Stefano Bogliolo, dell’AEI, a favore della «libertà omosessuale»

stefanobogliolo-avvenire

Stefano Bogliolo, dell’Alleanza Evangelica Italiana, in una intervista apparsa sulla rivista Avvenire il 14 novembre 2014, ha affermato: «Tutti sono liberi di vivere la loro relazione affettiva come meglio credono, anche con persone dello stesso sesso …» (fonte: http://www.avvenire.it/Politica/Pagine/Il-pastore-evangelico-anche-noi-domani-in-piazza-per-il-Family-Act-.aspx).
Un’affermazione vergognosa e scandalosa, che la Parola di Dio condanna. La Parola di Dio non dice infatti che gli uomini hanno il diritto di violare i comandamenti di Dio, ma semmai che hanno il dovere di osservarli. Affermare che gli uomini sono liberi di avere relazioni carnali con altri uomini, significa che essi hanno il diritto di violare il comandamento di Dio: “Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole” (Levitico 18:22).
Il Bogliolo doveva affermare che gli uomini non hanno il diritto di essere omosessuali, come neppure le donne hanno il diritto di essere lesbiche, ma hanno il dovere di ravvedersi dai loro peccati, e di credere nel Vangelo, per essere affrancati dal peccato, tra cui quello dell’omosessualità. Ma non lo ha fatto, anzi ha affermato esattamente il contrario, perché in questa maniera ha incoraggiato gli omosessuali e le lesbiche a peccare.
Ma d’altronde il Bogliolo fa parte dell’Alleanza Evangelica Italiana che fa parte dell’Alleanza Evangelica Mondiale che è nata in un tempio massonico, precisamente nel quartiere generale della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, cioè presso la Freemasons Hall di Londra; e quindi Bogliolo fa da maggiordomo alla Massoneria. Guardatevi e ritiratevi da lui.
Lo ripeto anche in questa occasione: uscite e separatevi dall’AEI, che è una organizzazione filo-massonica, in quanto diffonde i principi della Massoneria di ‘libertà, uguaglianza e fratellanza’.
Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Confutazioni, Massoneria, Omosessualità and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

6 Responses to Stefano Bogliolo, dell’AEI, a favore della «libertà omosessuale»

  1. adriano says:

    2 Tim 3:1-5: Or sappi questo: che negli ultimi giorni verranno tempi difficili, perché gli uomini saranno amanti di se stessi, avidi di denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, disubbidienti ai genitori, ingrati, scellerati, senza affetto, implacabili, calunniatori, intemperanti, crudeli, senza amore per il bene, traditori, temerari, orgogliosi, amanti dei piaceri invece che amanti di Dio, aventi l’apparenza della pietà, ma avendone rinnegato la potenza; da costoro allontanati.

  2. massimo says:

    Nel sito dell’ A.E.I leggo : “Alleanza Evangelica Italiana – Cristiani evangelici uniti per la difesa ed il progresso dell’ Evangelo in Italia”. Giacinto, ma al punto dove sono oramai giunti, tutti questi signori uniti, che cosa pretenderebbero mai difendere? E se per “progresso del Vangelo” intendono tra le molte stramberie, per non dire altro, schierarsi a favore della libertà omosessuale…beh…credo che davvero che quest’Organizzazione abbia proprio toccato il fondo! Come possono mai guardare dritti negli occhi i loro figli e poi dir loro :”Prendete la Parola di Dio e facciamoci istruire dal nostro Maestro Gesù, poichè Lo vogliamo servire…noi siamo suoi seguaci, per questo ci definiamo cristiani, ovvero testimoni di Gesù Cristo!
    Che fetore nauseabondo d’ipocrisia sta salendo denso al cielo!!… Che si ravvedano invece, questi ipocriti, finchè Dio concede loro ancora del tempo!
    Pace a te e ai santi!

  3. Franco says:

    Il Bogliolo evidentemente non è diverso da tutti quei “pastori” che si sono fatti tali grazie ai loro studi ma senza avere il mandato di Dio. La cosa disgustosa a cui si assiste è la sfrenata gara al protagonismo sulla scena politica e mediatica. Ormai chi vuole essere santo (separato n.d.r) deve prendersi la briga di cominciare a leggere personalmente e non dipendere esclusivamente dagli altri per la conoscenza della Bibbia. Chi non lo fa cade preda di filosofie di vita contemporanee

  4. massimo says:

    Franco, pace! E’ scoraggiante davvero tale situazione! L’apostolo Paolo scrive : “Ora voi siete il corpo di Cristo e membra di esso, ciascuno per parte sua. E Dio ha posto nella chiesa in primo luogo degli apostoli, in secondo luogo dei profeti, in terzo luogo dei dottori……” (1° Crinzi 12:31). Parla di CHIESA, ovvero di ASSEMBLEA di santi… ma dov’è, dove trovarla materialmente? Sarebbe veramente straordinario che la Chiesa del Signore sparsa su tutta la terra fosse già unita tutta insieme… santi che perseguono la santificazione e mirano alla perfezione di Cristo…un giorno ciò sarà possibile. Certo ora anch’io soffro questa separazione e per non restare avvinghiato in altre spire pericolose cammino e vado avanti per la sola fede e per la grazia che Dio mi elargisce ogni giorno. Ma prego sempre il Signore perchè mi faccia incontrare altri che desiderano crescere alla scuola dell’unico Maestro, zelanti nella fede e nel santo timore! Dalle predicazioni di Giacinto, nei vari argomenti affrontati e proposti sempre alla luce della Parola di Dio, trovo insegnamento, consolazione e sprono per proseguire la corsa verso la meta che ci è posta dinnanzi. Preghiamo Franco affinchè il Signore ci apra porte gloriose, perchè lo Spirito Santo ci guidi in ogni verità, alla luce della sua Parola! I tempi sono davvero difficili ma il premio è troppo grande per rinunciarvi o farselo scappare per seguire pifferai e cantastorie, ciechi, zoppi e già loro stessi morti! Pace.

  5. Franco says:

    Tanto per non essere tacciato di presunzione, ci tengo a fare sapere a chi legge il mio commento che ho letto l’articolo su avvenire. Il Bogliolo dichiara di essere contro il matrimonio omosessuale sottolineando ciò che è accettabile secondo la Parola, ma poi non resiste alla tentazione del politically correct, dichiarando quanto già riportato in questo articolo, tanto per non essere inquadrato nella categoria dei bigotti. Credo che per un cristiano, egualmente se si tratti d’un apostolo, insegnante o pastore, non sia ammissibile dichiarare che ognuno è libero di fare come crede, altrimenti come cristiani chiamati ad annunciare l’evangelo ad ogni creatura, che ci stiamo a fare? E’ ovvio che oggi come in passato ognuno segue la sua propria via, ma non saranno le nostre parole a legittimare il non credente, scusando così la sua coscienza e impedendo l’opera dello Spirito Santo di fargli di sentire il peso del peccato e con esso il bisogno di tornare a Dio.

  6. massimo says:

    Concordo Franco! Noi che abbiamo creduto, siamo divenuti soldati di Cristo (2° Timoteo 2:3) e “seguendo la Verità nell’amore, cresciamo in ogni cosa verso colui che è il capo, cioè Cristo” (Efesini 4:15). Basta!….”essere sballottati e portati qua e là da ogni vento di dottrina per la frode degli uomini!”. “Un soldato che va alla guerra non s’immischia in faccende della vita civile, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato.” (Efesini 2:4) altro che “politically correct” del Bogliolo!! Un soldato non deve discutere gli ordini impartiti dal suo Capo, bensì e tenuto ad obbedire e quindi ad eseguirli con diligenza! Un soldato che non si attiene ad essi ed anzi li trasgredisce (per evitare di irritare qualcuno e/o perdere certe amicizie o certi personali interessi) non è affatto un buon soldato, ma bensì un trasgressore del regolamento militare, degli articoli di legge ovvero del codice penale militare di guerra! Sì, perchè noi cristiani siamo in perenne guerra, che lo si voglia o no! Ogni giorno infatti muoiono ammazzati, martiri nel mondo per essere cristiani, vero o no?? Non lo scrivo a te Franco, ma per molti altri scettici, o già fuorviati, che magari ci leggono!! Un soldato che va contro gli ordini è un traditore, un ribelle, combatte contro chi lo ha arruolato, quindi contro il suo Capo, ovvero contro Gesù! E’ un vile, pauroso, un codardo!! Si sbaglia forse l’apostolo Paolo quando afferma :” seguono l’andazzo di questo mondo, seguono il principe della potenza dell’aria, di quello spirito che opera oggi negli uomini ribelli”. Lo eravamo anche noi un tempo, come molti altri, solo che per la grazia di Dio noi desideriamo continuare a servirlo in maggior santità e giustizia, mente altri purtroppo si sono oramai sviati, guardando a destra e a sinistra e sono tornati indietro…. “come il cane è tornato al suo vomito, e la scrofa lavata è tornata a rotolarsi nel fango” (2° Pietro 2:22). Falsi dottori, falsi profeti, falsi fratelli….a causa loro la via della verità viene diffamata! Il buon soldato agisce per fede, il religioso, in quanto bigotto è un mercenario. Il buon cristiano è spinto unicamente dall’amore per Cristo e la sua Parola, mentre il mercenario per i suoi meschini personali interessi!
    Pace a te, Giacinto e ai santi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *