La Chiesa Apostolica in Italia al tavolo interreligioso

La Chiesa Apostolica in Italia è una delle denominazioni pentecostali presenti sul territorio italiano, ed ha siglato anch’essa un’Intesa con lo Stato (nel 2012). Sul suo organo ufficiale ‘L’araldo apostolico’ (sett/ott 2013) leggiamo che anch’essa si è seduta al Tavolo interreligioso. Infatti si legge che lo scorso luglio la Chiesa Apostolica di Grossetto ha ospitato il Tavolo interreligioso al quale erano seduti anche due rappresentanti dei Baha’i. L’intento dei partecipanti – ci viene detto – ‘è quello di non imporre a nessuno un credo migliore di un un altro, ma lavorare per trovare elementi comuni ad ogni comunità sociale e religiosa e valorizzarli’. Nella pratica significa mettere da parte le cose che li dividono e concentrarsi sulle cose che li uniscono per cercare di risolvere assieme dei problemi sociali.

ecumenismo_grosseto1

ecumenismo_grosseto2

E’ evidente dunque che lo spirito massonico – che è uno spirito di menzogna, che si propone di creare ponti tra la Chiesa e le religioni mondiali – è all’opera anche nella Chiesa Apostolica, e non potrebbe essere altrimenti visto che anch’essa si è alleata con lo Stato italiano che porta avanti ideali e principi massonici e quindi chiunque fa un’intesa con esso deve portare avanti gli stessi ideali.

Fratelli che siete membri di questa denominazione, vi esorto a ritirarvi e separarvi da questa denominazione che ormai anch’essa è destinata ad andare di male in peggio, perchè anch’essa pian piano porterà i suoi membri ad entrare a far parte del nuovo ordine mondiale ossia della religione unica mondiale che i massoni e gli Illuminati stanno creando.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa Apostolica in Italia, Illuminati, Massoneria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a La Chiesa Apostolica in Italia al tavolo interreligioso

  1. Federico Milani scrive:

    Gentile Rev. Giacinto,
    Ancora una volta devo, garbatamente, esprimerLe il mio sincero dissenso; da cristiano (NON massone) ho promosso e coordinato nel periodo 2010-2012 un tavolo di dialogo interreligioso su incarico (totalmente gratuito) del Municipio Roma XVII, Le posso assicurare che mai, nemmeno una volta, il tavolo ha discusso e affrontato questioni prettamente religiose-spirituali ma, nel pieno rispetto delle diversità, si è proceduto ad affrontare solamente la questione della pacifica convivenza nella stessa città, il tutto esclusivamente dal punto di vista culturale e sociale. Ciò ha contribuito a far conoscere anche le realtà cristiane evangeliche a molti che non ne avevano mai sentito parlare di esse e, attraverso la collaborazione con il Dott. Luigi De Salvia dell’associazione “Religions for peace”, abbiamo contribuito a creare un clima favorevole che ha consentito, circa un anno e mezzo fa, di aprire le porte di molti ospedali di Roma all’assistenza spirituale da parte dei rappresentanti delle religioni di minoranza per i ricoverati NON cattolici che ne facciano richiesta, con sommo beneficio, in primis, delle realtà evangeliche della capitale. Alla luce di tutto ciò la invito a rivedere la sua posizione sui tavoli di dialogo interreligioso i quali, ribadisco, non hanno nessuna funzione unificante dal punto di vista teologico e spirituale, (e di alcuna altra natura), dei partecipanti.

    • giacintobutindaro scrive:

      Signor Federico Milani, noi riproviamo qualsiasi collaborazione con gli infedeli, e questo perchè la Parola di Dio ci comanda di non metterci con gli infedeli. Per quanto riguarda poi quello che lei chiama il rispetto per le diversità, noi lo riproviamo perchè noi condanniamo le dottrine diverse da quelle contenute nella Bibbia, in quanto sono menzogne generate dal diavolo. Questo però esclude da parte nostra ogni odio o disprezzo o violenza fisica verso gli infedeli, perchè noi siamo chiamati a non fare male alcuno al prossimo. Ma per quanto riguarda le idee contrarie alla Parola di Dio, non le rispettiamo ma le distruggiamo. Siamo consapevoli che questo nostro sentimento e comportamento suscita odio, disprezzo e condanna da parte degli infedeli, ma noi siamo la Chiesa di Dio colonna e base della verità e in quanto tale dobbiamo proclamare e difendere la verità che è in Cristo Gesù non curanti di quello che gli infedeli diranno o faranno contro di noi. Ci studiamo ovviamente di procacciare la pace con tutti, ma rifiutiamo qualsiasi unione con gli infedeli. Il tavolo interreligioso, come l’ecumenismo, porta avanti ideali e principi massonici. Noi lo rigettiamo. Cordiali saluti

  2. Salvatore scrive:

    Federico, la Chiesa Apostolica in Italia negli ultimi decenni si è completamente sviata dalla vera Visione Apostolica ( descrizione in Atti degli apostoli).
    Conosco bene, molto bene quali idee girano all’interno delle varie strutture della Chiesa Apostolica e, conosco bene tanti ipocriti, falsi ministri di Dio, amanti del denaro, e tante altre brutte cose, presenti e radicati come pilastri di cemento posizionati come per mantenere un edificio che ormai guarda solo all’apparenza.
    Stai parlando con un credente cristiano evangelico, cresciuto con l’insegnamento della dottrina apostolica, e non solo, ho combattuto più volte contro la falsità, e l’ipocrisia di molti che continuano a parlare di cose insensate.
    Raccontate pure di dialogare con altre istituzioni religiose e politiche con l’intenzione di ricavarne un qualcosa che va a favore della “struttura” evangelica, raccontate pure tante belle cose alle persone che, in buon fede, vi chiedo aiuto e ricevono in cambio bastonate, e, in tutto questo, il nostro Signore onnipotente, Dio, Padre della grazia un giorno giudicherà ogni opera malvagia compiuta su questa terra.

    Saluti.

  3. Ivan scrive:

    Purtroppo molti fanatici religiosi, come te Giacinto, ostacolano la crescita della chiesa di Dio (ADI, chiesa Apostolica etc…) gettando fango ovunque. Tu dici di separarci da queste chiese perché sono fuori dottrina, ma analizzando bene la situazione, l’unico fuori dottrina sei tu!
    Cari fratelli in Cristo, vi esorto a NON seguire per nessun motivo le parole del “fratello” Butindaro poiché sono solo menzogne!
    Chi ha orecchi da udire, oda

    • giacintobutindaro scrive:

      E già … sei arrivato pure tu … ed hai tirato fuori anche tu le cose malvage che hai dentro il tuo tesoro malvagio. Tu diresti le stesse cose pure all’apostolo Paolo. Ipocrita, cieco, e insensato, ravvediti e convertiti.

  4. Ivan scrive:

    D’accordo, Dio ti benedica grandemente e ti faccia ravvedere!

  5. Emanuele scrive:

    per il milani: non esiste lavorare per lo stato che ha persone preposte per queste robe socio-culturali! non esiste assolutamente fare queste cose! La cosa è molto grave! Bisogna dare a cesare quello che è di cesare e a Dio quello che è di Dio

  6. Emanuele scrive:

    VOLER ottenere l’autorizzazione statale per i pastori come i preti per visitare gli ospedali significa VOLER abbandonare la legge del Signore Gesù Cristo che ha istituito il sacerdozio universale per ogni credente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.