Secondo ‘papa’ Francesco anche gli atei vanno in paradiso

ateismo-francesco-ok

Francesco, il capo della Chiesa Cattolica Romana ha affermato che anche gli atei vanno in paradiso. Pochi giorni fa infatti, ha raccontato la storia di un parrocchiano Cattolico che chiese ad un prete se anche gli atei erano stati salvati da Gesù, ed ha detto:

‘Il Signore ci ha creati a Sua immagine e somiglianza, e noi siamo l’immagine del Signore, ed Egli fa del bene e tutti noi abbiamo questo comandamento nel cuore: fai il bene e non fare il male. Tutti noi. ‘Ma, Padre, questo non è Cattolico! Non può fare il bene’. Sì, può farlo …. ‘Il Signore ha redento tutti noi, tutti noi, con il Sangue di Cristo: tutti noi, non solo Cattolici. Tutti! ‘Padre, e gli atei?’ Anche gli atei. Tutti!’ …. Dobbiamo incontrarci facendo il bene. ‘Ma, Padre, io non credo, sono un ateo!’ Ma fai il bene: noi ci incontreremo là’ [in paradiso].

Ecco le parole in inglese così come sono state pubblicate dall’Huffington Post:

“The Lord created us in His image and likeness, and we are the image of the Lord, and He does good and all of us have this commandment at heart: do good and do not do evil. All of us. ‘But, Father, this is not Catholic! He cannot do good.’ Yes, he can… “The Lord has redeemed all of us, all of us, with the Blood of Christ: all of us, not just Catholics. Everyone! ‘Father, the atheists?’ Even the atheists. Everyone!”.. We must meet one another doing good. ‘But I don’t believe, Father, I am an atheist!’ But do good: we will meet one another there.”

atei-paradiso

Fonte: http://www.huffingtonpost.com/2013/05/22/pope-francis-good-atheists_n_3320757.html

Quello che ha detto Francesco è una menzogna generata dal diavolo, in quanto gli atei non credono in Gesù Cristo e la Sacra Scrittura afferma che solo coloro che credono in Gesù Cristo hanno la vita eterna (e quindi hanno la certezza di andare in Paradiso), e difatti è scritto: “Chi crede nel Figliuolo ha vita eterna; ma chi rifiuta di credere al Figliuolo non vedrà la vita, ma l’ira di Dio resta sopra lui” (Giovanni 3:36), e questo perchè non c’è salvezza all’infuori di Gesù Cristo secondo che disse l’apostolo Pietro: “E in nessun altro è la salvezza; poiché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati” (Atti 4:12). Dove vanno gli atei quindi quando muoiono? Nel fuoco del soggiorno dei morti (inferno), in attesa del giorno del giudizio quando risorgeranno e saranno gettati nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (o fuoco eterno) perchè la loro parte sarà là secondo che è scritto: “… quanto ai codardi, agl’increduli, agli abominevoli, agli omicidi, ai fornicatori, agli stregoni, agli idolatri e a tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda” (Apocalisse 21:8).

Peraltro, va detto che quello che ha detto Francesco non sorprende perchè lui è un Gesuita, e in seno ai Gesuiti è piuttosto diffusa questa menzogna, e difatti in un articolo apparso il 17 giugno 1997 sul Corriere della Sera (pag. 17) dal titolo ‘Il teologo: “Anche gli atei possono andare in Paradiso” viene recensito il libro del noto teologo gesuita Giovanni Marchesi (prestigiosa firma della rivista dei Gesuiti Civiltà Cattolica, morto nel 2007) in cui è esposta proprio questa tesi della salvezza anche per gli atei. Ecco tutto l’articolo:

‘MILANO – Anche gli atei possono andare in Paradiso, purche’ vivano “secondo una coscienza retta”. Ne e’ convinto il gesuita Giovanni Marchesi, teologo di Civilta’ Cattolica e docente di Filosofia all’Universita’ Gregoriana di Roma. L’ipotesi da lui esposta e’ parte di una corrente della teologia moderna che afferma la “speranza per tutti nella salvezza eterna”, e che definisce gli atei “coloro che credono di non credere”. E il Paradiso e’ aperto anche a musulmani, ebrei, non cristiani perche’, secondo questi teologi, “tutte le religioni sono vie straordinarie di salvezza”. Padre Marchesi e’ autore di un lungo saggio sulla Cristologia trinitaria di Hans Urs von Balthasar, il teologo svizzero (morto nel 1988) che sottolineo’ che la “salvezza di tutti gli uomini sia la finalita’ principale di Dio”, e che fu considerato dai mass media il teorico dell'”Inferno vuoto”. Pur affermando che quella definizione e’ “semplicistica”, padre Marchesi precisa che “sul destino ultraterreno nessuno puo’ emettere un giudizio di verita’, specie per quanto riguarda la dannazione. Anche la Chiesa, pur impegnandosi sul carisma dei beati e dei santi, non si e’ mai pronunciata sul numero dei dannati o sulle loro identita’. La dottrina cristiana afferma l’esistenza dell’Inferno e di Satana. Ma li’ si ferma. Anche la presenza agli inferi di Giuda, il traditore di Gesu’, e’ nel dubbio, come ammette lo stesso Giovanni Paolo II nel suo libro Varcare la soglia della speranza. Nulla ha mai detto la Chiesa sulla sorte di grandi ed efferati peccatori come Hitler o Stalin”. Aggiunge il gesuita: “E se per Sant’Agostino la maggior parte dell’umanita’ era destinata ad andare all’Inferno, la teologia moderna sembra piu’ attirata da Origene, il quale riteneva che, alla fine del mondo, Dio avrebbe redento tutti gli uomini e anche il diavolo. La visione positiva e non pessimistica del dato cristiano non e’ teoria o speculazione astratta. Anche ad avviso di San Paolo, Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati”. Nel suo libro, dedicato a Balthasar, padre Marchesi analizza come l’essere e l’operare di Gesu’ costituiscano sia la rivelazione visibile dell’invisibile Dio sia l’azione efficace per la salvezza del mondo. Il volume e’ stato pubblicato in queste settimane dalla prestigiosa collana di “teologia contemporanea” delle edizioni “Queriniana”, anche in coincidenza con l’anno dedicato a Cristo, il 1997, voluto dal Papa in preparazione del Giubileo del Duemila. La “speranza di salvezza per tutti gli uomini”, riproposta dalla teologia moderna, si basa su numerosi passi del Vangelo e delle Sacre scritture. Per esempio, nella prima lettera a Timoteo, San Paolo afferma: “Gesu’ Cristo e’ venuto nel mondo perche’ Dio, nostro Salvatore, vuole che tutti gli uomini siano salvi e giungano alla conoscenza della verita”. I tre evangelisti Matteo, Marco e Luca parlano poi di Gesu’, venuto sulla terra “non per essere servito ma per servire e per dare la propria vita in riscatto per i molti”.

Fonte: http://archiviostorico.corriere.it/1997/giugno/17/teologo_Anche_gli_atei_possono_co_0_97061717248.shtml

Altra cosa da dire è che quello che ha affermato Francesco è in pieno accordo con quello che lui ha affermato il 16 Marzo 2013 nel corso della sua udienza ai rappresentanti dei media, e cioè che tutti gli uomini – quindi anche gli atei – sono figli di Dio:

‘Vi avevo detto che vi avrei dato di cuore la mia benedizione. Dato che molti di voi non appartengono alla Chiesa cattolica, altri non sono credenti, imparto di cuore questa benedizione, in silenzio, a ciascuno di voi, rispettando la coscienza di ciascuno, ma sapendo che ciascuno di voi è figlio di Dio. Che Dio vi benedica.’

francesco-udienza-media

Fonte: http://www.vatican.va/holy_father/francesco/speeches/2013/march/documents/papa-francesco_20130316_rappresentanti-media_it.html

Perciò se secondo lui anche i non credenti sono figli di Dio è ovvio che anche loro vanno in paradiso.

Questa eresia di perdizione di Francesco conferma pienamente che questo uomo è schiavo del peccato e sulla via della perdizione come lo sono gli atei. E dunque va esortato, al pari di tutti gli altri cattolici romani, a ravvedersi e a credere nel Vangelo della grazia di Dio, e ad uscire e separarsi immediatamente dalla Chiesa Cattolica Romana.

Nessuno si illuda: anche questo ‘papa’ è un lupo rapace vestito da pecora.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro


Leggete Il nuovo ‘papa’ Francesco, i Gesuiti, la Massoneria e il Nuovo Ordine Mondiale, e ‘Il nuovo ‘papa’ [Jorge Mario Bergoglio] era il candidato del cardinale massone Carlo Maria Martini’ e Simbolo massonico sullo stemma episcopale del nuovo ‘papa’ Jorge Mario Bergoglio ed anche L’anello del pescatore del nuovo ‘papa’ Francesco è stato fatto da un massone, e Il nuovo ‘papa’ Francesco è membro del Rotary Club, e La mano nascosta del Cardinale Jorge Bergoglio, ora ‘papa’ Francesco, e CLAMOROSO: Il ‘papa’ Francesco ha fatto sostituire il simbolo massonico sul suo stemma con un altro simbolo massonico

Leggete pure ‘La Massoneria Italiana: ‘Con Papa Francesco nulla sarà più come prima’ e La potentissima Massoneria ebraica dà il benvenuto a Francesco I, ed anche Guardatevi dall’ecumenico ‘papa’ Jorge Bergoglio
, e Per Francesco tutti gli uomini sono figli di Dio, come per la Massoneria, e Quando il cardinale Jorge Bergoglio ospitò nella cattedrale la potentissima massoneria ebraica

Ed ancora Quando il cardinale Jorge Bergoglio impartì la sua benedizione al Parlamento argentino delle religioni, e Quando il cardinale Jorge Bergoglio, ora ‘papa’ Francesco, appoggiava le unioni civili omosessuali

This entry was posted in Chiesa cattolica romana, Confutazioni, Illuminati, Jorge Mario Bergoglio - Francesco I, Massoneria and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

23 Responses to Secondo ‘papa’ Francesco anche gli atei vanno in paradiso

  1. Stefania says:

    Caro Giacinto,

    chi siamo noi e chi sei tu per giudicare? Solo il Signore sa chi alla fine andrà in Paradiso e chi no.
    Mi viene da chiederti, se hai conosciuto l’infinito amore del Signore nella tua vita, come fai a dire che il suo amore non possa andare al di là del nostro credo?
    Io non penso che Papa Francesco sia un uomo del diavolo. Penso invece che i pensieri esclusivisti di alcuno noi cattolici e il nostro giudizio creino divisione e paura.
    Pensi che questo articolo aiuterebbe un ateo a convertirsi?

    Allora, in questi casi penso sia meglio tacere e pregare per coloro che pensi siano nel torto.

