Corrado Salmè ai festeggiamenti in onore di «San Luigi Gonzaga»  

salme-idolatria

MASSIMA ATTENZIONE, FRATELLI E SORELLE!!! Come potete vedere da questa locandina, Corrado Salmè parteciperà ai festeggiamenti in onore di «San Luigi Gonzaga» (vedi anche qua), quindi di uno dei tanti idoli della Chiesa Cattolica Romana. Egli dunque ha deciso di partecipare all’idolatria che è una delle opere infruttuose della Chiesa Cattolica Romana. Guardatevi e ritiratevi da lui.

Ascolta la mia predicazione ‘Perchè l’ecumenismo è una macchinazione del diavolo’

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cattolica romana, Corrado Salmè, Ecumenismo, idolatria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Corrado Salmè ai festeggiamenti in onore di «San Luigi Gonzaga»  

  1. luciano scrive:

    pace a tutti i Santi, nella chiesa Apostolica, viene criticato coloro che avvertono i f.lli che camminano disordinatamente,delle conseguenze nefaste che DIO ha riservato loro per avere violato i suoi comandamenti. Molti di questi falsi f.lli accusano il f.llo Giacinto di fare troppa polemica su tutto cio’ che si muove dentro le chiese, ( io, allo stesso modo li definisco ribelli ). giorni fa’, sono stato invitato appunto da una di queste chiese Apostoliche. Corrado Salme’ che io conosco personalmente, e’ una persona doppia. Quindi fa bene il f.llo Giacinto ad avvertirci di quanto succede attorno a noi, per molti come me, lo ritiene una grande benedizione, che opera meravigliosamente, che ubbidiente, vigila di continuo. Allora ditemi voi se questo non e’ amore!!! CONTINUA, CONTINUA E NON MAI GUARDARTI INDIETRO. NOI SAPPIAMO IN CHI ABBIAMO CREDUTO. pace.

  2. massimo scrive:

    E’ indubbio Giacinto, che Corrado Salmè, essendo un pastore evangelico ecumenico voglia adoperarsi per l’unità dei cristiani, e quindi collabori con i cattolici…e di riflesso, con tutti gli altri.
    Quando ero cattolico e profondamente convinto, mi meravigliavo che ci fossero così tante divisioni tra molti che si professavano cristiani e giudicavo tutti quelli che di discostavano dalla Chiesa Cristiana Cattolica Romana davvero dei “protestanti”, ovvero dei “contestatori libertini”, alla stessa stregua di liberi pensatori moderni e facitori ribelli che andavano sfrontatamente contro la Madre Chiesa (ma questo solo per soddisfare le loro voglie). Infatti, non avendo una conoscenza più profonda della Parola di Dio e soprattutto privo di quel “santo timore di Dio e tremore” resistevo ad ogni pensiero che divergesse da quello cattolico apostolico romano tradizionale. Ma quando mi sono scontrato con le verità evangeliche, con la Parola di Dio stessa fatta carne, realizzai sì l’amore di Dio, perchè desideravo fare la sua volontà, ma parimenti l’ira di Dio stesso, perchè mi ero riconosciuto disobbediente, un codardo e peggio ancora…un falso cristiano, nemico della croce! Ho compreso la necessità e l’urgenza di abbandonare le cattive compagnie religiose, i cattivi costumi e tradizioni religiose popolari, perchè la Chiesa Cattolica è depositaria di tutto questo agire distorto! Ma come si fa a riesumare un corpo dopo molti anni, tagliargli la mano, riponendola dentro un reliquiario, rimettere poi il resto del corpo in una tomba e farsì che folle vengano ad ammirare, adorare, pregare, invocare l’intercessione di un morto, inginocchiandosi davanti a quella mano mozza. Sa molto di macabro, per non dire altro! Nelle messe nere non fanno forse altrettanto, con ossa e resti umani? Ricordo che a quel frate cappuccino, noto nella chiesa cattolica come P. Leopoldo Mandic l’hanno fatto questo trattamento ora descritto. Io stesso mi inginocchiavo davanti a questa reliquia, per me ora raccapricciante, ma un tempo, nella mia ignoranza, benedicente! La mano destra di un morto! Ma c’è da rifletterci seriamente! E loro ( i cattolici più creduloni) sono convinti di rendere onore ad un sant’uomo e così, di riflesso, a Dio! Lo stesso hanno fatto con la lingua di quello frate noto come Sant’Antonio di Padova. Altrettanto hanno fatto con il sangue di S. Gennaro…. e così via….con molti altri cosiddetti, alla cattolica, santi e sante, tra cui, da ultimo, al frate Francesco Forgione, meglio noto come P. Pio da Pietrelcina..ahimè! Ma non è scritto forse questo : “C’è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù” (1° Timoteo 2:5)…. ma come leggono tutti questi sapienti, pastori, ministri dell” Evangelo?? Può mai un morto intercedere? Chi conosce la parola di Dio ed ha la mente di Gesù, mai e poi mai potrebbe collaborare con simili operatori, perchè vanno chiaramente, inconfutabilmente contro la Parola di Dio! E’ impossibile, inconcepibile realizzare con i cattolici una unità tanto invocata e cercata! Devono ravvedersi prima e lasciare le opere morte! Dovrei forse adorare o prostrarmi ancora davanti a statue di tutti i tipi, forme e generi, davanti ad immagini, contemplare e venerare morti o parti di essi, dissepolti?
    Vorrei tanto che Corrado S. sopportasse questo mio dire di ultimo di chiesa qual sono, indegno di stare anche sulla soglia della stessa: “Ritorna a gustare la buona e sana dottrina di un tempo, ripercorri i sentieri antichi, riprendi in mano la Parola di Dio…metti un nuovo collirio, urge un ravvedimento immediato, altrimenti verrai stretto da spire mortali, ti ritroverai a servire altri uomini e ad adorare creature, anzichè il Creatore! L’ira furente di Dio non tarderà verso coloro che disprezzano la sua Parola, che si allontanano e fanno allontanare altri dalla Verità di Dio che ci è stata manifestata in tutta la sua gloria e bellezza in Cristo Gesù! Pace Giacinto e ai santi.

  3. Mario Prospero scrive:

    Purtroppo quello che avevo ironicamente scritto su facebook si è avverato…Salmè e la sua band ad una festa patronale. io vivo in una provincia del lazio molto idolatra in cui , soprattutto in questo periodo, si susseguono feste e festicciole per i vari santi e madonne. le ho sempre aborrite fin da piccolo e, benché facessi parte di una famiglia cattolica la quale partecipava assiduamente a queste tradizioni, mi sono ripromesso di non parteciparvi più già dalla mia adolescenza ben prima di convertirmi. dopo essere entrato nella chiesa cristiana ho ritenuto che fosse assodato per un cristiano evangelico, benché debole nella fede, aborrire queste cose ed ora eccomi qua a vedere che addirittura un “pastore” se ne va in giro come uno di quei gruppi strampalati che dalle mie parti arrotondano lo stipendio facendosi pagare qualche spicciolo per suonare alla festa di paese. ora lo scandalo non sarebbe così grave se chi fa queste cose fosse cacciato e bandito da tutte le chiese che si professano cristiane e non fosse invece un beniamino di tante capre sedicenti cristiani-evangelici. gli scandali ci sono sempre stati e i traviati esisteranno sempre ma guai quando quelli che si definiscono orgogliosamente “la chiesa di Cristo” aprono le porte a questo genere di personaggi e li innalzano invece che ammonirli severamente ed escluderli da ogni comunione!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.