Il senatore Domenico Scilipoti cita in Senato la Bibbia contro l’omosessualità

scilipoti-intervento-senato

Ecco il resoconto stenografico della parte dell’intervento del senatore Domenico Scilipoti Isgrò del giorno 3 febbraio 2016 in Senato sul DDL Cirinnà in materia di unioni civili, in cui egli ha citato la Parola di Dio contro l’omosessualità e gli omosessuali.

«Quanto esprimerò potrà apparire agli occhi di alcuni senatori presenti in Aula come una provocazione: le mie sembreranno parole dure e potranno suscitare scalpore tra taluni di voi. Non posso, però, esimermi da tale compito, perché in questo momento avverto più che mai l’obbligo di assumermi questa responsabilità, da umile credente quale sono. Le mie considerazioni sono frutto di riflessioni personali, e non solo in qualità di uomo di scienza, avendo esercitato la professione di medico, specializzato in ginecologia e ostetricia, ma anche e soprattutto di uomo di fede cristiana.
Vorrei leggere in quest’Aula alcune citazioni delle Sacre scritture. Non voglio perdermi in congetture e analisi, non voglio filosofeggiare, non voglio dare spiegazioni, ma voglio solo ricordare la parola di Dio sull’incompatibilità della famiglia, generata da un uomo e una donna, con l’omosessualità: «La donna non si vestirà da uomo e l’uomo non si vestirà da donna poiché il Signore, il tuo Dio, detesta chiunque fa tali cose». E ancora: «Non ti coricherai con un uomo come si fa con una donna: è cosa abominevole. Non rendetevi impuri con nessuna di tali pratiche, poiché con tutte queste cose si sono rese impure le nazioni (Commenti della senatrice Nugnes) che io sto per scacciare davanti a voi. Chiunque praticherà qualcuna di queste abominazioni, ogni persona che le commetterà, sarà eliminata dal suo popolo». Questo passo è estratto dal Levitico, il terzo libro della Torah ebraica e della Bibbia cristiana, composto da 27 capitoli, scritti in ebraico, contenenti quasi esclusivamente leggi religiose e sociali, che Mosè diede agli ebrei durante il soggiorno nel deserto del Sinai, circa milleduecento anni avanti Cristo. (Commenti della senatrice Taverna).
Più importante è focalizzare l’attenzione su tutte quelle significative citazioni del Levitico, partendo dalla prima pagina della Bibbia, in cui è scritto: «maschio e femmina li creò». Li creò per essere una «sola carne» e per procreare. Così si estende la creazione divina, che ha nell’uomo la sua corona.
Anche il Nuovo Testamento non cambia direzione al riguardo: infatti, un passo particolarmente esplicito è estratto dalla prima lettera ai Corinzi: «Non v’ingannate: né i fornicatori (…), né gli adulteri, né gli effeminati, né gli omosessuali, né i ladri (Commenti della senatrice Bottici), né gli avari, né gli ubriaconi, né gli oltraggiatori, né i rapinatori erediteranno il regno di Dio».

Fonte: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=17&id=964302

Dio ha voluto usarsi di questo uomo per fare udire in Senato la Sua Parola vivente e permanente contro l’omosessualità e gli omosessuali e noi per questo ringraziamo Dio per mezzo di Cristo Gesù.

In questo video puoi ascoltarlo

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Bibbia, Confutazioni, Massoneria, Nuovo Ordine Mondiale, Omosessualità e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il senatore Domenico Scilipoti cita in Senato la Bibbia contro l’omosessualità

  1. massimo scrive:

    Giacinto pace. Il fatto che un politico come il sen. SCILIPOTI, animato dalla sua religiosità cattolica legga alcuni versetti della Parola di Dio in merito a questo argomento molto scottante, fa molto piacere, ma da uomo di fede in Cristo Gesù e ti prego di non fraintendermi, vorrei che prendessi atto anche di questa dichiarazione resa dallo stesso politico qualche giorno prima a questa emittente Radio e che riporto integralmente qui di seguito :

    ATTUALITA’
    Unioni Civili, Scilipoti (FI): super show a Radio Cusano
    Da redazione – 3 febbraio 2016

    Domenico Scilipoti, senatore di Forza Italia, è intervenuto su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

    Scilipoti, citando il vangelo, ha bocciato categoricamente i matrimoni omosessuali: “Io ritengo che le unioni civili andrebbero regolamentate però non possiamo dimenticarci i nostri valori religiosi. Noi siamo cristiani, dovremmo testimoniare e ricordarci quello che è scritto. Le parole di San Paolo a Timoteo, ad esempio, quando San Paolo dice che la fede va testimoniata sempre e in ogni circostanza. Oggi i cristiani sono chiamati a testimoniare il valore della famiglia. Nell’Antico e nel Nuovo Testamento ci sono due passaggi in cui si parla dell’omosessualità e la parola di Dio è chiara. C’è scritto “La donna non si vestirà da uomo e l’uomo non si vestirà da donna, poiché il Signore tuo Dio detesta chi fa tali cose”. E ancora, ne ricordo a memoria un’altra: “Non ti coricherai con un uomo come si fa con la donna, è cosa abominevole”. Matteo dice chiaramente che un credente non deve mai dimenticare che Dio non cambia. Il cristiano non offende, il cristiano si confronta, il cristiano è disponibile”.

    In chiusura, dopo questi moniti, Scilipoti rilancia:
    “Satana non vincerà. Questo è il momento della confusione e la confusione la vediamo all’interno di coloro che si definiscono cristiani. Quelli che pensano di essere ultrà cristiani spesso sono i peggiori di tutti. Questa era è predominata dalla cattiveria, dall’atteggiamento scorretto. Ma sta finendo. Questa è l’era dei pesci, ma sta finendo. Sta arrivando l’era dell’acquario. Il bene vincerà”.

    Ometto pertanto ogni commento per certe sue affermazioni qui contenute e che non hanno nulla a che fare con la Parola di Dio e la fede cristiana!

    Credo però, e a questo punto, che sia giusto solo pregare per tutte queste persone in autorità e che sia fatta la Volontà del Signore anche in questo! Ricordo quando Pilato interrogò Gesù : ” Non mi parli? Non sai che ho il potere di liberarti e il potere di crocifiggerti?. Gesù gli rispose :”Tu non avresti alcuna autorità su di me, SE CIO’ NON TI FOSSE STATO DATO DALL’ALTO; perciò CHI MI HA DATO NELLE TUE MANI HA MAGGIOR COLPA”. (Giovanni 19:10-11).
    E chi sono mai quelli che sono interessati affinchè questa legge iniqua, ovvero delle unioni civili, passi?? Tutti coloro che si sono dati da fare affinchè venga portata in Parlamento! Loro sono i maggiori responsabili!
    “Da quel momento Pilato cercava di liberarlo; ma i Giudei gridavano dicendo :” Se liberi costui, non sei amico di Cesare. Chiunque si fa re, si oppone a Cesare” (Giovanni 19:10-12). Ben sappiamo chi è Cesare : il principe di questo mondo: Satana! Sappiamo che ancor prima Gesù ebbe a dire a Pilato : “..ma ora il mio regno non è di questo mondo” (Giovanni 18:36). E’ scritto altresì che in quel giorno Erode e Pilato (a motivo di Gesù) divennero amici” (Luca 23:12).
    E il mondo cerca sempre nuove amicizie!
    Certamente molti cattolici, benchè idolatri, non vogliono che questa legge venga approvata! E noi credenti, a maggior ragione, dobbiamo tenere ben alta la Parola di Dio! Come tu hai menzionato che il Signore aprì la bocca all’asina di Balaam ed aprì gli occhi a quest’ultimo (Numeri 22:28-31), noi sappiamo che ancor oggi Egli può fare l’impossibile, perchè tutto è sotto il suo controllo! Sia fatta la sua Volontà come in cielo così in terra!! A lui ed al nostro Signore Gesù Cristo vada tutta la lode, onore e gloria! Pace.

    • giacintobutindaro scrive:

      Massimo pace, allora conoscevo già quelle dichiarazioni di Scilipoti. Ma lo ripeto, io ho voluto mettere enfasi sul fatto che lui ha avuto il coraggio di citare la Parola di Dio contro il peccato. Tutto qua. poi pure Caiafa non parlò di suo ma profetò in una circostanza, ma non per questo era un discepolo di Cristo. Tuttavia Dio in quella circostanza si usò di Caiafa. In questa occasione sicuramente Dio si è usato del senatore Scilipoti, anche per svergognare tanti cosiddetti pastori che non hanno il coraggio di citare nei locali di culto gli stessi passaggi biblici che ha citato Scilipoti in Senato. Dunque le dichiarazioni di Scilipoti le ho messe anche a vergogna di tutti questi ‘pastori’.

      • Giovanni Novelli scrive:

        Sono d’accordo su questo punto saliente di ciò che dice, credo molto importante e fondamentale e, nella mia ignoranza, quello che viene chiesto di fare a tutti tanto più chi deve istruirci o, quanto meno, cercare di evitare l’errore e finire con teorie peregrine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.