Che inganno!

santi-inferno

Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, che sono nelle fiamme dell’inferno, il 27 aprile 2014 verranno proclamati ‘santi’. Che inganno!

Leggi:

‘Colui che viene chiamato papa non ha il potere di fare santo nessuno’

‘Francesco ‘farà santi’ due papi massoni’

Leggete questi miei due libri confutatori: ‘La chiesa cattolica romana’; ‘La Massoneria smascherata’

Questa voce è stata pubblicata in Benedetto XVI, Chiesa cattolica romana, Confutazioni, Giovanni Paolo II, Jorge Mario Bergoglio - Francesco I, Massoneria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Che inganno!

  1. massimo scrive:

    Giacinto, pace. Una profonda amarezza mi pervade l’anima nell’apprendere l’ennesimo torto che certi uomini religiosi, con le loro opere stolte e malvagie, faranno all’Iddio Vivente e Vero, all’Eterno degli eserciti, al Re dei re e Signore dei signori!
    Roma si prepara a rendere il suo tributo idolatra a Babilonia, la grande prostituta : “ricettacolo di demoni, covo di ogni spirito immondo, rifugio di ogni uccello impuro e abominevole. Perchè tutte le nazioni hanno bevuto del vino della sua prostituzione furente e i re della terra hanno fornicato con lei, e i mercanti della terra si sono arricchiti con gli eccessi del suo lusso” (Apocalisse 18:2-3).
    E’ altresì scritto di questa infedele : “…e vidi una donna seduta sopra una bestia di di colore scarlatto, piena di nomi di bestemmia, e che aveva setta teste e dieci corna. La donna era vestita di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle. In mano aveva un calice d’oro pieno di abominazioni e delle immondezze della sua prostituzione. Sulla fronte aveva scritto un nome, un mistero : BABILONIA LA GRANDE. LA MADRE DELLE PROSTITUTE E DELLE ABOMINAZIONI DELLA TERRA”. E vidi che quella donna era ubriaca del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù. Quando la vidi, mi meravigliai di grande meraviglia. L’angelo mi disse: perchè ti meravigli? Io ti dirò il mistero della donna e della bestia con le sette teste e le dieci corna che la porta…..Le sette teste sono sette monti sui quali la donna siede. Sono anche sette re…Le dieci corna che hai viste sono dieci re….Essi daranno la loro potenza e la loro autorità alla bestia…(Apocalisse 17: 3-13).
    “O insensati e lenti di cuore a credere a tutte le cose che i profeti hanno dette” (Luca 24:25)….. quando vi RAVVEDERETE e la SMETTERETE di andare appresso all’uomo? Non avete ancora capito che il Signore della Gloria già 2000 anni fa, mediante il suo Santo Spirito aveva scritto di questa Prostituta, di questa Donna corrotta che siede sui sette colli di Roma? E chi sarà mai se non il Vaticano, che domani renderà l’ennesimo omaggio a due esseri umani trapassati da anni! O STOLTI e TARDI DI CUORE, perchè continuate a provocare ad ira il Creatore del cielo e della terra…”adorando e servendo la creatura, invece del Creatore, che è benedetto in eterno?” (Romani 1:25). Tornate sui sentieri antichi! Prostratevi invece ai piedi di Cristo Gesù e invocate il suo nome, affinchè Egli possa mondarvi da quest’ennesimo grave peccato di cui vi renderete responsabili domani 27 aprile 2014, e ricadrà su di voi e sui vostri figli!
    TORNATE al Signore, adoratelo in Spirito e Verità, e non confidate affatto nella creatura che non può farvi, ne’ darvi assolutamente niente! Alla Legge, alla testimonianza! (Isaia 8:20).

    • giacintobutindaro scrive:

      Massimo ai Cattolici Romani va ordinato di ravvedersi e di credere nel Vangelo perchè loro sono morti nei loro peccati e nelle loro trasgressioni. Il messaggio da trasmettergli è lo stesso che va trasmesso ai mussulmani, ai buddisti, ai satanisti, ecc.

  2. Hugo scrive:

    Come può Francisco garantire con tutta la sicurezza che questi due uomini sono effettivamente in cielo?

    A meno che abbia ricevuto alcuna rivelazione privata non può, e quindi il suo decreto di canonizzazione è assolutamente inutile.

