Perdenti e vincenti

L’apostolo Paolo dice: “Se è possibile, per quanto dipende da voi, vivete in pace con tutti gli uomini. Non fate le vostre vendette, cari miei, ma cedete il posto all’ira di Dio; poiché sta scritto: A me la vendetta; io darò la retribuzione, dice il Signore. Anzi, se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; poiché, facendo così, tu raunerai dei carboni accesi sul suo capo. Non esser vinto dal male, ma vinci il male col bene” (Romani 12:18-21).
Esistono dunque coloro che vendicandosi dei torti subiti si fanno vincere dal male perchè rendono male per male ai loro avversari e questi perciò sono i perdenti. I vincenti invece sono quelli che non si vendicano dei loro avversari ma lasciano che sia Dio a vendicarli e quindi lasciano il posto all’ira di Dio, e nel caso i loro avversari abbiano bisogno di essere aiutati lo fanno volentieri. I vincenti soffrono in silenzio, sopportano con pazienza i torti subiti, raccomandano la loro anima a Dio facendo il bene, sapendo che Dio è giusto e fa giustizia ad ognuno.
Studiamoci di essere annoverati tra i vincenti.

Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni, Meditazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.