    Un caro saluto

    • giacintobutindaro says:

      Stefania, io non mi sto zitto, ma parlo. E dico per l’ennesima volta che Francesco non è un discepolo di Cristo, ma un uomo sulla via della perdizione che deve ravvedersi e convertirsi dagli idoli muti e credere in Gesù Cristo, altrimenti perirà. Il nostro desiderio e la nostra preghiera comunque è che sia salvato.

  2. Davide says:

    Carissimo Giacinto,
    La invito a leggere tutta l’omelia di Papa Francesco. Quello che sta dicendo, in sostanza, è che tutti sono chiamati alla Salvezza, anche i NON CATTOLICI (tra l’altro ribadisce un concetto “di forza” delle Chiese Evangeliche e cioè che non conta l’appartenenza ad una Religione). Poi il Papa parla di “fare il bene” che è qualcosa che ci appartiene e che è innato in ognuno di noi, puoi forse negarlo? ANCHE GLI ATEI COMPIONO OPERE a volte PIù GRANDI DI QUELLE DEI CREDENTI eppure non possono essere suscitate dalla loro FEDE in quanto sono ATEI! Il Papa sottolinea che “fare il bene” è un dono di Dio e solo così ci può essere un incontro tra Cristiano e ateo: nel compiere il BENE. Le sue parentesi quadre con scritto PARADISO sono una deduzione poco attinente.
    Pace a Lei.

    • giacintobutindaro says:

      Davide, sei proprio nelle tenebre. Un ateo è un incredulo e quindi quando muore va nelle fiamme dell’inferno. Chi non avrà creduto sarà condannato, questo è quello che ha detto Gesù. Noi crediamo in ciò che ha detto Gesù, perchè Egli ci ha riferito le parole che ha udite dal Padre, che è il solo vero Dio. La salvezza non è per opere, altrimenti Cristo sarebbe morto inutilmente. Ravvediti, Davide, e credi in Cristo.

  3. Massimo says:

    Davide, quindi l’insegnamento del papa, in qualità di capo della Chiesa Cristiana Cattolica Apostolica Romana, sarebbe questo : ” Chiunque tu sia, credente o no, fai il bene e così ci incontriamo là”. Intendeva dire che là sarà il punto d’incontro tra ateo e credente; un punto da cui partire, oppure là come il punto in cui si ritroveranno tutti i buoni, quelli delle buone opere, credenti e non credenti? Davide voi cattolici ritenete che il papa sia il vicario di Cristo sulla terra o mi sbaglio? Francesco pertanto dovrebbe essere una guida religiosa anche autorevole data l’ottima sussistenza secolare della sua organizzazione religiosa! Quindi mi chiedo se il papa parli da semplice uomo immerso nel contesto della società multietnica, in vista della globalizzazione, oppure da guida spirituale, da rappresentante di un potere religioso, economico (innegabile che lo sia), con influenze politiche anche queste innegabili o che cosa? Come guida spirituale, ti sembra che questo messaggio papale ottemperi al mandato che Gesù diede duemila anni fa ai suoi discepoli e apostoli? Le sue parole sembrano invece un mero messaggio umano, che mira alla pacifica convivenza tra “persone buone” benchè diverse, con diversi modi di pensare, usi e costumi diversi, a prescindere poi se siano credenti o meno. E’ nota poi quella del papa attuale, come anche dei precedenti, la fervida attività in materia di “Ecumenismo” o mi sbaglio? Ma il messaggio della “salvezza che si ottiene solo in Cristo Gesù”, la predicazione del Vangelo della Grazia, la predicazione della Croce, quando vorrebbe annunciarla?… a data da destinarsi forse? Ma se non ora, soprattutto in quest’ora cruciale, quando? Ma sarebbe poi questo il comandamento che tutti avrebbero nel cuore? :” Fai il bene e non il male”. Nella Parola di Dio invece possiamo leggere :”Dio ha fatto ogni cosa bella al suo tempo; Egli ha perfino messo nei loro cuori il pensiero dell’eternità, sebbene l’uomo non possa comprendere dal principio alla fine l’opera che Dio ha fatta” (Ecclesiaste 3:11). Secondo la Parola di Dio tutti gli uomini hanno dentro di loro il pensiero dell’eternità”, ma non certamente come afferma il papa : “il comandamento di fare il bene e non il male” ed in senso così palesemente generico! E’ scritto invece :” Io metterò la mia legge nell’intimo loro, la scriverò sul loro cuore” (Geremia 31:33). Sì, Dio, il Creatore del cielo e della terra, ha dato i suoi comandamenti agli uomini e che Gesù ha riassunto in due, ovvero : ” Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta l’anima tua, con tutta la forza tua, con tutta la mente tua, e il tuo prossimo come te stesso” (Marco 12:30).
    E’ altresì scritto :” Ma Gesù, voltatosi, disse a Pietro :” Vattene via da me Satana! Tu mi sei di scandalo. Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini!” (Matteo 16:23). E allora come la mettiamo? Il papa come le considera queste verità? Che cosa voleva dire invece Gesù a Pietro e di riflesso a noi? Che significa non avere il senso delle cose di Dio o avere il senso delle cose degli uomini?
    E’ scritto : “Infatti c’è un solo Dio ed anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, che ha dato sè stesso come prezzo di riscatto PER TUTTI. Questa è la testimonianza resa a suo tempo, e della quale io fui costituito predicatore e apostolo (io dico il vero, non mento) per istruire gli stranieri nella FEDE e nella VERITA’ “. (1° Timoteo 2:5-7). Quelle di Francesco pertanto non sono parole che esaltano il Vangelo della Grazia che avrebbe invece l’obbligo di proclamare in quanto “cristiano”, ovvero servo di Cristo Gesù! T’inviterei caldamente a leggere seriamente la Parola di Dio, non limitandoti a leggerla come un libro qualsiasi, ma bensì meditandola giorno e notte, sì che tu possa giungere a quella ” conoscenza delle sacre Scritture, le quali possono darti la sapienza che conduce alla salvezza mediante la fede in Cristo Gesù. Ogni scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perchè l’ UOMO DI DIO, sia completo e ben preparato per ogni OPERA BUONA” ((2° Timoteo 3:15-17). Ecco evangelicamente il senso pieno di queste parole : “Opere Buone”, perchè fatte da “uomini di Dio”, secondo la “volontà di Dio”, ovvero come piacciono a Dio! Ma che intendeva dire Gesù con queste sue parole? : “Seguimi, e lascia che i morti seppelliscano i loro morti” (Matteo 8:22). Di quali morti parla?
    Il dizionario italiano per “Ateo” intende : “Chiunque NEGA l’esistenza di DIO”.
    Papa Francesco non intendeva affermare che anche un’ateo, ovvero uno che non crede in Dio, è salvato lo stesso da Gesù? Francesco è una volpe! Anzichè usare il parlare diretto che viene dalla Parola di Dio, dall’unico Maestro, Francesco risponde per aneddoti anzichè parlare come ha parlato Gesù, Parola di Dio fatta carne! Davide, non è forse la FEDE IN CRISTO GESU’ che conduce ogni uomo ALLA SALVEZZA?
    E’ scritta nella Parola di Dio un’altra verità: “Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, AFFINCHE’ CHIUNQUE CREDE IN LUI, NON PERISCA, MA ABBIA VITA ETERNA” (Giovanni 3:16). Chi è quindi colui il quale perirà? e chi invece vivrà secondo il Vangelo di Gesù Cristo, il Figlio di Dio? Il buono che fa buone opere secondo gli uomini o chi crede in Gesù? Chi fa opere buone a favore del suo simile o chi ha fede in Cristo Gesù e compie le opere che Dio ha già preparate perchè le compia? Attenzione Davide perchè solo chi crede in Gesù è “figlio di Dio” (Giovanni 1:12) tutti gli altri sono solo mere creature di Dio, ma già destinate alla perdizione eterna se rifiutano di credere in Gesù. Lo credi tu questo?
    La Parola di Dio invece è chiarissima a riguardo! Figli di Dio ci si diventa! Lo sapevi tu? Gesù è sì morto per tutti sulla croce, ma è anche scritto : “..(Dio) vuole che TUTTI gli uomini SIANO SALVATI e vengano alla CONOSCENZA della Verità” (1° Timoteo 2:4). Ma perchè dovremo mai conoscere la Verità? Chi e/o che cos’è la Verità?
    Gesù è la Verità, la Parola di Dio! “Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza” (Osea 4:6). Perchè dovrebbe perire questo suo popolo? Perchè non conosce la Parola di Dio fatta carne! “Gesù è Via, Verità e Vita.” – “Nessuno va al Padre se non per mezzo di me!”. E ancora :” Molti i chiamati pochi gli eletti”. La parola di Dio è come vedi una fonte inesauribile di acqua fresca e limpida che testimonia sempre di Gesù. Ma gli atei, che rifiutano di credere in Gesù se non si convertono, se rinnegano il Cristo di Dio, Lui che è morto per salvare anche loro da morte eterna sicura, non potranno mai entrare nel regno dei cieli! Su di loro già pesa un giudizio di condanna! Gesù stesso sarà il giusto giudice, è scritto infatti :” E tutte le genti saranno riunite davanti a Lui ed Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri…” (Matteo 25:31-46).
    Davide nota bene che cosa afferma Gesù in merito a tutte quelle opere per cui Egli stesso in qualità di Giudice, darà poi la giusta ricompensa :” In verità vi dico che in quanto lo avete fatto a uno di questi miei MINIMI FRATELLI”, l’avete fatto a me” (Matteo 25:40). Il legame di fratellanza nasce quindi unicamente dal legame che si ha con Gesù, perchè chi crede in Gesù diventa figlio di Dio e di riflesso fratello in Cristo! Ricordi? : “Chiunque avrà fatto la volontà di Dio, mi è fratello, sorella e madre” (Marco 3:35). Davide, insomma dovresti rivedere tutta la Parola di Dio e poi potremo riparlarne e capirci meglio. Giacinto in questo suo blog ne ha affrontati e del continuo affronta temi fondati unicamente sulla Parola di Dio. Ma ovviamente il cammino spirituale con Gesù è molto personale! Il Signore parla, insegna con la sua Parola e convince e guida un’anima che ha sete di conoscere attraverso il suo Santo Spirito! Credimi, smettila di confidare nell’uomo, perchè : ” Maledetto l’uomo che confida nell’uomo… Beato l’uomo che confida nel Signore” (Geremia 17: 5-7)
    Gesù è venuto non per i giusti ma per i peccatori e perchè questi ultimi si ravvedano! Gesù è venuto per i malati non per i sani, perchè questi guariscano sia spiritualmente ma anche fisicamente perchè no! Dio si usa di molti suoi servi fedeli in tutta quest’opera che è sua! Ma l’opera di un bravissimo medico chirurgo ateo, non ha alcun valore difronte al poco o niente ( il bicchier d’acqua) che magari potrà dare un fratello in Cristo ad un altro fratello! Se Gesù comanda : “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura e chiunque avrà creduto sarà stato battezzato e sarà salvato” (Marco 16:15-16), un cristiano credente deve annunciare questo, vivendo ovviamente il Vangelo! Sappiamo poi che nonostante molti avessero ascoltato e visto con i loro occhi Gesù stesso e i miracoli che faceva, non hanno creduto affatto in Lui! E di sicuro c’era anche molta “buona” gente secondo il mondo, ma non certo agli occhi di Dio! Ravvediti non seguire gli uomini o farti trarre in inganno dalle loro opere buone, credi e segui Gesù, così comincerai a fare la volontà di Dio!
    Pace Giacinto.

  4. Richard says:

    Qui l’inferno lo meritano i superbi come te e non gli atei,di cui alcuni sono molto meglio di tanti pseudo-credenti come te che vorrebbe morti tutti gli atei;già questo tuo pensiero non è espressione di discepolo di Cristo che dovrebbe,piuttosto,premiare la bontà dell’individuo nelle sue opere di bene(sono queste che rappresentano la fede in Dio e non il battersi le mani sul petto per poi colpire il prossimo o il pregare e poi condannare gli atei alla pena eterna). Infine un ateo che colpa ne ha se non crede?Dio non è un dittatore al quale devi credere per forza sennò muori(questo è il tuo pensiero e di tanti altri),sennò sarebbe peggio di Hitler e di tanti altri fautori di genocidi. Dio è il bene,Dio esiste nel bene che compiamo e non nella preghiera per poi giudicare gli atei come se fossero il male assoluto. Dite che la Bibbia vada sempre interpretata?Bene,cominciate ad interpretarla anche per ciò che non vi conviene.

    • giacintobutindaro says:

      Il mio desiderio e la mia preghiera è che anche voi atei siate salvati, Richard. Nessuno odio nei vostri confronti da parte mia. Chi vi odia è Francesco, che vi illude con le sue menzogne trascinandovi all’inferno assieme a lui. Ma io vi annuncio la verità che è in Cristo Gesù. Ravvedetevi dunque e credete nel Vangelo di Cristo, e otterrete la remissione dei peccati e la vita eterna.

    • Massimo says:

      Richard, se sei veramente convinto di quanto hai scritto, sappi che stai annullando il sacrificio compiuto da Gesù, il Cristo di Dio sulla croce! Il tuo dire annulla le verità della Parola di Dio! Ti fai così nemico della Croce!
      Sappi altresì che non è la fede in Dio che salva, altrimenti sarebbe bastato il vecchio testamento. Ma con la venuta di Gesù è venuto anche lo Spirito Santo che Gesù stesso da’ ai suoi e che li guida in ogni verità! Gesù è stato costituito da Dio giudice dei vivi e dei morti (Atti 10:42). RAVVEDITI finchè siamo ancora in un tempo di Grazia, perchè il Giudice è alla porta (Giacomo 5:9).
      Se tu confidi negli uomini, quindi anche nel papa e la dottrina cattolica che ha moltissimi insegnamenti contrari alla Parola di Dio; sei sotto la maledizione di Dio! E’ scritto infatti : “Maledetto l’uomo che confida nell’uomo” (Geremia 17:5). E’ altresì scritto nel Vangelo di Gesù Cristo : “CHI CREDE NEL FIGLIO HA VITA ETERNA, CHI INVECE RIFIUTA DI CREDERE AL FIGLIO NON VEDRA’ LA VITA, MA L’IRA DI DIO RIMANE SU DI LUI” (Giovanni 3:36).
      Richard, come puoi pretendere di essere amato da Dio e dove vorresti andare se odi su Figlio e di riflesso Dio stesso? E’ scritto infatti : ” Chiunque nega il Figlio, non ha neppure il Padre; chi riconosce pubblicamente il Figlio ha anche il Padre” 1° Giovanni 2:23. Non t’ illudere Richard!
      E’ scritto che ” Dio ha tanto amato il mondo che ha mandato il suo unico Figliolo affinchè chiunque crede in Lui non perisca ma abbia vita eterna” (Giovanni 3:16). Attenzione pertanto che non basta assolutamente credere in Dio, no..no! La fede del cristiano è fondata appunto su Cristo Gesù, l’Agnello di Dio che è stato immolato per riscattare tutti coloro che credono in Lui, e non diversamente!
      Se tu giudichi Giacinto un superbo perchè afferma integralmente delle verità bibliche, allora sappi che lo sono tutti a cominciare dal Capo che è appunto Gesù Cristo, e quindi i suoi apostoli e tutti coloro che nel Vangelo hanno testimoniato anche con la morte la loro fede in Cristo Gesù e tutti coloro che guidati dallo Spirito Santo ancor oggi predicano il Vangelo della Grazia!
      Ma ti rendi conto che Bergoglio, nella sua apparente semplicità, pur presentandosi come angelo di luce, sta invece proclamando un’altro vangelo, sì quello dell’ANTICRISTO? Ravvediti e prendi sul serio la Bibbia che è la Parola di Dio, altrochè interpretazioni e convenienze! Comincia a camminare come insegna il Maestro, Gesù e non come insegnano invece altri falsi maestri, e vedrai come il nemico, Satana, si scaglierà contro di te! Così come stai facendo tu con chi ti parla di Gesù che è Via, Verità e Vita! Hai bisogno di vedere, di vista spirituale, perchè sei cieco, e solo Gesù potrà aprirti gli occhi…altrochè! C’è solo amore in queste parole Richard, come in quelle di Giacinto, ma chissà che strano concetto avrai tu dell’Amore? Sto parlando del vero, quello che viene solo da Gesù!

      • Filippo says:

        Una domanda.
        Parto dicendo che non sono un esperto di religione, sono battezzato e ho fatto sia la comunione che la cresima. Non sono neanche mai stato praticante e se proprio devo dirla tutta mi sono fino a quest’ultimo periodo considerato agnostico. Ovvero non mi sbilanciavo né sul credere fermamente né sul non credere. Ho sempre vissuto la mia vita comportandomi da brava persona e rispettando (alla larga) i precetti cattolici fondamentali. Nell’ultimo periodo però mi sembra di aver ricevuto dei segni, e lo dico a bassa voce, che mi hanno portato a guardare alla religione con più attenzione. La mia domanda è rivolta in particolare a Massimo, tu dici che per chi non ha fede c’è l’inferno, per chi non crede in Gesù vorrei chiedere: considerando che l’Islam riprende dal cristianesimo e che porta più o meno gli stessi ammonimenti nei confronti di coloro che non credono nella veridicità delle parole di Maometto come fai a essere sicuro che la stessa fine non spetti a te. Come fai a sapere che chi non crede in Gesù Cristo andrà all’inferno ma che allo stesso tempo la stessa fine non aspetti anche chi non abbraccia l’Islam?

        Qui sotto riporto degli esempi tratti dal Corano:

        (Corano, 5:72)

        (Corano, 5:73-75)

        • Marco says:

          Caro Filippo, Massimo certamente ti risponderà ma permettimi di fare solo una puntualizzazione sulla tua domanda che è da apprezzare perchè si vede che sei sincero nella tua ricerca di Dio.
          Voglio puntualizzare questo: non è che Massimo, Butindario, io o chiunque altro “dica” che si va all’Inferno se non si crede in Gesù…
          Lo DICE Gesù stesso in persona, attraverso le Scritture, cioè la Bibbia. Lo dice Dio!

          Quanto poi ad “essere brave persone” e ai “precetti religiosi”… si può dire che tutto è relativo quando c’è di mezzo l’uomo.
          Quello che conta è ciò che dice Dio, il quale afferma che TUTTI gli uomini sono peccatori e che da dentro di noi non esce nulla di bene ma solo male e solo da Dio viene il bene!
          Avere la sensazione di non peccare e di essere a posto davanti a Dio è… appunto… un’illusione!!!!
          In realtà bisogna crede a Gesù Cristo che ha dato la Sua vita anche per i tuoi peccati, nonostante tu non li veda.

          Devi pregare Dio di mostrarteli in modo da poterti anche pentire e credere in Lui.
          Che Dio ti conceda questo!

        • Massimo says:

          @ Filippo, hai un nome importante, evangelico…lo sapevi?
          Marco ti ha già risposto : è la Parola di Dio, ovvero il Verbo incarnato che è sempre Gesù il Cristo di Dio a farcelo sapere in più parti! Magari potrei indicartene uno intanto, leggi in Marco 16:15-20.
          Filippo, non credo che i “segni” di cui parli tu, abbiano caratteristiche spirituali come quelli di cui ai versetti ora citati. Personalmente, posso dirti che anch’io sono stato un cattolico altalenante! Da giovanissimo molto caldo, poi mi sono raffreddato e poi ancora mi sono riappassionato alla religione cattolica! Attenzione però, per “religione” intendo tutto quell’insieme di dottrine, tradizioni, cerimoniali e credenze dal contenuto religioso cattolico che mi era stato inculcato fin da bambino. Le stesse che poi ho volontariamente ripreso in età adulta, perchè avvertivo un vuoto spirituale, intimo, profondo dentro di me, proprio come te! In un periodo buio della mia vita, mi si riaccese un forte desiderio di ricerca interiore! Non volevo più essere un tiepido per le cose di Dio! Proprio com’è scritto in Apocalisse 3:14-22! Mi rivolsi anche alle statue, ci parlavo accoratamente nella speranza che mi rispondessero, mi sono dato ai pellegrinaggi, al rosario intero, sono diventato molto mariano e assiduo nel frequentare la chiesa cattolica! Un giorno finalmente il Signore, probabilmente stancatosi non della mia buona volontà ma della mia esagerata ignoranza, per la mancanza di conoscenza della sua Parola, avendo pietà di me, mi ha fatto incontrare una persona, come avvenne al ministro etiope con Filippo (Atti 8:26-40) la quale ha cominciato a parlarmi della sola Parola di Dio e a farmi riflettere su tutte le verità in essa contenute e che io fino a quel giorno avevo ben poco considerato! Il motivo era che mi ero ciecamente fidato degli uomini, a cominciare dal papa, i vescovi e sacerdoti vari che avevo conosciuti sino allora, considerandoli erroneamente molto più autorevoli di quella Parola!
          Mi sbagliavo di grosso! Presi pertanto una decisione seria : misi da parte tutte gli insegnamenti, le dottrine ecc. religiose che mi erano state inculcate sino ad allora, col fermo proposito, al fine di non cadere nel vortice delle religioni che stordiscono (oppio) l’umanità intera, di affidarmi completamente alla “SOLA PAROLA Di DIO” . Ho chiuso letteralmente col confidare negli uomini e nelle loro dottrine! Vorrei raccontarti molto altro… anche sulle lotte spirituali che poi ho dovuto sostenere, la perdita di care amicizie ecc… Ho messo una volta per tutte al centro della mia vita, Gesù! Ho creduto in Lui e la sua Parola mi ha cambiato la mente ed il cuore! Ora non mi interessa nient’altro! Tu dici del Corano? Sì, un tempo ho letto qualcosa, ma il mio spirito mi ha fatto comprendere fin da subito che non è cosa per me! Non ho alcun interesse per Maometto, per le visioni e le rivelazioni che pare abbia avuto, credimi! Io ho creduto nel Cristo di Dio e Lui è tutto per me! La sua Parola è come scritto, una lampada al mio piede. So per la sua Parola, che se persevererò fino alla fine dei miei giorni nella sola FEDE in Lui, che è il mio personale Salvatore e Signore, lo incontrerò e vivrò con Lui nel regno di Dio Padre unitamente a tutti coloro che hanno creduto nel suo nome (Atti 4:12).
          Pertanto Filippo, sappi che la Bibbia, ovvero la Parola di Dio è tenuta in gran considerazione da tutti gli uomini sulla terra! Che Gesù il Cristo di Dio, è venuto in carne sulla terra ha dato la sua vita per tutti ma la salvezza è per chiunque crede in Lui. Egli è il Risorto, il primogenito dei morti e se hai vera fede in Lui e nella sua Parola anche tu avrai parte con Lui nel suo regno, altrimenti non ti resta che un tremendo giudizio di condanna, quella che spetta del resto a tutti gli increduli che hanno disprezzato una così grande salvezza!
          Filippo, io credo in Gesù Cristo e nella sua Parola, mentre tutto il resto è spazzatura per me! Un saluto. Pace a Giacinto, Marco e ai santi tutti!

        • fabio says:

          Pace,
          Filippo, se posso permettermi anche io di dire un pensiero,un esortazione, vorrei solo fare memoria di una frase che mi ricorda la mia grande ignoranza e stoltezza perché negli anni in cui ho frequentato la chiesa cattolica questa Parola che era stata e continua ad essere manipolata dagli uomini secondo i loro propositi e non quelli di Dio, mi ha condizionato il pensiero, la vita.
          si legge in Matteo 16,13-18 Essendo giunto Gesù nella regione di Cesarèa di Filippo, chiese ai suoi discepoli: «La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti». Disse loro: «Voi chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «TU SEI IL CRISTO, IL FIGLIO DEL DIO VIVENTE». E Gesù: «Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli. E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa PIETRA edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa.

          gli uomini contemporanei usano questa Parola per far intendere alle persone che la chiesa cattolica sia la vera chiesa ma la Parola di Gesù ha bensì un altro significato perchè la Pietra sulla quale edificare, costruire , non è Pietro ma E’ SEMPRE LUI GESU’ IL FIGLIO DI DIO come si legge in Marco 12,10 Non avete forse letto questa Scrittura: La pietra che i costruttori hanno scartata è diventata testata d’angolo;

          è diventata quindi la PIETRA PIU’ IMPORTANTE e non è ciò che pensano gli altri a farti avere la CERTEZZA DI QUESTO («La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?») ma solo DIO IL PADRE te lo può rivelare per Grazia (né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli)

          adesso Filippo ci rimane solo una cosa da fare da edificare su delle fondamenta solide (GESU’ CRISTO E’ IL FIGLIO DI DIO) e come Gesù ci ha promesso questo si legge in Luca 6:47-48 Chi viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, vi mostrerò a chi è simile: è simile a un uomo che, costruendo una casa, ha scavato molto profondo e ha posto le fondamenta sopra la roccia. Venuta la piena, il fiume irruppe contro quella casa, ma non riuscì a smuoverla perché era costruita bene.

          Gesù ci dice anche a chi è simile chi non lo ascolta: Luca 6:49-50

          Chi invece ascolta e non mette in pratica, è simile a un uomo che ha costruito una casa sulla terra, senza fondamenta. Il fiume la investì e subito crollò; e la rovina di quella casa fu grande».

          come è già stato detto che ne carne ne sangue ci rivelino questa VERITA’ ma solo il PADRE DIO e che solo per Sua Volontà ti dia CERTEZZA CHE GESU’ E’ IL SUO FIGLIO UNIGENITO.

          Pace a tutti

  5. Romualdo says:

    Formulo un quesito, gli uomini che sono nati dopo Cristo ma non sono stati raggiunti dalla evangelizzazione (es. gli aborigeni australiani) e si sono comunque comportati facendo il bene, saranno dannati?
    Attendo un cortese parere da chi afferma che “solo” in Cristo ci si puó salvare e non vivendo facendo il bene
    Grazie

  6. fabio says:

    Pace Romualdo
    La Bibbia afferma quanto segue in Giovanni 3,18 Chi crede in Lui (in Gesù ) non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.

    Credo Romualdo che il quesito che ti sei posto tutti ce lo siamo domandati ma la Bibbia parla per chi ha la mente di Cristo con chiarezza,non lascia spazio ad alcun dubbio e ti inviterei a leggere attentamente questi due versetti che forse ti potranno essere di aiuto ala domanda che hai posto
    In Marco 13:10 si legge Ma prima è necessario che il vangelo sia proclamato a tutte le genti e ciò che si legge in Marco 13:20 Se il Signore non abbreviasse quei giorni, nessun uomo si salverebbe. Ma a motivo degli eletti che si è scelto ha abbreviato quei giorni.

    Anche se tanti parlano della fine come imminente ciò non sarà senza che il Vangelo, senza che il Nome di Gesù sia proclamato ad ogni creatura per la Gloria di Dio il Padre ,il Figlio e dello Spirito Santo

    Che Dio nel Nome di Gesù ti dia vista spirituale,Pace

  7. Massimo says:

    In questo caso specifico proposto da Romualdo, credo sia giusto esaminare anche le parole dell’ apostolo Paolo : “E come crederanno in colui del quale non hanno sentito parlare? E come potranno sentirne parlare, se non c’è chi lo annunzi?…..Così la fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla Parola di Cristo” (Romani 10:14-17).

    E ancora :” Infatti quando degli stranieri, che non hanno legge, sono legge a sè stessi; essi dimostrano che quanto la legge comanda è scritto nei loro cuori, perchè la loro coscienza ne rende testimonianza e i loro pensieri si accusano o anche si scusano a vicenda. Tutto ciò si vedrà nel giorno in cui Dio giudicherà i segreti degli uomini per mezzo di Gesù Cristo, secondo il mio vangelo” (Romani 2:12-16).
    Si noti bene queste parole : ” si accusano e si scusano…coscienza…quanto la legge comanda è scritto nei cuori”.

    Pertanto coloro che non sono mai stati raggiunti dal Vangelo della Grazia, non hanno mai sentito parlare della Legge di libertà in Cristo Gesù e muoiono come del resto sono morti tantissimi altri nei secoli precedenti senza avere mai udito il messaggio della salvezza in Cristo Gesù, è giusto considerarli alla luce di questa Parola di Dio!

    Ma so bene che non tutti concordano su questo!

    • giacintobutindaro says:

      Bisogna considerare quello che Paolo dice ai santi di Roma quando afferma che “tutti coloro che hanno peccato senza legge, periranno pure senza legge” (Romani 2:12). Fare molta attenzione che si parla di persone che hanno peccato senza legge e che PERIRANNO pure senza legge. Quindi è chiaro che per loro c’è la perdizione. Questo lo dico per coloro che sostengono ci saranno uomini mai raggiunti dal vangelo che si salveranno per loro opere buone o come dicono loro secondo coscienza (il massone Billy Graham è questo che insegna praticamente). Se fosse così come dicono costoro non avrebbe senso il comando dato da Gesù ai suoi discepoli di andare per tutto il mondo e predicare il Vangelo ad ogni creatura (Marco 16:15), come non avrebbe senso parlare del proponimento dell’elezione di Dio, perchè se crediamo che quelli che Dio ha eletto a salvezza fin dal principio verrà il giorno che crederanno, è evidente che Dio gli farà arrivare in qualche modo il messaggio del Vangelo perchè ha decreato di salvarli. Si prenda ad esempio l’eunuco che stava tornandosene nella sua patria …. Dio gli mandò l’evangelista Filippo.

      • Massimo says:

        Ben è scritto : ” La messe è grande, ma pochi sono gli operai. Pregate dunque il Signore della mèsse che mandi degli operai nella sua mèsse” (Matteo 9:37-38).
        E correggimi Giacinto se sbaglio, secondo poi quanto profetizzato in Gioele 2:28-32 e nonostante i cattivi operai…i falsi Cristi e falsi profeti che sono sorti e sorgeranno ancora… ecc…ecc……”questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo, affinchè ne sia resa testimonianza a tutte le genti; allora verrà la fine” (Matteo 24:14). Pace.

        • giacintobutindaro says:

          Chiaro, il vangelo sarà predicato a tutte le genti … così è scritto.

        • fabio says:

          pace Massimo,
          in Giovanni 4,37-38 si legge Poiché in questo è vero il detto: “L’uno semina e l’altro miete”. Io vi ho mandati a mietere là dove voi non avete lavorato; altri hanno faticato, e voi siete subentrati nella loro fatica».

          certo oggi vi è bisogno di operai che non abbiano paura di tirarsi su le maniche e chinarsi a raccogliere ciò che altri con fatica hanno seminato il seme della PAROLA DI DIO, solo che oggi tanti che si fanno chiamare cristiani esibiscono i loro titoli le loro lauree li vedi camminare tre metri sopra le altre persone dimenticandosi di ciò che si legge in Giovanni 13,4-5
          si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui si era cinto.

          anche ai tempi di paolo c’era chi predicava con spirito di rivalità ma trovo consolazione ed edificazione in ciò che è scritto in Filippesi 1:18-21 Ma questo che importa? Purché in ogni maniera, per ipocrisia o per sincerità, CRISTO VENGA ANNUNZIATO, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene. So infatti che tutto questo servirà alla mia salvezza, grazie alla vostra preghiera e all’aiuto dello Spirito di Gesù Cristo, secondo la mia ardente attesa e speranza che in nulla rimarrò confuso; anzi nella piena fiducia che, come sempre, anche ora CRISTO SARA’ GLORIFICATO nel mio corpo, sia che io viva sia che io muoia. Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno.

          con ciò non voglio dire che davanti alla menzogna e all’ipocrisia bisogna tacere anzi c’è da alzare la voce in favore della VERITA’e quindi DI GESU’.

          Pace

          • Massimo says:

            Amen Fabio. In merito poi ai titolati, ai laureati che camminano tre metri sopra gli altri, come hai scritto tu, leggiamo : “Io ho piantato, Apollo ha annaffiato, ma Dio ha fatto crescere; quindi colui che pianta e colui che annaffia non sono nulla; Dio fa crescere.” (1° Corinzi 3:6-7).
            E altresì : “Così anche voi, quando avrete fatto tutto ciò che vi è comandato, dite : “Noi siamo servi inutili; abbiamo fatto quello che eravamo in obbligo di fare” (Luca 17:10). Il grande guaio è che molti di questi non fanno affatto quanto comanda loro la Parola di Dio, quindi sono doppiamente inutili! Pace.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *