Donne arroganti

tre-donne

Quanta arroganza da parte di tante donne che si professano Cristiane! Esse infatti sono delle ribelli in quanto non vogliono sottomettersi alla Parola di Dio. Non riconoscono infatti l’uomo come il loro capo e difatti per questa ragione non vogliono mettersi il velo quando pregano o profetizzano (perchè il velo è il segno dell’autorità da cui dipende la donna e che ella deve avere sul capo a motivo degli angeli); e non vogliono sottomettersi al proprio marito infatti usano autorità sopra di esso perchè ritengono di avere raggiunta la cosiddetta parità tra uomini e donne. E poi nella Chiesa vogliono insegnare perchè ritengono che abbiano il diritto di farlo (quando la Parola ordina loro di imparare in silenzio con ogni sottomissione), e poi rifiutano di adornarsi d’abito convenevole, con verecondia e modestia come dice loro di fare la Parola perchè esse si sentono ormai emancipate da tutti i comandamenti di Dio che le riguardano. Sono donne che sono state sedotte dal serpente antico con la sua astuzia, esattamente come lo fu Eva. Sorelle, non imitatele.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Confutazioni, Donne pastore o predicatrici, Dottrine false, Ornamento esteriore della donna and tagged . Bookmark the permalink.

49 Responses to Donne arroganti

  1. Sandro Teall says:

    Caro fratello Giacinto,
    E’ difficile per le donne, in questi tempi, trovare la loro identità nelle scritture, con un mondo talmente cambiato nei loro riguardi.
    Come piccola chiesa, abbiamo imparato a indirizzare lo sguardo delle donne al nostro Gesù, che è l’unico a cambiare la visione, gli atteggiamenti, ed il pensiero delle nostre mogli, figlie e ragazze che frequentano. A volte ci vuole un po di tempo, ma tutte trovano una vera soddisfazione nell’essere capite ed amate dal loro Creatore vivente. Se può essere utile questo è ciò che abbiamo imparato:
    Una donna dovrebbe essere così nascosta nel suo Dio, che un uomo, deve prima cercare l’Eterno, per poi poter trovare lei.
    Questo segreto ha aiutato molte donne che conosciamo, sia mogli, fidanzate e figlie.
    L’immagine di mia nonna paterna, che a 80 anni aveva la pelle del viso liscia, due occhi vispi e biricchini, il sorriso sicuro, un aspetto umile, ma glorioso e raggiante ed un cuore nascosto nel suo Dio, rimarrà sempre con me. Tutti le chiedevano: cos’è il tuo segreto?

    God bless you brother in your precious work in our Lord Jesus.

    Sandro

    • giacintobutindaro says:

      Pace a te Sandro. Beate quelle donne che fanno ciò che è giusto agli occhi di Dio. Sono sempre contento nel sentire o vedere sorelle che fanno quello che Dio ordina loro di fare.

  2. Freya says:

    Le Donne sono bellezza,grazia,sapienza,dolcezza e tanto altro ancora.
    Non è assolutamente corretto metterle in secondo piano, in secondo luogo, i diritti sono propri di ciascun essere vivente in quanto tale, a prescindere dal sesso. Nessuno è capo di nessuno.
    Le donne sono state sempre schiave di una concezione misogina ben radicata, sono state bruciate vive poiché credevano in qualcosa di diverso, i cristiani hanno operato il male nel corso dei secoli: veda l’abiura di Galileo Galilei, la messa al rogo di Giordano Bruno, il genocidio dei Cananei, della filosofa Ipazia insieme al rogo dell’antica e bellissima biblioteca D’Alessandria e così altre migliaia di persone innocenti.
    Lei vuole dunque giustificare questi atti di violenza in nome di un Dio? Le consiglio vivamente di ripensare bene e più volte a ciò che segue, perché credo che certi Bonifacio VIII, Innocenzo X del 2016 debbano sparire del tutto, onde evitare di riportare una seconda Inquisizione. Questo suo punto di vista si chiama follia, non religione.
    Ci pensi signor Butindaro e mi faccia sapere.

    • giacintobutindaro says:

      Guardi che io proclamando la sana dottrina, dimostro di essere a favore della donna, o meglio di cercare il suo bene. E’ lei dunque che deve cambiare modo di pensare, ed accettare quello che dice la dottrina di Dio

      • Gloria says:

        Quindi Lei signor Butindaro sta affermando (e sta insegnando ai suoi discepoli) che le donne non possono insegnare e studiare? e che gli uomini non devono ascoltare le donne? che le donne non hanno diritto di replica, di dire quello che pensano, di occupare posti nella cultura? Lo sa che in Italia è un DIRITTO sancito per Legge? Lei è quindi anti-costituzionale? Sta affermando che è il giusto il sessismo contro le donne?
        Dobbiamo pensare che Lei sia contrario a questo diritto, per le donne, di insegnare, parlare, scrivere, e che magari Sua figlia non la manda a scuola, perché a scuola “ci sono le insegnanti femmine” e “la donna non può insegnare”?

        Ci faccia sapere, signor Giacinto.

        Inoltre vorremmo anche sapere cosa sarebbe, secondo Lei, “il bene della donna”.

        • giacintobutindaro says:

          Signora Gloria, la Chiesa di Dio è l’assemblea di coloro che sono stati riscattati da Dio dal presente secolo malvagio, e nella Chiesa di Dio vige la legge di Cristo, il Figlio di Dio, che ci ha trasmesso tramite gli apostoli. E questa legge non contempla che la donna possa insegnare la Parola di Dio o la dottrina di Dio alla Chiesa, e per questo non contempla che tra i conduttori delle Chiese ci siano donne! Quindi niente pastori e anziani donne! La donna però può diventare diaconessa, se ha i requisiti richiesti, ma i diaconi nella Chiesa non hanno la mansione di insegnare. Come anche, la donna può pregare e profetizzare in seno alla Chiesa.
          La Chiesa non è lo Stato. Il mio discorso riguarda la Chiesa. Io non sto insegnando che la donna non può insegnare nelle scuole italiane, o che non può studiare nelle scuole o nelle università, o che nella società non ha diritto di replica se viene interpellata, o che non può occupare il posto di ministro in un governo, etc.. I Cristiani mandano i loro figli e le loro figlie a scuola come tutti gli altri, anche se sanno che ci sono donne sulle cattedre ad insegnare. Certamente però vigilano sui loro figli affinché sappiano discernere tra ciò che è verità e ciò che è menzogna, e quindi esortano i loro figli a rigettare la teoria dell’evoluzione e quella del gender, per esempio, perché sono cose contrarie alla Parola di Dio. E questo a prescindere che queste cose vengano insegnate da un uomo o una donna. Spero di essere stato chiaro, e che quindi lei ora abbia le idee chiare su quello che insegno. Se così non fosse, la invito a farmelo sapere.

          • Gloria says:

            Grazie signor Butindaro per aver replicato cordialmente. Ho capito il suo punto di vista, ma avrei da chiederLe ancora delle cose, poco chiare.
            Quindi, Lei ritiene che il Dio cristiano abbia stabilito che il suo popolo deve vivere con una certa legge, che prevede che il maschio sia sopra, superiore alla femmina, e la femmina sia secondaria, “debba imparare”, insomma, sottomissione.
            Ma questo si chiama sessismo, anche se Lei lo vuole etichettare come “Legge biblica” o “volere di Dio”; perciò si può affermare che la legge biblica sia sessista.

            Chiarito ciò, vorrei chiederLe tre cose:

            1) Dipendesse da Lei, le legge italiana, toglierebbe i diritti alle donne perché la Scrittura ordina certe pratiche e ne vieta altre? Poniamo che Lei diventi “presidente della Repubblica”, per volere di questo suo Dio, se preferisce pensarla così, e che avesse effettivamente potere in mano, Lei promulgherebbe leggi contro le libertà delle donne o si rivolgerebbe ancora sempre e solo alle donne cristiane lasciando comunque anche a quest’ultima la possibilità di scegliere se seguirla o meno?
            2) Dal momento che suppongo che le donne evangeliche la pensino come Lei, si può parlare di donne sessiste, contro loro stesse, che accettano una legge sessista e maschilista? E perché mai un Dio d’amore e di giustizia dovrebbe postulare leggi sessiste e discriminatorie che rendono le donne esseri umani mancanti di diritti? Non è chiaro questo passaggio. Inoltre non è neanche chiaro come un uomo, che si dica dalla parte del bene, permetta che sussista una simile discriminazione che porta ingiustizia e sofferenza.
            3) Lei non pensa che i suoi post o comunque gli scritti biblici che riporta qui, possano aumentare la violenza contro le donne?
            Poniamo l’ipotesi che qualcuno che ha un’indole violenta legga questo suo post sulle “donne arroganti” e prendendola alla lettera, decida di uscire per strada a minacciare (o aggredire) tutte le donne vestite con i jeans, o che parlano, o che hanno gioielli o trucco, e poi una volta arrestato dichiari che è stato ispirato dagli insegnamenti biblici o dal Suo post, Lei come si sentirebbe? Si dissocerebbe da questo fatto? Ma se anche si dissociasse, resterebbe il fatto che questi suoi scritti promuovono il sessismo, creano o peggiorano negli uomini che la leggono complessi di superiorità o di sadismo o risentimento contro le donne (magari donne che li lasciano e divorziano o donne che dicono no), quindi non permettono a questa società di migliorare, mantenendo le donne costantemente sotto la minaccia della violenza fisica (che è agita dai maschi soprattutto perché hanno più forza fisica). Sentiamo tutti i giorni notizie di femminicidi e violenze come acido o benzina gettata in faccia.
            Difatti non vorrei che qualcuno prendendo alla lettera questo suo post o usandolo come giustificazione “facesse una sua crociata o jihad” contro le donne “disobbedienti”. Ci sono stati tristi fatti di cronaca di musulmani che hanno preso troppo alla lettera certi insegnamenti (scritti o orali) degli imam, con i risultati che abbiamo visto tutti, così come tutti vediamo come hanno reagito certi uomini a donne che “hanno detto di no” e/o li hanno lasciati. La invito ad approfondire la storia di Valentina Pitzalis, una donna che aveva lasciato il marito violento ed è stata orribilmente sfigurata da costui. A giudicare da questi suoi post, ne dovremmo dedurre che donne come Valentina sono state “punite giustamente” in quanto ribelli? Vorrei sapere se può infatti spiegare chiaramente se per Lei esiste la misoginia, e in cosa consista, sempre secondo la sua opinione.

            Spero che sarà ancora così cortese da rispondermi anche perché questo Suo blog è pubblico e molti dei suoi post suscitano molte perplessità che potrebbero essere comprese anche molto male, da chi si imbatte nei suoi scritti.

            Buona giornata.

          • giacintobutindaro says:

            Salve signora Gloria, allora rispondo alle sue domande:

            1) Dipendesse da Lei, le legge italiana, toglierebbe i diritti alle donne perché la Scrittura ordina certe pratiche e ne vieta altre? Poniamo che Lei diventi “presidente della Repubblica”, per volere di questo suo Dio, se preferisce pensarla così, e che avesse effettivamente potere in mano, Lei promulgherebbe leggi contro le libertà delle donne o si rivolgerebbe ancora sempre e solo alle donne cristiane lasciando comunque anche a quest’ultima la possibilità di scegliere se seguirla o meno?

            MIA RISPOSTA:
            E’ impossibile che io diventi presidente della Repubblica Italiana o che vada a ricoprire qualche carica politica, perché Dio mi ha stabilito ministro del Vangelo, e quindi devo occuparmi di predicare il Vangelo. La sua volontà verso di me la conosco, Dio me l’ha rivelata, e quindi io parlo e opero seguendo l’esempio dell’apostolo e dottore dei Gentili Paolo da Tarso. Predico al mondo il Vangelo ed insegno alla Chiesa la dottrina che gli apostoli ci hanno trasmesso, che comprende anche dei comandamenti che concernono la donna. “Uno che va alla guerra non s’impaccia delle faccende della vita; e ciò, affin di piacere a colui che l’ha
            arruolato” (2 Timoteo 2:4), dice l’apostolo Paolo. E siccome sono partito anch’io per la buona guerra come Paolo, seguo il suo esempio. Le ripeto, io come ministro del Vangelo mi occupo di fare rispettare la legge di Cristo nella Chiesa, che non è lo Stato. La Chiesa è un’assemblea di riscattati che non fa parte del mondo, dove vige la legge di Cristo, e io quindi esorto le donne che fanno parte di questa assemblea ad osservare i comandamenti di questa legge.

            2) Dal momento che suppongo che le donne evangeliche la pensino come Lei, si può parlare di donne sessiste, contro loro stesse, che accettano una legge sessista e maschilista? E perché mai un Dio d’amore e di giustizia dovrebbe postulare leggi sessiste e discriminatorie che rendono le donne esseri umani mancanti di diritti? Non è chiaro questo passaggio. Inoltre non è neanche chiaro come un uomo, che si dica dalla parte del bene, permetta che sussista una simile discriminazione che porta ingiustizia e sofferenza.

            MIA RISPOSTA:
            Le donne evangeliche, come le chiama lei, non la pensano purtroppo tutte come la penso io, perché non tutte vogliono ubbidire ai comandamenti che ci hanno dato gli apostoli per la grazia di Dio. Infatti ci sono donne che in seno alla Chiesa insegnano, non si mettono il velo quando pregano o profetizzano, non si sottomettono ai loro mariti, e non procacciano la santificazione con modestia. Dio è un Dio d’amore, ma è anche un Dio giusto e i suoi comandamenti sono giusti, e le assicuro che anche i comandamenti che le donne sono chiamate ad osservare sono giusti. Peraltro le ricordo che anche gli uomini devono osservare dei comandamenti e non solo le donne. Per esempio le ricordo questi comandamenti che sono per i mariti che sono scritti nell’epistola di Paolo ai santi di Efeso: “Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, affin di santificarla, dopo averla purificata col lavacro dell’acqua mediante la Parola, affin di far egli stesso comparire dinanzi a sé questa Chiesa, gloriosa, senza macchia, senza ruga o cosa alcuna simile, ma santa ed irreprensibile. Allo stesso modo anche i mariti debbono amare le loro mogli, come i loro proprî corpi. Chi ama sua moglie ama se stesso. Poiché niuno ebbe mai in odio la sua carne; anzi la nutre e la cura teneramente, come anche Cristo fa per la Chiesa, poiché noi siamo membra del suo corpo. Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e s’unirà a sua moglie, e i due diverranno una stessa carne …. Ciascuno individualmente così ami sua moglie, come ama se stesso …” (Efesini 5:25-31,33)
            Ora, rifletta, ma le pare che un Dio che comanda ai mariti di amare le loro mogli come Cristo ha amato la Chiesa, di amare le loro mogli come amano se stessi, sia un Dio ingiusto o che procaccia il male della donna? Non le pare che invece sia un Dio giusto, che procaccia il bene della donna? Le donne generalmente fanno sempre presente il comandamento di sottomettersi al proprio marito, ma mai questi comandamenti che sono per i mariti. Ed anche l’apostolo Pietro ha trasmesso dei comandamenti per i mariti che sono questi: “Parimente, voi, mariti, convivete con esse colla discrezione dovuta al vaso più debole ch’è il femminile. Portate loro onore, poiché sono anch’esse eredi con voi della grazia della vita, onde le vostre preghiere non siano impedite” (Efesini 3:7). Le parole di Pietro si commentano da sé. Dio dunque è giusto e la sua volontà è che nella famiglia dei credenti regni la pace, la giustizia, l’amore, la concordia e la santità, e le mogli e i mariti che osservano questi comandamenti, per certo sono benedetti. Naturalmente ci sono anche i comandamenti che devono osservare i genitori verso i figli: “E voi, padri, non provocate ad ira i vostri figliuoli, ma allevateli in disciplina e in ammonizione del Signore” (Efesini 6:4), e quelli dei figli verso i genitori: “Figliuoli, ubbidite nel Signore a’ vostri genitori, poiché ciò è giusto. Onora tuo padre e tua madre (è questo il primo comandamento con promessa) affinché ti sia bene e tu abbia lunga vita sulla terra” (Efesini 6:1-3). Anche questi comandamenti dunque devono osservare le parti interessate affinché in famiglia sia fatta la volontà di Dio e ci sia dunque la benedizione di Dio.
            Le donne dunque che osservano i comandamenti di Dio non fanno altro che fare la volontà di Dio verso di loro, e sono quindi beate! Le assicuro che esse non hanno niente contro Dio! Anzi lo ringraziano!

            3) Lei non pensa che i suoi post o comunque gli scritti biblici che riporta qui, possano aumentare la violenza contro le donne?
            Poniamo l’ipotesi che qualcuno che ha un’indole violenta legga questo suo post sulle “donne arroganti” e prendendola alla lettera, decida di uscire per strada a minacciare (o aggredire) tutte le donne vestite con i jeans, o che parlano, o che hanno gioielli o trucco, e poi una volta arrestato dichiari che è stato ispirato dagli insegnamenti biblici o dal Suo post, Lei come si sentirebbe? Si dissocerebbe da questo fatto? Ma se anche si dissociasse, resterebbe il fatto che questi suoi scritti promuovono il sessismo, creano o peggiorano negli uomini che la leggono complessi di superiorità o di sadismo o risentimento contro le donne (magari donne che li lasciano e divorziano o donne che dicono no), quindi non permettono a questa società di migliorare, mantenendo le donne costantemente sotto la minaccia della violenza fisica (che è agita dai maschi soprattutto perché hanno più forza fisica). Sentiamo tutti i giorni notizie di femminicidi e violenze come acido o benzina gettata in faccia.
            Difatti non vorrei che qualcuno prendendo alla lettera questo suo post o usandolo come giustificazione “facesse una sua crociata o jihad” contro le donne “disobbedienti”. Ci sono stati tristi fatti di cronaca di musulmani che hanno preso troppo alla lettera certi insegnamenti (scritti o orali) degli imam, con i risultati che abbiamo visto tutti, così come tutti vediamo come hanno reagito certi uomini a donne che “hanno detto di no” e/o li hanno lasciati. La invito ad approfondire la storia di Valentina Pitzalis, una donna che aveva lasciato il marito violento ed è stata orribilmente sfigurata da costui. A giudicare da questi suoi post, ne dovremmo dedurre che donne come Valentina sono state “punite giustamente” in quanto ribelli? Vorrei sapere se può infatti spiegare chiaramente se per Lei esiste la misoginia, e in cosa consista, sempre secondo la sua opinione.

            MIA RISPOSTA:
            Guardi, di persone che nel tempo hanno usato passi della Scrittura come pretesto per fare del male al prossimo, ce ne sono state tante. La lista è lunghissima, persino i riformatori Giovanni Calvino e Martin Lutero usando certi passi della Bibbia fecero o incitarono a fare il male al prossimo, e io ho condannato pubblicamente questi loro comportamenti. Giovanni Calvino fece uccidere l’eretico Michele Serveto, e Martin Lutero incitò le autorità a perseguitare gli Ebrei. Ma la Scrittura dice che l’amore non fa male alcuno al prossimo …. E quindi noi condanniamo questi loro comportamenti. Pensi dunque se non mi dissocerei da qualcuno che leggendo le mie esortazioni alle donne, si mettesse a fare loro del male! Anzi le dirò di più, se vengo a sapere come si chiama ed ho le prove di quello che ha fatto, lo svergogno pubblicamente! Alle donne non va torto un capello, quand’anche si truccano, si mettono i pantaloni, vanno al mare a mettersi mezze nude, etc. lo ripeto, non bisogna torcergli un solo capello. Vanno esortate e ammonite con amore, ma mai odiate o maltrattate. Purtroppo però, d’altro canto, sta accadendo che delle sorelle nella fede dal momento in cui hanno cominciato ad osservare i comandamenti di Dio sono state odiate e discriminate nelle Chiese! Qui infatti purtroppo le cose sono arrivate al punto, che le donne che oggi nelle Chiese vogliono osservare i comandamenti di Dio vengono disprezzate e discriminate … sì proprio così, anche dai pastori. E questa è una vergogna! Ma io appoggio quelle donne che ricevono questo trattamento iniquo a motivo della Parola proprio da coloro che invece dovrebbero appoggiarle, e le difendo e le prendo ad esempio. Guardi, signora Gloria, se c’è qualcuno che procaccia il bene delle donne le posso dire che io sono tra questi, perché io sono dalla parte delle donne e non contro le donne. Lei dovrebbe parlare con tutte quelle donne che sono in Cristo e che osservano i comandamenti di Dio e chiedere loro se procaccio il loro male o se sono infelici o non si sentono «realizzate come donne», espressione che si sente dire spesso a taluni.

            Lei mi chiede se per me esiste la misoginia? Ma certo che esiste. Ma la misoginia è un “atteggiamento di avversione o repulsione per la donna”, e quindi non ha niente a che fare con il Cristianesimo. Noi Cristiani non avversiamo la donna, non abbiamo alcun senso di repulsione verso la donna, anzi la rispettiamo, la onoriamo, e procacciamo il suo bene esortandola ad osservare i comandamenti di Dio che sono sempre per il nostro bene e mai per il nostro male. Ma il fatto è che il bene che io procaccio verso la donna viene scambiato per male, e da qui ecco l’accusa ingiusta rivoltami da parte di alcune donne di essere misogino.

            Femminicidi e violenze come acido o benzina gettata in faccia alle donne? Coloro che commettono questi atti malvagi non rimarranno impuniti, perché Dio è un vendicatore, ed anche se scampassero alla punizione dell’autorità terrena, non scamperanno alla punizione divina. Coloro che fanno queste cose sono delle persone malvagie e li aspetta l’inferno, il tomento nel fuoco. Le ripeto, la violenza fisica non va usata né sulle donne e neppure sugli uomini.

            La saluto cordialmente.

        • fabio says:

          Pace Gloria,
          La risposta che Giacinto le ha dato credo sia esaustira l’unica cosa che non capisco mi perdoni è come mai vuole mettere nelle parole di Giacinto cose che non ha mai detto perché come le ha fatto notare rispondendole lui ha sempre parlato secondo ciò che si legge nella Parola di Dio e non ha mai mescolato le due cose ovvero la Bibbia con la carta costituzionale, GiacinTo non ha parlato della corruzione che vi è nel mondo ma delle cose che non vanno in seno alla chiesa come si legge in 1Corinzi 5:9-13 Vi ho scritto nella lettera precedente di non mescolarvi con gli impudichi. Non mi riferivo però agli impudichi di questo mondo o agli avari, ai ladri o agli idolàtri: altrimenti dovreste uscire dal mondo! Vi ho scritto di non mescolarvi con chi si dice fratello, ed è impudico o avaro o idolàtra o maldicente o ubriacone o ladro; con questi tali non dovete neanche mangiare insieme. Spetta forse a me giudicare quelli di fuori? Non sono quelli di dentro che voi giudicate? Quelli di fuori li giudicherà Dio. Togliete il malvagio di mezzo a voi!

          Gloria tanti che si dicono cristiani credo purtroppo che tantè parole che scrive l’apostolo Paolo, in quanto imitatore di Cristo, nelle sue lettere non né sono a conoscenza in tutta sincerità anche io prima di conascere questo blog non avevo mai dato importanza a ciò che si legge in 1 Timoteo 2:12 Ma io non permetto alla donna d’insegnare, nè d’usare autorità sopra il marito; ma ordino che stia in silenzio.

          Non gli davo importanza per la mia ignoranza che tutt’oggi è grande poiché tante sono le cose che ignoro ma un discepolo di Gesù Cristo ascoltando la Parola dell’UNICO MAESTRO non può fare altro che accettare quelle parole per FEDE e renderle vive nella propria vita e nella vita di chi gli sta vicino perché sia data GLORIA A DIO

          Se GiacinTo me lo permette visto che la domanda era indirizzata a lui e le ha dato già la sua risposta vorrei dire un ultima cosa secondo ciò che si legge in 1 Corinzi 12:7-12 E a ciascuno è data una manifestazione particolare dello Spirito per l’utilità comune: 8 a uno viene concesso dallo Spirito il linguaggio della sapienza; a un altro invece, per mezzo dello stesso Spirito, il linguaggio di scienza; 9 a uno la fede per mezzo dello stesso Spirito; a un altro il dono di far guarigioni per mezzo dell’unico Spirito; 10 a uno il potere dei miracoli; a un altro il dono della profezia; a un altro il dono di distinguere gli spiriti; a un altro le varietà delle lingue; a un altro infine l’interpretazione delle lingue. 11 Ma tutte queste cose è l’unico e il medesimo Spirito che le opera, distribuendole a ciascuno come vuole.
          12 Come infatti il corpo, pur essendo uno, ha molte membra e tutte le membra, pur essendo molte, sono un corpo solo, così anche Cristo.

          E noi sappiamo Gloria che 1Corinzi 14:33
          perché Dio non è un Dio di disordine, ma di pace.

          Quindi si immagina se un mignolo volesse fare la funzione di un polmone o viceversa o se il cuore volesse fare la funzione del fegato o viceversa , ma DIO RICHIEDE DI ESSERE AMATO CON TUTTO IL COINVOLGIMENTO DEL PROPRIO ESFERE CON TUTTO CIÒ CHE SIAMO CON IL NOSTRO CUORE CON LA NOSTRA ANIMA CON LA NOSTRA MENTE CON TUTTI NOI STESSI.

          Pace Gloria

          • Gloria says:

            @ Fabio: ho già risposto con un lungo messaggio (che qui non vedo, forse è in moderazione o non è stato inviato) cosa ritengo che contribuiscano a portare questi insegnamenti, nel mondo.
            Il punto è se questi insegnamenti, che per voi sono dottrina di Dio, contribuiscono, sì o no, a far declinare la violenza contro le donne, o se piuttosto non la fanno aumentare perché qualcuno, leggendoli, potrebbe essere spinto a farsi “una personalissima crociata/jihad” contro la “prima donna arrogante” che vede per strada; vale a dire, se questi insegnamenti e precetti rendono gli uomini più o meno violenti contro le donne, dal punto di vista costituzionale e antropologico.

            Quanto al suo esempio degli organi umani, non capisco: la donna è dotata di uguale intelletto al pari dell’uomo. Sa parlare quanto l’uomo, replicare quanto lui. A meno che lei, signor Fabio, non voglia sostenere che una donna non può insegnare un testo biblico (o altro) perché mancante di intelligenza e mentalmente inferiore a un maschio, che ha sempre il “diritto” di sentirsi migliore di una donna. Sarebbe un pensiero molto grave, questo.

            “ordino che stia in silenzio”, vale anche per quelle donne picchiate?
            Mi faccia sapere, se questo pensiero/insegnamento, viene letto da uno stupratore o violento, a cosa può portare.

          • fabio says:

            Pace Gloria,
            Le rispondo solo adesso poiché non ho potuto prima.
            Leggo dalle sue parole “vale a dire, se questi insegnamenti e precetti rendono gli uomini più o meno violenti contro le donne, ” ,DELLA PAROLA DI DIO si legge quanto segue in 2 Timoteo 3,16 Tutta la Scrittura infatti è ispirata da Dio e utile per insegnare, convincere, correggere e formare alla giustizia, perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.
            Come Giacinto le ha già scritto anche a me sono salite quelle parole che si leggono in Efesini 5:25-33 E VOI MARITI AMATE LE VOSTRE MOGLI COME CRISTO HA AMATO LA CHIESA,E HA DATO SE STESSO PER LEI, per renderla santa, purificandola per mezzo del lavacro dell’acqua accompagnato dalla parola, al fine di farsi comparire davanti la sua Chiesa tutta gloriosa, senza macchia né ruga o alcunché di simile, ma santa e immacolata. Così anche i mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo, PERCHÉ CHI AMA LA PROPRIA MOGLIE AMA SE STESSO. Nessuno mai infatti ha preso in odio la propria carne; al contrario LA NUTRE E LA CURA, come fa Cristo con la Chiesa, poiché siamo membra del suo corpo. PER QUESTO L’UOMO LASCERÀ SUO PADRE E SUA MADRE E SI UNIRÀ ALLA DONNA E I DUE FORMERANNO UNA CARNE SOLA. Questo mistero è grande; lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa! Quindi anche voi, ciascuno da parte sua, ami la propria moglie come se stesso, e la donna sia rispettosa verso il marito.

            Signora Gloria, in queste parole io non ci vedo affatto un inneggiare qualcuno a partire per una crociata di guerra contro la donna ma vi vedo e vi leggo parole di PURO AMORE verso quella creatura che DIO ha condotto vicino all’uomo come si legge in enesi 2:18-22
            18 Poi il Signore Dio disse: «Non è bene che l’uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile». 19 Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di bestie selvatiche e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all’uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l’uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. 20 Così l’uomo impose nomi a tutto il bestiame, a tutti gli uccelli del cielo e a tutte le bestie selvatiche, ma l’uomo non trovò un aiuto che gli fosse simile. 21 Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. 22 Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo.

            Per quanto riguarda l’esempio del corpo non l’ho fatto per dire che la donna non ha intelligenza o che la sua intelligenza sia inferiore a quella dell’uomo anche perché se un mignolo del piede si frattura tutto il corpo ne risente così vale per qualsiasi altra membra del corpo però come ogni parte del corpo ha la sua funzione affinché tutto il corpo sia unito e funzionante così è anche per le persone. Sa quante donne parlano di carriera di divertimento e non pensano affatto alla famiglia (1 Timoteo 2:15) o viceversa sa quanti uomini parlano di carriera di divertimento e vedono un ostacolo in quelle parole che si leggono in Genesi 2,24 Per questo l’uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne.

            Per quanto riguarda la domanda che mi pone “Mi faccia sapere, se questo pensiero/insegnamento, viene letto da uno stupratore o violento, a cosa può portare.”
            Io non condivido chi fa del male alle donne ma non credo che chi ha atteggiamenti di violenza verso le donne li abbia per queste parole che L’apostolo Paolo imitatore di Cristo usa nella lettera a Timoteo e vorrei cogliere l’occasione di invitare a chi si trova ad assistere ad episodi di violenza verso qualsiasi essere umano che siano uomini donne bambini, a denunciare tali episodi

            Gloria la saluto nella speranza che possa crescere nella conoscenza di Dio Padre e di Suo Figlio Gesù Cristo

  3. Mirella says:

    Cito (allibita) TESTUALMENTE:

    > Guardi che io proclamando la sana dottrina,
    – Una dottrina che predica sottomissione della donna all’uomo in quanto quest’ultimo sarebbe “il suo capo”?
    Mi scusi, cosa avrebbe l’uomo “in più” rispetto alla donna, salvo un dettaglio anatomico che solo per decenza non nomino?

    > dimostro di essere a favore della donna, o meglio di cercare il suo bene.
    – Qualsiasi donna con un minimo di spina dorsale non ha bisogno di nessuno per stabilire cosa sia bene “per sé stessa” e perseguire tale bene… stia sereno e si occupi del suo, di bene, ché al nostro – noi donne – sappiamo pensarci da sole.

    > E’ lei dunque che deve cambiare modo di pensare, ed accettare quello che dice la dottrina di Dio
    – DEVE?
    E con quale autorità e diritto lei – e più ancora il SUO dio – presume di imporre tale dottrina?
    Il libero arbitrio lo ebbe anche Lucifero, pertanto ciascuna persona (uomo o donna) ha la medesima facoltà di proferire il suo stesso NON SERVIAM (non servirò, non obbedirò) e di ripudia dio… non per ateismo ma per totale, assoluto e perfetto rifiuto.

    I migliori saluti da una donna orgogliosamente sbattezzata e Massone.

    • giacintobutindaro says:

      Mirella, io sono servo dell’Iddio Altissimo il cui nome è YAHWEH, che è il solo vero Dio, e che voi odiate e disprezzate. Sono un suo servo, e insegno la Sua dottrina con l’autorità che Lui mi ha dato. Voi massoni siete invece del GADU, il principe di questo mondo di tenebre. Ravvediti e credi nel Vangelo di Cristo, altrimenti raggiungerai i tuoi fratelli e sorelle massoni all’inferno quando morirai.

      • Mirella says:

        Meglio l’inferno per propria scelta che il paradiso per imposizione.
        E giusto per renderle chiaro, fino in fondo, quanto siano inutili i suoi richiami ai Massoni perché si convertano, nonché quanto il suo dio ed i suoi comandamenti siano per me oggetto di disprezzo, le rendo nota la mia personale ‘preghiera” al GADU:
        – Piuttosto che cedere in punto di morte – per stupida umana debolezza – alle pressioni di qualsiasi pretazzo o predicatore, fammi cadere in stato di incoscienza o mandami un ictus o qualsiasi cosa che renda impossibile il ritorno allo spregevole dio cristiano.

  4. massimo says:

    @ MIRELLA, lei è entrata in piena “libertà ed arbitrariamente” in un questo blog “cristiano”, o mi sbaglio? O forse qualcuno l’ha forzata?
    Forse non ha ancora ben realizzato che è proprio attraverso questo strumento che il fratello Giacinto proclama la PAROLA DI DIO e la salvezza che si ottiene soltanto mediante la FEDE nel SIGNORE GESU’ CRISTO!
    Sì, Giacinto “predica il Vangelo della Grazia a ogni creatura” (Marco 16:15), in obbedienza all’ordine impartito da GESU’ e quindi anche a lei, che chissà come mai, sta anche oggi qui leggerà! Di riflesso ora è stata ancor più responsabilizzata!
    Per me non c’è niente di nuovo sotto il sole, come per Giacinto, anzi trovo legittima, direi normale la sua istintiva reazione come da lei scritta!
    Sappia che non v’è alcuna pretesa, nè forma alcuna di coercizione fisica o psicologica ecc… da parte di Giacinto, nè da chiunque altro! E’ solo Parola di Dio!
    Del resto è altresì scritto :” CHI AVRA’ CREDUTO E SARA’ STATO BATTEZZATO SARA’ SALVATO, MA CHI NON AVRA’ CREDUTO SARA’ CONDANNATO” (Marco 16:15). Nella Parola di Dio, i credenti, ovvero tutti coloro che sono stati riconciliati a Dio mediante la Fede in Gesù Cristo, attingono ammaestramento, consiglio, esortazione, riprensione ecc.
    Mirella, sappia che Giacinto, io e molti altri abbiamo creduto nel DIO della Bibbia e nel suo Figlio GESU’ CRISTO! Pertanto, i suoi servitori non faranno altro che ubbidire a questa Parola, per cui è altresì scritto :” Vi dico che se costoro tacciono, le pietre grideranno” (Luca 19:40).
    Pertanto, l ‘esortazione è la stessa : “SI RAVVEDA”. Il messaggio del Vangelo è lo stesso :” Oggi, se udite la sua voce, non indurite i vostri cuori come nel giorno della ribellione… così giurai nella mia ira: Non entreranno nel mio riposo” (Ebrei 3:7-11).
    Lei continuerà a disprezzare Dio, il Creatore dei cieli e della terra? (Genesi 1:1)
    Forse non si è ancora resa conto di questa verità biblica che “se anche vive e respira, è già morta!”. Non lo diciamo noi, è sempre l’ amatissimo Gesù a dirlo chiaramente : “Lascia che i morti seppelliscano i loro morti” (Luca 9:60). Ma lei non crede vero?
    Dio, intendo quello della Bibbia, sa ogni cosa e nulla gli è nascosto; Lui conosce i pensieri più nascosti (Salmo 44:21). Noi credenti, siamo ben “Consapevoli dunque del timore che si deve avere del Signore, cerchiamo di convincere gli uomini (donne comprese); e Dio ci conosce a fondo..” (2° Corinzi 5:11).
    Pertanto Mirella, anche se lei ci maledirà, noi la benediremo! Se lei ci oltraggia, noi preghiamo (Luca 6:28) sì..sì! E personalmente mi sento di pregare per lei!
    Noi credenti in Cristo ben sappiamo qual’è ” il nostro combattimento” (Efesini 6:12). Saluti.
    Pace Giacinto.

  5. Mirella says:

    > lei è entrata in piena “libertà ed arbitrariamente” in un questo blog “cristiano”, o mi sbaglio?
    – Verissimo, a seguito di un post pubblicato sulla mia pagina Facebook da un Fratello massone… per la serie “vedi un po’ fin dove arrivano le illusioni degli anti-nassoneria”.
    Illusioni di una nostra ‘conversione”, ovviamente.

    > lei non crede vero?
    – E chi glielo ha detto?
    Si rilegga bene quanto ho scritto.
    Io credo alla stessa precisa maniera di Lucifero… che di certo non è ateo, visto che ha conosciuto dio personalmente: credo come pura presa d’atto ma senza alcuna fede ed in totale rifiuto, facendo mio il “non serviam” (non servirò).

    Ho chiarito a sufficienza?

  6. elena says:

    Pace Giacinto, Massimo, per lo meno qualcuno in più avrà capito, dai commenti della s.ra mirella, perché molti che si dicono “cristiani”, tra cui pastori e direttori di case editrici che vendono Bibbie (oltre che libri di massoni), non si “espongono” apertamente contro la massoneria e non difendono la Parola di Dio ovvero l’unica e sola Verità.

  7. massimo says:

    @ Mirella, quindi mi faccia capire : lei crede “alla stessa precisa maniera di Lucifero” oppure adora Lucifero? Sarebbe lui il suo dio? Se è così, forse non se ne rende conto, ma lei a che fare col padre della Menzogna! E sì… e lo sa perchè?
    Perchè nella Parola di Dio è chiaramente scritto : “TU CREDI CHE C’E’ UN SOLO DIO E FAI BENE, ANCHE I DEMONI LO CREDONO E TREMANO” (Giacomo 2:19).
    Pertanto, Lucifero o Satana o il Diavolo, come meglio le aggrada chiamarlo e che lei ritiene di servire, perchè “non si possono servire due padroni”(Luca 16:13), e le sta nascondendo questa Verità : lui sa che vi è un solo DIO, il CREATORE del cieli e della terra (Genesi 1:1 e ci tengo a ribadirglielo) e lui TREMA alla sua presenza!
    Nel tempo stabilito “verrà gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta; e saranno tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli” (Apocalisse 20:10).
    Gesù l’ha già sconfitto sulla croce e di nuovo lo sconfiggerà e per sempre nei tempi stabiliti da DIO stesso!
    Mirella, quindi sta difendendo la causa di un “perdente” di cui è già stato scritto 2000
    anni fa! Arbitrariamente sta rinunciando alla salvezza offerta gratuitamente da Gesù, il Cristo di Dio! Questo sì che mi è molto chiaro, più che a sufficienza!
    Pregherò per lei….è un mio impegno di credente in Cristo! Saluti
    Pace Giacinto.

    • Mirella says:

      > quindi mi faccia capire : lei crede “alla stessa precisa maniera di Lucifero” oppure adora Lucifero? Sarebbe lui il suo dio? Se è così, forse non se ne rende conto, ma lei a che fare col padre della Menzogna!
      – Tralascio il resto del suo discorso, perché si basa sul presupposto di un’adorazione di un qualsiasi dio (che sia Lucifero o altro non importa).
      Glielo faccio capire (almeno spero!) definitivamente.
      Fare qualcosa “alla stessa maniera di X, Y o Z” non implica essere adoratori di X, Y o Z… significa semplicemente procedere e regolarsi allo stesso modo.
      Personalmente io non riconosco nessun dio nella mia vita all’infuori di me stessa… parafrasando il cd. decalogo “IO sono il mio dio e non avrò altro dio all’infuori di me”.
      Se questo comporterà, nell’aldilà, la destinazione infernale… mi sta bene!
      Preferisco l’inferno nell’orgoglio di aver rifiutato dio piuttosto che il paradiso a lui sottomessa… meglio la sottomissione a Lucifero di propria volontà, ripeto, che quella a dio per un presunto “obbligo” di fede.
      Tutto chiaro adesso?

      • fabio says:

        Pace.
        cara Mirella, mi permetta di fare solo una riflessione pur sapendo che poi ognuno la continuerà a pensare come vuole,lei parla di scelta di sottomissione a … di propria volonta , ma è cosi sicura che la sua sia una LIBERA scelta,perché oggi nella nostra societa si parla tanto di libere scelte ma quale sono esse, non sono forse rappresentate dalle tante luci che ci vengono proposte ogni giorno, non è questo forse un insegnamento della massoneria ,”tante verità”,poichè questo significa lucifero; “portatore di luci”… ma paradossalmente tante luci fanno il buio cosi come tante verita fanno la menzogna…
        nella Sacra Bibbia noi leggiamo che la LUCE E’ VENUTA NEL MONDO”, quindi non tante luci ma Una Luce che è sempre il nostro Signore Gesù Cristo che è sempre La Parola ,il Verbo di Dio,io credo ma questo lo prenda con le pinze di ferro poiché è ciò che penso io ,che scegliere di essere “schiavi” di Cristo voglia dire essere liberi poiché Gesù si fa conoscere da te e ti PROPONE di seguirlo ma non ti IMPONE perché Lui è la Verità ,l’Unica Verità e all’infuori di Lui non ve ne è altra…
        L’unico consiglio che mi permetto di darle è quello di leggere attentamente la Bibbia in special modo il Vangelo per essere sicura che la scelta che lei dice di aver fatto sia veramente una scelta libera…
        Pace

  8. massimo says:

    @ Elena, pace. Mirella è come le molte persone che ci circondano, con cui magari parliamo occasionalmente o lavoriamo, ecc..
    Attualmente NON è una sorella in Cristo Gesù, ma bensì ha legami con un’altra radice, quella della Massoneria di cui è stata fatta “preda con la filosofia e con vani raggiri secondo la tradizione degli uomini e gli elementi del mondo e non secondo Cristo” (Galati 2:8).
    Credo che il Signore l’abbia spinta qui a scrivere perchè vuole aiutarla ancora una
    volta! “Lui sa i pensieri che medita per noi, pensieri di pace e non di male, per darci un avvenire ed una speranza” (Geremia 29:11).
    Certamente possiamo fare una cosa molta utile : pregare per lei!
    “Gesù è lo stesso ieri, oggi ed in eterno” ed ancor oggi può salvare, guarire e liberare da certe schiavitù! “Noi siamo più che vincitori, in virtù di Colui che ci ha amati. Infatti sono persuaso che nè morte, nè vita, nè angeli, nè principati, nè cose presenti, nè cose future, nè potenze, nè altezza, nè profondità, nè alcun’altra creatura potranno separarci dall’Amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore (Romani 8:37-39)”. Pace.

  9. massimo says:

    @ Mirella, quello che lei chiama “obbligo”, noi credenti in Cristo lo chiamiamo semplicemente “AMORE”. Perchè ” Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinchè chiunque crede in lui non perisca ma abbia vita eterna”(Giovanni 3:16). Non è altro che un contraccambio di profondi sentimenti d’ Amore tra la creatura ed il suo Creatore, o meglio tra un figlio col Padre! E questa forma di sottomissione e di obbedienza è doverosa quanto necessaria!
    Sì, Dio ha fatto tutto questo per amore degli uomini! Anche Gesù Cristo, suo Figlio è stato obbediente al Padre tanto che ha lasciato la gloria, è sceso sulla terra ed è morto sulla croce per amore degli uomini, dimostrando così di riflesso il suo grande amore verso il Padre!
    “Nessuno ha amore più grande di quello di dar la sua vita per i suoi amici” (Giovanni 15:13). Non credo sia così difficile comprendere questo!… ma forse accettarlo sì!

    Mirella, sinceramente mi è chiaro soltanto il suo “Orgoglio” che del resto ha scritto più volte; il resto mi sembra tutto un gran guazzabuglio! Ma Stefano Bisi del G.O.I. non auspica forse che voi massoni siate tutti “più buoni”, delle buone persone? Ma essere buoni implica essere anche umili! E Lucifero è stato forse umile verso Dio? Affatto! Eppure Lucifero è parimenti una creatura di Dio, ma è altresì l’esempio per eccellenza della ribellione, della disobbedienza! Ed è stato proprio il suo “Orgoglio” a contraddistinguerlo! E’ scritto chiaramente in Isaia 14:12-14….
    La persona ribelle pertanto evidenzia chiaramente il suo “spirito altero, d’orgoglio, di superbia”. Hai mai conosciuto dei buoni ribelli, dei buoni disobbedienti? Dei figli ribelli e disobbedienti non fanno forse disonore ai propri genitori? Certo che sì!
    Purtroppo, mi rendo sempre più conto di quanto sono davvero cambiate le cose in questo mondo e in peggio ovviamente ! Che amarezza!
    Mirella, in precedenza lei aveva scritto a Giacinto : “le rendo nota la mia personale ‘preghiera” al GADU: ….”. Quindi ho pensato che lei pregasse questo G.A.D.U.
    Poi successivamente ha scritto che crede “alla stessa precisa maniera di Lucifero…
    che non è ateo”, sottintendendo che anche questo crede in qualcosa, quindi di riflesso ho pensato che lei credesse comunque in qualcuno o qualcosa! Poi infine scrive che non riconosce altro dio all’infuori di lei, quindi si fatta dea di se’ stessa!
    E’ vero che Dio ci ha fatti a sua immagine e somiglianza, come è altrettanto vero che è scritto : “Io ho detto: voi siete dei”. Se chiama dei coloro ai quali la parola di Dio è stata diretta (e la Scrittura non può essere annullata) come mai a Colui che il Padre ha santificato e mandato nel mondo, voi dite che bestemmia, perchè ho detto :”Sono figlio di Dio” (Giovanni 10:35-36). Ma non credo che lei si riferisse a questa Verità!
    I cattolici invece si avvicinano molto agli X, Y, Z da lei citati, in quanto un pò pregano Dio, poi anche Gesù ignorando però i suoi insegnamenti, quindi si affidano anche a Maria, ma poi si rivolgono anche a San Pio….San Gennaro…San Antonio….San Francesco e se possibile si sforzano anche nell’imitarli! Ma se alla fine poi il risultato tanto sperato non ci fosse perchè la guarigione non arriva, la situazione economica non migliora, le cose in famiglia vanno di male in peggio….allora si giocano il jolly, ovvero ricorrono ai santoni, ai guaritori e nel calderone ci mettono pure i maghi, sì…ma quelli “buoni”, quelli della bianca magia…però, quella che non fa male…pensano loro! Che gran guazzabuglio davvero!
    Mirella, purtroppo mi devo congedare da lei e questa volta definitivamente (in quanto non vorrei peccare secondo quanto è scritto in Matteo 7:6). La lascio però con una preghiera, non mia e me ne guarderei bene, ma quella che Gesù stesso rivolse all’unico Dio e Padre suo e nostro (ovvero per chiunque crede in Lui) :
    “- Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perchè hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perchè così ti è piaciuto. -” Ogni cosa mi è stata data in mano dal Padre mio; e nessuno conosce il Figlio, se non il Padre; e nessuno conosce il Padre, se non il Figlio, e colui al quale il Figlio voglia rivelarlo”. Resto fermo nella mia promessa di preghiera per lei!
    Pace Giacinto.

  10. Freya_MorriganKali says:

    Cara Mirella, mi congratulo davvero con te, se posso darti del tu, purtroppo non tutti gli uomini al mondo hanno il dono del rispetto altrui, di altri credi e di altre opinioni.

    Non a caso la chiesa cristiana ha sempre imposto tutto per mezzo della forza, compiendo veri e propri genocidi. E sarà sempre così, se il governo approvasse ( per ipotesi dell’assurdo) una legge che dichiara atto legittimo l’uccisione di persone in base ad un credo, se si potessero ardere vive le donne perché pagane e/o animiste ecc. (mio caso) o comunque di un altro credo, gente come Giacinto e i suoi amici non esiterebbero 3 secondi nel farlo..

    Purtroppo si vive in un mondo dove i due grandi mattoni di religioni monoteiste sono costituite da un enorme delirio di onnipotenza, da una presunzione spietata che la loro sia l’unica,vera religione. Qualsiasi cosa che sia differente è da loro considerato a Satana o comunque qualcosa di falso.

    Per quanto a lei Giacinto, so bene che vi è la moderazione dei commenti al suo blog, ma spero vivamente che lei dia permesso a tutti di esprimere il proprio parere se esso non contiene offese personali. Anche perché verrebbe considerata violazione al diritto di parola, Grazie.

    • giacintobutindaro says:

      Guarda, Freya, che io riprendo, sgrido, confuto, ma non torco un capello a nessuno di quelli che riprendo, sgrido e confuto. E non incito nessuno a fargli alcunchè di male. Devo sempre ripetermi su questo punto. Io non combatto contro sangue e carne. Io dunque vi avverto a voi che camminate sulla via della perdizione, poi se voi non volete dare ascolto all’avvertimento, l’ira di Dio resterà sopra di voi e ve ne andrete nelle fiamme dell’inferno. E il vostro sangue ricadrà sul vostro capo. Tutto qua.

    • Massimo says:

      @ FREYA, quanti luoghi comuni ha scritto :
      1) “non tutti gli uomini al mondo hanno il dono del rispetto altrui, di altri credi e di altre opinioni” – Se fosse veramente così, mi potrebbe dire allora su quali basi reggerebbe l’opera di Dio? Se Gesù non avesse lasciato la gloria, non si fosse fatto uomo, assumendo in tutto e per tutto la natura umana pur essendo Dio, non avesse predicato il Vangelo della Grazia, non fosse morto sulla croce, e tanto meno risuscitato dai morti?
      L’Ordine invece del nostro Capo, che è sempre Gesù, cui ogni vero credente si è sottoposto, arruolandosi nel suo ESERCITO è esclusivamente SPIRITUALE: “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura. CHI avrà CREDUTO e sarà stato BATTEZZATO sarà SALVATO; ma CHI NON AVRA’ CREDUTO SARA’ CONDANNATO” (Marco 16:15-16).

      2) “la chiesa cristiana ha sempre imposto tutto per mezzo della forza…”
      Lei confonde la Chiesa di Cristo, ovvero la sua Sposa, con quella fetta di pseudo-cristiani che formano la Chiesa Cattolica Apostolica Romana, e che concordo pienamente con lei, ha posto in essere una vera e propria macchina di morte (Crociate, Inquisizioni, Persecuzioni varie) contro tutti coloro che non abbracciavano la loro falsa religione (e tra gli uccisi, i perseguitati e i martirizzati ci furono molti autentici cristiani).
      Si legga un pò di storia, Internet le offrirà molte informazioni a riguardo!
      Ma sappia Freya, che la vera “Chiesa di Cristo è colonna e sostegno della VERITA'” ed è fondata quindi su questi tre cardini : FEDE, SPERANZA e CARITA’ che è l’ AMORE perfetto, quindi sul Vangelo della Grazia!

      3) “gente come Giacinto e i suoi amici non esiterebbero 3 secondi nel farlo..”
      Freya, per queste parole tremendamente biasimevoli, dovrebbe delle doverose quanto rispettose scuse sia Giacinto che ai suoi amici, i quali per Amore e solo per Amore annunciano la Verità di Cristo, affinchè il Signore possa avere pietà e misericordia di molte anime che sono cieche, che vivono tuttora nel buio, nell’ignoranza spirituale, che è mancanza di conoscenza del Vangelo della Grazia, ed affinchè siano strappate, se possibile, dal fuoco dell’Inferno!

      4) “Purtroppo si vive in un mondo dove i due grandi mattoni di religioni monoteiste”. Ebbene…di mattoni non ce ne sono affatto, perchè chi cammina per la Parola di Dio trova la vera libertà, perchè è la Verità che rende Liberi in Cristo Gesù! La Fede in Cristo Gesù non è affatto un mattone! Già solo il termine “mattone” da’ un senso di gravosità, di peso, ed è anche questo un falso messaggio! Gesù stesso afferma : “Poichè il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero” (Matteo 11:30). Piuttosto potremmo parlare di “pietre viventi” sì quelle che formano un “edificio spirituale, un sacerdozio santo, la vera Chiesa di Cristo! Come è altrettanto vero che ci sono molti uomini, donne comprese, che sono soliti affardellarsi di tanti e gravosi pesi sì da restarne spesso schiacciati; e potremmo Freya parlarne all’infinito, senza arrivare però da nessuna parte, se purtroppo in lei, nel suo cuore, come in quello di Mirella e di molti altri/e non c’è alcuna necessità o bisogno! Uno/a che non ha sete come potrà mai bere?
      Il Signore invece, ha aperto una fonte d’acqua viva anche attraverso questo blog; e si sta servendo del “secchio Giacinto”, per offrire la possibilità a chi davvero ha sete di avvicinarsi e di bere, e quest’acqua scaturirà in vita eterna!
      Ma se un’anima non ha sete, bisognerà che prima ne accusi l’arsura e se più avanti la troverà ancora aperta questa fonte, potrà dissetarsi, altrimenti dovrà cercare altrove o peggio morirà! Freya, mi creda e mi sopporti… vorrei tanto come di certo lo vuole Giacinto come pure i suoi amici, che anche a lei avesse sete e potesse bere di quest’acqua, sì da non aver più sete!Ma………. saluti.
      Pace Giacinto.

      • Freya_MorriganKali says:

        Allora, forse non mi sono spiegata molto bene..

        Quello che la maggior parte dei cristiani non capisce è il rispetto anche per culti differenti.
        C’è questa dannata presunzione che quella religione sia l’effettiva,l’unica e la vera religione e che chi non la segue, dedicandosi quindi ad altro, sia chiaramente schierato/a con Satana o comunque sia contro Dio e che quindi sia destinato <>.

        Non c’è tolleranza alcuna. Esistono molti altri credi, voi continuate ad esortare la gente, usate sempre il “RAVVEDETEVI” se qualcuno segue altro.

        Seconda cosa, mi spiega allora dove sta quella Chiesa che sostenete voi esistere. Perchè io qui non la vedo. E non mi venga a parlare di amore,fede,TOLLERANZA e UGUAGLIANZA di sessi che vi è nel Cristianesimo poiché non vi è nulla di ciò.
        “L’uomo è capo della donna e Dio dell’uomo”, sbaglio o è scritto ciò? Perdonate se le parole non saranno quelle precise, ma il senso non è dunque questo? e la creazione prima dell’uomo e poi di Eva?
        E il dichiarare che il male è stato voluto da Satana che ha tentato però la Donna? che poi a sua volta ha tentato Adamo e di conseguenza che è generato dalla donna anche nei giorni nostri magari vestendosi in modo poco sobrio provocando così l’uomo e il peccato?
        E i numerosi genocidi compiuti nell’Antico Testamento? Il sacrificio di Iefte compiuto fino in fondo a differenza di quello di Isacco? Ebbene?

        Senta Massimo, il Cristianesimo verte sulla pura MISOGINIA, INTOLLERANZA, e tante altre cosa davvero poco piacevoli.
        Potrà pure aggrapparsi sul fatto che ai giorni nostri magari la Chiesa non operi così brutalmente, ma non vi è distinzione tra le due Chiese, la Chiesa è sempre stata quella,unica ed effettiva, andando indietro nel tempo fino dai tempi dell’Antico Testamento vi erano pratiche brutali.

        Libri come Levitico e Deuteronomio sono libri più violenti che io abbia mai letto. La condizione della Donna è sempre stata, ed è tuttora, di sottomissione, e fa proprio incazzare, mi perdoni il termine poco fine, che essa venga considerata come forma giusta e di amore.

        Io scrivo in questo blog sa perché? Perché essendo qui scritte le pagine prendendo le fonti in senso letterale e giusto, almeno apro bene sempre di più gli occhi tenendomi aggiornata. So benissimo che è una discussione aperta che non porta a nulla, ma finché io non offendo nessuno, sono benissimo libera di esprimere mie opinioni a quello o a quell’altro post in questo blog, in quanto esso aperto a chiunque e non solo ad una cerchia stretta di persone. Non vi è password per accedervi.

        Saluti a lei

      • Freya_MorriganKali says:

        Inoltre aggiungo un’altra cosa. Perché dunque Gesù non ha assunto attributi sia maschili che femminili per esempio?
        Per quale ragione “si è fatto uomo” e non donna,per esempio?

        Per quale ragione? Per amore della Donna? me lo dica.
        Per gesto di amore? Ohh che grandissimo gesto di tolleranza e di uguaglianza.
        Non ho mai capito questa cosa, voi che professate e che siete dottori in ciò che professate, voi che sapete comunque più di me allora datemi per piacere una risposta sensata COERENTE CON LA MIA DOMANDA e io ne sarò finalmente felice.

        Davvero amorevole questo Dio.

        • Massimo says:

          @ Freya, fa bene a tener ben aperti i suoi occhi fisici come ha scritto, ma nel contempo deve chiedere al Signore che le illumini quelli del cuore, solo Lui può farlo (Efesini 1:18).
          L’apostolo Paolo ha scritto molto sui mariti e mogli!
          Si prenda un pò di tempo e legga Efesini 5:22-33 e 1° Corinzi 7 , ma ci sarebbe molto altro! Paolo afferma a riguardo :” Questo MISTERO è grande; dico questo a riguardo di Cristo e alla chiesa” (Efesini 5:32). E’ un mistero, quindi! paragonando Cristo all’Uomo e la Chiesa la Donna. Non dimenticando poi che è altresì scritto :” Perchè alla risurrezione non si prende nè si dà moglie; ma i risorti sono come angeli nei cieli” (Matteo 22:30).
          I suoi perchè Freya sono in parte anche legittimi, ma solo un giorno potremo conoscere e ben comprendere ogni cosa a fondo! Ora conosciamo solo in parte! Il credente in Cristo , ovvero un soldato (spiritualmente parlando) non deve farsi certo centomila paranoie, mi consenta anche lei questa espressione, sul perchè e per come il suo Capo ordini così e non colà. Una soldato ha riposta ogni fiducia, ha FEDE, confida nel suo Capo e lo segue ovunque Egli vada. E’ scritto :”Il giusto vivrà per fede” (Galati 3:11).
          Le battaglie armate e sanguinarie che leggiamo nel Vecchio Testamento, Gesù nel Vangelo della Grazia (Nuovo testamento) le ha mutate in battaglie spirituali, combattute con le armi della luce (Efesini 6:10-20). Tutto qua!
          Come ha giustamente scritto lei, Dio ha creato per prima l’uomo e poi la donna (che significa tratta dall’uomo Genesi 2:23). E quest’ultima perchè fosse un AIUTO ADATTO all’uomo (Genesi 2:18). Quindi dovrebbe chiedere direttamente al Creatore perchè ha agito così! Ma la donna è ossa delle ossa dell’uomo e carne della sua carne (Genesi 2:18) e va considerata come un vaso delicato e perciò tratta con tutto il riguardo e l’amore che l’uomo dovrebbe avere per se stesso! Mi creda quando leggo “il Cantico dei Cantici”, che decanta appunto quell’Amore perfetto, profondo, intimo che dovrebbe esserci tra uno sposa e la sua sposa, mi sento molto incoraggiato e rapito da questi sentimenti umani veri, profondi!
          Freya, continui a seguire Giacinto e ad esaminare attentamente tutte le verità evangeliche che mette ben in luce, che invece spesso vengono taciute, nascoste da molti altri sedicenti credenti cristiani, pur ricoprendo l’incarico di pastori, dottori, ecc..
          Mi rendo conto di non aver detto nulla di nuovo ma meno male, perchè la Parola di Dio è e resterà sempre la stessa, non segue mode, il pensiero mutevole degli uomini e così via. Il mio pensiero va a quelle povere donne che un movimento armato così ribelle e spregevole sta seminando morte e terrore in certe parti di questo mondo meraviglioso che Dio ha creato affinchè l’uomo ne facesse un buon uso, ma “il cuore dell’uomo concepisce disegni malvagi fin dall’adolescenza” (Genesi 8:21). Il cuore dell’uomo quando è lontano dal Signore è agitato da continue passioni e purtroppo non avendo pace non da’ pace al suo prossimo!
          Freya è scritto, e io lo credo fermamente, che il Signore, come ha fatto con me, può davvero cambiare un cuore di pietra in un cuore di carne (Ezechiele 11:19). Saluti.

  11. mirko says:

    Freya non ti faro’ un lungo discorso. Il tuo problema e’ che non hai ancora sperimentato l’Amore di Dio nella tua vita e quindi non comprendi tutto l’operato Suo, altrimenti non scrivevi tutto cio’. Ti posso assicurare che le donne Cristiane, sono le donne piu’ onorate e rispettate sulla faccia della terra, perche’ Dio cosi vuole. In altre parti vedo solo Una donna all’apparenza libera ma libera solo di essere usata. Vai tranquilla che bon c’e un’altro posto migliore per la donna, che far parte di un’assemblea Cristiana no cristiana

  12. Freya_MorriganKali says:

    Cari signori,il mio non è un cuore di pietra, il mio è un cuore aperto ad ogni cosa,a differenza invece del vostro che sembra non voler cogliere il significato di ciò che dico.
    La Donna deve essere indipendente dell’uomo,non deve essere di aiuto ad esso, ci si aiuta e ci si vuole bene, ma la Donna è un essere indipendente tanto quanto lo è l’uomo, non deve star al servizio dell’uomo.

    Voi non mi conoscete,non potete affermare che il mio cuore sia di pietra,o che io non abbia l’amore in me. Io semplicemente seguo un altro culto diverso dal vostro,caro Massimo non sono la ragazza superficiale che lei sosteneva io fossi in un altro commento, mi dedico all’Antica Religione, quella che il Cristianesimo ha deturpato e scopiazzato,molto più antica di essa. Ma pazienza,certo seguo il blog per tenermi informata e per capire molto di più sulle disuguaglianze del Cristianesimo,nient’altro.

