Un pastore evangelico messo a morte da Dio

bara-funerale

Una testimonianza per coloro che pur definendosi Cristiani contrastano e contristano lo Spirito Santo dicendo che le lingue sono cessate e che Dio oggi non distribuisce i suoi doni spirituali come ai giorni degli apostoli, e che ci disprezzano e vituperano perchè noi anzichè credere alle loro menzogne crediamo alla Parola di Dio che è verità.
—————–
Un pastore evangelico messo a morte da Dio

Un pastore cacciò via Giacomo Lombardi dalla propria comunità perché quest’ultimo stava cercando di persuadere dei credenti ad accettare il battesimo con lo Spirito Santo, e dopo pochi giorni fu colpito da Dio

‘Il fratello Giacomo Lombardi lasciò gli Stati Uniti diretto a Roma ove non poteva contare che su qualche lontana e debole amicizia stretta negli anni della sua prima giovinezza. Questo servitore di Dio, evidentemente, non faceva affidamento sugli appoggi e sugli aiuti che poteva trovare avanti a sé o che poteva avere dietro le sue spalle, ma faceva esclusivamente conto degli aiuti gloriosi che poteva ricevere dall’Alto.
Raggiunta la capitale, il fratello Lombardi cercò di introdursi nell’ambiente protestante nella convinzione che Iddio avrebbe manifestato il risveglio pentecostale primieramente fra coloro che possedevano la conoscenza dell’Evangelo. Questa sua aspettativa però fu, almeno in parte, delusa; ed anzi egli incontrò una sistematica e, qualche volta, scortese ostilità da parte dei conduttori delle comunità da lui visitate.
Probabilmente alcuni pastori vedevano in questo servitore di Dio l’insidiatore del loro gregge, mentre altri, forse, vedevano nella sua pretesa di predicare il messaggio cristiano la presunzione dell’uomo che benché privo di una formazione teologica vuole ascendere il pulpito. Dopo mesi di tentativi il deluso servitore di Dio si vide violen-temente scacciato da un ministro evangelico stanco di vederlo aggirarsi fra i membri della propria comunità. Forse Iddio aveva permesso quella prolungata e sterile fatica per insegnare una preziosa lezione al giovane missionario, ed infatti mentre egli s’intratteneva pensoso ed afflitto sulla soglia della chiesa dalla quale era stato espulso sentì chiaramente la voce del Signore risuonare nella sua coscienza: – Guarda – gli disse Iddio severamente – quel malvagio che esce ora da questa soglia; fra breve non lo vedrai più! Il Lombardi si voltò per osservare chi era l’uomo che si apprestava ad uscire e vide il pastore che poco prima lo aveva scacciato dal tempio. Una settimana dopo, quel troppo severo ministro, veniva tolto dal mezzo dei vivi.’

Roberto Bracco, Il Risveglio Pentecostale in Italia, citato in ‘Risveglio Pentecostale’, 1956, n° 11, pag. 5-6

Questa voce è stata pubblicata in Giudizi di Dio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.