I Planetshakers


Questi sono i Planetshakers, una famosa band rock cristiana australiana. Eccoli in questi video che cantano alcuni dei loro più applauditi pezzi. La mondanità e la carnalità sono ben visibili e tangibili, ma purtroppo ben accette da tutte quelle Chiese che hanno deciso di conformarsi al mondo e di dispiacere all’Iddio vivente e vero. Rigettate la cosiddetta musica rock cristiana, fratelli. Chi ha orecchi da udire, oda.

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Cose strane, Mondane concupiscenze, Musica 'cristiana' moderna, Musica rock, Ornamento esteriore della donna, Pentecostali, Uncategorized, Video e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a I Planetshakers

  1. Pietro Paolo Morgillo scrive:

    In tutti questi anni che sento parlare di te, solo critiche a tizio e Caio. Perché non pensi proprio alla missione che Dio ci ha affidato e predicare la Parola? Se sei un bravo pastore pensa al gregge che Dio ti ha affidato e non sprecare tempo contro la Chiesa di Cristo. Siamo uomini, difettosi, ma sempre salvati dal sangue dell’Agnello. Abbi rispetto e pensa alle cose urgenti.

    • fabio scrive:

      Pace Pietro Paolo,
      Abbi pazienza, non voglio rispondere per Giacinto, ma c’è un controsenso in questo tuo commento, perché accusi Giacinto di criticare Tizio e Caio, e poi lo inviti a predicare la PAROLA DI DIO.
      Giacinto più e più volte ha scritto e fatto audio riguardanti la predicazione della BUONA NOVELLA, che non si tratta di andare a dire alla gente GESÙ ti ama, GESÙ ti accetta con tutte le tue imperfezioni, no no, la predicazione del Vangelo vuol dire annunciare quello che annunciavano gli apostoli, ovvero che GESÙ È IL CRISTO, IL FIGLIO DI DIO, CHE IL PADRE HA MANDATO A COMPIERE L’ESPIAZIONE DEI NOSTRI PECCATI, MORÌ IN CROCE PORTANDO SU DI SE IL XASTIGO CHE NOI CI MERITAVAMO, FU SEPOLTO E AL TERZO GIORNO RISORSE DAI MORTI COSI DA LASCIARCI PER LA FEDE IN LUI UNA SPERANZA, UNA SPERANZA CERTA CHE NON DELUDE.

      Pietro Paolo, riprendere le opere infruttuose delle tenebre (Efesini 5:11), e non parteciparvi fa sempre parte dei comandi che il nostro CAPO, CHE È SEMPRE GESÙ CRISTO, ci ha lasciato quindi prova a vedere questo scrivere di Giacinto come un suonare la tromba quando il nemico avanza, perché oggi davanti all’avanzare del nemico invece di suonare la tromba e di chiudere il portone, in tante chiese si va di musica come in questo post Giacinto ha denunciato, e si spalancano le porte e poi ecco che l’esortazione che si legge in Romani 12:2
      Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà.

      Spero che questa riflessione ti possa far vedere le cose in altra maniera perchevPitro Paolo, se Giacinto avesse ricercato in qualche maniera una sua propria gloria, avrebbe saputo come fare, uniformandosi a questo mondo e battendo le mani a tanti “bravi ragazzi” che spopolano nelle chiese come tanti rockstar, ma d’altronde Gesu lo disse secondo che si legge in Giovanni 7:16-18 Gesù rispose loro: «La mia dottrina non è mia, ma di COLUI che mi ha mandato. Se uno vuol fare la volontà di LUI, conoscerà se questa dottrina è da Dio o se io parlo di mio. Chi parla di suo cerca la propria gloria; ma chi cerca la gloria di colui che l’ha mandato, è veritiero e non vi è ingiustizia in lui.

      Prova a riflettere Pietro Paolo, io non frequento nessuna organizzazione ma ricordi bene cosa accadeva dopo un incontro, coloro che erano stati sul pulpito a prendersi tutti gli onori, le lodi dai partecipanti, ma Gesu dopo che per la potenza di Dio moltiplico’ i pani ed i pesci non rimase li ad aspettare che la gente lo facesse diventare Re, ma se ne andò su un alto monte “in disparte”, e questo si legge in
      Giovanni 5:41-44 Io non prendo gloria dagli uomini; ma so che non avete l’amore di Dio in voi. Io sono venuto nel nome del Padre mio, e voi non mi ricevete; se un altro verrà nel suo proprio nome, quello lo riceverete. Come potete credere, voi che prendete gloria gli uni dagli altri e non cercate la gloria che viene da Dio solo?

      Con queste parole termino la mia riflessione con l’esortazione per tutti noi a ricercare la gloria che viene da Dio e non dagli uomini, anche se questo comporta essere accusato ingiustamente.
      Pace

    • Andrea scrive:

      Carissimo Pietro, certo che bisogna parlare di cose urgenti… E non lo è il parlare della falsa chiesa? Perché dici “siamo salvati”?
      “Siamo”… chi?
      Fai parte dei falsi cristiani di cui viene denunciata l’ipocrisia?
      Se non ne fai parte, denuncia anche tu.
      Se ne fai parte, è ovvio che non comprendi chi denuncia.
      Rifletti su questo Pietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.