    • giacintobutindaro scrive:

      Hugo, la chiesa cattolica romana è maestra di menzogne, che ama e pratica la menzogna. E’ un inganno il cattolicesimo romano, che porta tante anime alla perdizione

  3. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, fllo Giacinto, voglio aggiungere anche io una nota stonata a favore di questi due uomini che hanno usurpato a DIO, il titolo di vicario avendo cosi la sfacciataggine di ergersi al pari di CRISTO!…. sono adirato Giacinto, perche’ mi dirai! perche’? in questi anni di strada che presto al servizio di DIO, predicando con franchezza e lealta’, tra ingiurie inseguimenti, non ho trovato una sola persona che abbia accettato la Verita’ come e’ scritto! nessuno disposto, nessun interessamento, eppure ho detto loro la verita’!!mentre questi due IMPOSTORI che hanno sedotto milioni, milioni, milioni, di anime, e continueranno ancora dopo questa celebrazione, ora nei tormenti, a tormentare ancora MILIONI di persone cieche. che tristezza,!!!.vedere una sola anima convertirsi,( non solo in cielo si farebbe festa), gioirei, si gioirei a uno solo che DIO strappa dalle fiamme del fuoco eterno!!.

  4. massimo scrive:

    Giacinto, pace. Nel corso dei rispettivi mandati pontifici, chissà quanta gente da ogni parte del mondo sarà andata già a suo tempo a Roma, in Vaticano, per prostrarsi ed inginocchiarsi davanti a questi due papi; avrà anche baciato il loro prezioso anello pontificio. Mi sovviene quando il Diavolo tentò Gesù, portandolo sopra un monte altissimo e dopo avergli mostrato i regni del mondo e la loro gloria, gli disse :”Tutte queste cose ti darò, se tu ti prostri e mi adori”. Ma Gesù disse :”Vattene, Satana, poichè sta scritto: Adora il Signore Dio tuo e a Lui solo rendi il culto” (Matteo 4:8-10 e Luca 4:7-8).
    Già questo episodio, riportato nei Vangeli, dovrebbe convincere molti “ignoranti” dottrinalmente parlando, che inginocchiarsi e venerare qualcuno, all’infuori di Dio stesso, significa “adorare Satana”. Ma ora, dopo che questi due sono morti, addirittura invocarli e pregarli, per ottenere da loro aiuto, protezione, intercessione ed anche guarigioni dal cielo, va oltre misura! Ma di qual peggior razza di spiriti demoniaci sono guidati ed istruiti questi farisei e scribi religiosi, cominciando dal loro Capo, il Sommo pontefice, tanto da insegnare e far così fare a molti milioni di questi fedeli all’Uomo, non di certo al Dio Vivente e Vero, così intollerabili menzogne antibibliche?
    O Gente dal collo duro….trovate forse scritto anche in una sola pagina o un solo capitolo, un solo versetto della Parola di Dio, di adorare e venerare uomini, statue, immagini, reliquie di chi e di che cosa???
    Basta con questi inganni, basta con questi raggiri menzogneri per far cassa, ma quel che è peggio, per incitar ancor più ad IRA il nostro amatissimo Dio e Creatore…..: “e un ulcera maligna e dolorosa colpì gli uomini che avevano il marchio della bestia e che adoravano la sua immagine” (Apocalisse 16:2) E ancora : “Poi il quarto angelo versò la sua coppa sul sole e al sole fu concesso di bruciare gli uomini con il fuoco. E gli uomini furono bruciati dal gran calore; e bestemmiarono il nome di Dio che ha il potere su questi flagelli, e non si ravvidero per dargli gloria” (Apocalisse 16:8-9). “…e Dio si ricordò di Babilonia la grande per darle la coppa del vino della sua ira ardente” (Apocalisse 16:19).

    Giacinto, purtroppo quest’ennesima triste notizia di 3 giorni fa :
    ============================================================
    Dramma a Cevo, nel bresciano, dove la croce del Cristo Redentore – scultura creata da Enrico Job in occasione della visita di Papa Giovanni Paolo II a Bresica – ha travolto e ucciso un ragazzo di venti anni. Faceva parte di un folto gruppetto di ragazzini dell’oratorio di Lovere, Bergamo, in vista nella Val Camonica. I più giovani erano nel piazzale antistante, mentre proprio sotto la croce si trovava la vittima e un uomo più grande. Improvvisamente si sono spezzate le giunture dell’opera e un pezzo di legno è crollato addosso ai due. Il ragazzo è morto sul colpo: inutile l’arrivo dell’eliambulanza del 118 di Brescia. L’altro escursionista, invece, è stato ricoverato in ospedale in codice rosso, ma non sarebbe in pericolo di vita. A rendere ancora più tragica la vicenda, un’inquietante coincidenza: domenica 27 aprile Papa Wojtyla verrà fatto santo.
    ============================================================
    Chi ha orecchi da udire, oda!

    • massimo scrive:

      Luciano, pace. Noi leggiamo : ” Quelli che seminano con lacrime, mieteranno con canti di gioia. Se ne va piangendo colui che porta il seme da spargere, ma tornerà con canti di gioia quando porterà i suoi covoni” (Salmo 126:6).
      E ancora : “Il mietitore riceve una ricompensa e raccoglie frutto per la vita eterna, affinchè il seminatore ed il mietitore si rallegrino insieme”. (Giovanni 4:36). Luciano, magari un giorno, altri mieteranno quello che tu hai seminato,
      ma stai in pace e di buon cuore : “Io ho piantato, Apollo ha annaffiato, ma Dio ha fatto crescere; quindi colui che pianta e colui che annaffia sono una medesima cosa, ma ciascuno riceverà il proprio premio secondo la propria fatica” (1° Corinzi 3:6-8).
      La Parola di Dio sempre ci consoli, fortifichi e rassicuri :”Non ci scoraggiamo di fare il bene; perchè, se non ci stanchiamo, mieteremo a suo tempo (Galati 6:9). Pace.

    • Davide scrive:

      Caro fratello Massimo. Leggevo nel sito di Vuyet Marco che il ragazzo morto sotto il gigantesco crocifisso crollato, risiedeva in via Giovanni XXIII …..

  5. endrio scrive:

    Pace ai timorati di Dio.Vedendo e ascoltando le abominazioni del paganesimo cattolico romano,mi sono venute in mente da subito le parole di Gesù:(Matteo 23)Tutte le loro opere le fanno per essere osservati dagli uomini; difatti allargano le loro filatterie ed allungano le frange dei mantelli;ed amano i primi posti nei conviti e i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze…………Chiunque si innalzerà sarà abbassato,e chiunque si abbasserà sarà innalzato.Ma guai a voi, scribi e farisei ipocriti,perchè serrate il regno dei cieli dinanzi alla gente,poichè nè vi entrate voi, nè lasciate entrare quelli che cercano di entrare.Guai a voi, scribi e farisei ipocriti,perchè scorrete mare e terra per fare un proselito;e fatto che sia,lo rendete figliolo della genna il doppio di voi.Guai a voi perchè siete simili a sepolcri imbiancati, che appaiono belli di fuori ,ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni immondizia.Ci saranno pure migliaia di persone in quella piazza ma per il Signore Gesù sarà lasciata deserta, affinchè non diranno benedetto colui che viene nel nome del Signore e si ravveggano dall’idolatria.Pace ai santi,(secondo Dio,e non secondo gli uomini ciechi)pace Giacinto.

  6. massimo scrive:

    Giacinto, è giusto, è secondo Verità quello che facciamo e diciamo, e non dobbiamo mai scoraggiarci nell’esortare le anime alla Conversione e al Ravvedimento! Ma quanta amarezza nel considerare che ci sono milioni di cattolici nel mondo, sotto l’influenza ingannevole di Satana, che purtroppo la pensano come quel giornalista Collaciani, il quale, tra le altre cose, nel commentare l’episodio della croce che ha ucciso il giovane Marco, ha scritto :
    “..Francesco sveglia anche le forze contrarie, quelle degli inferi, che vanno combattute con la vera fede. Il Papa venuto dalla fine del mondo deve stare in guardia e innalzare la Croce, perché il vento porterà a breve un evento fatale».
    Eh…sì, caro Giacinto, credo che ci siamo anche noi tra quelle “forze contrarie”, e sono certo che se quelli potessero metterci le mani addosso, come minimo ci lapiderebbero….non c’è proprio nulla di nuovo sotto il sole! Signore abbi pietà!…Vieni presto Gesù! “…Venga il tuo regno Padre, sia fatta la tua volontà come in cielo, così in terra!”. Loro la recitano a memoria questa preghiera, ma solo a mo’ di poesia…si…sì una bella poesia, ma senza il cuore e la mente! Mah…..Gesù, Signore nostro e nostro Redentore, pietà!!
    Pace Giacinto e ai santi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.