Confortato

confortato

Nel Getsemani, prima di essere arrestato, Gesù Cristo fu oppresso da tristezza mortale (Matteo 26:38), ma “un angelo gli apparve dal cielo a confortarlo” (Luca 22:43). Questo ci ricorda due cose: che Gesù Cristo è venuto in carne (e quindi il suo corpo era fatto di carne e ossa come il nostro), e che Dio nella sua fedeltà consola gli abbattuti (2 Corinzi 7:6), ovviamente nella maniera che Dio ritiene opportuno di farlo. Il nostro Dio è l’Iddio di ogni consolazione: ricordatevelo sempre. A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Meditazioni and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *