La libertà secondo la Massoneria

pike-massone

La Massoneria sostiene che ognuno è libero di pensare e credere quello che vuole, e ognuno ha la sua verità perché non esiste una verità assoluta, per cui un Cristiano non può giudicare il non Cristiano dicendo che è nell’errore e che sta andando all’inferno. Infatti per i Massoni Gesù Cristo non ha detto la verità assoluta ma una delle tante verità relative esistenti nel mondo. Per cui coloro che seguono Gesù Cristo, non possono dire ai Mussulmani o ai Buddisti o agli Induisti e così via che sono nell’errore e che stanno andando nelle fiamme dell’inferno, e quindi non possono ORDINARGLI di ravvedersi e di credere nel Signore Gesù Cristo.
Albert Pike (1809-1891), massone del 33° grado e satanista, ha detto per esempio: «La sua Libertà [dell’uomo] significa essere libero d’avere una propria fede ed una propria volontà senza il controllo di poteri esterni. ….. Nessun uomo, o consorzio di uomini, può essere infallibile, nè essere autorizzato a decidere in quale cosa altri uomini debbano credere, qualunque sia il dogma della loro fede» (Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione italiana, Vol. 1, pag. 59,60).
Avete capito allora perché tante Chiese SI RIFIUTANO DI ORDINARE ai peccatori di ravvedersi e di credere nel Vangelo, cosa che invece fecero Gesù Cristo prima e poi gli apostoli? Perché sono state massonizzate (dai massoni con o senza il grembiule che sono al loro interno). Uscite e separatevi dalle Chiese massonizzate, e dissodatevi un campo nuovo.

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Questa voce è stata pubblicata in Massoneria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La libertà secondo la Massoneria

  1. massimo scrive:

    Giacinto, noi che abbiamo creduto in Gesù, sappiamo bene che Lui è “VIA, VERITA’ e VITA” (Giovanni 14:6), Lui ci ha dato la vera LIBERTA’ (Giov. 8:31). Liberi dalla schiavitù del peccato, dalla paura della morte, dall’ignoranza scritturale (perchè i nostri occhi, mente e cuore erano ancora ciechi difronte alla sua Parola) dai legami del mondo, dalle ideologie e filosofie teologiche di uomini religiosi, etc… Abbiamo creduto che Gesù Cristo è il Figlio di Dio e la sua Parola, è una lampada ai nostri piedi (Salmo 119:105), mentre camminiamo nelle tenebre fitte di questo mondo! Se altri invece, vogliono sentirsi liberi, condursi con una propria fede e volontà, ci dispiace per loro, ma come quegli Israeliti che attraversarono gli abissi del Mar Rosso sull’asciutto, volgendo le spalle al Faraone ed al suo esercito che li inseguiva, così facciamo ancora oggi noi! Avanziamo risolutamente con Gesù, liberi, fiduciosi e in pace, verso la Gerusalemme celeste!
    Albert Pike, ha avuto il suo tempo ed fatto le sue scelte di vita e chi ama lui e tali uomini, con le loro ideologie e pensieri di “ugualiganza, libertà e fratellanza universali”, li segua pure! Ma sappia per certo, che rifiutando Gesù e di sottomettersi alla sua Parola, così rifiuta e disprezza l’Opera di Dio! La sua Parola non lascia dubbi circa la sorte riservata ai ribelli : “lo stagno ardente di fuoco eterno, dove c’è solo pianto e stridor di denti (Matteo 13:42).
    …E la vita sulla terra, si sa, dura ben poco! Qualcuno rifletta bene! Il domani non ci appartiene, è scritto infatti :”…non sapete quel che succederà domani” (Giacomo 4:14) Pace Giacinto e ai santi.

  2. Roberto scrive:

    Sicuramente esiste una sola via di salvezza, Gesù Cristo, tutte le altre sono false vie.
    Altrettanto sicuramente, i cristiani sono chiamati ad evangelizzare i perduti, annunciando la salvezza in Cristo e invitando i perduti ad abbandonare i propri idoli e le proprie false religioni.
    Ma se non si convertono che cosa dovremmo fare? Dovremmo forse costringere in qualche modo le persone a convertirsi con la forza?
    Quando molti cristiani parlano di “libertà” non stanno dicendo che tutte le religioni sono uguali, nemmeno che si è liberi di credere in qualunque cosa per andare in paradiso.
    Stanno solo dicendo che la gente non può essere costretta a credere. Se qualcuno non vuole convertirsi non lo possiamo certo costringere, se non accetta Cristo ovviamente ne pagherà le conseguenze eterne, ma non possiamo “ordinargli” con la forza di convertirsi.

    • giacintobutindaro scrive:

      Roberto, ti correggo, perchè quando tanti cosiddetti Cristiani parlano di libertà intendono proprio quello che intende la Massoneria, e difatti basta che tu guardi il parlare a tale proposito dell’Alleanza Evangelica Italiana e vedrai che il palare e ragionare è massonico, e difatti vanno in piazza a lottare per la libertà religios per TUTTI, esattamente come fa la Massoneria.D’altronde l’Alleanza Evangelica Mondiale è nata in un tempio massonico in inghilterra!!!!!

      Leggi qua L’Alleanza Evangelica Italiana promuove ideali massonici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.