Non c’è proprio timore di Dio

Inquietante notizia. Le cose stanno precipitando dappertutto. Non c’è proprio timore di Dio. Ma l’ira di Dio a suo tempo si rivelerà dal cielo contro gli empi. Siatene certi. Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

—–
Fecondazione eterologa, oggi l’Italia è un po’ più vicina all’Europa

di Adele Parrillo

9 aprile 2014

Oggi, l’Italia della civiltà e dei diritti è un po’ più vicina all’Europa. L’ultima grande ingiustizia in merito alla Legge 40, il divieto di fecondazione eterologa, è finalmente stata abbattuta. La norma (articoli 4, comma 3, 9, commi 1 e 3 e 12, comma 1), che in caso di infertilità assoluta stabiliva il divieto di ricorrere a un donatore esterno alla coppia, donatore di gameti o spermatozoi, è stata giudicata dalla Corte Costituzionale illegittima. Sarà quindi lecita l’ovodonazione, mentre qualsiasi uomo fertile potrà donare il proprio seme.

Fin dalla sua promulgazione nel febbraio del 2004, la legge che si proponeva di risolvere i problemi di fecondazione assistita delle coppie italiane ha avuto invero un percorso abbastanza travagliato: ben 29 interventi dei Tribunali hanno dovuto via via ristabilire diritti quali: legittimità della indagine genetica pre-impianto, libertà di accesso delle coppie fertili ma portatrici di patologie genetiche trasmissibili, crioconservazione degli embrioni sovrannumeri, numero di embrioni producibili, obbligo di contemporaneo impianto e tutela della salute della donna.

Quali norme restano in vigore della Legge 40? Il divieto di accesso alle tecniche di fecondazione assistita per i single e le coppie dello stesso sesso. E il divieto di utilizzo degli embrioni per la ricerca scientifica e revoca del consenso, che riguarda personalmente l’autrice di questo articolo, Adele Parrillo. Cinque embrioni crioconservati in una clinica di Roma un anno prima dell’entrata in vigore della Legge 40 e di cui la legittima proprietaria non può disporre. Su questa disponibilità a poter donare gli embrioni alla ricerca scientifica dovrà pronunciarsi la Grand Chambre della Corte europea per i diritti dell’uomo il prossimo 18 giugno.

Fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/09/oggi-litalia-e-un-po-piu-vicina-alleuropa/945430/

Per capire meglio in che cosa consiste quest’altra cosa contraria alla sana dottrina, leggete questa intervista

Questa voce è stata pubblicata in Comportamenti disordinati, Cose strane e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

37 risposte a Non c’è proprio timore di Dio

  1. massimo scrive:

    Giacinto, pace. E mentre la nostra bella Italia, sempre più stordita dal fragore di onde gigantesche sollevate dalla tempesta, stringe ancor più legami d’iniquità con altre nazioni….trovo ristoro e conforto nel leggere in 1° Timoteo 6:20 : ” O Timoteo, custodisci il deposito; evita i discorsi vuoti e profani e le obiezioni di quella che falsamente si chiama scienza; alcuni di quelli che la professano si sono allontanati dalla fede”. Eh si sì…oramai la “falsa scienza” ha preso definitivamente il posto alla FEDE?
    Quella degli uomini è una falsa scienza, mentre quella del nostro amato Dio e Creatore è la SCIENZA PERFETTA (Giobbe 37:16). E’ scritto : “Poichè hanno odiato la SCIENZA, non hanno scelto il TIMORE DEL SIGNORE, non hanno voluto sapere i suoi consigli ed hanno disprezzato ogni mia riprensione, si pasceranno del frutto della loro condotta e saranno saziati dei loro propri consigli” (Proverbi 1:29-31). Molti infatti, non vogliono più aspettare i tempi di Dio e soprattutto hanno perso di vista le realtà future, eterne.
    E per di più, in tutta questa confusione, c’è chi ci sguazza, agitando ancor più questo mare già tormentato, di anime nel mondo! E’ scritto in Luca 11:52 :” Guai a voi, dottori della legge, perchè avete portato via la CHIAVE DELLE SCIENZA”.
    Vi sono uomini privi della vera scienza, ciechi, che agiscono come gli abitanti di Sodoma i quali cercavano quella “porta”, ma solo per soddisfare miseramente le loro perverse e carnali voglie! E non vi entrarono affatto nella casa del giusto Lot! (Genesi 19:4-11).
    E molti affidandosi ciecamente alla falsa scienza di altri uomini, non possono entrare affatto nel regno dei cieli! Devono ravvedersi dalle loro opere malvagie! Dio è l’unico Creatore! E’ scritto :” I figli sono un dono di Dio” (Salmo 127:3). Ma pare che gli uomini vogliano far tutto da soli, non cercano Dio, piuttosto si affannano per altre strade più brevi, più facili, più terrene, rese pericolosamente viscide da una falsa scienza! Eppure Dio parla ancor oggi, promettendo nella sua santa Parola: “Tu sarai benedetto più di tutti i popoli e non ci sarà in mezzo a te nè uomo nè donna sterile, nè animale sterile fra il tuo bestiame” (Deuteronomio 7:14). Ma perchè disprezzano queste parole, perchè non esercitano FEDE? Gesù ribadì : “Ma quando il Figlio dell’uomo verrà, troverà la FEDE sulla terra?” (Luca 18:8). Che fare allora? C’è bisogno di RAVVEDIMENTO, di PENTIMENTO dal peccato, di totale ARRESA alla Parola di Dio, di sincera SOTTOMISSIONE ed OBBEDIENZA agli insegnamenti del nostro amatissimo Maestro. Bisogna correre ai piedi della croce di Gesù e il suo sangue prezioso laverà il peccatore veramente contrito! Bisogna esercitare la fede di un tempo, credere senza dubitare nel Signore : “Cercate prima il regno e la giustizia di Dio e tutte queste cose vi saranno date in più” (Matteo 6:33).
    Altro che donatori esterni ed aggiungo, estranei…è “Dio che dona a tutti generosamente senza rinfacciare..”(Giacomo 1:5). Ma la fede dov’è? Pace a te Giacinto e ai santi.

  2. Stefano scrive:

    La legge 40 era una legge fatta male, incivile e puramente ideologica. Il tempo sta rendendo ragione, fortunatamente, di una norma mal pensata e discriminatoria.

    • giacintobutindaro scrive:

      Stefano tu sei portatore della solita filosofia massonica che viene dal diavolo. Voi massoni non conoscete Dio, e quindi ignorate quello che a Lui piace e quello che ai suoi occhi è male. Siete nemici di Dio. Ravvedetevi e convertitevi e credete nel Vangelo, perchè altrimenti ve ne andrete nelle fiamme dell’inferno.

  3. Stefano scrive:

    Le attività legislative di uno stato non devono assolutamente adeguarsi a nessuna presunta ‘sana dottrina’ e devono agire nella considerazione della complessità degli individui che ‘popolano’ uno stato. Siete contrari alla fecondazione eterologa? Benissimo, nessuno vi costringe a metterla in pratica ma se qualcuno, per motivi suoi, filosofici, etici é favorevole, deve trovare, in uno stato di diritto una tutela e possibilità di attuazione. Questo é lo stato di diritto, non uno stato confessionale. Hai comunque ragione: io, come massone mi sono fortemente battuto contro la legge 40 e continuerò a dare il mio piccolo contributo ideologico- affinché sia completamente smantellata.

    • giacintobutindaro scrive:

      Stefano, se tu fossi nato da una fecondazione eterologa, e quindi ignorassi chi ti ha veramente generato o lo avresti saputo a diciotto anni (dopo avere creduto per anni che il marito di tua madre era tuo padre), parleresti nella stessa maniera?

  4. Stefano scrive:

    La tua é un’ipotesi irrazionale.

    • Lucian scrive:

      Anche la massoneria è un’ipotesi più che irrazionale agli occhi di Dio.
      Tutta la conoscenza che la massoneria possiede e che cerca di diffondere, dal più piccolo al più grande degli uomini, sono pazzia davanti a Dio, così come per te (massone) la conoscenza di Dio e la sua sapienza sono pazzia.
      Ravvediti perchè non sai quanto tempo ti resta da vivere su questa terra, e se morirai nei tuoi peccati andrai nelle fiamme dell’inferno per l’eternità.

      Questa non è un’ipotesi irrazionale me è la Verità…

  5. Stefano scrive:

    Siccome sono tante le risposte possibili, con tante sfumature e varianti dico solo e semplicemente quanto inoppugnabile: se venissi a sapere che sono nato da una fecondazione eterologa, già il fatto di parlare denota una cosa sopra a tutte le altre: che sono in vita, che ci sono, che due percone, con il contributo di una terza mi hanno desiderato, voluto, amato. Il resto, solo sofismi ideologici intellettualmente mediocri non degni di uno stato civile.

  6. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano lo stato laico e’ una miscela esplosiva di disprezzo verso l’umanita’, il disprezzo e’ generato dalla cupidigia’, che nutrito di questo veleno porta gli effetti delle cause concatenanti alla distruzione, per il quale oggi tu sei, un massone!!, potresti essere un dottore della legge, no!! sei un massone!!! che abbraccia il mondo che ne vuole fare parte senza escludere nulla di quella dittatura che cerca un popolo robotizzato. noi apparteniamo a CRISTO che ci ha riscattato con il suo prezioso sangue, e la mia ragione non patteggia con le abominazioni che si viene perpretato ai danni dei figlioli di DIO. questo blog e’ Cristiano, il fllo Giacinto, mette in guardia i flli di non cadere vittima dell’errore di queste invitanti possibilita’, e noi come Cristiani non siamo tenuti a rispettare. ma torniamo alla fecondazione, la fecondazione eterologa e’ contro il concepimento naturale della vita. se questo non avviene perche’ DIO non concede alla coppia dei figli legittimi,( qui si parla a dei Cristiani) perche’ mai insistere su un’ ipotetico trattamento artificiale, o se mai avvalersi come seconda possibilita’, di un potenziale donatore. (che presunzione) Stefano ci sono dei parametri che non possono essere vincolati, e ringrazio DIO per avermi fatto nascere in modo naturale, crescendo sano in un ambiente dove mi hanno amato, voluto, non per opera di terzi, ma per volonta’ di DIO!! Stefano, il resto sono solo ideologie di uno stato laico malato.

  7. massimo scrive:

    Stefano, su http://www.secolo trentino ho letto, questo articolo :
    (( “98 FIGLI, UN SOLO PADRE E NESSUNA OBIEZIONE. Il record assoluto, stando a The New York Times, apparterrebbe un uomo padre almeno di 150 figli. Ciò nonostante, non si può dire che Ed Houben sia un donatore di sperma pigro, anzi: ci sono almeno 98 buone ragioni per pensare il contrario. 98 come i figli che questo signore, di professione guida turistica, ha contribuito a mettere al mondo prestando il proprio.” 22 marzo 2014 ))
    Stefano, sono più che certo che, se tu personalmente, venissi a sapere di essere “frutto” non certo di un vero, profondo e sincero desiderio, non un frutto d’amore o di lieta volontà di due, ma bensì di un meschino atto carnale da parte di uno ed uno solo solitario, estraneo individuo, non affermeresti, nè sosterresti quanto sinora hai detto! Sappi che Dio lascia fare a tutti ed il suo silenzio è assordante di questi tempi!!
    Ma Lui tanto è misericordioso quanto un fuoco consumante! Che amarezza pensare a come si è ridotto l’uomo, e quando leggo questa sua Parola un nodo mi si fa in gola :”…che cos’è l’uomo perchè tu lo ricordi? Il figlio dell’uomo perchè te ne prenda cura? Eppure tu l’hai fatto solo di poco inferiore a Dio e l’hai coronato di gloria e d’onore. Tu l’hai fatto dominare sulle opere delle tue mani…” (Salmo 8:4-6). Stefano, questo…lo potresti mai paragonare al prodotto invece, di quell’atto sessuale a senso unico citato sopra? Ma come siamo davvero caduti in basso! Stefano…Stefano… ti stai sempre più allontanando dalla Verità di Dio, se mai hai cercato di avvicinarti, prima! Se continui a resistere al Signore ed alla sua Parola di Dio, cercati altri che ragionino come te, con una mente carnale e che giustifichino ogni opera dell’uomo e che l’uomo te ne dia la ricompensa! Ma Dio non avrà nulla a che fare con voi! Giacinto, non dico io ed altri, non possiamo fare o dire nient’altro per te!
    Pace Giacinto e ai santi!

  8. massimo scrive:

    Stefano, se posso aggiungere, Giacinto permettendo, a Roma dicono :” parla come magni”. Ma perchè scrivi così sopra le righe, con un linguaggio tra l’ermetico ed il forbito? Mentre ritengo che tu, sopporta la mia franchezza, sia uno di bocca buona, perchè mangi di tutto (ma ciò ovviamente, non ha nulla a che fare con quanto scrive Paolo in Romani 14:3). Perchè dico questo, Stefano? Perchè apprezzo il silenzio di Giacinto anche per la tua ultima frase : …sofismi ideologici intellettualmente mediocri non degni di uno stato civile”. Sono certo che Giacinto avrebbe preferito di gran lunga, che tu avessi scritto quanto leggiamo in Atti 22:22 : “Lo ascoltarono fino a questa parola; poi alzarono la voce, dicendo: “Togli via dal mondo un uomo simile; perchè non è degno di vivere”. Stefano…. anche questa è una mia risposta possibile, come tu scrivi.
    Ma….chissà perchè, e contrariamente a come pare voglia presentarti, avverto invece che in te c’è una lotta! Se fosse così, Stefano, cosa aspetti? ARRENDITI a CRISTO ed alla sua PAROLA, RAVVEDITI…ma sappi che te lo diciamo con amore, non diversamente! Sappi altresì, che hai tutto da guadagnare, leggi Marco 10:28-30. Lo Stato è una cosa, il Regno di Dio è ben altra cosa? Il vero cristiano è arruolato nell’esercito di Cristo e a lui non interessano le cose del mondo. Ovviamente è sottoposto alle autorità costituite, ma fintanto che quest’ultime non vanno contro la Parola di Dio. Ma tu hai già deciso chi servire? O Dio o Mammona? Altre scappatoie non ce ne sono! Cerca prima il Regno di Dio e la sua Giustizia (che è la Volontà di Dio)…..CONVERTITI Stefano… altrimenti sarai come “pula” che il vento disperde (Salmo 1:4). La VERITA’ del nostro amato Signore Gesù Cristo è vera LIBERTA’, sappilo! Se non te ne appropri di questa Verità non sarai mai veramente libero!
    “…Il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero” dice Gesù, ma tu che giogo porti sul collo? Stefano, davvero : CONVERTITI a CRISTO!
    Pace Giacinto e ai santi!

    • Stefano scrive:

      “Ma….chissà perchè, e contrariamente a come pare voglia presentarti, avverto invece che in te c’è una lotta!” in relazione alla legge 40 mi spiace, non c’é nessuna lotta in me. L’ho sempre avversata, ne ho discusso in sede di convegni e mantengo ferma la mia posizione. Non posso far altro che applaudire al fatto che, con il passare del tempo, stia crollando articolo per articolo. “Stefano, sono più che certo che, se tu personalmente, venissi a sapere di essere “frutto” non certo di un vero, profondo e sincero desiderio, non un frutto d’amore o di lieta volontà di due, ma bensì di un meschino atto carnale da parte di uno ed uno solo solitario, estraneo individuo, non affermeresti, nè sosterresti quanto sinora hai detto!” ma scusami tanto dove sta scritto che se due persone ricorrono alla fecondazione eterologa non ci sia amore in tutto questo. Come se l’amore avesse un senso unico. Se al vero cristiano non interessano le cose del mondo perché esprimere posizioni contrarie al registro delle unioni civili (come ho letto qui da un’altra parte) o queste considerazioni sulla legge 40? E’ per il motivo che dice Luciano cioé “il fllo Giacinto, mette in guardia i flli di non cadere vittima dell’errore di queste invitanti possibilita’”? In ogni caso é difficile non pensare che si stia facendo ‘politica’.
      Dove poi Luciano scrive:”Stefano lo stato laico e’ una miscela esplosiva di disprezzo verso l’umanita” mi spiace ma non sono d’accordo. Sono gli stati confessionali quelli che hanno, nella storia, commesso i peggiori crimini contro l’umanità. Prendiamo ad esempio quei stati in cui vige la legge islamica, la sharìa e vediamo come essa viene applicata….Ora, io come massone opero nella società e ne sono ben consapevole e responsabile sia delle mie idee che delle mie azioni. Voi dite di non occuparvi di politica ma lanciate, nello stagno, un sasso ideologico. Io resto convinto che lavorare per il ‘bene dell’umanità’ sia un compito altissimo e, nel mio piccolo, opero con lo sguardo rivolto verso quest’orizzonte. Compito dello stato,Luciano é quello di esercitare attività legislativa e amministrativa. L’attività legislativa é rivolta a tutti e riguarda tutti, credenti e atei, musulmani ed ebrei, cristiani e confuciani….etc.etc. Cosa si dovrebbe dire se uno stato promulgasse leggi di divieto di culto, ad esempio, alle comunità islamiche? Che sarebbe uno stato totalitario e discriminante o confessionale. Ebbene, nella vita civile, nel mio agire sociale e diciamolo, nel mio essere massone, la centralità é l’uomo, in ogni sua sfumatura, in ogni sua grandezza e miseria. E’ l’uomo inserito nella stella fiammeggiante (l’uomo vitruviano radiante energia positiva). La spiritualità? E’ quella del Principe Rosacroce, permeata di tanto sincero e luminoso misticismo da consentirgli il superamento delle vicende simboliche Hiramitiche per approdare alla gioia della riunificazione alchemica di materiale e spirituale. Allora ogni tempio non sarà necessario e si starà cognitivamente ‘oltre’.

      • giacintobutindaro scrive:

        Stefano, guarda che quando riproviamo la fecondazione eterologa o le unioni civili, noi non stiamo facendo politica ma stiamo semplicemente testimoniando di una opera malvagia del mondo che essa è malvagia. E’ come quando riproviamo l’aborto. Poi, per quanto riguarda il fatto che voi massoni stiate lavorando per il bene dell’umanità, è come dire che il diavolo stia lavorando per il bene dell’umanità. Voi massoni in realtà state lavorando per il male dell’umanità, e difatti state contribuendo a far moltiplicare l’iniquità.

        • Aldo Prendi scrive:

          Concordo appieno. Così bisogna rispondere ai Massoni. E vi incoraggio anche a voi altri di rispondere così chiaramente per fare capire che i Massoni sono servi di Satana. Non abbiamo paura degli uomini: al massimo ci possono uccidere il corpo, ma non possono ucciderci l’anima. Temiamo Dio.

  9. Davide scrive:

    Dio mise a morte il figlio di Davide da questi generato in maniera fraudolenta e illegittima

  10. endrio scrive:

    Uomo vitruviano radiante energia positiva.La spiritualità è quella del principe rosacroce permeata di tanto sincero e luminoso misticismo da consentirgli il superamento delle vicende simboliche hiramitiche per approdare alla gioia della riunificazione alchemica di materiale e spirituale.Allora ogni tempio non sarà necessario e si starà cognitivamente oltre. A leggere questo commento c’è da rabbrividire oltre a far venire il mal di testa,Giacinto,ti chiedo,se nella chiesa primitiva parlasse un uomo come Stefano riguardo a queste parole,dopo che è stato evangelizzato diverse volte quale decisione avrebbero preso gli apostoli o la chiesa ?Lascio a tè la risposta.

    • Stefano scrive:

      endrio, mi viene un po’ da sorridere….forse dovresti interrogarti circa l’efficacia dei vari tentativi di evangelizzazione? In sostanza: perché con stefano non funzionano? E’ lui che é ‘duro’ oppure sono anche io poco in grado di ‘evangelizzare’? Onesta autocritica. In riferimento alla mia frase da ‘brividi’ e ‘mal di capo’, parto dal presupposto che, visto che si tratta di massoneria, si capisca bene ciò cui mi riferisco. Altrimenti, tanto vale non parlarne ma, soprattutto, non abusare dei termini.

      • giacintobutindaro scrive:

        Stefano, per quello che ho potuto capire di te leggendo le cose che scrivi e come ragioni, tu non ti convertiresti neppure se ti evangelizzasse l’apostolo Paolo in persona! Comunque, noi siamo netti del tuo sangue, ricada sul tuo capo. Noi ti abbiamo annunciato la via della salvezza.

  11. massimo scrive:

    Stefano, per quel che mi riguarda, non mi riferivo proprio alla tua legge 40. Scusami se scrivo “tua”, ma è solo perchè credo ora di aver capito, di quali fardelli sei uso farti carico.
    Quindi aspettati la ricompensa dagli uomini per cui stai lavorando! Non intendo disprezzare il tuo operato, nè sminuire il tuo impegno nel mondo civile, ma sappi, e chiudo con te Stefano, che per noi credenti cristiani, che abbiamo messo da parte, per certi versi, molto di questo mondo, che troviamo edificazione, esortazione e consolazione, tra le altre, anche in queste parole : “Non vi ingannate; non ci si può beffare di Dio; perchè quello che l’uomo avrà seminato, quello pure mieterà” (Galati 6:7).
    Pace Giacinto e ai santi.

  12. Cristoforo scrive:

    Allora Elia s’accostò a tutto il popolo, e disse: ‘Fino a quando zoppicherete voi dai due lati? Se l’Eterno è DIO, seguitelo; se poi lo è Baal, seguite lui (1 re 18-21).
    Stefano ti è chiaro il concetto,se non comprendi le battaglie di noi Cristiani, e continui a promuovere il pensiero massonico che espande solo veleno mortifero,e promuovi delle battaglie che oggi ti fanno ingoiare il sassolino e domani un intera montagna,segui baal.
    E se vi par mal fatto servire all’Eterno, scegliete oggi a chi volete servire: o agli dèi ai quali i vostri padri servirono di là dal fiume, o agli dèi degli Amorei, nel paese de’ quali abitate; quanto a me e alla casa mia, serviremo all’Eterno’.(giosuè 24 -15).
    devi decidere a chi devi servire Stefano.
    pace a tutti i santi

  13. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, Stefano hai parlato con un profondo amore per le cose riguardanti alla tua espressione morale ed etica, hai usato la parola centralita’ dell’uomo, non mi appartiene, in quanto il culto che mi presenti e’ orientato sulla debolezza dell’uomo. un bagaglio vuoto, privo di logica, che non potra’ giammai riempirsi spiritualmente. noi non siamo di parte alle istituzioni ne’ alle legislazioni inerenti. siamo nel mondo, ma non gli apparteniamo, agiamo nella luce, viviamo ubbidendo alle leggi dello stato laico, anche se dovessero promulgare una legge che vieta di radunarci nei locali di culto, questo non vieterebbe di ADORARE DIO in Spirito e’ verita’. noi non ci sottometteremo MAI!!!!! agli altri stati confessionali, perche’ sono una sorta di ideologie che non rappresentano affatto il nostro credo, E’ il nostro GESU’!! credo invece che bisogna ribaltare i pensieri distorti che portano discredito alla parola di DIO. io guardo in alto, al cielo! DOVE I TUOI OCCHI SI SONO FERMATI A GUARDARE L’ORIZZONTE, pace.

    • Stefano scrive:

      La massoneria risponde non solo a esigenze culturali, ma anche a esigenze spirituali pur non essendo una religione. L’ideologia massonica é positiva e ottimistica in ogni sfumatura, sia nei gradi azzurri che negli alti gradi scozzesi. E’ un inno alla vita, all’umanità, ‘l’invenzione della gioia’ come é stata definita da A. Basso. Io leggo quasi quotidianamente i Vangeli e sono un massone….pensa un po’! La lettura risponde ai miei interessi ma tutta la massoneria, in determinati gradi, si confronta con Cristo, fa parte del percorso. Non ho citato, infatti, il Principe Rosacroce a caso, perché é lì, al XVIII grado che si opera una svolta fondamentale proprio nei rapporti con il divino ed é nel rito del XVIII grado che si trova la figura di Cristo per la prima volta. Vedi Giacinto, quando dici che ‘noi massoni stiamo lavorando per il male dell’umanità’ e sono a conoscenza di tante piccole iniziative benefiche delle logge, posso intendere la tua frase solo in senso metafisico ma, francamente, non la condivido nemmeno in senso metafisico….Tutto questo potere attribuito a Satana….Io sono servo di satana, papa Francesco é servo di Satana, musulmani, indù, scintoisti, Are krishna etc. etc. tutti all’inferno! Questo dualismo dio/baal ancora! La vita quotidiana insegna a volte che vedere solo due colori, bianco/nero, non porta alla comprensione proprio perché esclude tutte le tonalità di grigio. Ho letto di buon grado i vostri inviti alla conversione, Giacinto, eppure quando dite che devo affidarmi completamente alle scritture, quando dite ‘convertiti a Cristo’ o frasi del genere e io poi mi metto a letto e leggo qualche passo del Vangelo non so cosa dovrei fare….Poi leggo qui, di conversioni avvenute ‘per grazia’ dello Spirito Santo allora fino a che punto io come Stefano posso intervenire in favore di una conversione? Non sono più accettabili altre risposte?

      • Lucian scrive:

        Dici che al “rito del XVIII grado che si trova la figura di Cristo per la prima volta” (messo tra virgolette non solo per citazione ma anche per altri motivi tra cui: da quando in qua Cristo lo si incontra per gradi ???)

        Io non so di che grado sei tu Stefano, ma Cristo ancora non lo hai incontrato.
        Dici di leggere i Vangeli, ma dove hai mai visto che Gesù presenta delle “tonalità di grigio” in quello che predicava ?
        Ti rispondo io: non lo potrai mai vedere in quanto Gesù Cristo non da alternative: il salario del peccato è la morte e solo il ravvedimento può portare alla salvezza. Sono solo due le cose, sono solo bianco o nero se vuoi chiamarle così.

        Inoltre, quando dici che “tutti all’inferno”, pensi che Giacinto (ma la Bibbia stessa…) abbia torto ?

        “Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che mena alla perdizione, e molti son quelli che entrano per essa. Stretta invece è la porta ed angusta la via che mena alla vita, e pochi son quelli che la trovano” (Matteo 7:13-14)

        Ti dice qualcosa questo versetto ? Come si fa, davanti all’evidenza degli abomini che riguardano le altre religioni, a non condannarle ?
        Ma la massoneria non insegna forse che “ogni religione è buona” e che si può pregare qualsiasi dio ?

        • Stefano scrive:

          Chiarisco: nel percorso massonico la figura di Cristo la si incontra nel rituale del XVIII grado.
          Alla base di una convivenza che possa far in modo che la vita su questa terra sia accettabile per tutti c’é proprio la capacità di notare le sfumature. L’ho scritto anche altrove su questo blog: credo che un mondo terreno sul vostro modello sia veramente orribile, sarebbe un mondo fatto di paure, sensi di colpa, di peccato….Io provo a immaginarlo ma non vi vedo niente di ‘luminoso’ e anche i toni di questo blog sono cupi e minacciosi. La massoneria non entra in questioni teologiche se non ‘a latere’ e non discrimina un individuo per il suo credo religioso.

  14. Yalena scrive:

    Stefano:
    Tu dici sono ricco,mi sono arrichito;non ho bisogno di nulla,ma non sai di essere un infelice,un miserabile,un povero,cieco e nudo ti consiglio di comperare da me oro purificato dal fuoco per diventare ricco,vesti bianche per coprirti e nascondere la vergognosa tua nudità e collirio per ungerti gli occhi e ricuperare la vista.
    Apocalisse 3-17,18
    Scusami ma nessun cristiano vuole che le attività legislative di uno stato si adeguino a la nostra sana dottrina,lo sappiamo che nessuno ci costringe a praticare la fecondazione eterologa ma noi siamo figli di Dio e dobbiamo predicare e parlare a questo mondo che Gesù e la via,la verità e la vita,e chi non lo avrà accettato come signore e salvatore se ne andrà al inferno.
    Pace a tutti i fratelli.

