Il sofisma usato per le unioni omosessuali

unioni-omosessuali-sofisma

In vista della legge che lo Stato italiano dovrebbe varare prossimamente sulle unioni omosessuali, il sofisma che molti cosiddetti pastori evangelici hanno deciso di usare in riferimento alle unioni omosessuali è questo. Fermo restando – loro dicono – che le unioni omosessuali non sono equiparabili al matrimonio, esse vanno riconosciute a norma di legge. E questo sia per sancire formalmente e sostanzialmente un rapporto basato sull’amore omosessuale, sia per conferire diritti sui beni materiali della coppia. Dunque meglio parlare – continuano loro – di ‘diritto al riconoscimento dell’unione omosessuale’, che non costituisce una famiglia, non può adottare né educare bambini, ma che va assolutamente regolamentata. Avete capito allora fratelli come questi uomini corrotti e riprovati quanto alla fede presentano astutamente la cosa per evitare di essere accusati di volere il matrimonio omosessuale e quindi di essere contro la famiglia? Ma sappiate che costoro parlano COMUNQUE da parte del diavolo, che è bugiardo e padre della menzogna. Perché in questa maniera approvano l’omosessualità che agli occhi di Dio è un’abominazione secondo che è scritto: “Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole” (Levitico 18:22), nonché un’unione formale tra persone che praticano cose turpi. E quindi costoro si schierano contro la Parola di Dio. Ma voglio farvi notare che parlando in questa maniera essi si schierano apertamente contro la famiglia e quindi procacciano la sua distruzione, e questo perché una volta che sarà sancita questa legge sulle unioni omosessuali ci saranno mariti e mogli che saranno incoraggiati a darsi all’omosessualità e quindi poi a lasciare il proprio coniuge per andare a vivere con il loro partner omosessuale. E poi, anche se la legge non chiamerà questa unione ‘matrimonio’ (questo infatti è quello che si apprende), si tratterà di un importante e fondamentale passo compiuto in vista del suo futuro riconoscimento come matrimonio. Lo Stato in altre parole è come se dicesse agli omosessuali: ‘Per ora non possiamo darvi altro perché non ci sono le condizioni favorevoli, per cui accontentavi di questa legge, ma vedrete che in seguito quando cambieranno certe cose lo Stato trasformerà l’unione omosessuale in matrimonio!’
Dunque, costoro parlando in questa maniera non fanno altro che approvare e incoraggiare l’omosessualità, dimostrando così di essere dei nemici della croce di Cristo. Nessuno di costoro vi seduca.
Un’ultima cosa, se fate parte di una Chiesa il cui pastore parla in questa maniera uscite e separatevi da essa, perché è una Chiesa che ha rigettato la dottrina di Dio.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Confutazioni, Esortazioni, Illuminati, Massoneria, Omosessualità and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *