Simbolo occulto-massonico nel locale di culto ADI di Beinasco

Fratelli che frequentate Chiese ADI, come potete vedere spunta fuori un altro simbolo occulto-massonico presente in un locale di culto di una Chiesa ADI: questa volta siamo nel locale di culto di Beinasco. E il simbolo è ancora una volta la stella a otto punte, a cui ormai le ADI ci hanno abituato!

chiesa-adi-beinasco

Fonte della foto: pagina facebook della Chiesa ADI di Beinasco

La foto parla chiaro, ma così chiaro, che per noi e per tanti altri ormai le cose si fanno sempre più chiare. Peraltro, questo stesso simbolo è presente sulla bandiera filippina, che ha origine massoniche (vedi qua sotto), come è attestato chiaramente dai massoni stessi.

bandiera-filippine-otto-stelle

Su questo sito massonico molto documentato viene detto che il triangolo, il sole (con otto raggi), e le stelle a cinque punte sono di origini massoniche.

Io dunque vi esorto per l’ennesima volta a uscire e separarvi dalle ADI, perché hanno fatto spazio al diavolo.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Leggete:

‘La Massoneria smascherata’

‘Chiesa ADI di Catania: simbolo occulto-massonico dentro il locale di culto’

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E., Confutazioni, Illuminati, Massoneria, Occultismo e Spiritismo, Satanismo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Simbolo occulto-massonico nel locale di culto ADI di Beinasco

  1. Gentile Giacinto,

    Ti preghiamo di pubblicare la nostra risposta alla tua accusa.

    http://chiesadibeinasco.tumblr.com/post/129003371626/per-fare-chiarezza

    Grazie,
    ìl pastore Silvano Bianco.

    • giacintobutindaro scrive:

      Silvano ti lascia passare questo commento, quantunque il tuo scritto sia una non risposta, che come al solito voi delle ADI siete abili a dare. Ma ormai tanti, anzi tantissimi, hanno capito la vostra astuzia (di voi sedicenti pastori) nel parlare e per questo provano ribrezzo a sentirvi parlare.
      Si tratta di una non risposta perché non hai spiegato affatto perché sul vostro pulpito è presente quel simbolo diabolico. Io vi ho contestato infatti la presenza di questo simbolo occulto-massonico sul vostro pulpito. Come mai non vuoi spiegarlo? Hai intitolato il tuo scritto ‘Per fare chiarezza’, ma di chiarezza non ne hai fatta per niente. D’altronde, persone confuse come voi, non possono che creare confusione quando parlano. Vedo che hai seguito l’esempio del tuo collega Paolo Lombardo di Catania. Certo che alla scuola biblica vi ammaestrano per bene a dare delle non risposte!
      Allora spiega pubblicamente perché in un locale di culto di una Chiesa dove si dice che si adora Dio in ispirito e verità si trova quel diabolico simbolo, che so che ha turbato diversi fratelli. Rispondi, con chiarezza, senza ambiguità di sorta. Ma evidentemente non puoi dire la verità, perché nelle ADI non c’è amore per la verità come neppure per la luce.
      E poi, sei stato bravo a riprovare il sottoscritto, ma non hai avuto una sola parola di condanna della Massoneria, dicendo che la massoneria è dal diavolo e che i massoni sono dal diavolo. Avevi l’opportunità di condannarla ma non lo hai fatto! E come potresti condannarla, quando voi ADI dovete tutto alla Massoneria! E difatti avete pure una dottrina massonizzata – la massonizzazione della dottrina è un prezzo che avete dovuto pagare in cambio dell’aiuto datovi dalla Massoneria – altro che dottrina sana dunque come andate dicendo! E questo tantissimi lo hanno capito grazie a Dio.
      Tu dici che io sono noto per le mie accuse creative! Ma, guarda, io nel tempo ho capito che quello di cui accusate voi gli altri, siete voi a farlo. Ho le prove e le ho mostrate a tutti. Accusate infatti ingiustamente il giusto Lot, il giusto Giobbe, e l’apostolo Paolo; sì li avete calunniati, li avete diffamati. Più chiaro di così! Se accusate ingiustamente loro, io non posso aspettarmi un trattamento migliore. Ecco dunque che le accuse creative – come le chiami tu – siete voi che le lanciate. Ipocriti che non siete altro! Ravvedetevi e convertitevi.
      Tu inviti i lettori a verificare le mie accuse rivolte a voi direttamente alla fonte. Ma non c’è bisogno di dirglielo, già lo stanno facendo. Infatti coloro che amano la verità stanno verificando sul campo (cioè in mezzo a voi) che le mie accuse nei vostri confronti non sono calunnie, ma accuse fondate, con delle prove inconfutabili. Nel mio libro ‘La Massoneria smascherata’ queste accuse sono tutte documentate.
      Infine, in merito alle parole di Giuda da te citate, voglio farti presente che Giuda parlando di coloro che si sono intrusi in mezzo ai santi dice all’inizio: “Poiché si sono intrusi fra noi certi uomini, (per i quali già ab antico è scritta questa condanna), empî che volgon in dissolutezza la grazia del nostro Dio e negano il nostro unico Padrone e Signore Gesù Cristo” (Giuda 4), e io non ho trasformato la grazia di Dio in dissolutezza, e nemmeno nego il Signore Gesù Cristo. E’ manifesto a tutti questo, ossia a tutti coloro che hanno occhi per vedere, e orecchie per sentire, ma tu non sei tra questi perché sei cieco e sordo. La citazione biblica da te messa contro di me, è l’ennesima prova quindi di come le ADI siano maestre di accuse creative. Ma la vostra stoltezza è manifesta a tutti ormai, come lo fu quella di Jannè e Jambrè.

  2. massimo scrive:

    Giacinto pace. E proprio perchè anch’io sento la chiamata “a difendere la Verità” come invita il pastore Bianco, vorrei riportare quanto leggo nella Parola di Dio :”Non farti scultura, nè immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra…” (Esodo 20:4). “MALEDETTO L’UOMO CHE FA UN IMMAGINE SCOLPITA O DI METALLO FUSO, COSA ABOMINEVOLE PER IL SIGNORE, OPERA DI ARTIGIANO E LA PONE IN LUOGO OCCULTO..” (Deuteronomio 27:15). E così via…nel libro dei Numeri, Giudici, 1° Re, 2° Cronache, Salmi, Isaia, Geremia, Ezechiele, Daniele, Osea, Abacuc, Michea, Atti, Romani…
    E’ quindi chiaro che la Parola di Dio CONDANNA le Immagini, perchè di IMMAGINE si tratta e tutti possono ben osservare quella scolpita, impressa, apposta che dir si voglia, su quel pulpito.
    Leggo altresì :..”ci ha diffamati insinuando un nostro legame con la massoneria, per via di un’ IMMAGINE SUL NOSTRO PULPITO”. Chiederei a quella chiesa, al pastore Bianco in particolare, sempre per amore della Verità, perchè si è voluto fare questa immagine, ben sapendo che Dio ha più e più volte comandato di non farle?…e tutto ciò a prescindere dal suo significato! Credo proprio che l’apostolo Paolo se fosse ancora tra noi, scriverebbe alla Chiesa di Beinasco le stesse e medesime cose che scrisse a riguardo :”Così miei cari, voi che foste sempre ubbidienti, non solo come quand’ero presente, ma molto più adesso che sono assente, adoperatevi al compimento della vostra salvezza con TIMORE e TREMORE; infatti Dio che produce in voi il volere e l’agire secondo il suo disegno benevolo. Fate ogni cosa senza mormorii e senza dispute, perchè siate irreprensibili e integri, figli di Dio senza biasimo in mezzo a una generazione storta e perversa nella quale risplendete come astri nel mondo..” (Filippesi 2:13-15) Sarebbe questo il Timore e Tremore? Dov’è l’obbedienza ai comandi del Capo, Gesù Cristo? Sarebbero forse questi i frutti che provengono dalla legge della libertà in Cristo?
    L’apostolo Pietro potrebbe mai elogiarVi in questo, affatto!! “Perciò carissimi, aspettando queste cose, fate in modo di essere trovati da Lui immacolati e irreprensibili nella pace..” (2° Pietro 3:14). Immacolati ed Irreprensibili! Parla di santità di condotta e di pietà mentre attendiamo ed affrettiamo la venuta del giorno del Signore, in cui i cieli si dissolveranno e gli elementi infocati si scioglieranno (2° Pietro 3:11-12). E’ forse passato il tempo in cui Gesù ha comandato di adorare Dio in spirito e verità” o forse ora certuni si sono posti allo stesso livello dei cattolici i quali affermano che loro non adorano affatto le statue o le immagini religiose, bensì le venerano! Ma perchè non attenersi alla sana dottrina, alla Parola di Dio, agli ordini del nostro amatissimo Capo? Ma questa chiesa locale a chi mai vuole piacere, chi sta servendo? Se Dio stesso proibisce di farsi delle immagini e sculture di sorta, perchè allora certuni le fanno? Ma in obbedienza a chi?
    So per certo che un vero credente in Cristo, nato di nuovo, rigenerato e figlio di Dio per mezzo di Gesù, non può affatto servire due padroni!! O serve Dio oppure serve Mammona (Luca 16:13) o mi sbaglio? Questo io leggo tutti i giorni nella Parola di Dio e per questo la difendo! Pace Giacinto.

  3. Dal titolo dell’articolo del pastore ADI di Beinasco (.. per fare chiarezza ..) si preannuncia una chiarezza per quanto riguarda la simbologia usata in un pulpito, invece, siamo rimasti molto delusi, perché il contenuto dell’articolo non fa chiarezza sull’argomento, ma è solo un attacco contro la persona, contro il RAGIONATORE (la tecnica la conosciamo, omettere di parlare dell’argomento scomodo e rivolgersi a parlare contro il ragionatore).
    In tale articolo si legge che quella comunità non ha niente a che fare con la massoneria, ci tengono a dirlo, per una facciata di comodo, ma quello che CONTINUANO A NON FARE, è quello di dire che la MASSONERIA è DAL DIAVOLO e tutti i cristiani se ne devono stare lontani da tale istituzione.
    Sono capaci di parlare contro il BLOGGER, ma non sono capaci di dire che la MASSONERIA è dal diavolo. Potrebbero dire sia l’uno che l’altro, ma scelgono di stare amici con la massoneria, non parlando contro di essa, ma prendono le distanze dal blogger.
    Questa non è chiarezza, è oscurità, ambiguità, falsità, interesse personale e paura, forse, doverosa conseguenza della loro amicizia con la massoneria.
    Questa poteva essere una buona occasione per prendere le distanze veramente e condannare la massoneria, invece, niente di tutto questo. È più facile per loro parlare contro il blogger, non hanno mica firmato niente o preso accordi con lui, invece con la massoneria, o direttamente o tramite la politica hanno avuto molte volte a che fare. Ecco, quindi, come bisogna REALMENTE interpretare questa NON risposta del pastore ADI di Beinasco.
    Inoltre, leggendo ancora più attentamente la NON RISPOSTA del pastore di Beinasco, non posso che notare quale passo ha citato il pastore, su cui faremo il ragionamento che si può dedurre dalle sue stesse parole.
    Egli cita questo passo biblico:
    «Perché si sono infiltrati fra di voi certi uomini (per i quali già da tempo è scritta questa condanna); […] Ciò nonostante, anche questi visionari contaminano la carne nello stesso modo, disprezzano l’autorità e parlano male delle dignità. […] Questi, invece, parlano in maniera oltraggiosa di quello che ignorano, e si corrompono in tutto ciò che sanno per istinto, come bestie prive di ragione.»(Giuda 4, 8, 10)
    È vero che ci sono INFILTRATI nella Chiesa di Cristo, infatti diciamo da tempo che si sono infiltrati dei massoni che servono il diavolo, dei falsi dottori, dei falsi pastori e altri ancora. Ma il pastore lo cita nel contesto a proposito del BLOGGER; tuttavia è doveroso notare, sempre dalle parole del pastore, che poco prima nella sua risposta ha detto queste parole:
    “Negli ultimi giorni un blogger vicino all’ambiente evangelico, ..”
    Ora, notate, che dice che è vicino E NON DENTRO ALL’AMBIENTE EVANGELICO, quindi, in riferimento a Butindaro, il famoso BLOGGER, perché così lo chiamano per nominarlo, non può essere usato tale versetto biblico, altrimenti si contraddice con le sue stesse parole.
    Per una RISPOSTA CHIARA, VERAMENTE CHIARA, sarebbe dovuto entrare nel merito della questione, cosa che non ha fatto; poi avrebbe dovuto condannare la massoneria, e non limitarsi a prenderne le distanze; in ultimo, per essere coerente con le sue parole, avrebbe dovuto dire che: o BUTINDARO È DENTRO LE CHIESE EVANGELICHE, quindi avrebbe potuto citare contro di lui il versetto che ha citato sugli INFILTRATI nella Chiesa di Cristo, oppure se ritiene valido il fatto che Butindaro è VICINO all’ambiente evangelico, quindi NON DENTRO, non avrebbe dovuto citare il versetto che PARLA DI INFILTRATI dentro le chiese. Questo dimostra che non sanno neppure da quale parte si devono prendere le sacre Scritture secondo lo Spirito di Dio, ma la usano solo per i loro scopi, questi pastori USANO la Bibbia, non insegnano.
    Vedete, dunque, quanta chiarezza porta questo pastore, ma se non sa neppure quello che dice, e cita i passi che contraddicono quello che ha detto di suo.

  4. massimo scrive:

    Giacinto, Giuseppe pace. Non vorrei peccare di presunzione o altro, ma se permetti Giacinto…dal momento che le parole dell’apostolo Giuda vengono continuamente riprese, vorrei sottolineare la determinazione quanto la forte necessità avvertita da questo uomo di Dio (Giuda), tanto che si sente “costretto” (sotto l’azione potente dello Spirito Santo) a scrivere a dei fratelli in Cristo chiamati, amati da Dio Padre e custoditi da Cristo Gesù! Desiderio da parte di Giuda, nonchè costrizione nello scrivere loro al fine di : ” esortarvi a combattere strenuamente per la FEDE, che è stata trasmessa ai SANTI una volta per sempre” (Giuda 3). Ecco due prime considerazioni :
    1) Nel dizionario la parola FEDE, sostanzialmente significa : “FIDUCIA ASSOLUTA e razionalmente ingiustificabile nella Verità, RISPETTO ed OSSERVANZA di un PATTO, FEDELTA’ “. E noi tutti sappiamo che la nostra FEDE è fondata in Cristo Gesù, “non sulla sapienza umana, ma sulla Potenza di Dio” (1° Corinti 2:5).
    Sappiamo bene che Gesù è la Parola di Dio fatta carne (Giovanni 1:1- 14).
    Pertanto, chiunque si fa o fa fare ad un artigiano una IMMAGINE (come nel caso della chiesa di Beinasco) e poi la espone in un locale di culto, dove invece si dovrebbe adorare Dio unicamente in Spirito e Verità, non è forse in netto contrasto con la fedeltà che dovrebbe dimostrare in Gesù Cristo suo Signore e Salvatore? Non va forse contro l’osservanza di un nuovo Patto in Cristo Gesù? Quindi, così facendo, dimostra di essere un emerito INFEDELE! Gesù infatti afferma :”Non pensate che io sia venuto per abolire la legge o i profeti; io sono venuto non per abolire ma per portare a compimento. Poichè in verità vi dico: finchè non siano passati il cielo e la terra, neppure uno iota o un apice della legge passerà senza che tutto sia adempiuto. Chi dunque avrà violato uno di questi minimi comandamenti e avrà così insegnato agli uomini, sarà chiamato minimo nel regno dei cieli; ma chi li avrà messi in pratica e insegnati sarà chiamato grande nel regno dei cieli. Poichè io vi dico che se la vostra giustizia non supera quella degli SCRIBI e FARISEI, non entrerete affatto nel regno dei cieli”” (Matteo 5:17-20). Non c’è possibilità di fuga per certuni che vanno contro la legge di libertà che ora abbiamo in Cristo Gesù! Pertanto agli “amici” di Beinasco, secondo l’autorità in Cristo Gesù, consiglierei di togliere quell’obbrobrio/pulpito subito e distruggerlo…. altrimenti sono degli INFEDELI a Cristo Gesù!! E’ la stessa Parola di Dio che li condanna, nessun altro!
    2) L’apostolo Giuda altresì scrive di : “fede trasmessa ai “SANTI”.
    Ebbene… se il Signore, il Dio degli spiriti dei profeti in Apocalisse 11:11 afferma :” ..chi è SANTO, si SANTIFICHI ancora..” Mi chiedo se quei membri della comunità in argomento siano davvero già giunti alla perfezione…sì che non devono più santificarsi ulteriormente? E poi, sarebbe quello il modo di santificarsi?… facendosi delle immagini?… quando è altresì scritto :”Impegnatevi a cercare la PACE con tutti e la SANTIFICAZIONE senza la quale nessuno vedrà Dio” (Ebrei 12.14). E per di più quelli di Beinasco, dimostrano di essere altresì poco amanti della VERA PACE che viene soltanto dal Signore Gesù, chiamando altri a combattere in difesa di che cosa? ….sì, del loro agire distorto! In difesa non della Verità, ma piuttosto delle loro tesi ideologiche religiose, affatto conformi agli ordini impartiti dal Capo che è Gesù!
    E’ così evidente che si attengono ad vangelo diverso da quello che abbiamo ricevuto (una volta e per sempre)…”Chè poi non c’è un altro vangelo” (Galati 1:7). Siamo noi che dobbiamo meravigliarci, come afferma ancor prima il caro Paolo, “che così presto siano passati da Colui che li ha chiamati mediante la grazia di Cristo, ad un altro vangelo” (Galati 1:6).
    Infine, auspico che quelli di Beinasco si sforzino di esaminare quanto scrive l’apostolo Giuda, nel versetto 4 in questione, e che considerino effettivamente chi egli in tal contesto, definisce EMPI? Quelli cioè che :”VOLGONO IN DISSOLUTEZZA LA GRAZIA DEL NOSTRO DIO E NEGANO IL NOSTRO UNICO PADRONE E SIGNORE GESU’ CRISTO” . Ecco la terza considerazione :
    3) Il dizionario spiega chi il DISSOLUTO : ” è una persona priva di ogni regola morale, licenziosa, sregolata”. Mi suona tanto da figliol prodigo! Ora se quelli di Beinasco si fanno delle regole religiose per conto loro, senza attenersi al Cristo di Dio, non ai comandi del Capo, alla sua Parola, non sono forse dei DISSOLUTI??
    Procurandosi come hanno fatto loro, una immagine con scolpite, impresse delle simbologie, ponendola quindi ben in vista sul pulpito da dove viene predicata la Parola di Dio , che invece condanna tali manufatti, non causa forse turbamento nelle menti di coloro invece che stanno sforzandosi di ricercare la santificazione e che vorrebbero essere fedeli in tutto al Signore? Tal agire non si chiama forse sregolatezza, licenziosità? Credo che ci troviamo difronte a certi FIGLIOLI PRODIGHI CRONICI! Sì così facendo dimostrano di non essersi ancora pienamente ravveduti, che non si sforzano di santificarsi ulteriormente, mancano di assoluta fedeltà alla Parola di Dio!
    Pertanto, vorrei tanto che riflettessero seriamente! L’apostolo Paolo scrive a Timoteo : “Tu dunque figlio mio, fortificati nella grazia che è in Cristo Gesù, e le cose che hai udite da me in presenza di molti testimoni, affidale a UOMINI FEDELI, che siano capaci di insegnarle anche agli altri” (2° Timoteo 2:1-2).
    Pertanto urge davvero pregare per così tante anime che ancora non hanno fatto una scelta forte e coraggiosa per il Signore, affinchè siano ferme e salde nella sua Parola, veri uomini di Dio : “.. I CHIAMATI, GLI ELETTI e I FEDELI (Apocalisse 18:15). Se davvero desiderano essere vincitori in Cristo Gesù! Pace.

  5. Lucian scrive:

    Pace ai santi

    Non è mia intenzione difendere in qualche maniera il pastore/chiesa di Beinasco (visto comunque il comportamento da loro tenuto verso la massoneria). Tuttavia, nella pagina di risposta linkata sopra, nei commenti il pastore ha scritto:

    “Da tempo non abbiamo più quel pulpito, che è stato cambiato non certamente perché aveva quello che voi definite simbolo massonico-satanico (questi simboli voi c’è li avete nelle vostre menti malate) ma solo perché grande, scomodo e (forse) brutto.”

    Questa potrebbe essere l’unica chiarezza fatta (infatti sarebbe da verificare che pulpito hanno messo adesso e/o se hanno altri simboli di questo genere nel locale) visto che per il resto è, come si suol dire, aria fritta.

    Rimane comunque il dubbio (anzi la certezza) che in mezzo a quella chiesa ci sono delle persone cieche che pretendono di guidare altri ciechi, vista l’affermazione del suddetto pastore (“questi simboli voi c’è li avete nelle vostre menti malate”). Persone che non vogliono minimamente aprire gli occhi e che ci tengono a tener chiusi anche quelli degli altri.

    Pace ai santi in Cristo Gesù.

  6. Ho voluto rispondere, riepilogando tutta la faccenda, a quanto ha scritto il pastore ADI Silvano Bianco, di Beinasco (TO), considerato che nel suo scritto ha citato parole che avevo scritto io in un altro articolo.
    Ecco il link del mio blog: https://labuonastrada.wordpress.com/2015/09/15/per-fare-chiarezza-veramente-sulla-questione-sorta-sui-simboli-presenti-sul-pulpito-della-chiesa-adi-di-beinasco/

  7. Adriano scrive:

    Gentile Giuseppe, ho letto attentamente quello che hai scritto e lo sottoscrivo in pieno.

    NON dire una cosa che DEVE essere detta (che la Massoneria è anticristiana) è come affermarla.

    Dio benedica la Sua chiesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.