La pratica pagana del ‘sacro falò’

Ecco una pratica di origine pagana e occulta che è stata introdotta in certe Chiese: la pratica di bruciare dei fogli su cui vengono scritti i peccati confessati che impediscono la crescita e la liberazione! Questa pratica è presente anche nel G12. Rigettatela.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Cose strane, Pentecostali e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La pratica pagana del ‘sacro falò’

  1. Lorenzo scrive:

    Quindi non è più Dio che perdona… ma basta bruciare un foglio di carta con delle parole scritte sopra…

    Mi chiedo perchè Gesù è andato sulla croce a morire per i nostri peccati se questi potevano essere cancellati con la carta, l’inchiostro ed il fuoco…
    E mi chiedo perchè Dio chieda un cuore pentito ed il proponimento di non peccare di nuovo, se basta un bel falò…

    I peccati quindi a costoro non vengono rimessi da Dio perchè si affidano alle pratiche umane anzichè a quelle di Dio!

    Che i loro occhi siano aperti e vedano l’errore in cui sono caduti!

    Dio vi benedica tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.