Melito di Porto Salvo, la Guardia di Finanza scopre nell’area grecanica una casa di riposo abusiva

guardia_di_finanza

Riprendo questa notizia pubblica perchè ci riguarda come Cristiani. Infatti all’entrata di questa ‘casa di riposo’ sita a Melito di Porto Salvo potete leggere ‘Laboratorio Cristiano’ ONLUS (sec. 21) e all’interno sul muro la scritta ‘Dio è amore’ (min. 1.32). Sicuramente i fratelli di quella zona riconosceranno la struttura che si vede nel video. Noi comunque sappiamo da chi è gestita questa casa di riposo e aspettiamo gli esiti delle indagini in corso. State comunque attenti fratelli a dove portate eventualmente i vostri genitori o parenti anziani.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

—————————-

Melito di Porto Salvo (reggio Calabria) 2 maggio 2013 – I militari della Guardia di Finanza di Melito di Porto Salvo hanno individuato nelle campagne della cittadina grecanica un immobile rurale di due piani, da poco ristrutturato, dove veniva gestita un’abusiva casa di riposo per anziani.

Nell’edificio, ove operava una Onlus, erano ospitate 10 persone, tra le quali soggetti non deambulanti ed affetti da demenza senile. Non risultano episodi di violenza ai danni dei pazienti ma nella struttura, priva di ogni tipo di autorizzazione e requisito amministrativo-sanitario per essere adibita a casa di riposo, gli anziani venivano accuditi da personale non qualificato.

Le Fiamme gialle, all’interno di un locale-infermeria, hanno rinvenuto i farmaci che venivano somministrati. Tra questi vi erano diverse confezioni scadute. All’atto dell’accesso è stato richiesto l’intervento di medici dell’Azienda Sanitaria Provinciale.

Il rappresentante della Onlus è stato denunciato alla competente A.G. per aver gestito una casa di riposo per anziani non autosufficienti priva delle prescritte autorizzazioni e per aver consentito l’esercizio abusivo della professione infermieristica.

Dalle prime indagini è emerso che la retta per ciascun anziano ammontava a circa 1000 Euro mensili.

Sono in corso ulteriori accertamenti volti ad appurare eventuali altre responsabilità.

L’immobile è stato sequestrato e gli anziani affidati alle cure dei propri familiari.

Fonte: http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Stampa/Ultime_Notizie/Anno_2013/Maggio_2013/info216129989.html

This entry was posted in Comportamenti disordinati, Cose strane and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *