Giovanni Calvino rigettava il millennio

calvino-millennio

Giovanni Calvino rigettava il millennio, ossia il regno millenario di Cristo Gesù con i Suoi santi che comincerà sulla terra alla Sua venuta (cfr. Apocalisse 20:1-7). Egli infatti scrisse: «Ma poco dopo sono usciti i Chiliasti, i quali hanno voluto abbreviare il regno di Gesù Cristo e restringerlo nel termine di mille anni. La loro tesi è così puerile che non richiede di essere confutata, poiché non ne è degna. L’Apocalisse da cui essi hanno tratto lo spunto per mascherare il loro errore, non lo appoggia affatto, visto che il numero mille, che è menzionato (Apoc., XX,4), non si riferisce alla beatitudine permanente della Chiesa, ma a molte rivoluzioni che dovevano accadere per molestarla» (Istituzione della religione cristiana, Libro Terzo, 25, 5).
Che dire? Quanta ignoranza e arroganza! La Scrittura è così chiara a tale riguardo, mentre lui con i suoi vani ragionamenti l’annullava. Non vi fate dunque sedurre dai vani ragionamenti di coloro che si attengono a queste ciance di Calvino.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Chiesa Riformata, Chiesa Valdese, Confutazioni, escatologia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.