Mi rivolgo a voi, Cattolici Romani

collezione-sante

Cattolici Romani, le statue davanti alle quali vi prostrate e pregate sono idoli agli occhi di Dio, e il servizio che voi rendete loro è idolatria, la quale cosa provoca Dio ad ira e gelosia, secondo che è scritto: «Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che m’amano e osservano i miei comandamenti.» (Esodo 20:4-6)

Vi esorto quindi a ravvedervi e convertirvi dai vostri idoli, e a credere nel Signore Gesù Cristo, per ottenere la remissione dei peccati e la vita eterna, altrimenti l’ira di Dio resterà su di voi, e quando morirete andrete nelle fiamme dell’inferno, perché è la che vanno tutti gli idolatri. E una volta che vi siete ravveduti e avete creduto, uscite e separatevi dalla Chiesa Cattolica Romana, perché è scritto: “Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io v’accoglierò, e vi sarò per Padre e voi mi sarete per figliuoli e per figliuole, dice il Signore onnipotente” (2 Corinzi 6:17-18)

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa cattolica romana, Esortazioni, idolatria, Messaggi per i peccatori e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Mi rivolgo a voi, Cattolici Romani

  1. massimo scrive:

    Giacinto pace. Purtroppo nelle chiese cattoliche la Bibbia viene letta solo in parte ai fedeli e spiegata ancor meno! Chissà se avranno mai ascoltate queste parole di Gesù : “Ma l’ora viene anzi è già venuta, che i veri adoratori adoreranno il Padre in Spirito e Verità; poichè il Padre cerca tali adoratori. Dio è spirito, e quelli che lo adorano, bisogna che l’adorino in Spirito e Verità”. (Giovanni 4:23-24). Come anche : “Figlioli, guardatevi dagli’idoli” (1° Giov. 5:21). Loro ci tengono ad adornare le chiese, istituti, case etc. con ogni sorta di statue, quadri, immagini di ogni tipo, ignorando le parole dell’apostolo :”Benchè si dichiarino sapienti, sono diventati stolti, e hanno mutato la gloria del Dio incorruttibile in immagini simili a quelle dell’uomo corruttibile, di uccelli, di quadrupedi e di rettili” (Romani 1:22-23).
    E ancora : “Perciò miei cari, fuggite l’Idolatria” (1° Corinzi 10:14).
    Non si rendono conto che inginocchiandosi davanti a tutti questi idoli compiacciono solamente al padre della menzogna: Satana, avendo così comunione con i Demoni
    (1° Corinzi 10:19-22). Pregano, invocano in ginocchio un pezzo di legno, gesso etc. raffigurante un uomo o donna, quando invece abbiamo Gesù Vivente (se davvero credono che è risuscitato dai morti) nostro unico Mediatore ed Intercessore tra Dio e gli uomini (Ebrei 7:22-27) cui possiamo rivolgerci con fede in ogni momento!
    Non considerano queste parole :”La fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono”.(Ebrei 11:1). Molti infatti vogliono sempre vedere, toccare…ma ” senza la fede è impossibile piacere a Dio” (Ebrei 11:6).
    Papa Francesco conosce certamente anche questa parte di Verità, ma non la insegna affatto alle sue pecore! Perchè? Che siano le sue stesse pecore a giudicare quanto questo pastore, cui si affidano chiamandolo addirittura “santo padre”, le ama veramente…e forse loro gli obbediscono ancora, quando lui afferma : “Chi sono io per giudicare…”
    Che temano invece Dio ed ascoltino la sua sola voce : “I loro idoli sono argento e oro, opera delle mani dell’uomo. Hanno bocca e non parlano, hanno occhi e non vedono, hanno orecchi e non odono, hanno naso e non odorano, hanno mani e non toccano, hanno piedi e non camminano, la loro gola non emette alcun suono. Come loro sono quelli che li fanno, tutti quelli che in essi confidano. Israele, confida nel Signore! Egli è il loro aiuto e il loro scudo. Casa di Aronne, confida nel Signore. Egli è il loro aiuto e il loro scudo” (Salmo 115:4-10). Anch’io ero un adoratore d’idoli, proprio come scrive l’apostolo Paolo :” Voi sapete che quando eravate PAGANI eravate trascinati dietro agli IDOLI muti, secondo come vi si conduceva” (1° Corinzi 12:2).
    Anch’io nato in una famiglia cattolica, fui istruito secondo il catechismo della Chiesa Cattolica Romana, dove il secondo comandamento, quello scritto in Esodo 20:4-6, è stato tolto completamente! Cancellato proprio…non c’è traccia!
    Il Signore però nella sua infinita misericordia mi chiamò fuori e così, in obbedienza alla Parola di Dio, lasciai questa falsa religione; proprio secondo l’invito che tu ora Giacinto stai rivolgendo a molti altri! Che il Signore possa benedire questa tua opera di evangelizzazione, portando molte altre anime ad un sincero ravvedimento! Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.