Non risparmiare la correzione al fanciullo

cinghia

La Parola di Dio comanda ai genitori di allevare i propri figli in disciplina e in ammonizione del Signore (Efesini 6:4), e per fare questo è necessario in certe circostanze usare la verga, secondo che è scritto: “La follia è legata al cuore del fanciullo, ma la verga della correzione l’allontanerà da lui” (Proverbi 22:15).

L’uso della verga contro i propri figli è quindi una manifestazione di amore verso di essi, il suo non uso invece una manifestazione di odio, perchè è scritto: “Chi risparmia la verga odia il suo figliuolo, ma chi l’ama, lo corregge per tempo” (Proverbi 13:24).

Dunque? “Non risparmiare la correzione al fanciullo; se lo batti con la verga, non ne morrà; lo batterai con la verga, ma libererai l’anima sua dal soggiorno de’ morti” (Proverbi 23:13-14).

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Non risparmiare la correzione al fanciullo

  1. vera poloni scrive:

    Pace.
    Concordo pienamente. In quanto insegnante di scuola media noto subito quei ragazzi che vengono educati correttamente dai propri genitori.
    Un’esperienza personale. Una persona, che poi è una mia collega, che ha un figlio di cui sono stata insegnante , mi ha tolto l’amicizia perché con gli altri colleghi abbiamo preso dei provvedimenti disciplinari nei confronti del ragazzo.
    Lei si ritiene molto credente, ma questo ragazzo fa il bello e cattivo tempo a casa e a scuola perché lei asseconda tutti i suoi capricci.
    Sta già versando molte lacrime per un altro figlio che ha educato allo stesso modo e succederà anche per questo se continua a mostrarsi una madre debole.
    Purtroppo non ha voluto ascoltare i miei consigli, per lei troppo duri, e sono convinta che a suo tempo se ne pentira’.
    Dio ci benedica
    Vera Poloni

  2. Andrea scrive:

    Cara Vera,
    proprio perchè sei insegnante dovresti avere imparato che non sono le butte che fanno l’educazione. Le botte fanno solo paura ma non educano. Si educa spiegando ai bambini e ai ragazzi il perchè alcune cose si fanno e altre no ma soprattutto con la coerenza dei comportamenti.
    Quando si arriva alle botte bisogna chiedere dove il percorso educativo impostato ha fallito perchè picchiare i propri figli per essere rispettati è proprio sintomo che qualcosa non ha funzionato.
    Mi spiace ma non c’è Bibbia che tenga.

    • giacintobutindaro scrive:

      Andrea, ascolta la Bibbia è la Parola di Dio, e quello che dice va dunque accettato. Certamente i figli vanno educati dai genitori con spiegazioni, ed anche dando il buon esempio, ma è cosa certa che l’educazione gliela si insegna anche tramite la verga. La Bibbia ha sempre ragione, sappilo perchè è la parola del Creatore. Sia Dio riconosciuto verace, ma ogni uomo bugiardo.

  3. vera poloni scrive:

    Pace Andrea.
    Io non stavo parlando di botte.A parte che come educatrice non potrei mai mettere le mani sui figli degli altri
    La sospensione del ragazzo è avvenuta dopo che i discorsi erano falliti
    Ma lo sai che ci sono alcuni alunni che mettono le mani addosso agli insegnanti? Ognuno può educare i propri figli come ritiene più opportuno ma ti dico che io che ho preso qualche schiaffetto quando lo meritavo ho rispetto dei miei genitori, quel ragazzo a cui vengono fatte passare tutte lisce inveisce contro la madre, dice bugie, si comporta male ed è per lei fonte di grande preoccupazione.

  4. vera poloni scrive:

    Pace.
    Caro Andrea dimenticavo di dirti che questa mamma pure lei insegnante, sospende ed è severa con i figli degli altri. Suo figlio lo sa molto bene e sicuramente la non coerenza di questa donna è alla base di tutto. Dio ti benedica
    Vera Poloni

  5. Andrea scrive:

    Allora, sospendere è un’azione disciplinare che prevede che ci sia qualcuno a casa che rimprovera ulteriormente l’alunno.
    Io mai preso uno schiaffo eppure ho rispetto dei miei genitori, come mai? La Bibbia è stata scritta quando i bambini venivano considerati adulti presto e si sposavano ad un’età alla quale ora si urla alla pedofilia. Come si può prendere per legge tutto ciò?
    So benissimo che alcuni alunni alzano le mani agli insegnanti, dobbiamo fare lo stesso? “Occhio per occhio dente per dente”? Gli mostriamo chi è più forte? O magari si cerca di creare un gruppo di educatori (nel senso più ampio del termine) che “raddrizzi” il ragazzo?
    Non dico NO alle punizioni ma lo dico alle punizioni corporali e vorrei che Giacinto prendesse le distanze dal “utilizzare la VERGA” in quanto so che molti lo seguono e credo che anche a lui non faccia piacere che qualcuno prenda a bastonate i propri figli.

    • giacintobutindaro scrive:

      Andrea, termino dicendoti una cosa: io da piccolo ho preso delle ‘cinghiate’ da mio papà, e ora ringrazio Dio per esse perchè riconosco che esse hanno contribuito in maniera fondamentale a tenermi lontano da certe compagnie e da certi peccati. Esorto quindi i genitori a fare lo stesso con i propri figli, perchè essi ne avranno del bene, come dice la Scrittura.

  6. vera poloni scrive:

    Pace Andrea anch’io termino dicendoti due cose:
    1 la sospensione dovrebbe far riflettere il ragazzo e la famiglia se sono persone coerenti: ci sono stati alunni che sono migliorati dopo la sospensione e famiglie che ci hanno ringraziato
    2 per quanto riguarda i consigli sul team di educatori ti ringrazio ma ti prego di non esprimere facili giudizi ( ad esempio occhio per occhio….). Solo il Signore sa quanto amore
    e quanti sforzi tanti docenti fanno per svolgere questa delicata missione di educatori. E io ringrazio Dio perché essendo credente mi ha dato e mi da la forza di andare avanti, mi dà pazienza e autocontrollo.
    Dio ti benedica
    Vera Poloni

  7. Very scrive:

    Io non sono mai stata picchiata…sono stata educata…sono educata e non ho mai avuto problemi con nessuno…le cattive compagnie nn sono mai state di mio interesse nonostante le occasioni capitate..che dire..un po va da persona a persona dai…verso mia madre nonostane nn mi abbia mai picchiato ancora oggi che ho 40 anni sto molto attenta a come mi rivolgo a lei e la rispetto. ..come me molte altre persone la pensano così. ..nn so …statistiche…bo io ho 2 figli. ..sculacciati si ..per ora mi rispettano e mi dicono la verità poi si vedRa in futuro…speriamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.