La Chiesa corrotta celebra il massone e terrorista Nelson Mandela

mandela-foto-blog

La Chiesa corrotta celebra il massone Nelson Mandela (1918-2013), che in quanto tale si atteneva ai principi massonici di libertà, uguaglianza e fratellanza. E difatti nel 1989 scrisse a Deborah Opitz: ‘Nessuno ha il diritto di prescrivere ad altri ciò che devono credere o non credere’.

Quindi Mandela andava palesemente contro Gesù Cristo che dà agli uomini questo ordine: “Ravvedetevi e credete all’evangelo” (Marco 1:15) tramite i suoi fedeli servitori, per cui essi hanno non solo il diritto ma anche il dovere di prescrivere agli uomini quello che devono credere, ossia il Vangelo. Ma per Mandela nessuno ha il diritto di ordinare agli altri quello che devono credere! Lo spirito che parlava tramite quell’uomo non era dunque lo Spirito della verità.

Ma c’è dell’altro, Nelson Mandela fu un terrorista che fece uccidere tante persone (http://fellowshipoftheminds.com/2013/12/07/nelson-mandela-black-racist-who-wanted-to-kill-all-whites/) ed era un membro importante del partito comunista, ed era a favore dell’aborto, dell’omosessualità e dei matrimoni omosessuali (http://fellowshipoftheminds.com/2013/12/07/mandela-was-pro-abortion-pro-gay-marriage-and-a-high-ranking-communist/).

Nel vedere e sentire quindi tanti che si dicono Cristiani esaltare questo uomo malvagio, mi vengono in mente le parole dell’Ecclesiaste: “vi son degli empi i quali son trattati come se avessero fatto l’opera de’ giusti” (Ecclesiaste 8:14).

Ravvedetevi e convertitevi, quindi, ipocriti, voi che celebrate questo uomo malvagio come se fosse stato un giusto.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

P.S. La foto a destra è un poster dell’unione degli studenti conservatori che dice: ‘Impiccate Mandela e tutti i terroristi dell’ANC. Sono dei macellai’ (http://www.giornalettismo.com/archives/1253991/quelli-che-mandela-terrorista/).

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Esortazioni, Illuminati, Massoneria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

75 risposte a La Chiesa corrotta celebra il massone e terrorista Nelson Mandela

  1. Stefano scrive:

    Bisognava allora accettare la segregazione razziale? E’ vero che in un periodo egli sostenne la lotta armata ed aveva assunto toni rivoluzionari ma il progetto era, indubbiamente, per condizioni di vita migliori e più eque. Mandela era un laico massone e le sue idee della libertà corrispondevano a quelle della massoneria. Lei che é così contro la massoneria quali idee ha in relazione alla giustizia sociale? Quante morti vi sono nelle “sacre scritture” perpetrate da un popolo che si riteneva eletto e attribuite alla volontà di Dio? Dobbiamo tornare alla teocrazia? Lei scrive: “Ma per Mandela nessuno ha il diritto di ordinare agli altri quello che devono credere”, questo, mi permetta, é un pensiero teocratico; in sostanza lei accetta che qualcuno “ordini” in cosa credere oppure no. E’ una sorta di restaurazione. Per secoli sovrani e papi hanno sostenuto che il loro potere derivasse da Dio….Anche Mosè (se é mai esistito e non é un mito) nella sua attività legislativa attribuiva le leggi al Signore. Questo é pericoloso per l’umanità e per la libertà e la storia ce lo insegna: ogni religione, in particolar modo quelle monoteiste -in quelle politeiste era conservata una sorta di pluralità delle concezioni- ha lasciato la sua scia di sangue dietro le spalle.

    • giacintobutindaro scrive:

      Stefano, noi siamo contro qualsiasi ingiustizia sociale, ma non è nostro compito come Cristiani metterci a fare lotte politiche e sociali o lotte armate per risolverle. Mandela, quale massone, intraprese queste lotte, anche ricorrendo alla lotta armata, il che è normale perchè la Massoneria ha spesso ricorso alla lotta armata per raggiungere i suoi obbiettivi. Per quanto riguarda la frase che ho contestato a Mandela, rispecchia il credo massonico. Noi la rigettiamo perchè noi Cristiani abbiamo il dovere di ordinare agli uomini di ravvedersi e credere al Vangelo. ‘Ordinare’ però nel senso di esortare o scongiurare con parole, e non nel senso di imporre con la forza, o di ricorrere alla minaccia fisica, cose queste che riproviamo. Il nostro esempio è Gesù Cristo, le cui orme furono seguite dagli apostoli. Spero che tu abbia capito.

      • Davide scrive:

        Perdonami ma senza lotte sociali o politiche cosa si ottiene? Il Papa stesso ha ripetuto più volte che i Cristiani DEVONO entrare e FARE politica.
        Cito Papa Francesco I: «Coinvolgere nella politica è un obbligo, per un cristiano. Noi cristiani non possiamo giocare da Pilato, lavarci le mani: non possiamo. Dobbiamo immischiarci nella politica, perché la politica è una delle forme più alte della carità, perché cerca il bene comune. E i laici cristiani devono lavorare in politica. Lei mi dirà: “Ma non è facile”. Ma neppure facile è diventare prete. Non ci sono cose facili nella vita: non è facile. “La politica è troppo sporca”, ma io mi domando. Perché è sporca? Perché i cristiani non si sono immischiati con lo spirito evangelico? È facile dire: “La colpa è di quello”, ma io, cosa faccio?

        Lavorare per il bene comune è un dovere di un cristiano! E tante volte la strada per lavorare è la politica. Ci sono altre strade (…) ma l’attività politica per il bene comune è una delle strade!»

        Papa Francesco risponde alla domanda di un professore sul ruolo dei cristiani in politica durante un incontro con gli studenti delle scuole gestite dai Gesuiti in Italia e Albania, 7 giugno 2013″

        • giacintobutindaro scrive:

          Davide noi siamo Cristiani, cioè seguaci di Cristo Gesù, e in quanto tali vogliamo seguire le orme di Gesù Cristo, che non fece alcuna lotta sociale e politica per cambiare la società. Quello che ha detto Francesco quindi lo rigettiamo perchè contrasta ciò che ha detto e fatto Gesù Cristo. Noi comunque preghiamo per le autorità, come ci ordina di fare la Parola.

      • Danilo scrive:

        Non capisco il tuo modo di ragionare.
        Gesù sulla croce perdona e promette il paradiso ad un assassino.
        Più volte sua nel vangelo che nella millenaria storia dei vari cristianesimi peccatori si sono convertiti.
        A me pare chiaro che quello che Mandela ha fatto da giovane egli stesso lo ha rigettato.
        Perché quindi giudicarlo sugli errori di cui si è pentito??

  2. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano,verra’ l’ora in cui chiunque vi ammazzera’ rendera’ un culto a DIO, sono parole durissime, tremende! la religione ha in se un seme di violenza, di aggressivita’ che attende soltanto il momento di esplodere e di manifestarsi. la teocrazia e’ una forma di dittatura instaurata da religiosi che non hanno la che ben minima relazione con DIO. UOMINI che si definiscono, sacerdoti , ma nel loro cuore c’e solo una radice di odio verso il popolo di DIO. chi e’ violento nel nome di DIO significa che non conosce, ne ha mai ricevuto in se l’amore suo, quindi il dio che costoro servono, e’ un dio assassino che non rispecchia affatto il nostro DIO colui che riprende e’ corregge tutti quelli che lui AMA! noi non facciamo parte di questi uomini corrotti quanta alla fede, siamo un popolo che non si mischia con le faccende di questo mondo, in quanto mi risulta inappropriato la definizione che dai di noi. LA CHIESA SETTARIA e’ dominata dal papa, come in tutte le altre denominazioni correnti di filosofie, non influenzeranno affatto il nostro credo, ne intacchera’ la nostra fede, per tutto il sangue che si e versato nei secoli, e per quanto possa avere lacerato e’ spaventato l’umanita’., non spaventera’ noi dal presentare la verita’ che e’ in CRISTO GESU,’ nostro Signore e’ SAVALTORE! ( Mose’ e’ esistito, come esisti tu!).

    • Stefano scrive:

      Allora aiutatemi a capire. Nell’Antico testamento, Dio genera la morte di esseri umani. Interi popoli votati allo sterminio, Cananei, Amaleciti ed altri….Il Levitico sancisce che alcuni peccati debbano essere puniti con la morte. Due dei figli di Aronne, per aver innalzato un altare in tempo non consentito sono stati bruciati da un fuoco divino. Il meccanismo é proprio quello di uno stato teocratico che, attribuendo a Dio l’ispirazione legislativa la esercita con il suo consenso. Spiegatemi, per conoscere, con Cristo é cambiata la legge antica? Se sì, perché allora considerare ancora sacro il Levitico? Sembra, in realtà, il solito meccanismo: io faccio una legge e poi dico che me l’ha dettata Dio per avere una dose di potere in più. Non sono così tutte le norme mosaiche che iniziano con la frase ‘e il Signore disse a Mosé….’ ?

      • giacintobutindaro scrive:

        Stefano la risposta al tuo quesito è in queste parole che Gesù rivolse ai Suoi discepoli: “Voi avete udito che fu detto: Ama il tuo prossimo e odia il tuo nemico. Ma io vi dico: Amate i vostri nemici e pregate per
        quelli che vi perseguitano, affinché siate figliuoli del Padre vostro che è nei cieli; poiché Egli fa levare il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Se infatti amate quelli che vi amano, che premio ne avete? Non fanno anche i pubblicani lo stesso? E se fate accoglienze soltanto ai vostri fratelli, che fate di singolare? Non fanno anche i pagani altrettanto? Voi dunque siate perfetti, com’è perfetto il Padre
        vostro celeste” (Matteo 5:43-48).

        • Stefano scrive:

          Avevo chiesto altre cose. Le mie domande erano precise. Non ho ottenuto risposta.

          • giacintobutindaro scrive:

            Stefano, per quanto riguarda quello che Dio comandò ad Israele di fare a quei popoli, cioè di sterminarli, rientrava nel suo piano, e quindi non abbiano nulla da obbiettare a quello che Dio ordinò ad Israele di fare. Ma con il caso di Mandela che c’entra tutto ciò? Io ho contestato ad una parte della Chiesa il fatto che celebra un uomo che si diceva Cristiano (faceva infatti parte di una Chiesa Metodista) e fece ammazzare delle persone. La cosa cambia totalmente quindi, perchè la legge di Cristo non ci comanda di uccidere i nostri nemici o comunque non ci autorizza ad uccidere nessuno.

  3. claudia scrive:

    Ma vorrei sapere una cosa,,,,gentilissimo Buttindaro e la verita’ che Mandela era un Massone?,,,, se si,,, veramente la cosa mi rattrista perche’ Credevo che fosse un Credente in CRISTO ma mi sbagliavo? Mi potrebbe rispondere? Grazie, saluti Claudia,,,

  4. Stefano scrive:

    Come gli Ebrei antichi uccidevano i Cananei, gli Amaleciti etc. etc. e poi sostenevano che era volontà di Dio anche Mandela potrebbe aver creduto di avere una giustificazione del genere a coprirgli le spalle. E’ tipicamente umano no? In realtà Dio non c’entra niente né con gli stermini né con Mandela. E’ tutta una grande menzogna secondo me. Non é però il caso di innervosirsi se chiedo se con Cristo le leggi antiche sono cambiate…era solo una domanda.

  5. Stefano scrive:

    “la legge di Cristo non ci comanda di uccidere i nostri nemici o comunque non ci autorizza ad uccidere nessuno”. Questo che mi dici é la risposta al mio quesito. Quindi con Cristo c’é un progresso rispetto alle leggi antiche. Dio anche si adegua alla storia. La massoneria non può essere menzognera; lo sarebbe se propugnasse una qualche verità.

  6. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano, come ho gia detto, la teocrazia e’ parte di una dittatura specifica che esplica in modo volontario la forza,contro i diritti dell’uomo libero. Nel v.t. DIO ha esercitato la sua volonta’,( non una volonta’ dettata da uomini) ha scritto delle leggi affinche’ il suo popolo l’osservasse, a Mose’ ordino di insegnare loro gli statuti e le leggi, per mostrare loro la via dove dovevano camminare e cio’ che dovevano fare. Esodo, 19,5,6 dice, or dunque se darete attentamente ascolto alla mia voce e osserverete il mio patto, sarete fra tutti i popoli il MIO TESORO PARTICOLARE, poiche’ ( fai attenzione alle parole ) tutta la terra e’ mia!!! E SARETE PER ME UN REGNO DI SACERDOTI E UNA NAZIONE SANTA!! perche’ ti scandalizzi? DIO fa cio’ che vuole, non e’ servito dalle mani degli uomini come se avesse bisogno di qualcosa( da ipocriti e insensati ) essendo che lui da fiato, ed ogni cosa. Tu vuoi farti un dio su misura, GESU’ non e’venuto per abolire la legge, ma per adempierlo, e non ha mai ordinato a nessuno di ammazzare, fai spazio dentro la tua testa per ricevere la VERITA’, ( CRISTO GESU’)perche’ solo cosi potrai essere certo di non essere mai piu’ ingannato!

  7. Stefano scrive:

    C’è un’abdicazione della razionalità in ciò che dici. Io non voglio farmi un Dio su misura ma credo altresì che gli Ebrei se lo siano fatto.

    • giacintobutindaro scrive:

      Stefano, purtroppo tu hai innalzato un altare alla ‘dea ragione’, e ti rifiuti così di credere nel Vangelo. Voi massoni adorate e servite l’iddio di questo secolo, ossia Satana, il quale ha accecato le vostre menti affinché la luce dell’evangelo della gloria di Cristo, che è l’immagine di Dio, non risplenda su di voi. Quindi quello che voi pensate vi porta la luce, non vi porta altro che tenebre fitte. Stefano, guarda che ti aspetta il tormento eterno, se non ti ravvedi e non credi nel Vangelo. Ti ho avvertito.

  8. Cristoforo scrive:

    Salve a tutti e pace a tutti i santi,Stefano con il permesso di Giacinto ti posto questi 2 link, http://camcris.altervista.org/perchedio.html
    http://camcris.altervista.org/caratteredio.html
    il primo ti spiega il perche’DIO fece distruggere dei popoli nel a.t.il secondo il carattere di DIO tra a.t e nt.
    spero che trovarai le risposte che cerchi sempre se le stai cercando con un cuore sincero e non con uno spirito di critica,ti ricordo che DIO si rivela a le persone umili e non hai superbi..pace.

  9. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano, abdicare e’ la definizione che dai te, fuggi la realta’ come tanti illusi, sogni un mondo di luce perche’ tutto attorno a te c’e’ tenebre, vorresti abdicare dalle scelte del tuo passato ma sei legato come tanti moribondi a questa leggenda metropolitana, chiamata massoneria, siete protervi seguaci del vostro insinuare. satana vi tiene legati da quel filo spinato che vi separa dalla realta’, regnando sovrano sulle vostre vite. ascolta! esci, ti hanno avvertito in tanti, e noi vogliamo essere netti del tuo sangue, quindi farai bene a prendere in considerazione le nostre parole ,non pensarci troppo a lungo!!!.

    • Stefano scrive:

      Fuggo la realta? Dai, Luciano. Non é così. Vedi, quando si parla di spirito, anima, angeli e quant’altro, si parla solo di creature immaginarie senza consistenza di realtà. Fugge la realtà, allora chi crede che esse ci siano proprio perché sono esseri non percepibili ai nostri sensi (ho fatto un esempio). Cristoforo, perché non dovrei adottare un metodo critico? E’ peccato usare la ragione? Io credo semplicemente che le guerre degli Israeliti siano state combattute da uomini che poi hanno attribuito il loro successo (o insuccesso)a Dio. Così é stato per tante guerre dell’antichità a partire da quella di Troia. Il senso del peccato che tanto vi preoccupa é una componente tipicamente ‘ebraica’ della religione. Il Buddismo ad esempio, non considera la salvezza come liberazione dal peccato bensì dal dolore. Sono concezioni filosofiche diverse e ogni religione, a mio avviso, é una filosofia. Potreste replicare che il cristianesimo é stato ‘rivelato’ e che? Apollo non parlava per mezzo di un oracolo? Vedete, alcune culture antiche hanno posto nella religione, più che il senso del peccato la ‘gioia di vivere’ e in questo modo glorificavano la vita e l’uomo. Sono state religioni che aumentavano il senso di ‘energia vitale’ (i grandi movimenti spirituali ellenistici). In massoneria vale il principio fondamentale del “gnothi seautòn” -conosci te stesso- iscritto nel frontone del tempio di Delfi e, sul sé stesso, é orientata parte della ritualistica massonica. Le leggende metropolitane sono tante, Luciano…..Io, personalmente, sono un razionalista.

  10. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano, la razionalita’ e’ un sostantivo che deve essere usato con parsimonia, appunto quando si vuole indicare la differenza che c’e’ tra l’uomo sedotto o l’uomo sobrio, tu non rispecchi affatto questa sostanza, ( il secondo )sei solo un costruttore di incertezze, sedotto, che ripieghi la tua fiducia su vane dottrine di uomini, ipocriti e insensati!!. questo e’ il senso del peccato, quando mira al successo, quando si vuole trasgredire o annullare cio che e’ giusto. il senso del peccato, e’, che tu cammini da solo su un autostrada a piu’ corsie, contromano, come un automa senza piu’ il controllo, guidato da uomini bugiardi che insegnano dottrine di demoni. questa e’ la ragione!, la ragione per cui vivi ,in un mondo protratto verso il baratro, la fine dei balordi, che credono di stabilire il loro potere con la forza, una forza che si unisce al male inquinante,che una societa’ segreta che nasconde il suo operato ABDICA la verita’ concedendosi una pausa per approdare verso L’-A-APOSTASIA!!.

  11. Davide scrive:

    Stefano. Noi, invece, rifiutiamo categoricamente il principio “conosci te stesso” perchè non vogliamo fare lo stesso errore dei nostri progenitori (Adamo ed Eva) che furono sedotti dal serpente (Satana). Noi, invero, desideriamo ardentemente conoscere l’Eterno del Eserciti. Per fare questo, un giorno, per volontà di Dio, ci siamo ravveduti ed abbiamo creduto nel nome di Gesù Cristo (abbiamo creduto che Gesù sulla croce ha espiato i nostri peccati ed è resuscitato il terzo giorno per la nostra giustificazione essendo il nostro Re sacerdote in Eterno secondo l’Ordine – divino – di Melchisedek). A noi, che siamo stati preordinati a Vita Eterna da Dio Onnipotente prima della fondazione del mondo, basta questo! Non vogliamo conoscere null’altro giacchè consapevoli del fatto che avendo conosciuto Dio Onnipotente per mezzo della fede in Gesù Cristo, abbiamo raggiunto il “massimo traguardo” ottenibile da una creatura di Dio. L’essere diventati, per mezzo della fede in Gesù Cristo, figliuoli di YHWH.
    Medita Stefano. Gesù vuole salvarti e lo farà se sei preordinato a Vita Eterna

  12. Stefano scrive:

    Salvarmi da cosa? Dal peccato? Voi vivete sotto l’insegna del peccato originale. Io non credo nemmeno che Adamo ed Eva siano realmente esistiti; hanno per me la stessa consistenza di realtà di Deucalione e Pirra. Rispetto a un dio come Dioniso il Dio cristiano appare miserevole cosa; poi, si può credere a tutto, anche al fatto che la terra abbia 6000 anni (terra intesa come universo? Va be’ che nella Bibbia c’é anche scritto che il sole si fermò -come se il sole girasse intorno alla terra) o che gli asini volano (di asini che volano con la fantasia ne ho conosciuti tanti): terra e asini sono sullo stesso livello. Io ho posto dei quesiti: ho trovato risposte insufficienti sotto ogni punto di vista -con l’eccezione di una frase di Butindaro e qualche riferimento di Cristoforo. In relazione a quello che mi ha detto Luciano mi spiace contraddirlo: io vivo nel giusto, io non sono un peccatore; un demone é come l’anima: una creatura immaginaria, non mi interessano né demoni né anime. Nell’ottica di un universo in espansione, di spazi difficilmente immaginabili, di tempi relativi dipendenti dalla forza di gravità il peccato, la morte, la vita sono solo istanti, inezie, concetti rudimentali sui quali é giusto riflettere e creare filosofie e religioni che hanno avuto, hanno e avranno ognuna il suo “impero di mille anni” (Nietzsche). La creazione di una filosofia o di una religione non é un atto artistico? Forse il più grande atto artistico. Alla sua base però, come in ogni arte, non c’é la verità ma….la menzogna. Ogni religione può essere utile ma nessuna ha a che vedere con la verità.

    • Alberto scrive:

      Stefano sbagli. Non solo nell’ atteggiamento di superbia esercitato verso persone che, in sostanza e sinceramente manifestano le proprie opinioni e la propria fede e che, pur avendo io idee diverse, mi hanno trattato con gentilezza e sincera propensione, manifestata, coerentemente, con un invito al ravvedimento in cui non trovo niente di male, bensì sbagli anche da un punto di vista massonico. Non é questo l’atteggiamento che la massoneria insegna nei confronti di chi la pensa diversamente. Nella tua definizione di ‘anima’ come essere ‘immaginario’ dovresti studiare di più e non lasciarti influenzare da Nietzsche. Soprattutto da quello ‘delirante’ dell “Anticristo”. A volte, prima di rispondere con toni aggressivi, bisognerebbe serbare qualche minuto di silenzio. Quando eri apprendista non osservavi il silenzio? La tua parola é distorta da un impeto ingiustificato e, tale impeto, é rivolto contro chi non lo merita. Forse non hai capito che la spiritualità di questo movimento evangelico pentecostale realizza un popolo ‘eletto’ che, di là dalla promozione del vangelo conduce una vita lontana dalla profanità del mondo? Anche noi, come massoni, dobbiamo rifuggire la profanità e volgere le nostre menti ad altro. I tuoi ragionamenti sono, permettimi di dirtelo, troppo profani. La ragione non é l’unico mezzo di conoscenza e la ragione può essere superata dalla fede, queste persone ne sono convinte e lo testimoniano. Io ho avuto dei confronti con Giacinto Butindaro e con altri, leggi i miei commenti e cerca di apprendere la moderazione che io ho usato. Solo attraverso l’ascolto dell’altro, anche così diverso, possiamo apprendere qualcosa. Quando un confronto é pacato può essere stimolante e, in queste persone, io ho ravvisato una coerenza di fondo nei confronti della quale provo ammirazione. Anche io, nell’espressione delle mie opinioni, nella discussione degli argomenti trattati ho, non solo manifestato coerenza, ma anche quel po’ di competenza che credo di avere. Io riprovo quello che hai scritto. Rappresenta un insulto nei confronti dell’istituzione di cui io faccio parte sia per l’atteggiamento manifestato, sia concettualmente. Ho detto.

  13. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano, la Creazione, e’ un atto artistico, la filosofia e’ un concetto astratto dove domina l’inconsapevolezza del se, con la certezza che gli spazi dove vivi non sono sufficienti a contenere tutte le vostre assurdita’ farcite di molte false verita’, oltremodo mistiche!. girovaghi con il tuo carrozzone per cercare delle risposte, ma niente, stai elemosinando con fatica una mera verita’. mi dispiace qui si predica la GIUSTIZIA, LA GRAZIA , E’ L’AUTENTICITA’ del DIO VIVENTE , cio’ che stai cercando e’solo un mondo artificiale, ORA!, un mondo che si riflette allo specchio perche’ non riesce a vedere oltre, perche’ ad un orizzonte piatto, una mente totalmente piatta nelle forma, spazi che sono difficilmente raggiungibili. Stefano ti hanno illuso, ingannato, la creazione di una religione e’ dominio, la filosofia e’ accetta ai soli dotti, che impastano e accecano con le loro mani gli occhi e le menti deboli di uomini superbi. ma c’e’ ancora una SPERANZA che tu!, forse, un giorno ti sveglierai e, come tutti quelli che hanno atteso, deriso, conteso, denigrato, il DIO a voi sconosciuto, vi ritroverete davvero all’inferno dove asini non volano, e la molta fantasia non avra’ piu il desiderio di essere manifestato, e ‘ il tempo che hai speso inutilmente sara sempre al tuo fianco come un nemico, per SEMPRE!!!

  14. Cristoforo scrive:

    Ogni religione può essere utile ma nessuna ha a che vedere con la verità’.
    quale verità??spiegati!..comunque Stefano questo secondo il tuo punto di vista.
    Vedi Stefano tu hai posto dei quesiti,ma le nostre risposte non ti hanno soddisfatto,questo perchè nei tuoi occhi e nella tua mente c è ancora un velo che non ti fa ne vedere ne capire le risposte che cerchi alle tue domande questo velo ti rimarrà finchè tu sei un incredulo.spirito anima angeli etc.per te sono creature immaginarie,dunque perchè mai DIO dovrebbe darti da intendere ciò che per noi e pane quotidiano,io non ti ho detto di non usare la ragione,anzi devi, ma se ti avvicini alle sacre scritture già prevenuto attribuendo determinati avvenimenti biblici storici al semplice volere umano,uomini che usano il nome di DIO per dare un senso alle loro guerre e sottomettere a se popoli e nazioni.allora per te la bibbia e un semplice libro e lo rimarrà finche non cambierai “spirito “.il fatto che noi ti diciamo credi in DIO ravvediti convertiti a GESU’ CRISTO
    e lo “spirito” che ci obbliga a dire questo,perche qualsiasi creatura che e nata di nuovo in CRISTO a l’obbligo di avvertire tutti quelli che sono nelle tenebre come te.
    la nostra fede e cieca si e vero perchè noi siamo abbagliati dalla luce pura e splendente del nostro padre celeste..che ci da da intendere a ognuno di noi come lui a stabilito dal principio.
    cosa e che ti ha spinto a confrontarti con noi?
    ora ti pongo io una domanda,in cosa credi tu Stefano?

  15. Stefano, considerando il tuo commento, e tenuto conto che già sei stato ripreso per il tuo modo di parlare, voglio anche io esaminare le tue parole da un certo punto di vista particolare. Tu hai mostrato disprezzo verso ciò che noi crediamo, su Dio, su ciò che sta scritto nella Bibbia, che per noi è PAROLA di DIO infallibile, e che ha cambiato il MONDO, e comunque ha portato notevoli cambiamenti nelle persone vissute nei secoli, ma hai dato credito all’ateo Nietzsche, di cui trovo scritte queste parole:
    “Friedrich Wilhelm Nietzsche .. è stato un filosofo, poeta, compositore e filologo tedesco. .. Nel 1889 avvenne infine il famoso crollo mentale di Nietzsche: è datata 3 gennaio 1889 la prima crisi di follia in pubblico; mentre si trovava in piazza Carignano, nei pressi della sua casa torinese, vedendo il cavallo adibito al traino di una carrozza fustigato a sangue dal cocchiere, abbracciò l’animale, pianse, finendo per baciarlo; in seguito cadde a terra urlando in preda a spasmi. .. Sempre nello stesso periodo, Nietzsche scrive delle lettere ad amici e conoscenti che sono solitamente classificate sotto il nome di biglietti della follia: in essi la sua crisi mentale appare ormai in uno stato avanzato, anche se lo stile non è affatto diverso da quello classico.”

    Questo minimo discorso ti era dovuto, per farti notare la differenza che c’è tra l’uomo che NOI ADORIAMO, cioé Cristo Gesù, di cui se ne parla nella Bibbia, e l’uomo che tu ti sei scelto come pedagogo, che ERA UN FOLLE.

    • Stefano scrive:

      Giuseppe io non ho scelto Nietzsche come pedagogo; l’ho solo citato. Ne consiglio la lettura perché ha scritto tanto ed ho avuto il privilegio di poter leggere tutte le sue opere e gran parte dei frammenti postumi. Posso comprendere le critiche di Alberto che parlano per conto di un’istituzione ma la mia posizione ‘non é quella dell’istituzione’ é una posizione personale. Luciano tu scrivi: ‘la filosofia e’ un concetto astratto dove domina l’inconsapevolezza del se, con la certezza che gli spazi dove vivi non sono sufficienti a contenere tutte le vostre assurdita’ farcite di molte false verita’, oltremodo mistiche!. girovaghi con il tuo carrozzone per cercare delle risposte, ma niente, stai elemosinando con fatica una mera verita’. La filosofia non é un concetto bensì un metodo. Le religioni, cristianesimo compreso, sono delle filosofie. Il cristianesimo che ho abiurato da molto tempo, é una filosofia con pretesa di verità. Tutto qui. Come filosofia é criticabile e la sospensione del giudizio critico o dell’analisi, o dell’esegesi per me é un crimine contro l’intelligenza. Poi, io ho citato Dioniso perché sono uno studioso delle religioni antiche; voi non avete nemmeno scelto in cosa credere. Sapete poco e niente del metodo di Vernant o Detienne nello studio delle religioni e prendete per oro colato che anche le atroci guerre intraprese dal popolo ebraico contro altre popolazioni siano state volute, condotte e ispirate dal dio degli stermini. Io sono convinto, invece, che si possa essere buoni cristiani anche quando si ritiene che, dette guerre, siano state condotte da uomini che poi hanno attribuito l’insuccesso o il successo a Dio. Tante guerre dell’antichità avevano ispirazioni divine, anche quelle dei romani e parizalmente quelle dei greci. Spesso si agiva per conto degli dei o così si riteneva. La cultura ebraica non si sottraeva a questa tendenza. Tutto qui. Parli poi di false verità? Dov’é la consapevolezza nelle fede che propugni? Invitate alla conversione senza essre veramente convincenti ma utilizzando un tiepido terrorismo. Posso essere stato superbo sì ma, alla fine ho espresso dei dubbi e fatto delle domande dettate dalla ragione e dal pensiero. Non ho ricevuto risposte dettate da ragione o pensiero. Troppo semplice il non rispondere mi viene da pensare che forse non si risponde razionalmente perché si é dimenticato come si usa la ragione.

  16. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Alberto, ci lasci sbigottiti , direi, attoniti dal modo in cui esorti tuo fratello a mantenere il giusto equilibrio del perfetto massone. non e’ questo l’atteggiamento che la massoneria insegna nei confronti di chi la pensa diversamente,( tratto dal tuo commento) i tuoi ragionamenti permettimi di dirtelo sono troppo profani, forse non hai capito che la spiritualita’ di questo movimento evangelico realizza un popolo”ELETTO”che, di la dalla promozione del vangelo conduce una vita lontana dalla profanita’ del mondo. e’ proprio cosi Alberto, convincitene, fatti una ragione, per questo torno ad esortarti al ravvedimento affinche’ oggi tu possa conoscere la vera LUCE, CRISTO GESU’!!!

  17. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Alberto, Mandela era un massone e lo sai!, adesso e’ all’inferno, un luogo preparato per tutti coloro che non hanno conosciuto e rigettato il Signore GESU’ CRISTO. non ci sono altre strade per arrivare in cielo o pensare di salvarsi da soli, quindi di non aver bisogno di un DIO, tu sei tra i prossimi candidati se non ti ravvedi e ti converti a CRISTO. siccome tu non credi alle mie parole L’INFERNO ESISTE ANCORA!
    leggi in alto sulla tua destra L’INFERNO ESISTE o ascolta le predicazioni del fratello Giacinto. affrettati non indugiare!!.

  18. Amos scrive:

    Parli tanto di Cristianità e sei pronto a sguainare la spada su chiunque abbia una visione diversa dalla tua. Eppur, ogni uomo, ha fedi diverse, credi diversi, illuminazioni diverse, perchè così deve essere. Ogni uomo è libero di professare, credere e pensare a seconda della propria inclinazione, a seconda delle proprie esperienze di vita, ed a partire da ciò che sente dentro di Sè.
    Tu, caro fratello terrestre, sei legato a qualcosa. Tuttavia io non sono qui a disquisire su ciò che dici, su ciò che credi o professi.
    Sono un Massone, e come tale apro i miei pensieri a Dio, ricercandone la luce in ogni dove ed con tutte le mie capacità.
    Dio può essere percepito come energia, come luce, come verbo, come vibrazione o origine del tutto. Di certo, se esiste ve n’è uno, che ha creato il tutto ed al tutto ha dato un ordine, una precisione ed una perfezione da noi umani e terreni non concepibile.

    Mi spiace che tu, fratello terrestre, sia in qualche modo amareggiato da qualche tuo stesso fratello che si professa massone. Eppure sei stessa carne e stesso sangue, stessa materia, che nasce, cresce e muore.

    Io lascio aperta la mia mente, senza discriminare. L’odio divide la razza umana, la religione divide la razza umana, la politica divide la razza umana, il possesso dei beni materiali e l’avidità divide la razza umana.

    Tu dialoghi di Vangelo ma professi la spada. Questo pensiero, ricorda, ti verrà a visitare negli ultimi istanti della tua vita, quando facendo gli ultimi 7 respiri, sentirai di non essere stato unificatore, ma divisore.

    Io, massone, da te molto odiato, invece credo fortemente che anche tu, nelle tue ricerche abbia inglobato quella piccola scintilla luminosa che ti fà credere. Ma il velo che copre i tuoi occhi non ti lascia possibilità di vedere un’altro fratello terrestre, nelle tue stesse sembianze, che come te ha qualcosa nel quale vuole credere, ricercando e deducendo senza fine.

    A questo tuo articolo io rispondo non con la spada, ma regalandoti una Rosa.
    La Rosa ti darà tre possibilità. Puoi pungerti, credento che te l’abbia regalata per farti del male. Puoi pensare ad un regalo di un odiato fratello terrestre e Massone, e quindi rigettarla. Oppure potresti pensare che te l’abbia regalata per vedere quanta bellezza racchiudano i suoi petali, inebriandoti del suo tenue profumo.

    Vedi, sta qui la tua scelta. Io lo faccio sperando che tu possa optare per la terza possibilità, in segno di pace. Nulla ho da temere da Te, ne tu hai di che temere da Me, massone, o fratello, o semplice uomo.

    Amos Mc Inthan

    • giacintobutindaro scrive:

      Amos, innanzi tutto io non ti odio. La spada da me sguainata poi è la spada dello Spirito che è la Parola di Dio, quella che voi massoni rigettate. Con questa spada distruggo i vani ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro la conoscenza di Dio, e quindi anche i vostri ragionamenti e le altezze che voi massoni avete eretto contro l’Iddio vivente e vero. Questo ovviamente a voi non è gradito, ma l’importante è che sia gradito al solo vero Dio, il Padre del nostro Signore Gesù Cristo. Sono divisore? Certamente, come lo fu il mio Signore e Salvatore, che venne a portare divisione e spada sulla terra. Ma io divido predicando la verità. Voi invece unite predicando le menzogne. Non ho alcun velo sui miei occhi, ci vedo chiaramente grazie a Dio. Voi invece siete accecati dal vostro grande architetto, cioè Satana, e non vedete quindi la luce dell’evangelo della gloria di Cristo, che è l’immagine di Dio, che è il messaggio che è potente a salvare l’uomo dal peccato e dalle fiamme eterne. Il messaggio che divide noi Cristiani da voi Massoni, IL MESSAGGIO DELLA CROCE DEL NOSTRO SIGNORE GESU’ CRISTO che io ti esorto a credere dopo esserti ravveduto dei tuoi peccati. Non ti ritengo quindi libero di pensare o credere quello che vuoi. Credi in Gesù Cristo e otterrai la remissione dei tuoi peccati e la vita eterna. Affrettati prima che sia troppo tardi. Che Dio ti benedica dandoti il ravvedimento e la fede.

      • Stefano scrive:

        Con tutta la buona volontà, Giacinto non sei riuscito a confutare un bel niente del pensiero massonico anzi, alcuni interventi di Alberto nel post “Breve storia della massoneria” hanno confutato te.

    • Davide scrive:

      Amos, tu non devi temere affatto noi Cristiani che sicuramente preghiamo e pregheremo per te ma, piuttosto, devi tremare e temere di nostro Padre Onnipotente, l’Eterno degli Eserciti. Così come indica la Scrittura, la sua Ira verte del continuo sulla tua testa fino a quando non ti ravvedi e credi nel nome di Gesù Cristo.
      Dio ti benedica.

    • Alberto scrive:

      La Rosa non é un caso. 🙂

  19. Amos scrive:

    Grazie per le tue preghiere e grazie per il fatto che”non mi ritieni libero di pensare o credere”.

    Tu fallo liberamente. Non ti giudico, anzi “ascolto”, leggo ciò che stai scrivendo. Ti ritengo libero di dire, di evangelizzare, di professare, credere e trascendere come meglio credi. Dio saprà capirti in ogni caso. Senza che ti scaldi.

    Saluti.

  20. amos scrive:

    Mi sembrate solo un pò troppo egocentrici. Buon “Natale”.

  21. Cristoforo scrive:

    Stefano io sono l’unico che che ti ha posto una domanda diretta,ma non ho avuto risposta? visto che dici di essere uno studioso di religioni antiche sono ancora più curioso di sapere se tu credi in “qualcosa” ho qualcuno?
    Io personalmente dal basso della mia ignoranza ,senza avere una grande cultura come la tua al contrario di quello che dici tu,io la ragione la uso,e usando la ragione ho curiosato nelle altre religioni e personalmente le trovo un po tutte vuote ripetitive e senza risposte concrete,tutte ti dicono che il rapporto con dio e progressivo e per gradini,oppure ti dicono che tu sei dio ma te lo devi solo ricordare,e una marea di altre cose che io definisco fesserie.
    il cristianesimo invece insegna che il rapporto con DIO e un dono gratuito,dal momento che ci riconosciamo peccatori difronte a lui e riconosciamo che la salvezza e solo tramite suo figlio Gesù Cristo ,noi possiamo essere chiamati figli di DIO.
    il nostro DIO si mette fuori dal creato,perchè lui esiste ab eterno.le altre religioni mettono dio al interno del creato, ed essendo al interno del creato come noi a un inizio e una fine.
    la bibbia e l’unico libro che ti parla di passato di presente e di futuro,nessun altro libro e pari alla bibbia, è a questa conclusione io “ringraziando DIO per tutto l’aiuto che mi da” ci sono arrivato usando la ” ragione” .
    Tu uomo di cultura ,schiavo della filosofia di Platone e Aristotele rimani chiuso nel tuo mondo pensando di usare la ragione e la razionalità,rimani chiuso nel tuo mondo ovattato senza renderti conto che l’era che noi esseri umani stiamo vivendo
    era già descritta nella bibbia,in quella bibbia che tu critichi tanto scritta da mano d’uomo dettata dal DIO dei cristiani.pace a tutti.

  22. Stefano scrive:

    Certo che credo in Dio. Ma, come diceva Alberto é un Dio trascendente, un concetto assoluto svincolato da ciò che é umano e che non interfersice in alcun modo con le ‘cose’ degli uomini. Ogni dio immanente é troppo umano e creato dagli uomini. In Massoneria si fa esperienza del platonismo/aristotelismo in secondo grado e basta. Non figurano, come esperienza cognitiva, nei gradi successivi.

  23. Cristoforo scrive:

    Grazie della risposta.
    Comunque anche il nostro DIO e un DIO trascendente,e visto che è un DIO uno ma trino potrei descrivertelo cosi.
    Padre trascendente,al di sopra di tutto fuori dal creato e dalla percezione fisica, onniscente onnipresente e onnipotente.
    Figlio immanente,DIO che si e fatto uomo ma pur sempre DIO che si mette sullo stesso piano fisico dell’uomo,per salvare l’uomo da se stesso,cosa che senza questo intervento sarebbe stato impossibile.
    Spirito Santo,discendente,che dall’alto dei cieli discende su di noi “i credenti”per guidarci al Padre nostro che sta nei cieli.(questo e un mio pensiero personale).
    il tuo e solo un dio trascendente che non interferisce con le cose degli uomini,un dio egoista che pensa solo a se stesso,il concetto che tu hai di DIO e molto ristretto.
    il nostro DIO e perfetto in tutto.
    Stefano hai dimostrato di essere una persona colta ed intelligente,metti da parte la superbia,e usa l’intelligenza che hai di pari passo con l’umiltà.
    DIO non è lontano da te,fai come ti dico perché un giorno anche tu ti troverai difronte a lui,e io ti auguro di essere difronte a lui per essere abbracciato come un figlio…..PACE..

    • Stefano scrive:

      In realtà Cristoforo, non é ristretto, il mio concetto di Dio. Si pone al di là di tutti gli dei i quali, in massoneria, hanno tutti pari dignità in quanto costituiscono un patrimonio indiscutibile del ‘percorso’ umano. Non facciamo dunque gerarchie. Il Dio cristiano non diventa immanente una volta che si é fatto figlio/uomo; lo era già da prima. Il Vecchio testamento é proprio la descrizione delle azioni di Dio nel mondo degli uomini. E’ così, a meno che non lo si consideri come oggetto di attribuizione. Vale a dire:”io compio quell’azione- il riferimento da cui sono partito era alle guerre combattute dagli Ebrei- e attribuisco il mio agire a una volontà superiore”. Nel primo caso Dio é immanente tout court, nel secondo caso, sono io, uomo, che lo rendo immanente. E’ una distinzione sottile. Lo spirito santo, come concezione, é tipicamente ebraica. E’ un’emanazione di Dio – e mi fa pensare, per parallelismo, all’albero sefirotico. Allo spirito santo é legata, dunque la percezione di dio. In realtà, come concezione, quella dello spirito santo é, a mio avviso, più che degna. Sono diversi però i presupposti da cui partiamo: perché voi partite da una “rivelazione”, io no. Se reputiamo, ad esempio che l’uomo abbia creato gli dei dell’Egitto oppure quelli dell’antica Grecia, io sostengo che non v’é motivo di pensarla differentemente in rapporto al cristianesimo. Se lo spirito santo é emanazione di dio, anche gli oracoli degli antichi greci lo erano, degli dei. Sia ben chiaro Cristoforo che questa critica o supposizione, non nega alcuni aspetti che, del cristianesimo reputo positivi. Nel nuovo testamento si respira un’aria diversa rispetto al Dio delle leggi mosaiche o del levitico. C’é un’evoluzione. La figura del Cristo é preannunciata dai profeti (cosa che sapete meglio di me): la nascita da Isaia, il luogo da Michea, la fuga in egitto da Osea, la strage degli innocenti da Geremia, perfino l’entità del pagamento di giuda da Zaccaria etc. etc. etc. Ora, anche se si trovano queste concordanze, la stesura dei vangeli pone dei problemi, sia per quanto riguarda la datazione sia per quanto riguarda le fonti che hanno portato alla loro stesura. Si può anche pensare che la figura del Cristo sia stata “costruita” sulla base di tali concordanze. Non sarebbe una novità nell’ampio repertorio della letteratura mitologica (vedi la mitografia di Apollodoro o le Metamorfosi di Ovidio). In questo caso -e porto il discorso all’estremo seguendo il mio ragionamento- i vangeli sarebbero un’opera letteraria. Si badi: non sto dicendo che sostengo questa opinione ma non credo sia del tutto illegittima.

  24. lorenzo scrive:

    Per Stefano:
    il dio filosofico di cui parli NON ESISTE.
    Esiste solo il Vero Dio, quello che, fattosi uomo, è poi RISORTO, come giustamente ti ha riassunto Cristioforo.
    Credere in qualcosa che non esiste è come “andare dietro al vento”. Ascolta la voce di Dio che ti parla attraverso la Sua Parola e la testimonianza di chi ha fede in Lui.
    Convertiti al Vero Dio e abbandona la filosofia che non ti porta a nulla.

    • Stefano scrive:

      Esiste come pensiero assoluto. Non sarebbe necessaria lafede se dio esistesse.

      • lorenzo scrive:

        La fede e Dio sono due cose inseparabili, come dice la Parola (lettera agli Ebrei che ti consiglio di leggere):

        1 Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono; 2 infatti per mezzo di essa gli antichi ricevettero testimonianza. 3 Per fede intendiamo che l’universo è stato formato per mezzo della parola di Dio, sì che le cose che si vedono non vennero all’esistenza da cose apparenti.

        Quindi il dio filosofico, che non esige la fede, è un dio morto; quello invece che la esgige è il DIO VIVENTE, che giudicherà tutti l’ultimo giorno er mezzo di Suo Figlio Gesù Cristo.
        Io credo (ho fede) nel Dio Vivente. Tu, invece, non hai fede nel dio filosofico perchè è un dio morto.

  25. Mario Ferrante scrive:

    Far ritornare la vita ad un corpo che, con evidenza, è morto come quello di Gesù è un azione che solo il Creatore , cioè colui che dà la vita può compiere.
    Gesù è stato dichiarato morto, è stato sepolto e successivamente è stato visto vivente da numerosi testimoni, i quali hanno anche dato la loro vita per testimoniare che questa era la verità.
    Io non mi farei uccidere per portare avanti una menzogna.
    Dio esiste!

  26. Cristoforo scrive:

    A chi dunque mi vorreste assomigliare, perché gli sia pari?», (Isaia 40:12-31.sapienza, trascendenza e potenza di Dio).
    Il racconto della creazione biblica non ci mostra più un panorama di divinata in lotta tra loro,che nascono,che muoiono,e che in preda alle passioni “umane” sconvolgono il mondo.
    Il racconto biblico esalta l’unità l’onnipotenza e l’eternità di DIO la sua giustizia assoluta e la sua perfezione morale.
    1) (importanza e affidabilità storica delle Sacre Scritture)
    http://camcris.altervista.org/bibbiaaffid.html
    2) (Quando sono stati scritti i Vangeli?)
    http://camcris.altervista.org/datavang.html
    3) (Prove storiche da fonti non cristiane sull’esistenza e sulla vita di Gesù Cristo)
    http://camcris.altervista.org/provestoriche.html
    Ti ho messo questi link, perché risponderti sarebbe stato troppo lungo,spero che tu li legga ,e che tu possa capire che la (figura) dell’Cristo non è stata “costruita” e che la sua storia non è un opera” letteraria “.ma ben si e stato un uomo reale, realmente esistito..pace.

    • Stefano scrive:

      Cristoforo, le cose non sono così semplici. Innanzitutto, e cito le divinità greche, il loro privilegio é l’immortalità, al massimo queste cambiano forma; la resurrezione, nella cultura greca, é riservata a Dioniso e mi permetto di segnalarti un mio studio su tale divinità http://web.tiscali.it/mitologia/Dioniso-studio.htm di recente pubblicato su web.
      In relazione alla creazione biblica, seguendo un criterio filologico, già l’incipit pone dei problemi perché l’originale ebraico recita Bershit barà Elohim dove il termine Elohim é plurale (gli dei). Non solo, Elohim é plurale di Eloha che é un derivato da El (“toro” o anche “vitello”) , principale divinità dei Cananei. Devo sottolineare, poi che la creazione del sole é successiva a quella della luce (come se questa non dipendesse dal sole). Ecco allora che la contraddizione scientifica si può spiegare solo in modo simbolico considerando la luce un principio primo e il sole solo una manifestazione di essa. Se adottiamo il simbolo, però, non possiamo adottarlo solo quando ci pare. Continuando però le nostre legittime osservazioni, il decalogo trova analogie sia nel codice di Hammurabi che nel Libro Egiziano dei Morti (dove, sotto la formula dell’invocazione, 7 comandamenti sono UGUALI). La cosa a me non scandalizza, nella redazione del diritto anche gli Ebrei, evidentemente, hanno subito l’influenza di altre popolazioni e forse Mosé é simbolicamente l’anello di congiunzione tra cultura egiziana ed ebraica. Poco dopo il racconto della creazione da parte di Elohim, questo viene ripreso in chiave Yahvista. Non c’é più Elohim a creare ma Yahvé. Ebbene la proibizione di Yahvé in relazione al cibarsi del frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male contrasta con quanto sostenuto nella versione Elohista (Genesi I,29) dove l’uomo può cibarsi di qualsiasi albero fruttifero. Ecco allora che il simbolo viene di nuovo a risolvere il problema giacché non esiste nessun ‘albero’ della conoscenza del bene e del male. E’ chiara la metafora sessuale che si nasconde in tutta la vicenda di Adamo ed Eva nell’Eden. Siamo allora nel mondo delle metafore, delle allegorie, dei simboli, Cristoforo e, queste vanno interpretate non solo alla luce delle concordanze nel testo biblico -si rischia di non venirne fuori perché é un metodo autoreferenziale- ma adottando metodi ‘esterni’. Altra considerazione: James Ussher, dopo precisi calcoli (la sua Cronologia biblica) riuscì a stabilire il momento esatto della creazione. Per la cronaca al tramonto (ma di cosa, che non c’era ancora nulla?) del 22 ottobre del 4004 a. C. Ho mostrato solo come, a mio avviso, dovrebbe essere un approccio alle sacre scritture.
      Con più calma risponderò in relazione ai link citati nel tuo messaggio.Sono interessanti

      • lorenzo scrive:

        Stefano, tutti i tuoi ragionamenti sono vani (e non questo non voglio dire che tu sia privo d’intelligenza) perchè parli in astratto.
        La RESURREZIONE di Gesù è un fatto concreto: puoi contestarlo (ma non ci riuscirai se sei onesto intellettuialemente) ma non puoi paragonarlo alle “divinità greche”.
        Quale “resurrezione” oltre a quella di Gesù sarebbe poi stata “tramandata dall’antichità”?
        Si tratta di MITI… mentre quella di Gesù fu CONCRETA.

        Quanto alla parola Elohim, NON si tratta di “Dio al plurale” (tant’è vero che i verbi sono coniugati al singolare) ma è un sperlativo per indicare che Dio è …TUTTO!
        Non puoi paragonare Dio agli dei, come giustamente ti fanno notare in questo sito.

        • Davide scrive:

          Fratelli permettetemi. Direi che il tempo di Stefano, su questo sito, è terminato. Attendiamolo volentieri nuovamente quando si sarà ravveduto e avrà creduto in Gesù Cristo. Fino ad allora, direi di interrompere questi discorsi che a lungo andare possono contaminare i fratellini ancora deboli nella fede (che hanno bisogno ancora di latte spirituale).
          A Dio sia la Gloria in Gesù Cristo.

          • Alberto scrive:

            Stefano ha illustrato un metodo di indagine e di studio legittimo. Non si può completamente abdicare dall’uso della razionalità. Ho capito, nei miei dialoghi su questo blog, come la pensate -anzi, in realtà, non pensate granché- e qui mi sento di dover difendere Stefano perché, con la sua analisi, ha illustrato con ‘cosa’ ogni fede deve necessariamente concordare: con l’intelligenza.

  27. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano, sono solo dei concetti che si elevano contro la conoscenza di DIO, faccio dunque prigioniero ogni pensiero all’ubbidienza di CRISTO. BISOGNA FARE ATTENZIONE CON TE, DI SOPPIATTO TI STAI INSIDIANDO con parole lusinghiere, non so se qualcuno si e’ accorto di te, ma non sembri interessato a CRISTO sei preso piuttosto a far risaltare la tua superiorita’ intellettiva, infatti io non sopporto uno che predica un GESU’ diverso,un altro vangelo, tu soffochi con i tuoi miasmi, questa assemblea, vuoi farci da maestro senza conoscenza, fossi in te mi studierei prima di rispondere ancora, se questo msg arrivera’ e non sara’ cancellato, sappi che devi solo umiliarti alla presenza di DIO, ( CRISTO GESU’) che tanto polemizzate.

    • Stefano scrive:

      Luciano, io non sono un presuntuoso -chi mi conosce sa bene che sono un tipo focoso di primo acchito e ‘le sparo grosse’ per poi istaurare un dialogo (una semplice questione di carattere)- nel precedente intervento ho solo illustrato un metodo di analisi. Non é vero che non sono interessato a Cristo e questa tua opinione non si può desumere da nessun mio intervento su questo blog. In relazione al ‘maestro sensa conoscenza’: 1) non mi arrogo il titolo di maestro; 2) le sacre scritture sono, per me, oggetto di studio continuo. Per la mia formazione ho solo il privilegio di poter leggere il NT nella sua lingua originale: il greco ma non credo di essere l’unico. Se Giacinto Butindaro dovesse ritenere di non dover più pubblicare i miei commenti, é libero di farlo e il sottoscritto non si offenderebbe nemmeno. Per me, uno scambio di pensieri é un atto d’amore, proprio perché tra me e te (voi) sono così diversi. Non credo, poi, che i miei ‘concetti si elevino contro la conoscenza di Dio’: l’intenzione é tutt’altra.

      • giacintobutindaro scrive:

        Stefano, credo che ormai questa discussione si possa ritenere ultimata. Noi abbiamo ascoltato le tue idee, e ti abbiamo esortato a ravvederti e convertirti perchè sono idee storte e perverse agli occhi di Dio. Questa è la dimostrazione che tra noi Cristiani e voi Massoni non c’è alcuna comunione. Spero comunque che continuerai a visitare il blog.

  28. Cristoforo scrive:

    DIO creo 1°atto i cieli 2°atto la terra,prima del suo 3°atto,cioè la luce tutto stava nelle tenebre,da un punto di vista umano posso pensare ma come faceva DIO a vedere i cieli e la terra se tutto stava nelle tenebre? rifletto ragiono, e mi rispondo ma io sono Cristoforo una sua creatura,che vivo al interno del creato,e ragiono con una mente umana,io non conosco i pensieri di DIO (mi piacerebbe).
    DIO quando disse sia la luce 3°atto.vide che era cosa buona e separo la luce dalle tenebre…continuando a ragionare con la mia mente umana mi sono chiesto ma DIO quando a creato le tenebre!! allora mi sono chiesto,ma se DIO e luce,nel atto della creazione tutto doveva essere illuminato dal suo splendore lui avrebbe dovuto creare le tenebre per separare la luce….
    Vedi Stefano se ci perdiamo in ragionamenti tipici (umani) ed inizio a fare un analisi critica delle sacre scritture,non comprendiamo più il messaggio che essa ci da,e giusto che ci poniamo delle domande come e giusto che cerchiamo delle risposte,ma non dobbiamo mai dimenticare che noi viviamo in un mondo” materiale” governato da leggi fisiche cioè al interno del creato fatto dal nostro signore, pertanto ci è impossibile comprendere a noi del tutto i suoi disegni….
    Mosè era una persona colta e istruita dagli egizi,quando ha scritto la genesi sapeva benissimo che il sole ci da la luce del giorno,dunque se lui a posto la creazione del sole al 4°giorno si vede che era giusto cosi..
    La bibbia non è un libro di metafore è allegorie,e non ha errori se non di trascrizione ed interpretazione..la bibbia e la pura e veritiera parola di DIO..

    • Stefano Conti scrive:

      Allora Cristoforo, come é avvenuto il tuo incontro con Gesù e con il cristianesimo? Anche io ragiono con mente umana; non potrei fare altrimenti. E’ una domanda per capire. Sul fatto che la Bibbia utilizzi allegorie e simboli ne sono convinto: l’Albero della conoscenza ne é uno. Questo perché non accettarlo? Non sminuisce la parola di Dio. Dio può anche esprimersi per simboli.

      • Stefano scrive:

        Chiedo scusa, Cristoforo. giacinto ritiene che la nostra conversazione sia ultimata. Rispetto la sua decisione e mi astengo dall’intervenire ulteriormente. Ti mando un caloroso abbraccio. 🙂

  29. Cristoforo scrive:

    Luciano pace, Stefano è un massone una persona che sta nel oscurità,ma ciò non toglie che è pur sempre una creatura di DIO,il suo modo di parlare con noi fa venire in mente il serpente che con i suoi ragionamenti inganna Eva.
    Or il servitore del Signore non deve contendere, ma dev’essere mite inverso tutti, atto ad insegnare, paziente, correggendo con dolcezza quelli che contradicono, se mai avvenga che Dio conceda loro di ravvedersi per riconoscere la verità; in guisa che, tornati in sé, escano dal laccio del diavolo, che li avea presi prigionieri perché facessero la sua volontà.( 2 timoteo,2:24-26.)
    Con questo passo Luciano io non voglio dire di essere uno in grado di insegnare anzi qui in in questo blog tra di voi credo di essere il più piccolo e quello che conosce meno le sacre scritture.
    Ringrazio il fratello Giacinto che mi da la possibilità di confrontarmi e parlare e cercare di trasmettere la parola di DIO,a persone che stanno nel oscurità.
    Parlare con Stefano e un piacere per me c’è uno scambio di idee e di pensiero.
    Io personalmente non mi sento minacciato dal modo di parlare di Stefano,perchè sono fermo e saldo nella fede in Gesù Cristo e anche se dovesse venire un angelo a parlarmi di un altro vangelo,io rimango fermo e saldo nella mia fede..
    Stefano io spero veramente che il signore ti conceda la possibilità di ravederti pace,
    pace anche a te Luciano e a tutti i santi..La grazia sia con tutti quelli che amano il Signor nostro Gesù Cristo con sincerità.

  30. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano, possiamo paragonare la morte spirituale a un sonno profondo, la persona che non ha ricevuto GESU’ in realta’ dorme spiritualmente, Stefano risvegliati o tu che dormi e risorgi dai morti, e CRISTO ti inondera’ di LUCEEEE!!. il tempo per conoscere GESU” e’ esattamente il tempo della tua permanenza su questa terra,il compito di un Cristiano e’ di esortare tutti, di ogni ceto sociale e’ colore della pelle indifferentemente, e’religione! del tuo carattere non so cosa farmene, io non sono migliore di te, fallisco in tante cose. ma ho un dovere, Santificarmi! delegando la mia conoscenza a far prevalere CRISTO sopra ogni cosa. al di la dei post, non ho diritto di predicare su questo blog, posso invitarti solo ad ascoltare le predicazioni audio, TUTTE !! del fratello Giacinto.non ho niente contro di te ne a favore, per il Signore rimani sempre un condannato che aspetta GIUSTIZIA.se non ti ravvedi.pace.

  31. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Cristoforo, grazie,il mondo mi ha insegnato ad essere guardingo, Santificandomi ho appreso dalla parola di DIO che mi spetta la corona della vita, mantenendo ferma la mia fede nel Signore GESU CRISTO. rispetto e condivido, esamino e scarto ogni parola detta , misurata con il metro della parola di DIO. pace.

  32. Cristoforo scrive:

    Stefano,con il permesso del fratello Giacinto io non ho nessun problema a rispondere alla tua domanda.
    Stavo vivendo un momento difficile della mia vita,ero pieno di tristezza amarezza e rabbia dentro di me.avevo la bibbia nelle mani non l’avevo mai letta perché la ritenevo un libro di fantasticherie,ma in quel momento era la mia ultima spiaggia,con un tono di sfida chiesi a DIO di darmi un segno che lui esistesse realmente…
    aprii la bibbia puntai il dito e lessi questa frase.
    Questa generazione malvagia e adultera chiede un segno,un segno non le sarà dato se non quello di Giona….iniziai a piangere come un bambino,vicino a me non c’era nessuno in quel momento ero solo a casa ma vicino a me sentii una presenza.
    Quella notte feci un sogno fantastico che segno l’inizio del mio lento cammino verso la vita…
    Stefano fai tesoro di tutti i consigli che ognuno di noi ti a dato,non sprecare la vita a inseguire delle chimere..un caloroso abbraccio anche a te,e a tutti i fratelli in Cristo Gesù,lui che è la via la verità la vita..fine discussione..

    • Elena scrive:

      Questa è la potenza meravigliosa di ciò che Dio opera per noi… “O Eterno, io so che la via dell’uomo non è in suo potere, e che non è in poter dell’uomo che cammina il dirigere i suoi passi.” (Geremia 10:23). Spero tanto che l’Eterno diriga anche i passi di Stefano verso la salvezza eterna.

  33. Davide scrive:

    A molti viene donato da DIO il ravvedimento e la fede dopo essere passati “attraverso il fuoco”. Il fuoco attraverso il quale essi vengono fatti passare dall’Eterno degli Eserciti, ammorbidisce il collo di tutti coloro che, diversamente, non lo piegherebero mai. Il collo si ammorbidisce, ci si ravvede e si crede nel nome di Gesù Cristo. Tutto questo dopo essere passati in mezzo al fuoco (leggi malattia, avversità etc.). Rasserenatevi perchè Dio dirige ogni nostro istante vitale. Anche i passi di Stefano sono costantemente guidati dall’Onnipotente che gli restituisce secondo le sue opere.

  34. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Alberto questo vostro modo altalenante di scambiarvi favori, suona piuttosto bizzarro,noi non siamo mercenari, non siamo in vendita, alla merce di tutti. avete avuto gli elogi dovuti , non spettanti! professate eresie di perdizione, tacciate noi di abdicare l’uso della razionalita’, intanto spargete i vostri pensieri luciferini che infesta la nostra assemblea. non siamo noi a ravvederci ma tu! l’ospitalita’ ti e’ stata procacciata, ricambia!. pace.

    • Alberto scrive:

      Guarda che non c’é nessun modo altalenante di scambiarci favori. Avevo contestato alcune cose nell’intervento di Stefano perché, alcune cose che ho compreso io mi sembra che gli fossero sfuggite. Questo fa parte della normale dialettica. Io, personalmente, non devo creare adepti. Ho manifestato più volte apprezzamenti per la coerenza di Giacinto Butindaro. Coerenza che mi invita al rispetto. Che significa poi che non siete mercenari? Che non siete in vendita? Se per questo neanche io. Che abdicate l’uso della razionalità é evidente….sono scelte.

    • giacintobutindaro scrive:

      Luciano, Alberto e Stefano, la discussione finisce qua. Ulteriori commenti saranno cestinati.

  35. Davide scrive:

    Alberto, rammenta che la spina della Rosa Rossa potrà pungere Giacinto solo se Dio lo consentirà. Intanto ti ricordo la maledizione perpetua presente in Genesi e che concerne la maledizione e la tremenda ira di Dio verso tutti coloro che hanno in animo e/o fanno del male ai suoi figliuoli che, come sai, sono la pupilla dei suoi occhi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.