La menzogna di Giovanni Calvino su Giuda Iscariota

calvino-giuda

Dice Giovanni Calvino su Giuda Iscariota: «… Cristo fa l’eccezione di cui si è parlato, quando dice che nessuna delle sue pecore è perita all’infuori di Giuda (Joann, XVII,12). Infatti era incluso fra le pecore di Cristo, non perché lo fosse veramente ma perché era nel gruppo dei discepoli.» (Istituzione della religione cristiana, Libro Terzo, 24,9)
Dunque, Calvino riesce a dire che Giuda era incluso fra le pecore di Cristo, ma era incluso tra le Sue pecore non perché era veramente una delle sue pecore ma perché faceva parte dei Suoi discepoli! Quindi fare parte dei discepoli di Cristo, secondo Calvino, non significa necessariamente essere una pecora di Cristo! Ma certo che bisogna proprio essere insensati per fare simili affermazioni. Ma perché i discepoli di Cristo non erano tutti pecore di Cristo? Non facevano parte tutti del suo gregge di pecore? A noi risulta che i discepoli di Cristo erano il gregge del Signore, infatti Gesù Cristo un giorno disse ai Suoi discepoli: “NON TEMERE, O PICCOL GREGGE; poiché al Padre vostro è piaciuto di darvi il regno” (Luca 12:32), lo ripeto, lo disse ai suoi discepoli, infatti poco prima è scritto: “POI DISSE AI SUOI DISCEPOLI” (Luca 12:22), e tra i suoi discepoli c’era anche Giuda Iscariota che era uno dei dodici apostoli che Gesù aveva eletto tra i suoi discepoli, secondo che è scritto: ” Or avvenne in que’ giorni ch’egli se ne andò sul monte a pregare, e passò la notte in orazione a Dio. E quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli, e ne elesse dodici, ai quali dette anche il nome di apostoli: Simone, che nominò anche Pietro, e Andrea, fratello di lui, e Giacomo e Giovanni, e Filippo e Bartolommeo, e Matteo e Toma, e Giacomo d’Alfeo e Simone chiamato Zelota, e Giuda di Giacomo, e Giuda Iscariot che divenne poi traditore” (Luca 6:12-16).
Giuda Iscariota quindi era inizialmente anche lui una pecora di Cristo, faceva anche lui parte del gregge del Signore; non solo, era anche lui un figliuolo di Dio, perché Gesù disse ai suoi discepoli: “Al PADRE VOSTRO è piaciuto di darvi il regno”. Ma poi Giuda andò in perdizione, affinché si adempisse la Scrittura.
Vi esorto dunque, fratelli, a credere a quello che dice la Scrittura, e a rigettare le ciance di Calvino. Nessuno vi seduca con le sue ciance.

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Confutazioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.