Gli effetti diabolici dei videogiochi violenti

videogiochi-violenti

Queste due notizie mostrano in maniera evidente quali effetti diabolici hanno i videogiochi violenti sui bambini. Chi ha orecchi da udire, oda

———————
Usa, bambino di 8 anni uccide la nonna dopo videogioco violento alla Playstation

25 agosto 2013

Un bambino di 8 anni avrebbe intenzionalmente sparato alla nonna 90enne, uccidendola, dopo aver aver giocato con un videogame a sfondo violento. Ne sono convinti gli investigatori che stanno indagando sull’incidente, avvenuto, riferisce la Cnn, giovedì sera. La vittima, Marie Smothers, è stata trovata morta con una ferita di arma da fuoco nella testa, a Slaughter, in Louisiana, una trentina di chilometri a nord di Baton Rouge. Il bambino ha inizialmente riferito alla polizia di avere accidentalmente sparato alla nonna mentre giocava con una pistola, ma ulteriori indagini hanno stabilito che si è trattato di un omicidio.
Secondo una dichiarazione diffusa dall’ufficio dello sceriffo della zona, “sebbene i motivi del gesto siano ignoti al momento”, il bambino “pochi minuti prima dell’omicidio” stava giocando alla Playstation con il videogame Grand Theft Auto IV, “un gioco realistico che è stato associato all’incoraggiamento di comportamenti violenti e che fa vincere punti ai giocatori che uccidono persone”. In base alle leggi della Louisiana, il bambino non verrà perseguito, poiché i minori di 10 anni non sono punibili penalmente.
Fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-08-25/bambino-anni-uccide-nonna-161453.shtml?uuid=Ab4qPHQI

—————
Bimbi di 6 anni sorpresi a simulare uno stupro: “Volevano imitare una scena di GTA 5”

Mercoledì 12 Febbraio 2014

LONDRA – Volevano imitare una delle scene di Grand Theft Auto, così alcuni bambini di 6 anni sono stati sorpresi dal preside della scuola mentre simulavano uno stupro. Il responsabile della scuola ha avvertito i genitori lanciando l’allarme sui videogame violenti e pericolosi.
I bambini cercavano di emulare le scene del game in cui si spaccia droga, si usa droga e ci sono diverse scene di violenza.
L’ultimo capitolo di GTA ha venduto oltre 32 milioni di copie in tutto il mondo.
«La lettera era per avvertire i genitori», ha detto al Mirror il preside della scuola elementare Morian Morgan, «Il rischio è che possano crescere con esempi errati».

Fonte: http://www.leggo.it/NEWS/ESTERI/bimbi_6_anni_stupro_gta_5/notizie/515962.shtml

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Esortazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Gli effetti diabolici dei videogiochi violenti

  1. massimo scrive:

    Pace Giacinto.
    E’ intollerabile, spaventosa, brutale, ma al tempo stesso così tragicamente realistica questa situazione….e in Italia non è da meno! La nostra legge, ritiene “imputabile” penalmente il minore dal compimento dei 14 anni, fino ai 18 anni meno un giorno. Un minore, invece, infraquattordicenne, se responsabile di reati vari, viene segnalato dal P.M. minorile ai servizi sociali minorili che se lo prenderanno in carico ed unitamente ai genitori, avvieranno un iter particolare e tutto personale. Se il reato però è grave, allora, dopo debite valutazioni da parte di personale specializzato quali medici-educatori-magistrati/giudici minorili verrà inserito in una struttura adeguata, per certi versi paritetica all’istituto di pena (Carcere Minorile).
    Ma tornando ai due episodi da te riportati, questi non fanno altro che denunciare la sempre più grave situazione di amoralità e di profondo degrado sotto ogni punto di vista, in cui nascono, crescono e vivono molti bambini. Ciò si verifica perlopiù in famiglie dove non c’è alcun timore di Dio e dove pur di far star zitto e tranquillo un figlio, lo si lascia (abbandona) fare tutto ciò che vuole, accontentandolo in tutto e per tutto! A questi figli purtroppo, non vengono impartite regole nè limiti di sorta, perchè magari già gli stessi genitori non ne hanno loro per primi. A volte magari alcuni genitori si affidano a discipline insegnate da gente senza scrupoli e certamente lontana dalla conoscenza delle Verità’ bibliche. Purtroppo a questi “poveri”figli viene concessa un’estrema libertà, che loro ovviamente non sanno affatto gestire. Ma del resto, si sa, dove non c’è il santo “Timor di Dio”, regna il caos, il disordine, la confusione. Mentre noi sappiamo bene che il nostro è un Dio di ordine!
    E’ altresì scritto: “Fratelli, voi siete stati chiamati a libertà; soltanto non fate della libertà un’occasione per vivere secondo la carne…” (Gal. 5:13).
    Se in una casa c’è Gesù, si legge e si medita la sua Parola, allora si respirerà il suo profumo! Non si sentiranno di certo altri profumi strani, non bestemmie, non liti, non maldicenze, non intrighi di sorta, dando così invece, agio al diavolo! Pace a te e ai santi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.