    Saluti

  13. Massimo says:

    Indipendenza? Antica Religione? Cristianesimo deturpatore e scopiazzatore?
    Freya, temo che il mio credo, sia molto lontano dal suo! La lascio con queste ultime parole del Vangelo della Grazia in Cristo Gesù in cui è scritto :
    ” Infatti Adamo fu formato per primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo sedotta, cadde in trasgressione; tuttavia sarà salvata partorendo figli, se persevererà nella fede, dell’amore e nella santificazione con modestia.”
    (1° Timoteo 2:13-15). Questo è il Vangelo che conosco e che intendo seguire, altre ideologie, religioni antiche o moderne e similari, mi creda non mi interessano più oramai da tempo! Pregherò se lo vorrà, perchè la ragazza che non è affatto superficiale e che desidera capire le disuguaglianze cristiane, possa acquistare quella vista spirituale necessaria per vedere davvero! Freya, qualora anche conoscesse a mena dito tutta la Parola di Dio non cambierà nulla nella sua vita! Satana senza ombra di dubbio la conosce meglio di chiunque altro; infatti ha tentato persino Gesù il Figlio di Dio, con quella stessa Parola! La differenza sostanziale sta semplicemente in questo : “Bisogna Obbedire a Dio!” Sì, nel metterla in pratica un vero credente dimostra la sua piena sottomissione ed ubbidienza al suo Signore, senza se e senza ma, da buon e fedele soldato di Cristo!
    Gesù inoltre battezza con lo Spirito Santo, ma quelli che gli ubbidiscono (Atti 5:32)
    E’ lo Spirito Santo che guida in ogni Verità!
    Ma la sua Antica Religione come considera il Signore Gesù Cristo? Per il credente cristiano Gesù è l’unica via di salvezza, l’unico che può salvare un’anima dalla morte seconda, ovvero dalla morte eterna? Lui solo è Via, Verità e Vita.
    Ma chi è Gesù per lei Freya? Se lei non crede in Gesù, secondo quanto è scritto, non è figlia di Dio (Giovanni 1:12-13) ed è sotto un giudizio di condanna (Marco 16:16). Freya continui la sua giusta ricerca e che possa sfociare nella vera conoscenza e fede in Lui!

  14. mirko says:

    Solo Gesu’ ha parole di vita eterna Freya e solo Gesu’ puo’ fare qualcosa di buono nella tua vita…l’antica religione non so cosa sia ma sappiamo chi e’ Il serpente antico e sicuramente non vuol farti del bene,anzi ti Sta ingannando e allontanando da l’unica Via. Per Il resto solo lo Spirito Santo puo’ rivelarti le nostre parole. Dio ti benedica

  15. Salvatore says:

    Su questa tematica al “femminile”, la diatriba non avrà fine sino …… a quando Gesù non metterà in chiaro le cose. Brevemente. La sottomissione della donna al marito (capo) non è una questione di emancipazione o di cultura, né di induzione al maschilismo a ogni costo: è un ordine biblico su cui va stabilità l’autorità e la responsabilità “spirituale”. Se Cristo è stato sottomesso al Padre (il capo di Cristo è Dio), l’uomo sottomesso a Gesù (il capo dell’uomo è Cristo) e la donna sottomessa al marito (il capo della donna è l’uomo), ciò spiega che non possono esserci due “capi” o due “autorità” poste da Dio sullo stesso piano; infatti, se così fosse, non esisterebbe alcuna dipendenza o sottomissione dell’uno verso l’altro. In verità, grazie ad alcune figure femminili che stanno riscuotendo successo mediatico proprio negli ultimi tempi, la donna sta acquisendo autorità sull’uomo perché la mentalità emancipata in vari settori del sociale (sport, cultura, politica, medicina) è entrata anche nella Chiesa. Non c’è da stupirsi, quindi, perché lo spirito di Jezabel (1^ Re 21) è attivo e operante tutt’oggi in molte denominazioni cristiane, proprio a motivo di questa emancipazione prepotente! E se Gesù condanna quella Chiesa che tollera “Jezabel” (Apocalisse 2,20), ciò vuol dire che Dio non gradisce questa forma di indipendenza femminile che sta travalicando le cose scritte. L’uomo e la donna sono egualmente responsabili, davanti a Dio, riguardo la condizione del peccato e della salvezza, estesa all’uno e all’altra; ma in relazione alla conduzione di una comunità, la scrittura è chiara (1^ Tim. 3 – Tito 1,7).

    • giacintobutindaro says:

      Gesù riprese l’angelo della Chiesa di Tiatiri dicendogli: “Ma ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli.” (Apocalisse 2:20)

  16. Gloria says:

    Bene, signor Butindaro, Lei ha risposto dettagliatamente.

    Credo che quando Lei fa notare questo passaggio

    “Ora, rifletta, ma le pare che un Dio che comanda ai mariti di amare le loro mogli come Cristo ha amato la Chiesa, di amare le loro mogli come amano se stessi, sia un Dio ingiusto o che procaccia il male della donna? Non le pare che invece sia un Dio giusto, che procaccia il bene della donna? Le donne generalmente fanno sempre presente il comandamento di sottomettersi al proprio marito, ma mai questi comandamenti che sono per i mariti.”

    non tiene conto del fatto che la nostra realtà (quindi non l’ideale) è ben altra e non è così idilliaca: di fatto tanti uomini non amano affatto “come amano se stessi”, anzi, assumono l’atteggiamento da despoti, ed avendo forza fisica maggiore ne approfittano. E credo che le donne le facciano notare che “stare in silenzio” sia misogino proprio perché si collega già da sempre, da che mondo e mondo, e da che epoca e epoca, il silenzio femminile a forme di paura e di abuso psicologico e fisico. Lei deve ammettere che infatti molte donne violentate o picchiate fanno fatica a parlare, quindi stanno davvero in silenzio anzi, spesso stanno in silenzio anche per evitare che chi le ha picchiate venga processato e punito, o perché lo amano e si sacrificano per lui, o per paura e debolezza.
    Quindi credo che sia per questo che dire alle donne di stare in silenzio venga visto come qualcosa di negativo e controproducente. Perché le vittime di certi atteggiamenti di abuso (familiare o no) stanno GIA’ in silenzio. Anzi, a volte bisogna proprio insegnare a queste donne a parlare e a gridare, invece di farsi abusare in silenzio.

    Comunque mi basta sapere che Lei condanna il mettere addosso le mani alle “donne arroganti” (cristiane e non cristiane) e che nel caso assistesse ad una violenza fisica o qualche donna evangelica le confidasse di essere stata picchiata o peggio, Lei l’aiutasse spargendo denuncia e non lasciando la cosa impunita, possibilmente, già qui sulla terra. Altrimenti post come questi suscitano perplessità e possono essere interpretati molto male. Su Youtube girano molti video di imam islamici che insegnano che picchiare le donne, come comanda il corano, lo si fa negli interessi della donna. Perciò capisce che è meglio evitare di fomentare anche se solo indirettamente situazioni già negative.

    La ringrazio delle risposte esaustive.

    • Marco says:

      Cara Gloria lei non ha creduto nè conosciuto Gesù Cristo lo si capisce da come è cosa scrive.
      Piuttosto che preoccuparsi “delle donne” in generale si preoccupi di sé stessa e della sua salvezza eterna.
      Dio le apra gli occhi.

      • Gloria says:

        Caro Marco, in quanto libera pensatrice, sottopongo tutto ciò che ci circonda (cristianesimo incluso) a un’analisi non solo razionale, ma anche “di dignità per la donna”. E non mi interessa “me stessa”, ma piuttosto mi interessa la collettività femminile e la mia prossima.

        Piuttosto che preoccuparsi di una Gloria a caso (che sta bene), si preoccupi delle donne (in generale) che vengono picchiate, abusate e convivono con i loro aguzzini senza avere la forza di denunciare o senza nessuno che le aiuti.

        Apra gli occhi, si guardi intorno, faccia attenzione alla condizione della donna, e ai piccoli segnali, molto spesso quasi subliminali per chi non ha la giusta sensibilità, che fanno capire “cosa c’è che non va” e si impegni a renderla migliore, questa condizione femminile, senza cadere in atteggiamenti violenti e prevaricatori, Lei per primo, signor Marco: insomma, non contribuisca a creare altro male sociale contro le donne.

  17. Salvatore says:

    Caro Marco,

    Gloria si salverà – dopo essersi ravveduta e creduto in Gesù – solo se Dio l’ha prestabilito prima della fondazione del Mondo. Orbene, se Dio ha prestabilito di salvare Gloria, costei, nel giorno e nell’ora stabilita da Dio, si ravvedrà e crederà nell’Agnello senza macchia e senza peccato chiamato Gesù
    Concordi Marco in questo che ho scritto?

  18. mirko says:

    Io so’ solo una cosa. La donna cristiana che ha un marito cristiano(per cristiano intendo seguaci di Cristo no religiosi) siano le donne più onorate in questo mondo senza alcun dubbio. La Parola parla chiaro in merito a questo. Dio e’ perfetto in tutto. Vero e’ che la donna che vuole prendere il posto dell’uomo e’ una cosa veramente odiosa.

  19. Salvatore says:

    Caro Marco,

    ci mancherebbe altro! Sei in obbligo, come lo sono io, di dire al peccatore:” Ravvediti e credi nell’Evangelo della Salvazione”.

    • giacintobutindaro says:

      Gloria, questo tizio non frequentava chiese evangeliche ma i testimoni di Geova che sono una setta che non ha niente a che fare con la Chiesa di Dio
      http://www.lastampa.it/2017/09/04/italia/cronache/rimini-finita-la-fuga-dellultimo-stupratore-yd7lq4YEqRX2c0DG27DZ8I/pagina.html

      http://www.smtvsanmarino.sm/comunicati/2017/09/03/testimoni-geova-capo-branco-dello-stupro-rimini-ha-presenziato-alle-nostre-adunanze

      Purtroppo su alcuni organi di stampa lo hanno chiamato evangelico.

      • Gloria says:

        Sì è vero, le chiedo scusa signor Butindaro, questo criminale stupratore non è evangelico, ho visto poi che altri siti lo hanno dichiarato testimone di geova e in effetti sono arrivate anche le “smentite” da parte dei testimoni di geova, che ora lo “rinnegano” dicendo che era un semplice simpatizzante e non un “battezzato”. è vero, non c’entra con l’ambiente evangelico propriamente detto. Colpa di certi giornalisti che hanno fatto confusione dimostrandosi poco professionali nello scrivere i loro articoli.

        Però, questo tizio, è pur sempre dentro nell’ambiente cristiano, perché i testimoni di geova si ritengono cristiani, e credono in Dio e in Gesù Cristo. Anche se ovviamente so bene che “non vi potete sopportare”, in quanto i testimoni di geova vi danno degli “arretrati fanatici e legalisti” mentre loro si dichiarano più “moderni” (nel look della donna, per esempio, visto che vanno in giro truccate e con gioielli e anche tailleur aderenti) e sono anche “più socievoli” nell’accostarsi a “quelli del mondo” (almeno agli inizi). Conosco anche le diatribe sulla Bibbia, comunque e le differenze di vedute tra Spirito Santo, Armaghedon ecc. Quindi sì, ad occhi ignoranti ci sarà poca differenza, ma per chi conosce il cristianesimo, sa bene che tra voi evangelici e i testimoni di geova non vi è “unità”, come peraltro tra voi due e i cattolici.

        Ad ogni modo, col link volevo solo dimostrare con una prova pratica che un uomo che si professi cristiano non è esente dal commettere crimini. Quel criminale, e lo si vede nei suoi post su facebook, pregava e ringraziava Dio (quindi lui si ritiene cristiano), inoltre in una foto lo si vede mentre studia su una Bibbia, in una “sala del regno” da testimone di geova. Quindi, al di là delle diatribe dottrinali sullo Spirito Santo, e di altre cose che vi differenziano dai testimoni di geova, quel tale era comunque dentro “nella mentalità cristiana”, anche se capisco che per Lei, signor Butindaro, lui resta un “finto cristiano”. Ma deve anche capire che per i testimoni di geova o i cattolici, voi siete i “finti cristiani”, e loro si ritengono veri cristiani. Quindi si etichettano come cristiani e si sentono tali, e si proclamano tali. E quindi io posso chiamare questo criminale “stupratore cristiano testimone di geova”. Del resto, in un suo post si vede chiaramente che ringrazia “Dio” e in un altro lo chiama “Geova”. Così come – suppongo – aveva comunque nozioni di vangelo (parabole e altro) similmente a quelle che avete voi evangelici, anche se so che qui e lì ci sono differenti traduzioni di versetti e parole. Mi pare però che in quanto cristiani siete tutti concordi nell’amare Gesù Cristo, perciò quel tale che si professa cristiano testimone di geova e ha stuprato, resta un cristiano che ha stuprato (e quasi ucciso quelle tre persone “del mondo”).

        • giacintobutindaro says:

          Quell’uomo non è un Cristiano, perchè non crede nella morte espiatoria di Cristo e nella sua resurrezione corporale. Non è salvato, non è rigenerato, non è giustificato. Quindi non insista con questi suoi discorsi. Comunque, sappia che già nel primo secolo dopo Cristo in mezzo alla Chiesa ci furono credenti che si resero colpevoli di gravi peccati, come un credente della Chiesa di Corinto che si teneva la moglie di suo padre e che per questo fu espulso dalla Chiesa per ordine dell’apostolo Paolo (cfr. 1 Corinzi 5:1-12). Per cui noi non escludiamo affatto che in mezzo alla Chiesa ci siano coloro che si comportano in maniera malvagia, ma sappia che prendiamo provvedimenti nei confronti di costoro. In certi casi è prevista l’elpusione dalla Chiesa, infatti Paolo dice: quel che v’ho scritto è di non mischiarvi con alcuno che, chiamandosi fratello, sia un fornicatore, o
          un avaro, o un idolatra, o un oltraggiatore, o un ubriacone, o un rapace; con un tale non dovete neppur mangiare. Poiché, ho io forse da giudicar que’ di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro? Que’ di fuori li giudica
          Iddio. Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi” (1 Corinzi 5:11-12). Quindi signora Gloria la invito a prendere atto che i veri discepoli di Cristo in caso di comportamenti iniqui da parte di qualche membro di Chiesa non rimarranno indifferenti, ma agiranno in base alle disposizioni che ci hanno dato gli apostoli. Le è chiaro ora? Quindi nel caso accadesse che un membro di Chiesa si comportasse malvagiamente verso la propria moglie o altre donne, le assicuro che la Chiesa prenderà i giusti provvedimenti. Noi non escludiamo dunque che in mezzo alla Chiesa ci possano essere uomini che fanno del male alle donne, ma escludiamo che la dottrina degli apostoli sia alla radice di questi comportamenti malvagi o scandali. La dottrina degli apostoli è sana. Non è colpa della dottrina se taluni trasformano la grazia in dissolutezza, o fanno della libertà una occasione alla carne.

          • Marco says:

            Giacinto, Dio ti ha messo in bocca parole davvero giuste!
            Dio benedica tutti i santi e corregga e castiga gli ipocriti nelle chiese!

    • Marco says:

      Gloria non dimostri niente con questo articolo e questo tuo parlare del mondo.Dio dice che l’uomo (e la donna)sono privi della gloria di Dio e che devono credere a Gesù Cristo e ravvedersi. Oltre agli stupratori anche tu hai bisogno di ravvedimento perciò smettila di accusare gli altri (pur essendo ripugnante la violenza sulle donne)credendo così di non dover fare nulla tu per salvarti.
      Per la cronaca io amo mia moglie e i miei figli e non ho mai fatto nulla di violento verso di loro perché mi sono convertito a Gesù ed è Lui che ha guidato i miei passi.
      Dio ti apra gli occhi.

  20. Marco says:

    Molti di questi commenti scritti da queste donne moderne e del mondo (o che si professano “cristiane”, ma in realtà sono discepole e promotrici delle opere infruttuose delle tenebre) sono la dimostrazione di come il femminismo/”parità tra maschi e femmine” abbia avvelenato le menti di molte donne, novelle Jezabel (http://giacintobutindaro.org/2010/06/05/jezabel-non-va-tollerata/)
    Non vogliono accettare il ruolo che Dio ha stabilito per loro, non vogliono accettare e rispettare la Scrittura, si dedicano alle loro prostituzioni carnali/spirituali…, anche qui abbiamo visto come abbiano cercato di contorcere e negare le Scritture.

    Ogni altro commento è superfluo. Del resto:

    Alla donna disse:
    «Moltiplicherò
    i tuoi dolori e le tue gravidanze,
    con dolore partorirai figli.
    Verso tuo marito sarà il tuo istinto,
    ma egli ti dominerà» (Genesi 3:16)

    “La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. Poiché non permetto alla donna d’insegnare, nè d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio. Perché Adamo fu formato il primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione; nondimeno sarà salvata partorendo figliuoli, se persevererà nella fede, nell’amore e nella santificazione con modestia” (1 Timoteo 2:11-15)

    «E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; anzi, piuttosto riprendetele» (Efesini 5:11)

    «Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.» (1 Corinzi 6:9,10)

    è evidente come i commenti espressi qui (c’è persino una massona o massonessa dichiarata tale!) siano opere infruttuose delle tenebre… e siano stati scritti da oltraggiatori, o meglio, oltraggiatrici. Costoro, insensate, hanno per padre e seduttore il Diavolo, che come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare.
    Figlie delle tenebre, operatrici di iniquità, qui sono state giustamente riprese, confutate ed esortate a ravvedersi.

    “Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono coloro che entrano per essa” (Matteo 7:13)

    Certo è che queste femministe, che cercano la porta larga e la via spaziosa dei cosiddetti “diritti di parità tra maschi e femmine” nel mondo, e cercano di portare questo ragionamento storto e perverso nelle Chiese, nell’assemblea di riscattati, non procacciano la santificazione. E senza la santificazione, nessuno vedrà il Signore (http://giacintobutindaro.org/2013/11/21/senza-la-santificazione-nessuno-vedra-il-signore-2/)

    C’è sempre da meditare sul tuo blog, fratello, e anche nel tenersi desti e informati su questi operatori e operatrici di scandali, che di tanto in tanto sferrano i loro vani ragionamenti, (“con discorsi pomposi e vacui, adescano con le concupiscenze carnali e le lascivie…”) credendo anche di farci vacillare, di intimidirci o di sviarci…
    Ma del resto niente di nuovo, è scritto che il mondo ci detesta e che l’amicizia del mondo è inimicizia contro Dio e che chi vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio (Giacomo 4:4). Essere amici del mondo e stimati dal mondo, oggi nel 2017, significa affermare che “si è uomini femministi, dalla parte dei diritti di parità, il diritto per la donna di insegnare, di fare la pastoressa, di vestirsi come vuole” e via dicendo, per cui… del resto chi hai mai visto o letto una critica contro i falsi dottori e predicatori che infestano le Chiese, “pastori” a favore della parità della donna con l’uomo anche per l’insegnamento? è proprio il contrario, più un “pastore” è a favore del femminismo/parità, più è lodato e apprezzato da quelli del mondo, che lo portano come esempio di “nuovo cristianesimo”, moderno e non “oscurantista”, che lo mettono sui giornali, lo invitano ai talk show, comprano i suoi libri, e via dicendo, il tutto per soddisfare la brama di potere e di dominio di queste Jezabel superbe e altezzose, che così hanno pure “gli applausi” dei cosiddetti “pastori non maschilisti”, come li chiama il mondo. Sono cose che ormai sappiamo molto bene… basta vedere Paula White, vestita come una meretrice, che “predica” sui palchi come se fosse una sorta di “attrice di grido”, scollata, truccata, con vestiti indecenti, con tacchi a spillo, con l’uditorio che l’acclama, che la applaude, che la idolatra… che vergogna! e che scandalo! e sì che si professa “cristiana”! a vederla in certe foto la parola che viene in mente è un’altra…!
    Ma ormai anche qui in Italia ci sarà da aspettarsi il peggio. Del resto non mancano neanche da noi le “fans di Paula White”, assunta a “eroina” per queste insensate donnette – in realtà “donnicciuole cariche di peccati, agitate da varie cupidigie” (2 Timoteo 3:6), assunta a modello di comportamento “per le donne cristiane”. Qui poi abbiamo addirittura visto le femministe massone, quindi…

    Pace.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *