L’ipocrisia dell’AEI

L’Alleanza Evangelica Italiana (AEI) ha «preso le distanze» dall’incontro ecumenico tra Giovanni Traettino e Francesco, capo della Chiesa Cattolica Romana, avvenuto il 28 luglio 2014 nel locale di culto della Chiesa della Riconciliazione di Caserta.

Ma Leonardo De Chirico, vicepresidente dell’AEI, in un suo discorso ha affermato tra le altre cose:
“È cambiato l’atteggiamento della chiesa romana, non la sostanza. La chiesa cattolica non è intervenuta in nessuno degli ambiti che, cinque secolo or sono, hanno portato alla Riforma protestante: sola Scrittura, solo Cristo, sola grazia. VA BENE L’AMICIZIA, VA BENE LA COLLABORAZIONE OVE POSSIBILE, ma bisogna fare attenzione”.
Fonte: http://www.buonanotizia.org/index.php?option=com_k2&view=item&id=1002:il-papa-visita-i-pentecostali-l-alleanza-evangelica-persistono-le-divisioni&Itemid=516

Quanta ipocrisia! Ripeto, quanta ipocrisia! Solo i ciechi non vedono la grande ipocrisia presente in queste parole. Perché praticamente l’AEI è comunque a favore dell’ecumenismo, perché afferma che con la Chiesa Cattolica Romana si può collaborare, si può essere amici! E difatti l’AEI collabora con la Chiesa Cattolica Romana in diversi campi. Stefano Bogliolo infatti, che è un esponente dell’AEI, in un commento del 29 giugno 2014 presente sulla sua bacheca Facebook nel rispondere a qualcuno gli ha detto: ‘Scusa Davide, una cosa è la cobelligeranza su temi come giustamente tu hai precisato, come ad esempio la difesa dei cristiani perseguitati, la difesa della vita umana sin dal concepimento, ecc., oppure e il dialogo antireligioso, sui diritti civili, anche con i non cristiani, altro è la partecipazione al culto, come nel caso di Tunnicliffe alla messa di intronizzazione, dove si adorano gli idoli. Non cogli anche tu una differenza?’ (https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203367085689362&set=a.1054459853234.9814.1577947136&type=1)

bogliolo-ecumenismo

Le parole dell’AEI dunque sono solo fumo negli occhi, tramite il quale cercano di far credere di essere quello che non sono. Loro infatti non sono antiecumenici, ma ecumenici nello spirito esattamente come lo è Traettino, solo che ancora certe cose che fa Traettino non le fanno, perché ancora non sono maturi i tempi qui in Italia. E’ solo una questione di tempo dunque, tanto è vero che Geoff Tunnicliffe, segretario generale dell’Alleanza Evangelica Mondiale, si è già incontrato personalmente con Francesco in Vaticano!

E assieme all’AEI ci possiamo mettere altre organizzazioni e denominazioni evangeliche anche pentecostali che vogliono far credere di essere antiecumeniche. Hanno infatti sostanzialmente lo stesso spirito e sentimento ecumenico. Bisogna quindi solo aspettare, per vederli anche loro in futuro fare le stesse cose di Traettino.

Prendiamo per esempio le ADI. Basta considerare che anni fa in seno alla Chiesa ADI di Matinella (SA), in occasione della dedicazione del nuovo locale di culto, fu fatto parlare un prete con il presidente delle ADI presente, che non batté ciglio al discorso perverso di quel prete, o che ci sono pastori ADI che partecipano alla preghiera per l’unità dei Cristiani con i Cattolici Romani, per capire quanta ipocrisia esiste nelle ADI che vorrebbero far credere di essere antiecumeniche quando non lo sono affatto! Davide Di Iorio, segretario nazionale delle ADI, infatti il giorno prima dell’incontro ecumenico tra Francesco e Traettino ha detto: «Allora, cominciamo a dire subito una cosa: noi con l’incontro di domani non c’entriamo niente. Nel massimo rispetto, prendiamo le distanze da un incontro privato che non può preludere in alcun modo ad un riavvicinamento tra le due chiese» (http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/evangelica-papa/notizie/820265.shtml). Ma le ADI non ci risulta abbiano detto pubblicamente niente del genere per condannare le iniziative ecumeniche dei sopracitati pastori delle ADI! Perché questo? Perché le ADI in realtà sono anche loro a favore dell’ecumenismo … con i preti! Per quello diretto con ‘il papa’ – quello promosso da Traettino pubblicamente per intenderci – ancora invece non si sentono pronte! Ma piano piano ci arriveranno pure le ADI!

E che le cose stiano così, è evidente anche dal fatto che dai pulpiti, dai programmi radio e quelli televisivi, dai siti internet, e dalle riviste di queste organizzazioni e denominazioni, non si sente condannare in maniera franca e potente il cattolicesimo, ossia non si sentono condannare e confutare le eresie, le superstizioni e l’idolatria della Chiesa Cattolica Romana, non si sente dire che i cattolici romani (con a capo il loro ‘papa’) sono degli idolatri che sono sulla via della perdizione, a cui va predicato il ravvedimento e il Vangelo affinché siano salvati dai peccati e dalle fiamme dell’inferno, come non si sentono inviti rivolti ai cattolici romani ad uscire e separarsi dalla Chiesa Cattolica Romana. E inoltre non si sente condannare l’ecumenismo IN TUTTE LE SUE FORME, ossia non si sente dire che è peccato agli occhi di Dio non solo quello che ha fatto Giovanni Traettino, ma anche ogni collaborazione con la Chiesa Cattolica Romana perché la Scrittura ci comanda di non metterci con gli infedeli (2 Corinzi 6:14).

Come mai? Perché spiritualmente sono ecumenici, hanno buoni rapporti di vicinato con la Chiesa Cattolica Romana, si sentono vicini spiritualmente ai Cattolici Romani, e si rifiutano quindi di fare polemica con essa, di entrare in collisione con essa. E come potrebbero farlo, quando ormai ci sono intere denominazioni evangeliche, come per esempio le ADI e la Chiesa Apostolica in Italia tra i Pentecostali, che si sono alleate con lo Stato Italiano, che è uno stato cattolico romano?

Fratelli, vi esorto dunque a non farvi sedurre da costoro, perché il loro obbiettivo è sedurvi. Uscite di mezzo a loro e separatevene, perché queste organizzazioni e denominazioni sono in una maniera o nell’altra controllate e dirette dalla Massoneria, che promuove l’unione tra le religioni in vista della creazione di una religione universale.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Chiesa cattolica romana, Chiesa Evangelica della Riconciliazione, Chiese protestanti storiche, Comportamenti disordinati, Confutazioni, Cose strane, Davide Di Iorio, Ecumenismo, Esortazioni, felice antonio loria, Giovanni Traettino, Illuminati, Jorge Mario Bergoglio - Francesco I, Massoneria, Nuovo Ordine Mondiale, Pastori o predicatori, Salvatore Cusumano, Stefano Bogliolo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a L’ipocrisia dell’AEI

  1. Gaetano Rizzo scrive:

    Pace Giacinto

    Contrariamente a quanto credi, l’AEI è contraria all’ecumenismo. Io ho conosciuto personalmente De Chirico e credimi non è per niente filo-cattolico romano, anzi tutt’altro.
    Neppure vi è ipocrisia in essa. De Chirico afferma che si può collaborare con la Chiesa romana, si può essere amici con essa, quando quest’ultima si dimostra amica della verità. Fa cose conformi alla volontà di Dio. L’esempio dell’intervento di Bogliolo da te evidenziato conferma quanto ho detto. La difesa dei cristiani perseguitati, la difesa della vita umana, solo per citarne alcuni, sono iniziative cristiane e giuste. Dato che pure la Chiesa romana è a favore di tali cose, non vi è nulla di male collaborare con essa SU TALI INIZIATIVE. Noi dobbiamo sempre stare dalla parte della verità, Giacinto. Se un buddista mi dice che Gesù Cristo è il Signore, devo dargli torto perché è un buddista? Ovviamente questo non vuol dire che difendo il buddismo, giusto? Rifletti, fratello. De Chirico non ha detto quello che ha detto per gettare “fumo negli occhi”. Egli è stato coerente con quanto afferma e crede. L’AEI non è ecumenica. Non considera la Chiesa di Roma, una chiesa cristiana. Solo che essendo obbiettivo e non di parte, non guarda comunque le etichette e l’apparenza, bensì la sostanza e la verità. Ed è pronto a riconoscerla in chiunque la veda. La Chiesa romana insegna la trinità, tanto per fare un altro esempio. Ebbene dovrei affermare che tale insegnamento è falso perché lo difende la religione cattolica? Questo non vuol dire fare ecumenismo ovviamente. Solo riconoscere la verità. Ho notato pure che alla fine dici: “E’ solo questione di tempo ….”. Piuttosto speriamo che ciò non accada e preghiamo per questo. Se disgraziatamente dovesse succedere quello che temi allora prenderò le distanze da tale associazione. Parlando d’altro poi, so dell’incontro di Tunnicliffe in vaticano con il papa. Ovviamente ha sbagliato grandemente e anche l’AEI ha preso le distanze da ciò, non lo sapevi? Per quanto riguarda invece le ADI è probabile che vi sono pastori favorevoli e altri contrari all’ecumenismo, visto quanto ho capito dal tuo scritto. Ho letto dal tuo intervento pure che non avessero detto niente in pubblico per condannare iniziative ecumeniche. Giacinto, ma se proprio tu, sopra hai evidenziato che Davide Iorio ha preso le distanze pubblicamente dall’incontro di Traettino con il papa. Anche in questo caso comunque ho potuto constatare il tuo pessimismo: “Ma pian piano ci arriveranno pure le ADI!”. Piuttosto speriamo nel contrario non credi? Per quanto riguarda l’AEI stanne certo che considera la Chiesa romana per quello che è. Solo che è disposta a riconoscere la verità in chiunque la dica, la difenda e credo giustamente. Certo, non dobbiamo metterci con gli infedeli, chi dice il contrario, ci mancherebbe! Se qualche infedele però sostiene alcuni giusti principi, come bisogna comportarsi secondo te? Dovremmo dire che non sono giusti solo perché lo dice l’infedele? Rifletti. Lo stato italiano poi è uno stato laico. Dove vi è libertà di culto, di religione e di critica. Uno stato che garantisce uguali diritti civili per tutti i credi. Io non sono pro ADI, ci mancherebbe, non sono nemmeno pentecostale. Eppure ti assicuro che in non poche chiese ADI la critica verso la Chiesa romana è marcata. Con questo non voglio difendere queste Chiese. Gli errori li fanno e diversi di essi li hai menzionati pure tu. Solo che ti sprono ad essere più obbiettivo.
    Per finire L’AEI non è controllata dalla massoneria. E’ un’associazione di chiese evangeliche le quali si riconoscono nei punti fondamentali della fede cristiana. Certo punta all’unità, ma a un’unità evangelica e non a una creazione di una religione mondiale. Perlomeno al giorno d’oggi. Poi Iddio sa ogni cosa. Per quanto mi riguarda spero che le cose rimangano così.

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace Gaetano, ribadisco tutto quello che ho detto. Tu ti stai illudendo grandemente …

    • fabio scrive:

      Pace Gaetano,
      Ho letto il tuo commento è credo che il tuo parlare sia in “buona fede”, ti premetto che non son un cattolico e non faccio parte ne delle Adi ne di altre organizzazioni ma se mi permetti vorrei fare una piccola riflessione su ciò che hai detto e su ciò che scrive l’apostolo Paolo in Efesini 4:25
      Perciò, bando alla menzogna: dite ciascuno la verità al proprio prossimo; perché siamo membra gli uni degli altri.

      Qui Gaetano non si tratta solamente di riconoscere la Verità proclamata in persone di altro credo, o anche delli stesso credo ma di diversa denominazione, ma si tratta di attestare, affermare la Verità in ogni occasione in special modo quando ci troviamo davanti alla menzogna, ed è solo così che si dimostrerà l’amore vero verso il prossimo e non tacendogli la verità.
      Provo a farti un esempio…Per diversi anni da adulto ho frequentato diverse comunità cattoliche ma quando ne sono uscito non ho potuto fare a meno di riconoscere che tutte quelle statue, collane di Rosario di cui si circonda vanno contro la Parola di Dio e davanti ad esse ed a un sacerdote o anche il “papa” stesso non si può tacere solo perché affermano che Gesù Cristo È il Figlio di Dio,anzi è proprio lì che c’è da riprendere quelle menzogne e quando lo fai stai tranquillo che non ti inviterranno piu perché non vogliono essere ripresi.
      Ricordi che cosa disse Gesù in Matteo 7,21
      Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.

      Prova a domandarti perché l’apostolo Paolo fu condotto davanti ai governatori e davanti ai re, ancor prima di Paolo Gesù Cristo che disse a Pilato in Giovanni 18,37
      Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici; io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per rendere testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce».

      Non ci illudiamo Gaetano perché Gesù, Paolo e tanti altri sono stati perseguitati e uccisi non perché non riconoscevano delle verità che sentivano ma perché parlavano del Cristo Gesù come unica Verità è riprenderanno chiunque dicesse menzogna come si legge in ciò che gli dissero mercato metterlo alla prova in Marco 12:14
      E venuti, quelli gli dissero: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e non ti curi di nessuno; infatti non guardi in faccia agli uomini, ma secondo verità insegni la via di Dio. È lecito o no dare il tributo a Cesare? Lo dobbiamo dare o no?».

      Gaetano parla come parlavano gli apostoli e vedrai che prima o poi non sarai tu ad uscire da un organizzazione o da un’altra ma ti inviterranno gentilmente ad uscire perché starete parlando di due Gesù, di due Signori diversi e non si può servire a due padroni

      La pace del Signore Gesù Cristo sia con te è ti conduca a tutta la Verità

    • Marco scrive:

      Ma cosa dici Gaetano????
      “Se un buddista mi dice che Gesù Cristo è il Signore, devo dargli torto perché è un buddista?”

      se qualcuno ti dice che Gesù è il Signore (Amen!) allora certamente non può essere un buddista!!!!
      ma non ti rendi conto che ti contraddici?
      Come può uno dirsi cristiano, dire di credere in Gesù Cristo e poi fare opere contrarie a Lui?

      alla fine non ho capito: tu credi che i cattolici vanno all’Inferno o no?
      se ci credi, devi dirgli la verità altrimenti li stai illudendo!!! e di quel sangue ti sarà chiesto conto!! (ezechiele 3)

  2. Daniela scrive:

    La linea di pensiero Aei è uguale a quella Adi del 1999: “Ecumenismo etico” NON “ecumenismo dottrinale”. Solita ipocrisia, parole ambigue, nulla di nuovo…

    https://youtu.be/EzdNYYQxnng
    http://giacintobutindaro.org/2014/09/24/lecumenismo-etico-di-salvatore-cusumano-pastore-delle-adi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.