Tim Keller: gli omosessuali non vanno all’inferno

Il noto predicatore presbiteriano americano Tim Keller, che fu invitato a Roma il 28 maggio 2014 [al Senato della Repubblica, Palazzo Madama, nella Sala Caduti di Nassirya ci fu una conferenza stampa di presentazione del libro di Tim Keller, «Ragioni per Dio. La fede nell’era dello scetticismo», introdotta dal Senatore Lucio Malan, presieduta dal suo segretario Alessandro Iovino, e durante la quale intervennero oltre all’Autore, Giancarlo Farina (La Casa della Bibbia), Roberto Cipriani (Università Roma Tre), e Leonardo De Chirico (Istituto di Formazione Evangelica e Documentazione) – il video della conferenza stampa è visionabile qua], in questa intervista afferma in merito all’affermazione di molti Cristiani: «Se sei omosessuale, andrai all’inferno, perché sei omosessuale» che «ciò non è vero, non è assolutamente vero» (min. 4:50), ed anche: «No, essere omosessuale, non ti manda all’inferno» (min. 5:52)

Ma Tim Keller mente contro la verità, perché la Parola di Dio afferma: “Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.” (1 Corinzi 6:9-10)

Guardatevi e ritiratevi dunque da Tim Keller e da coloro che parlano e ragionano come fa lui sull’omosessualità.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Massoneria, Omosessualità and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

9 Responses to Tim Keller: gli omosessuali non vanno all’inferno

  1. massimo says:

    Giacinto, pace. Ho ascoltato la conferenza stampa presieduta da A. Iovino ed in particolare la domanda posta a Tim Keller dalla terza persona intervenuta (al minuto 57:10) che appunto chiedeva il suo pensiero in merito alla gioventù evangelica americana che pare abbia una posizione più aperta, mitigata verso le coppie gay e i loro diritti, rispetto le vecchie generazioni evangeliche. E reputo evasiva quanto dubbia la risposta data da Keller, in quanto si è ben guardato dall’esprimere il suo pensiero personale su questo fenomeno: “le coppie gay e loro diritti” alla luce della Parola di Dio. Ha incentrato invece la sua risposta sui “giovani evangelici americani”, asserendo che questi credono che l’omosessualità sia un peccato, ma ritengono altresì che un matrimonio tra due dello stesso sesso dovrebbe essere legale perchè non tutti in America sono credenti e quindi non soggetti alle loro leggi.
    Quindi la sua risposta è stata bivalente ovvero : “SI e NO”.
    Il mio pensiero pertanto, va agli interventi di ieri, quelli con G. Farina, il quale pur scrivendoti, se ne è ben guardato dal rispondere alle tue specifiche domande circa la Massoneria. Quindi Giacinto ognuno può trarre le debite deduzioni!
    Mentre per l’altra intervista che hai proposto e che è molto più breve, purtroppo però essendo in lingua originale, sinceramente mi astengo da ogni considerazione, pur ritenendo attendibile quanto da te riportato in traduzione. Del resto, ritornando alla conferenza stampa con Iovino, non posso ignorare quell’aria di ambiguità, di doppiezza che si respira ed in cui traspare l’agire sempre più evidente, di quegli “uomini del dubbio”. Del resto non ho mai sentito venir pronunciato il nome di Gesù, nemmeno una volta dai vari relatori che invece hanno menzionato molti uomini di cultura! Gesù e lo Spirito Santo purtroppo sono sempre i grandi esclusi, eppure tutti quei presenti vantano di essere credenti cristiani! Eppure hanno parlato di cristiani e di religione! Credo Giacinto che il grande male di oggi sia proprio questo : si parla tanto di cristiani e cristianità, ma affatto di Gesù Cristo, del Capo della Chiesa!
    Del resto l’ha ribadito anche Keller : “I religiosi sono una enorme risorsa per il bene comune”. Ora tremo al pensiero di che cosa volesse veramente intendere per “risorsa”.
    Che quanti leggono, perdonino la mia pochezza, se non ignoranza! Ma questo è il mio pensiero! Pace.

    • giacintobutindaro says:

      Un predicatore come Tim Keller che afferma che l’omosessualità è peccato ma gli omosessuali non vanno all’inferno, è un predicatore che inganna le anime e le aiuta ad andare all’inferno. Noi con questi predicatori non vogliamo avere niente a che fare, vanno smascherati e basta. Non devono neppure mettere piede in mezzo alle assemblee dei santi. Sono dei seduttori di menti. Corrotti.

  2. giuseppe loiacono says:

    L’eretico e ecumenico Tim Keller è molto chiaro nella sua deviazione dottrinale. Nel libro RAGIONI PER DIO a pag. 79 scrive: Come può un Dio d’amore mandare la gente all’inferno?”, a pg. 81 scriv e: “Non esiste alcun Dio-giudice”, a pg. 84 scrive ancora: “Un Dio-giudiceno può essere un Dio di Amore”, a pg. 87 leggiamo: “Un Dio d’amore non permetterebbe l’inferno” e a pag. 95: “La fede in un Dio di puro amore, che accetta tutti e non giudica nessuno, è UN GRANDE ATTO DI FEDE”: Abbiamo bisogno di altro per condannare questo teologo modermo, ecumenico e eretico? Chi nega l’inferno e il giudizio di Dio sia anatema nella Chiesa del Signore! Keller è un bugiardo!

  3. massimo says:

    Concordo Giacinto, in quanto è scritto :
    – “Allo stesso modo i diaconi devono essere dignitosi, NON DOPPI NEL PARLARE..” (1° Timoteo 3:8).
    – “Ciascuno mente parlando con il prossimo; parla con labbro adulatore e con CUORE DOPPIO” (Salmo 12:2).
    – “Avvicinatevi a Dio, ed egli si avvicinerà a voi. Pulite le vostre mani, o peccatori; e purificate i vostri cuori, O DOPPI D’ANIMO”;
    Uno che ha creduto in Cristo non dice : “SI e NO”, ma parla secondo gli insegnamenti del Maestro Gesù Cristo : “Ma il vostro parlare sia : Sì, sì; no, no; poichè il di più viene dal maligno” (Matteo 5-37). La Parola di Dio non è dubbia, doppia, ma certa, ferma, sicura e stabile in eterno!
    L’ Omosessualità è chiaramente condannata dalla Parola di Dio! Quindi un soldato di Cristo, che si è sottomesso alla sua Parola, deve condannarla e basta!
    Non gliene deve importare un bel niente di ciò che il mondo pensa, crede e sostiene.
    Un credente cristiano che guarda al mondo, è come se si voltasse indietro : ” Nessuno che abbia messo la mano all’aratro e poi volga lo sguardo indietro, è adatto al regno dei cieli” (Matteo 9:62).
    Quindi i suoi pensieri si annacquano, si mischiano con quelli del mondo ed inevitabilmente si adultereranno, rendendo adulteri!
    Ben è scritto pertanto :” O gente adultera, non sapete che l’AMICIZIA DEL MONDO E’ INIMICIZIA VERSO DIO? Chi dunque vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio” (Giacomo 4:4).
    Ma mi rendo conto che non a tutti è dato di comprendere :
    “Udrete con i vostri orecchi e non comprenderete; guarderete con i vostri occhi e non vedrete; perchè il cuore di questo popolo si è fatto insensibile; sono divenuti duri d’orecchi e hanno chiuso gli occhi, per non rischiare di vedere con gli occhi e di udire con gli orecchi, e di comprendere con il cuore e di convertirsi, perchè Io (il Signore) li guarisca” (Isaia 6:9-10 /Matteo 13:14-15).
    Molti arruolatisi in qualche modo nell’esercito di Cristo, poi si sono comprati delle “calzature fuori ordinanza”, sì…per camminare più comodamente, ” delle scarpe più comode”, non quelle dello ZELO (Efesini 6:15) raccomandate dall’apostolo Paolo.
    Si sono procurati una completa armatura personalizzata, fuori ordinanza, e così facendo non rappresentano più l’esercito di Cristo, bensì quello del cosiddetto : “Esercito di Franceschiello”. Così possono piacere a quanti più possibile!
    Ma questo evidenzia che non hanno fatto una scelta responsabile, seria per il Signore, e non possono dichiarare come invece afferma il caro Paolo : ” SONO STATO CROCIFISSO CON CRISTO : Non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me!
    LA VITA CHE ORA VIVO NELLA CARNE, LA VIVO NELLA FEDE NEL FIGLIO DI DIO” (Galati 2:20). Ecco perchè non va bene che molti che si credono cristiani, non devono assolutamente entrare nel mondo della Politica, scrivere libri pseudo-cristiani ma al fine di catturare l’attenzione di quanti più lettori possibile, per sembrar loro persone accomodanti, ragionevoli, tolleranti ecc.”.
    Scusa lo sfogo Giacinto, ma dei libri di morale cristiana ne ho proprio il volta stomaco! Parlano di tutto fuorchè della TOTALE OBBEDIENZA AGLI INSEGNAMENTI DI CRISTO GESU’. Ma certi preti, pastori, consiglieri ecc. come possono pretendere di essere al centro della volontà di Dio e di Cristo Gesù se non amano la sua Parola che
    è, e lo ripeto per l’ennesima volta, un : CODICE PENALE MILITARE DI GUERRA (spirituale ovviamente).
    Gesù lo afferma chiaramente :” NON pensate che Io sia venuto a mettere pace sulla terra; NON sono venuto a mettere pace, MA SPADA. Perchè sono venuto A DIVIDERE il figlio da suo padre, la figlia da sua madre, la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno quelli stessi di casa sua” (Matteo 10:34-36).
    E nella mia esperienza personale, da quando ho accettato veramente Gesù nella mia vita, le parole del Cristo davvero si è adempiuta! Sì, è stato così!
    Ma chi crede ancora a queste parole ? Perchè forse sono troppe dure?…da guerrafondaio…da integralista forse?
    E pertanto, per certi benpensanti, teologi, studiosi, letterati cristiani ecumenici vanno smussate, addolcite, e di conseguenza inevitabilmente alterate, meglio se messe nel dimenticatoio o nascoste addirittura, perchè molto pericolose, istigano all’odio..vero?
    Ma GESU’ afferma : ” Vi lascio PACE; vi do la MIA PACE. Io non vi do come il mondo dà. Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti” (Giovanni 14:27).
    E allora, come dobbiamo metterla signori teologi, scrittori, letterati e benpensanti?
    Un Soldato di Cristo è stato da Lui arruolato e deve credere e difendere strenuamente questa Verità del Cristo di Dio! Altrimenti sarà soltanto un soldatino di piombo, che fa parte dell’Esercito di Franceschiello, Non alle schiere celesti, con quegli “Eserciti che sono nel cielo e che Lo seguivano sopra cavalli bianchi ed erano vestiti di lino fino bianco e puro” (Apocalisse 19:14). Il cui CAPO è la PAROLA DI DIO, che è vestito di una veste tinta di sangue sulla quale porta scritto questo nome : RE DEI RE E SIGNORE DEI SIGNORI” (Apocalisse 19:16). Questi sono i veri soldati dell’Armata celeste, e non quei molti, troppi sedicenti cristiani pronti a sparire ad ogni vento contrario (Matteo 26:56), a confondersi tra la gente perchè non lo hanno mai abbandonato, nonostante sia ben scritto :
    “Uno che va alla guerra non s’immischia in faccende della vita civile, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato”. (2° Timoteo 2:4).
    Da ultimo, è scritto : “… e vinceranno anche quelli che sono con Lui (l’Agnello, il Re dei Re e Signore dei signori), i CHIAMATI, gli ELETTI e i FEDELI” (Apocalisse 17:14).
    Quindi non basta la CHIAMATA alle armi, non basta l’ ELEZIONE per entrare a far parte dell’Esercito di Cristo, perchè del resto queste due cose le fa solo il Signore, ma poi è necessaria la FEDELTA’, e questa caratteristica è propria e personale di ciascun soldato che si è arruolato nell’esercito di Cristo!
    Sì, fedeltà alla Parola di Dio! Infatti l’apostolo Pietro afferma :” ELETTI secondo la prescienza di Dio Padre, mediante la SANTIFICAZIONE DELLO SPIRITO, a UBBIDIRE e ad essere cosparsi del sangue di Gesù Cristo” (1° Pietro 1: 2).
    Quindi CHIAMATI, ELETTI PER UBBIDIRE A GESU’ E ALLA SUA PAROLA e
    da di riflesso EGLI valuterà il grado di FEDELTA’!
    Pace a te Giacinto e ai veri soldati di Cristo!

