Alleanze proibite

alleanze-proibite

Dio aveva detto ad Israele nella legge: “Io manderò davanti a te il mio terrore, e metterò in rotta ogni popolo presso il quale arriverai, e farò voltar le spalle dinanzi a te a tutti i tuoi nemici. E manderò davanti a te i calabroni, che scacceranno gli Hivvei, i Cananei e gli Hittei dal tuo cospetto. Non li scaccerò dal tuo cospetto in un anno, affinché il paese non diventi un deserto, e le bestie de’ campi non si moltiplichino contro di te. Li scaccerò dal tuo cospetto a poco a poco, finché tu cresca di numero e possa prender possesso del paese. E fisserò i tuoi confini dal mar Rosso al mar de’ Filistei, e dal deserto sino al fiume; poiché io vi darò nelle mani gli abitanti del paese; e tu li scaccerai d’innanzi a te. Non farai alleanza di sorta con loro, né coi loro dèi” (Esodo 23:27-32).
E Israele invece violò questo comandamento in quanto, una volta entrato nella terra promessa si alleò con gli stranieri, e per questo provocò Dio ad ira che abbandonò il Suo popolo, secondo che è scritto: “Poiché tu, o Eterno, hai abbandonato il tuo popolo, la casa di Giacobbe, perché son pieni di pratiche orientali, praticano le arti occulte come i Filistei, fanno alleanza coi figli degli stranieri” (Isaia 2:6). E’ grave dunque allearsi con i nemici di Dio.
Ma a quanto pare ciò non insegna proprio niente a tante Chiese che come se niente fosse si alleano con gli infedeli! Sembra incredibile, ma è la realtà. Molte Chiese pensano che il fine giustifica i mezzi, per cui ammettono le alleanze con gli infedeli che possono contribuire ad aiutare la Chiesa. Ora un’alleanza è un’associazione o un patto, anche non espresso o non esplicito, costituito da due o più parti per raggiungere un fine comune; e queste Chiese contraggono alleanze ora con uomini politici, ora con massoni, ora con prelati papisti, per loro vanno bene tutti! Alleanze che fanno sentire queste Chiese sicure e tranquille, perchè si sentono forti e protette. Ma queste alleanze sono la rovina delle Chiese, perchè provocano Dio ad ira e a gelosia e quindi mettono le Chiese contro Dio. E come potrebbe essere diversamente quando Dio ci ha comandato tramite l’apostolo Paolo: “Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre? E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele? E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo” (2 Corinzi 6: 14-16)? Ma a queste Chiese non importa proprio niente di quello che dice Dio, e dimostrano così di sprezzarLo. Invece di separarsi dagli infedeli si alleano con essi; invece che uscire dal loro mezzo, si vanno a mettere in mezzo a loro. Si comportano esattamente come gli Israeliti ribelli che “si mescolarono con le nazioni, e impararono le opere d’esse: e servirono ai loro idoli, i quali divennero per essi un laccio” (Salmo 106:35) e “si contaminarono con le loro opere, e si prostituirono coi loro atti” (Salmo 106:39). Ecco perchè queste Chiese non parlano e non si conducono come dovrebbero, perchè essendosi alleate con gli infedeli, devono piacere agli infedeli sia con le loro parole che con le loro opere. Il che significa dovere rigettare i comandamenti di Dio. Queste cose sono sotto gli occhi di tutti. Ma Dio è giusto e non tiene il colpevole per innocente, e quindi farà trovare a questi ribelli il salario della loro condotta ribelle e iniqua, come lo fece trovare agli Israeliti ribelli.

Fratelli, uscite dalle Chiese che in una maniera o nell’altra si sono alleate con lo Stato, con la Massoneria e il Vaticano, perchè sono nemiche di Dio, in quanto contrarre queste alleanze significa diventare nemici di Dio. Gesù non contrasse alcuna alleanza con Erode o con Ponzio Pilato o con gli scribi e i Farisei o con gli Zeloti (un gruppo politico-religioso giudaico apparso all’inizio del I secolo, partigiani accaniti dell’indipendenza politica del regno ebraico, che si ribellavano con le armi alla presenza romana in Palestina); ossia con gli infedeli. Se dunque il Figliuolo di Dio, che è il Capo della Chiesa, si è comportato così, anche la Chiesa deve tenere lo stesso comportamento. Se non segue le orme di Gesù, non cammina in maniera degna di Cristo e perciò fa biasimare la dottrina di Dio e bestemmiare il nome di Dio.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Confutazioni, Esortazioni, Illuminati, Massoneria and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *