‘Il Vangelo secondo Matteo’ di Pasolini: musica funebre massonica nella scena del battesimo di Gesù

mozart-massone

Questa è la scena del battesimo di Gesù tratta dal film ‘Il Vangelo secondo Matteo’ diretto nel 1964 da Pier Paolo Pasolini.

Voglio farvi notare innanzi tutto come il battesimo non è quello biblico in quanto viene praticato con un versamento di un pò di acqua sulla testa mentre il battesimo ricevuto da Gesù fu per immersione (cfr. Matteo 3:13-16), ma poi come la musica di sottofondo usata per questa scena è la musica funebre massonica di Mozart (che era un massone) molto conosciuta e apprezzata in seno alla Massoneria.

Ecco cosa viene detto di questa composizione musicale di Mozart su Wikipedia:
La musica funebre massonica in Do minore K 477 (K6 479a) (Maurerische Trauermusik) fu composta da W. A. Mozart a Vienna nel luglio del 1785 ed eseguita la prima volta nel novembre dello stesso anno per commemorare la morte di due “fratelli” massoni (il duca Giorgio Augusto di Meclemburgo-Strelitz e il conte Franz Esterhazy von Galantha).
L’opera, costituita da un solo movimento, è tra le più espressive ed ispirate composte da Mozart, ma non venne espressamente concepita come musica funebre, bensì come musica rituale di accompagnamento per la cerimonia di investitura al terzo grado di maestro massone, come interpretazione della simbologia massonica che si rifà alla leggenda di Hiram.
Di questa composizione così scrive Paumgartner:”La severa struttura formale, la scelta accurata e la trattazione degli strumenti, il singolare snodarsi della marcia solenne intorno alla melodia gregoriana […] conferiscono a questo lavoro un senso di antica grandezza e gli assegnano un posto specialissimo nella produzione di Mozart”.
Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Musica_funebre_massonica_in_Do_minore_K_477

Qualcuno dirà: a cosa è dovuta l’introduzione di questa musica massonica proprio nella scena del battesimo di Gesù? Riteniamo sia per indicare che Gesù sia stato iniziato anche lui al grado di maestro massone (per i Massoni infatti Gesù era un Maestro massone cfr. http://rdyork.blogspot.it/2010/11/gesu-maestro-muratore.html), in quanto Mozart scrisse quella musica per il ‘rituale di accompagnamento per la cerimonia di investitura al terzo grado di maestro massone’ – che si basa sulla leggenda di Hiram – che include un linguaggio figurato funebre. Secondo questa leggenda infatti, Hiram – che nel rituale viene interpretato dal candidato a Maestro Massone – viene ucciso da tre Compagni d’Arte, perché si rifiuta di rivelare loro la Parola Sacra che avrebbe permesso loro di conseguire il salario di Maestro Massone. Dopo essere stato seppellito, viene ritrovato, e il re Salomone – che nel rituale è interpretato dal Maestro Venerabile, cioè dal ‘capo’ della Loggia – lo riporta in vita mediante una presa massonica che costituisce la vera presa di un Maestro Massone, e gli sussurra allora all’orecchio la parola sostitutiva di quella perduta. E così tutti esultano, perché Hiram è rinato nel nuovo Maestro! E il concetto di Hiram ‘risorto’ nella Massoneria sta a identificare il raggiungimento dell’Illuminazione. E così anche Gesù in occasione del suo battesimo – che indica in materia metaforica ‘la sua morte e la sua resurrezione’ – avrebbe raggiunto l’illuminazione!!!
Questa è l’ennesima prova di come i Massoni cercano in ogni maniera di introdurre di soppiatto i loro concetti e principi diabolici anche nella storia di Gesù di Nazareth, il Figlio di Dio.
Vegliate e pregate, fratelli, e attenetevi fermamente a quello che sta scritto, e non cadrete vittime delle macchinazioni massoniche.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni, Illuminati, Massoneria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a ‘Il Vangelo secondo Matteo’ di Pasolini: musica funebre massonica nella scena del battesimo di Gesù

  1. Adriano scrive:

    Scena pietosa… degna di un film orrendo (semmai ne esiste uno, su Gesù soprattutto, che non lo sia)…
    Del resto Pasolini era un uomo distrutto dalla sua omosessualità perchè si odiava per questo. Prova ne è il fatto che morì suicida. In più non conosceva la Via la Verità e la Vita, Gesù Cristo! Quindi il suo destino è nel fuoco del’Inferno.
    Non sapevo che Mozart fosse così massone, nel senso che credevo si trattasse di un’adesione “formale” più che sostanziale…
    Davvero sono stupefatto.
    Speriamo che non intervengano i soliti massoni a dire che si tratta del solito “fanatismo”…

    • giacintobutindaro scrive:

      Adriano, la versione ufficiale non mi pare che dica che Pasolini sia morto suicida.

    • Stefano scrive:

      Adriano dai, ma Pasolini si odiava per la propria omosessualità? Ma dove l’hai letto? Al contrario molte sue opere la presentano come condizione che dà adito a espressioni poetiche non solo, ma é la corporeità che, nelle sue opere, interessa Pasolini più che l’omosessualità (vedi quel capolavoro che é “Il fiore delle mille e una notte”). Non credo che la sua morte sia stata una messinscena, un suicidio -e le fonti a sostegno di questa tesi sono scarne rispetto alla tesi dell’omicidio politico- non lo credo proprio perché in tutta la sua opera é evidente il coraggio dell’intellettuale e l’amore per la vita, non lo credo poi perché, quando é morto, aveva in progetto la realizzazione di un nuovo film, dopo il discusso “Salò”, con Eduardo de Filippo cui attribuiva particolare importanza dopo “l’abiura” della Trilogia della vita…. Un’adesione di Pasolini alla massoneria, poi, non é certificata in alcun modo ciò non ostante, i motivi che lo possono avere indotto alla scelta di quella composizione di Mozart possono anche essere quelli riportati da Giacinto, alla condizione necessaria, però che Pasolini, abbia conosciuto i rituali. Comunque, per Pasolini Cristo era un pensiero costante, come scriverà diverse volte, e dirà anche in un intervista nel 1969. Come tutti quelli che, in qualche modo, lo incontrano e ci si confrontano, ne ha dato un’interpretazione. Era poi molto tempo che non ascoltava più quel brano di Mozart.Indubbiamente grande, bellissimo, innovativo per tutta la storia della musica….Mozart era un autentico massone e scrisse forse l’opera massonica per eccellenza “Il flauto magico”. Dov’é il luogo fisico dell’inferno? o é una metafora?

  2. Adriano scrive:

    Giacinto, hai ragione, sono io che mi sono espresso in modo non esatto: sembra che Pasolini abbia organizzato la propria morte o comunque che se la sia andata a cercare in qualche modo e non mi riferisco alle sue indagini giornalistiche su Mattei o altro ma ad un vero e proprio “omicidio/suicidio” organizzato:
    http://baccelli1.interfree.it/pipipi.htm
    Io credo a questa versione ma non ci sono le prove e certamente non ci perdo la testa.
    Cambia poco ovviamente sulle conclusioni circa la sua vita e tutto il resto: un uomo che ha incontrato Dio in Gesù Cristo non incappa in cose del genere!

    Dio benedica la Sua chiesa!

  3. Salvatore scrive:

    Pasolini fu ucciso da un suo giovanissimo “amante” (Pelosi, mi pare si chiamasse), ma non sucida bensì investito da una moto o auto (non ricordo bene). L’autore di tanti film era gay, e la cosa scandalizzò all’epoca dei fatti. L’aver prodotto un film su Cristo, ahimè, non ha condotto al ravvedimento lo scrittore famoso.

  4. Hugo scrive:

    Questo film fu dedicato al papa Giovanni XXIII, che deve aver capito bene la ragione di questa musica in questa scena.

    Eppure, «Nella Chiesa di Francesco Pasolini va in Paradiso»

    http://vaticaninsider.lastampa.it/inchieste-ed-interviste/dettaglio-articolo/articolo/fede-faith-fe-cinema-cinema-cinema-35391/

  5. Aldo scrive:

    Forse non è da sottovalutare neanche la stretta di mano al min. 1.25 che sembra una stretta di mano massonica. I massoni notano anche queste cose, e anche noi ora abbiamo capito come ragionano e come lanciano i loro segnali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.