  4. anna says:

    Salve a tutti. Sentendo per intero quello che ha detto Tim Keller circa gli omosessuali, ho capito una cisa diversa: gli omosessuali non vanno all’inferno perché sono omosessuali, ma perché non hanno accettato Cristo. Ciò che fa la differenza tra un “salvato” e un “non salvato” non è il peccato, diversamente andremo tutti all’inferno. ( concordate su questo?) . Alla base della salvezza c’è Cristo. Il problema è che gli omosessuali non hanno accettato Cristo, diversamente su sarebbero ravveduti!

    • giacintobutindaro says:

      Anna, se la Scrittura dice che gli omosessuali non erediteranno il regno di Dio, e questo lo dice ai santi, vuol dire che quand’anche uno avesse creduto in Cristo, se ad un certo punto si da all’omosessualità, il peccato dell’omosessualità gli impedirà di entrare in cielo, e quindi se ne andrà all’inferno. Senza la santificazione infatti nessuno vedrà il Signore. Leggiti la lista di 1 Corinzi 6:9-10 e vedrai chi sono coloro che non erediteranno il Regno di Dio, non ci sono solo gli omosessuali.

  5. elena says:

    C’è da ricordare che anche i BUGIARDI non entreranno nel regno di Dio, ma saranno gettati nello stagno di fuoco e zolfo (Apocalisse 21:8)
    Pace Giacinto, Dio ti benedica.

  6. giovanni says:

    non è possibile che uomini e donne eterosessuali vogliano mandare all’inferno gli omosessuali, loro non possono capite la croce che porta sulle spalle una persona omosessuale per propria natura, si vive in una bolla ed è atroce vedersi tutte la strade chiuse o che ci si autoesclude. Se a tale persona togliete per pura ipocrisia il dono di poter pregare e parlare con Dio sentendosi neanche degni di vita che rimane?

    • giacintobutindaro says:

      Giovanni il nostro desiderio e la nostra preghiera è che anche gli omosessuali siano salvati. Ecco perchè li esortiamo a ravvedersi, convertirsi, e credere nel Vangelo di Cristo. Il nostro non è odio nei loro confronti, perchè è l’amore di Cristo che ci spinge a condannare l’omosessualità e ad esortarli. Noi vogliamo che gli omosessuali si rivolgano a Dio, ma affinchè abbia misericordia di loro perdonandoli e li liberi dai loro peccati tra cui quello dell’omosessualità

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *