Letizia Tomassone e le «teologie queer»

Letizia Tomassone è una «pastora» della Chiesa valdese. Dal 2006 al 2012 è stata vicepresidente della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia. Dal 2010 ha ricevuto l’incarico di docenza e coordinamento dei corsi di “Studi femministi e di genere” presso la Facoltà Valdese di Teologia di Roma. Ascoltate cosa dice in questo convegno tenutosi nel 2014. In questo suo discorso sulle «teologie queer», ella insulta l’Iddio vivente e vero, e approva e difende gli omosessuali. E disprezza quelli che lei chiama ‘i mondi religiosi’, che sono quelli che nell’attenersi alla Parola di Dio riprovano l’omosessualità.

Ecco come sono diventati tanti Valdesi sotto l’influenza della Massoneria che regna nel loro mezzo tramite i tanti massoni che vi sono. E pensare che tante Chiese Pentecostali si sono alleate con i Valdesi!

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa Valdese, Massoneria, Omosessualità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Letizia Tomassone e le «teologie queer»

  1. massimo scrive:

    “Ma lo Spirito dice esplicitamente che nei tempi futuri alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, sviati dall’ipocrisia di UOMINI bugiardi, segnati da un marchio nella propria coscienza..” (1° Timoteo 4:1-2).
    Pertanto Giacinto, se il caro apostolo Paolo scrive così circa l’operato malvagio di certi uomini carnali, tanto più è necessario guardarsi da certe DONNE, il cui agire porta ad un disastro spirituale ben più maggiore e devastante ! Un’accozzaglia di gente raccogliticcia (Numeri 11:4) si è intrufolata tra il popolo d’Israele, ma presa da concupiscenza, si sta ammassando inutilmente alla porta della Verità, con la pretesa d’entrare, ma non ha la “Chiave” e resterà ben fuori…. dove c’è pianto e stridor di denti! Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.