Messaggio per Paolo Lombardo, ‘pastore’ della Chiesa ADI di Catania

Paolo Lombardo ti invito ad entrare nel merito di queste tue affermazioni e spiegare pubblicamente a tutta la Chiesa qual’è questo «certo lavoro che si doveva pubblicare» che voi delle ADI stavate facendo e che non avete potuto pubblicare perché certi eventi poi ve lo hanno impedito. Spiega inoltre quali sono questi eventi che vi hanno impedito di pubblicare questo lavoro.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E. and tagged , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Messaggio per Paolo Lombardo, ‘pastore’ della Chiesa ADI di Catania

  1. massimo says:

    Giacinto ho provato ad entrare nel link da te postato ma mi da errore nel sito web!
    Potresti ricaricarlo? Grazie. Pace.

    • giacintobutindaro says:

      E’ un video su facebook. Comunque siccome l’ho estratto da un culto vai a guardare questo video e ascolta cosa dice a partire da questo punto. Pace

  2. massimo says:

    Giacinto, i membri di queste chiese sono sempre gli ultimi a sapere certe cose che i capi fanno, immaginiamoci se lo dicono a te, a noi, a chi legge qui!
    Mi sconforta molto apprendere che entrambi i pastori : Lombardo e Di Iorio, parlino del “ritorno del Signore” come cosa imminente, quando invece l’apostolo Paolo lo scrive chiaramente in 2° Tessalonicesi 2:1-12 : “Nessuno v’inganni in alcun modo; poichè quel giorno non verrà se prima non sia venuta l’APOSTASIA, e non sia stato manifestato l’uomo del peccato, il figlio della perdizione, l’avversario……mostrando se stesso e proclamandosi DIO”. Forse per loro c’è già stata questa manifestazione? Sarebbe interessante sapere anche questo!
    E’ stato affermato e poi condiviso dall’assemblea con l’amen che “loro sono al centro della volontà di Dio”. Sì in quel locale di culto, di cui tu Giacinto hai fatto notare la stella ad otto punte sul pavimento, il mezzo sole raggiato posto sul soffitto all’ingresso nell’atrio, le due colonne… tutte simbologie queste che si trovano negli ambienti massonici…ma loro lo considerano il tutto “bellezza!”.
    Viene menzionato un pioniere del movimento pentecostale a me tanto caro, f.llo Luigi Francescon, quasi a trovar rifugio sicuro dietro la sua alta figura di apostolo di Cristo, ma se Francescon fosse vivo avrebbe molto da dire sul loro conto, in quanto molti di noi ben sanno che Francescon è stato sempre contrario al fatto che la chiesa del Signore fosse organizzata, ovvero statalizzata, ovvero sotto il controllo dello Stato!
    Lui era per la “sola scrittura”, mentre loro hanno una tipografia sempre in attività a Roma che sforna molti libri pseudo spirituali!
    E che dire del f.llo Bracco che lasciò questa stessa organizzazione dopo che ebbe a scrivere quel libro :” Dov’è lo Spirito” che scandalizzò quei loro capi e quindi messo alle strette, lasciò quell’organizzazione.
    Sì è vero…. c’è molta gente anche qui in Italia che è a digiuno della Parola di Dio, brancola nel buio, non conosce la Verità del Vangelo, ma in quell’organizzazione credenti “semplici” che salgono sui pulpiti a predicare sono sempre meno, devono necessariamente passare dapprima per la Scuola Biblica di Roma, o mi sbaglio? Quelli giovani non sono forse per la maggior parte oramai forniti chi della mini e chi della laurea vera e propria?
    Il sermone non sgorga più spontaneo dal pulpito, non c’è il soffio dello Spirito Santo ad agire sul momento, ma la maggior parte delle volte la predica viene letta, come fanno i preti nella chiesa cattolica! Viene elogiato l’ordine, la compostezza nei culti, che però sa solo di freddo formalismo, come le preghiere che vengono innalzate da fedeli chiamati sul pulpito già preavvisati prima, perchè non bisogna fare brutta figura soprattutto se c’è la diretta TV! Bei cantici sì….ma già programmati, tutto deve svolgersi secondo una scaletta ben precisa, prestabilita! Dov’è la libertà nello Spirito Santo da cui dovrebbe scaturire l’offerta agitata? (Levitico 23). Dov’è finita la semplicità, la spontaneità, l’azione efficace, la potenza dello Spirito Santo che spinge ad innalzare preghiere spontanee che vengono dal cuore, dov’è tutto questo??
    Scusa lo sfogo Giacinto, ma tutto questo io vedo in questi culti, questo ascolto e considero, in questi che oramai sono diventati spettacolini religiosi! Pace.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *