per voi. L’Arcangelo Gabriele non volle giudicare satana, anzi disse: “ti giudichi il Signore”, e voi vi permettete di condannarvi a vicenda. Ma chi vi da questo arbitrio? Chi? Ma non è scritto, tra l’altro, “togli prima la trave che è nell’occhio tuo, poi il fuscello nell’occhio del tuo fratello”?
    Solo Dio è giudice delle nostre azioni, nessun’altro.
    Ma se invece vediamo un fratello in difficoltà, siamo altrettanto “ligi” ai nostri doveri cristiani, da rimboccarci le maniche e correre in suo aiuto?A questa domanda rispondetevi da soli!

    una zaccardiana qualunque

    • giacintobutindaro scrive:

      Rossana, dovresti andare a riprendere la tua ‘sorella’ Zaccardiana per la sua stoltezza espressa in quelle parole e dille pure da parte mia che si deve vergognare e ravvedere. Io qua sono la parte offesa da questa vostra sorella, e sono sicuro che non è la sola che tra di voi parla in quella maniera contro di me.. Poi voglio ricordarti che non fu Gabriele, ma l’arcangelo Michele a sgridare il diavolo, e che non gli disse ‘ti giudichi il Signore’, ma ‘ti sgridi il Signore’. Infatti è scritto: “Invece, l’arcangelo Michele quando, contendendo col diavolo, disputava circa il corpo di Mosè, non ardì lanciare contro a lui un giudizio ingiurioso, ma disse: Ti sgridi il Signore!” (Giuda 9). Nella Diodati che voi usate è scritto così: “Là dove l’arcangelo Mi-chele, quando, contendendo col diavolo, disputava intorno al corpo di Mosè, non ardì lanciar contro a lui sentenza di maldicenza; anzi disse: Sgriditi il Signore”.
      E poi ti voglio ricordare che noi possiamo giudicare con giustizia. Quello che non dobbiamo fare è giudicare ingiustamente, come ha fatto in questo caso la Dina Vicentini.

      • rossana scrive:

        Michele o Gabriele, non ha molta importanza. Penso che il senso lo avete capito lo stesso. Continuo a ripetere: il giudizio aspetta al Signore, non a lei o Dina.
        Cmq le chiedo pubblicamente scusa per quello che le ha scritto Dina Vicentini, e soprattutto, le chiedo scusa a nome di tutti i “zaccardiani”.

        • giacintobutindaro scrive:

          Tutto quello che è scritto nella Bibbia ha importanza. Ma dimmi un pò: se io ti dicessi che dire Rossana o dire Dina non ha molta importanza, non avresti niente da dire? Poi tu non mi puoi chiedere scusa – ma è meglio dire perdono perchè qui trattasi di un peccato commesso contro di me, che è quello di avermi oltraggiato – per quello che ha scritto la Vicentini contro di me, perchè è lei che lo deve fare. Come anche non puoi chiedermi perdono a nome di tutti gli zaccardiani, perchè sono quelli che mi hanno offeso che devono chiedermi personalmente perdono. Le cose vanno fatte seguendo la Parola di Dio. O anche questo non ha molto importanza per te?

  7. luciano scrive:

    rosanna, e vicentini, la parola ci insegna che i santi di DIO possono giudicare, ed esortare un fratello al ravvedimento, in giov, 7,,24, dice; non giudicate secondo l’apparenza, ma fate un giusto giudizio. pero la vostra e aspra e micidiale , che vi accanite contro un ministro di DIO senza neppure conoscerlo. di conseguenza non conoscete neanche la parola di DIO. in giac, 14,15,16, ma se nel vostro cuore avete amara gelosia e spirito di contesa, non vantatevi e non mentite CONTRO LA VERITA’, questa non e’ la sapienza che discende dall’alto, ma e’ terrena animale e diabolica.dove infatti c’e’ invidia e contesa, li c’e’ turbamento ed ogni sorte di opere malvagie. accostatevi a DIO ed egli si accostera’ a voi.

  8. Giovanni scrive:

    Pace a voi fratelli in Cristo, andate avanti parlate e non temete le ingiurie fatte da coloro che non conoscono l’ IDDIO vivente è vero il creatore del’universo, D V B

  9. david scrive:

    cari fratelli, vi amo tutti in Cristo.
    Io sono uno zaccardiano, come voi lo definite, ma amo Cristo in voi e desidero amare voi in Cristo. Se usiamo la Parola di Dio come strumento per vedere sempre e comunque le nostre debolezze e mancanze, come mai non raggiungiamo tutti un accordo vedendo reciprocamente le nostre debolezze, dicendo al Signore: Signore cambiami?Perdonatemi il disturbo. Il Signore, nella sua immensa misericordia voglia avere pietà di me. pace a tutti voi. vi amo in Cristo Gesù.

    • giacintobutindaro scrive:

      David, non capisco quello che tu voglia dire. Ma lo hai capito che una ‘zaccardiana’ mi ha oltraggiato? Hai capito la gravità di quello che ha fatto? Non hai niente da dire sul peccato commesso da questa signora o signorina?

      • david scrive:

        caro fratello giacinto, ho una debolezza nei tuoi confronti. ti chiami come si chiamava la mia amata mamma. si chiamava giacinta, sai? ed ogni volta che sento nominare questo nome il mio cuore si scioglie, si trasforma in rotto, lo spirito diventa contrito e tremo davanti alla sua Parola. sai f.llo Giacinto, cosa mi piace maggiormente di te? che hai una grande conoscenza delle Scritture, magari ce l’avessi io. recentemente, uno dei santi del Signore mi ha esortato a intendere le Scritture prima di aprire il mio cuore, ma tante volte, il nostro io, il nostro gigante, che si chiama, nel mio caso David, mi porta a difendermi, non con le armi della parola di Dio, ma con le mie armi, e tante volte, il mio io, sotto il nome di Saulle, cerca di farmi indossare armi che sono inappropriate. me ne sono capitate tante, amato f.llo Giacinto, ma la mia vittoria in Cristo Gesù si e’ sempre manifestata nel cuore della sua legge: il perdono. tutto quello che mi e’ capitato, f.llo mio amato e’ perche’ mi doveva capitare, e nell’arrendevolezza a cio’ che mi e’ successo, che e’ la sua volonta’, ho capito, nella mia infinita pochezza, avevo bisogno di tutto questo. il tutto mi ha aiutato a capire che gli attacchi, le guerre che david ha dovuto affrontare hanno guadagnato delle spoglie, queste spoglie, mio amato, vanno messe da parte, affinche’, a tempo dovuto, quando il SIGNORE, lo riterrà opportuno verranno esplicitate per aiutare i nostri fratelli ed essere di conforto a loro. aiutami f.llo mio amato a comprendere la Parola di Dio, ne ho tanto bisogno, e scorgo la mia grande incapacità. prega tanto per me, ed io, nelle mie misere preghiere farò il simigliante per te. in Cristo, tuo f.llo David, ora, e per l’eternità. pace pace.

        • giacintobutindaro scrive:

          Pace David. Sappi che io non nutro nessun rancore e odio verso coloro che mi insultano e calunniano. Il mio desiderio e la mia preghiera è che si pentano e mi chiedano perdono. In caso non lo faranno però, la Bibbia dice che Dio eserciterà i suoi giudizi su di loro. Sono pronto a perdonare tutti coloro che mi hanno fatto del male, e Dio lo sa. Per il resto, spero e prego che tu possa crescere nella grazia e nella conoscenza. Se lo desideri, puoi chiamarmi al telefono così parliamo. Il mio telefono è 0652997302. La grazia sia con te.

  10. david scrive:

    caro f.llo giacinto, pace del Signore.
    volevo mandarti un forte abbraccio ed esortarti a pregare per me ed io, te lo prometto, lo farò per te.
    un caro abbraccio in Gesù.
    pace del Signore.

  11. vince scrive:

    Giudicare ! Discernere ! Avvertire ! Il tuo fratello in Cristo secondo le scritture, e nell’amore del Signore per i suoi, errori, sbagli, debolezze, dovrebbe essere l’azione piu` importante nella vita dei cristiani . Il Cristiano che si forza a vivere una vita che piace al Signore , non deve temere di essere giudicato (chiamato all’attenzione )…. per qualche sua debolezza . Non deve temere il giudicare o il discenrimento fatto da un fratello con amore , ma dovrebbe temere quando quello stesso giudicare del fratello verra` da Dio . Allora sara` troppo tardi per pentirsi e chiedere perdono.
    Cosa e` questa paura in tante cristiani d’oggi che non vogliono assolutamente essere avvertiti da certi sbagli (peccati) visibili che fanno ? I very uomini di Dio sono autorizzati da Dio a giudicare secondo la Sua parola e nell’amore Suo, di tutto cio` che vediamo e sentiamo che non e` secondo la parola di Dio . Parliamo di sbagli (peccati) che possono far perdere la grazia ! Sbagli che si ripetono ! Sbagli dottrinali che Iddio detesta ! Tutta questa “correzione” che oggi e` classificata “giudicare” dovrebbe servire per portarci piu` vicino al Signore , e per corregerci prima che sia troppo tardi. Intanto, in questi nostri giorni che sui pulpiti delle chiese hanno preso possesso “Scribi e Farisei ipocriti” che si fanno chiamare “pastori” solo per aver fatto tre anni di scuola biblica , ma che sono ancora bambini , inesperti, e direi … forse ancora non convertiti veramente a Dio … giovani vanagloriosi con desideri carnali , debolezze come tutti gli altri della loro eta` , immaturi , non “mariti” non “padri ” ma che pretendono di esser cio` che non sono , ed hanno paura di essere giudicati (avvertiti) di queste loro debolezze , insegnano e gridano dai pulpiti…
    “Non giudicate ! ” ” Fatevi i fatti vostri!” “Solo Iddio puo` giudicare !”
    Iddio e` il Giudice Supremo . Il Suo giudizio e` “Suo” .
    Detto questo , resta il fatto che cio` che ha dato ai suoi ministri resta nostra responsabilta` , e dobbiamo dare conto a Lui della responsabilta` che ci ha affidata .
    Allora! Se il fratello Giacinto .. (o chi che sia).. racconta una cosa per un’altra senza prove , allora “riprendiamolo ” ma se egli ci mostra le prove , allora ringraziamo Iddio se ci risparmia da qualche pericolo religioso che molti ciarlatani evangelici di quattro soldi stanno lavando il cervello a migliaia nel mondo tramite i loro programma Televangelici sui canali della nostra T.V. dai pulpiti delle loro chiese , e nelle loro champagne di evangelizzazione . Voi che avete paura di essere giudicati dal vostro fratello , smettetela con queste lamentele insensate con la difesa del ” Non giudicate!” “togli la trave dell’occhio tuo !” “Guarda te stesso !” ecc. Non dice il Signore : “Voi i forti nella fede , aiutate i debboli ? Allora vi domando : “Se voi che gridate di non “giudicare” se vedete il vostro fratello che cade, non lo aiutate ad alzarsi ? Poi voglio dire alle donne che si permettono di calunniare un servo di Dio , di ricordarsi degl’ordini che Iddio ha volute registrare per loro . Non e` affidato a loro di ammaestrare gli adulti nella famiglia Cristiana . Non e` stato dato a donne il mandato della predicazione dell’Evangelo di Cristo . Gli e` chiaramente e specificamente chiesto di , non fare cio` , e di tacere nella raunanza dei santi . Questo vale anche per i pastori fatti dale mani di uomini, ma che non sono chiamati, ne` mandate, ne` ordinate dal Signore . La parola di Dio non cambia per nessuna generazione . Quel che disse, lo dice, e lo dira` fino al ritorno di Gesu` . E` inutile difendersi con i nostril studi , la nostra bravura , le nostre opinion e vedute . Molti di questi Scribi e Farisei ipocriti , avranno delle spiacevoli sorprese al ritorno di Cristo . Pace …….. Vince

  12. david scrive:

    caro f.llo vince pace del Signore.
    volevo dire solo una cosa: se siamo davvero tutti fratelli in Gesù cerchiamo di vederci con gli occhi di Dio, nella sua parola, chiedendoci: Cosa pensa il Signore di noi in base a cosa facciamo e quello che diciamo? io, dal mio piccolo sarei esortato a dire: non siamo noi a scrutare la Parola di Dio ma è la Parola di Dio a crutare il nostro cuore, e quindi, quando abbiamo timore, che ci viene insegnato dal Signore, vedere salmo 34 v11, allora ubbidiamo alla parola del Signore per mettere in pratica i suoi comandamenti, unico modo per dimostrare al Signore che lo amiamo veramente. allora si che scenderanno in noi piogge di benedizioni che non potremmo contenere. Signore, abbi pietà di me, lavami ed aspergimi nel sangue preziosissimo di Gesù.
    pace f.llo Vince, nelle tue preghiere ricordati di un inutile servo di Gesù che desidera andare in cielo come tutti voi.
    gloria a Gesù.
    un abbraccio a chi in copia ci può leggere. Pace f.llo Giacinto e Illuminato.
    Un caro abbraccio in Gesù a tutti.
    Pace del Signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.