    • Stefano scrive:

      Il problema che ponevo Yalena era in questi termini: come voi non siete costretti a praticare la fecondazione eterologa perché siete contrari in quanto cristiani, perché io, che non sono cristiano non posso accedere alla fecondazione etrologa? E’ qui che mi pongo il problema della funzione di uno stato, il quale non costringe voi a praticarla ma non può impedire me (o chi per me) di accedervi.

      • Lorenzo scrive:

        Stefano, di solito ignori i miei commenti quindi non mi aspetto risposta.
        Il punto è questo: al cristiano NON INTERESSA sovvertire lo stato. Noi ti predichiamo che la tua massoneria afferma la falsa libertà perchè quella vera, quella di Gesù Cristo, è l’UNICA vera libertà: DAL PECCATO E DALLA MORTE.
        Il resto sono ciance… massoniche, cattliche, induiste, “laiche”, atee.. solo ciance…
        Puoi continuare a cercare di portare le tue idee massoniche qui o in altri ambienti cristiani sani… ma non ci riuscirai mai perchè la mente di Crsito, che noi abbiamo, sorpassa ogni ragionamento e idea umana.

        Se continui in questo intento sono solo due le ipotesi: o hai tempo da perdere o lo fai intenzionalmente per traviare, se possibile, chi legge.
        In entrambi i casi, sappi che noi poggiamo i piedi sulla ROCCIA, cioè Cristo; tu li poggi sulla sabbia. E’ solo questione di tempo: quando verrà l’inondazione, noi saremo ben saldi nella vita eterna con Cristo mentre tu andrai all’Inferno (se non ti ravvedi).

        Questo è tutto. Puoi agiungere parole su parole… ma non cambia nulla: Cristo Gesù ha VINTO il mondo quando è morto e risorto. Questo non lo cambi nemmeno con un milione di massonerie!

  15. Stefano scrive:

    Come sei facile nel giudicare, Lorenzo! Io dico che della massoneria ne avete al massimo un’infarinatura data da un sapiente ‘copia e incolla’ …Poi parli di roccia, sabbia….ma dai, posso accettare la descrizione che fate voi della vostra fede ma difficilmente accetterò un giudizio sulla mia. Poi, ho amore per la dialettica e mi interessa capire: mi ha portato, tempo fa su questo blog, ‘La massoneria smascherata’ e ho iniziato a leggere….Tutto qui. E’ molto semplice. Tempo da perdere? Non ne ho molto non credere ho un lavoro e una famiglia… Ma tornando all’evangelizzazione avevo posto una domanda precisa. Ripeto:’Ho letto di buon grado i vostri inviti alla conversione, Giacinto, eppure quando dite che devo affidarmi completamente alle scritture, quando dite ‘convertiti a Cristo’ o frasi del genere e io poi mi metto a letto e leggo qualche passo del Vangelo non so cosa dovrei fare….Poi leggo qui, di conversioni avvenute ‘per grazia’ dello Spirito Santo allora fino a che punto io come Stefano posso intervenire in favore di una conversione?’. Puoi rispondere? Basta a voi dire convertiti? Ravvediti e state a posto con la vostra coscienza? Due verbi e avete fatto opera di evangelizzazione?

    • Lorenzo scrive:

      Stefano, io non ti giudico.
      Io opero un DISCERNIMENTO perchè Gesù dice che dal frutto si riconosce l’albero buono e quello cattivo.
      I frutti della religione, di qualsiasi tipo, compresa la quella massonica, sono sotto gli occhi di chi vuole credere alla Verità, cioè a Dio.

      Quanto poi alla tua ricerca di Gesù Cristo nele Scritture, alle quali il buon (e paziente!) Giacinto ti ha indirizzato, così come tutti quelli che scrivono qui, quanto alla tua ricerca, il frutto è evidente: tenti di mettere insieme la santità di Dio con l’orribile Massoneria.

      CERTO che a noi basta dire “convertiti”… è l’unica cosa che possiamo dirti perchè questo è stato detto a noi a suo tempo e l’abbiamo fatto!
      Ci siamo umiliati di fronte alla Parola di Dio e ci siamo riconosciuti peccatori; e Cristo Gesù ci ha salvati con la sua morte e resurrezione.

      Abbiamo creduto alla Parola di Dio e siamo stati salvati.
      Tu invece vuoi tenerti stretta la tua umanità con il suo orgoglio e vuoi salvare anche la massoneria; vuoi servire Dio ed anche un altro padrone.
      Ma questo è impossibile. O ami Gesù Cristo e lasci ogni cosa per Lui o ami il mondo, con le sue religioni e massonerie.

      Quindi ti ripeto: “ravvediti e credi al Vangelo e ti salverai dall’Inferno”

      Altre parole sono spreco di tempo e sono discorsi che, come diceva Paolo, “fanno progredire nell’empietà”.

      • Stefano scrive:

        “Altre parole sono spreco di tempo e sono discorsi che, come diceva Paolo, “fanno progredire nell’empietà”.
        Mah!

        • Lorenzo scrive:

          2 Timoteo 2
          14 Ricorda loro queste cose, scongiurandoli davanti al Signore a non fare vane dispute di parole che non giovano a nulla, ma sono deleterie per coloro che ascoltano. 15 Studiati di presentare te stesso approvato davanti a Dio, operaio che non ha da vergognarsi, che esponga rettamente la parola della verità. 16 Ma evita i discorsi vani e profani, perché fanno progredire nell’empietà; 17 e la parola di questi andrà rodendo come la cancrena…

  16. endrio scrive:

    Stefano, non ho nient’altro da dirti .Che Dio nella Sua grande misericordia possa donarti la fede.Pace ai santi.

  17. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, la predicazione o evangelizzare e’ basato sul ravvedimento, in forza di questo Stefano hai la conversione. leggere la parola senza intenderla e’ tempo sprecato, non capiresti mai CRISTO se ti opponi con la forza. in un verso del vt, in 2 cronache 7:14 dice cosi;se il mio popolo, sul quale e’ invocato il mio nome si umilia, prega,cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudiro’ dal cielo, gli PERDONERO’ i suoi peccati, e guariro’ il suo paese. questo versetto spiega tutto Stefano, peraltro ti invita a non insuperbirti e diligentemente piega le tue ginocchia come hanno fatto tutti, umiliandoci davanti alla potenza di DIO. invocalo e credi che EGLI ti rispondera’, ger, 29,13, voi mi cercherete e mi invocherete, perche’ mi cercherete con tutto il vostro cuore. solo se crederai riceverai risposta!!!…..sarai libero di una liberta’ vincolata SOLO al suo amore, EGLI ti bramera’ fino alla gelosia.cercalo Stefano, cerca, CRISTO GESU’, cosi facendo otterrai la per la sua GRAZIA la SALVEZZA!!!pace

  18. Yalena scrive:

    Stefano:
    Neppure io ho altro d’aggiungere.Che Dio ti benedica a abbia misericordia di te.
    Pace ai miei fratelli.

  19. Stefano scrive:

    Io mi occupo del mondo reale, materiale e, per quanto posso, cerco di apportare un po’ di luce e strappare qualche sorriso. Del mondo immateriale, irreale, spirituale me ne occupo solo nelle mie riflessioni. Giacinto pensa che nemmeno S. Paolo riuscirebbe a convertirmi io non sono così drastico ma uno mi deve dare validi motivi e convincermi che sia una cosa giusta. Soprattutto deve convincermi anche che la sua interpretazione delle Scritture é attendibile. Anche voi, le scritture, le interpretate….In altri post ho spiegato, secondo me, quali potrebbero essere i metodi di approccio, che sono poi i metodi utilizzati in ogni scuola filologica, altrimenti di quello o quell’altro passo, non capiamo niente. Avevo citato diversi passi a partire dalla Genesi…Ricordo. Ora, un’iterpretazione filologica e razionale, non toglie nulla alla fede…Avevo anche sostenuto che, nella Bibbia é conservato un grande patrimonio simbolico -ed é così proprio a partire da Adamo ed Eva- e che un simbolo va interpretato. Anche questa interpretazione, non toglie nulla alla fede solo rende più comprensibile il testo e lo fa sembrare meno favolistico o epico. In certi commenti avevo, forse provocatoriamente, interpretato altri passi utilizzando il metodo di comparazione storica e suggerendolo: anche l’applicazione di questo metodo non toglie nulla alla fede. Non toglie nulla alla fede nemmeno se applicassi, come hanno fatto Detienne e Vernant il metodo da loro inaugurato di psicologia storica. Né mi sembra che siano ‘vani ragionamenti’, proprio perché definiscono un testo e lo rendono comprensibile. Poi, ognuno trae le proprie conclusioni é ovvio però che chi calcola l’età della terra in 6000 anni, chi ritiene che i 10 comandamenti siano realmente il ‘dettato’ di Dio a Mosé e non vedano in essi un prodotto culturale dell’epoca comune anche ad altre civiltà….mi fa un po’ sorridere. E che? Se io non credo in quell’ età della terra ma piuttosto in quella cronologia ci vedo un simbolo o un tentativo ‘umano’ di fissare dei termini al tempo la mia fede é inferiore? A mio avviso no. Non c’é nessun motivo per cui la fede debba collidere con l’umana cultura e intelligenza. Concludo qui i miei interventi.

    • Lorenzo scrive:

      Stefano, qui non è in vendita niente e nessuno “deve convincerti”… non ci sono promozioni, sconti o azioni di marketing…

      Se ti converti è solo a tuo vantaggio.
      Onestamente, i tuoi interventi sono “discorsi vani” e non servono a nulla.
      Se credi, farai bene a te stesso. Se non credi farai male a te stesso.
      Per noi non cambia nulla, a parte il dispiscere di vedere un’anima in più all’Inferno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.