Una domanda per Davide Di Iorio, segretario delle ADI

domanda-per-davide-di-iorio

Pace a Te Davide. Ho notato che il tuo amico e stretto collaboratore Alessandro Iovino, di cui tu hai tanta stima, ha messo «mi piace» a questo commento del massone Giancarlo Rinaldi:

«Gentile Laura, non credo di essere figlio del Diavolo: mio padre si chiamava Paolo e mia madre Maddalena. Vedo che lei (e altri) avete difficoltà a prendere sonno in carenza di risposte chiare ai quesiti posti. Ecco le risposte secondo il mio punto di vista (che lei potrà condannare ma che comunque – i scusi la precisazione – rispecchia una laurea in filosofia, due concorsi a cattedra universitari vinti, quaranta anni di insegnamento accademico e una certa produzione bibliografica (insomma: in sintesi: non sono migliore di nessuno, però neanche peggiore). Risposte: 1: né da Dio né da Satana, ma da circostanze storiche dell’Inghilterra inizio secolo XVIII; 2. Sono principi di filosofia politica che non contrastano l’assiologia biblica; 3. Sì; 4. Sì; 5. Non è né satana, né alcun altra divinità delle religioni positive, bensì un principio regolatore del cosmo che ogni religione positiva raffigura coerentemente alle proprie convinzioni. Ora una preghiera: siccome si rischia di scivolare nel patetico cimentandosi in siffatti discorsi in questi quadratini elettronici, Le ripeto, se vuole approfondire il discorso (lei o chiunque altro) non spii su internet notizie che potrebbero riguardarmi; mi telefoni, mi incontri alla luce del sole e si disponga a ragionare, affidando a Dio il compito di mandare in paradiso o all’inferno. Con marito o senza fa lo stesso.»

iovino-rinaldi-domande-massoneria

Fonte: https://www.facebook.com/alessandro.iovino.50/posts/10209076439410586?comment_id=10209090149953341&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R1%22%7D

Il commento di Rinaldi è una risposta a queste domande che gli sono state rivolte: «Giancarlo Rinaldi mi è chiaro tutto di quello che hai scritto ma adesso qui, visto che lei ha detto di non avere sereti e di fare tutto alla luce del sole, quale migliore occasione per tesimoniare della sua fede qui “quisque de populo” proprio come lo erano i discepoli di Gesu, litteris et idiotae, ἀγράμματοί εἰσιν καὶ ἰδιῶται (Atti 4, 13) e a cui sono fiera di appartenere.
Giancarlo Rinaldi, RISPONDI ALLE DOMANDE NEL NOME DI GESU’. ADESSO!
1. La Massoneria è da Dio o da Satana?
2. I principi massonici di «libertà, fratellanza e uguaglianza» sono da Dio o da Satana?
3. Un Cristiano può affiliarsi alla Massoneria?
4. Un massone che si professa Cristiano può essere membro di una Chiesa Evangelica?
5. Chi è il “Grande Architetto dell’Universo” (G.A.D.U.) della massoneria? E’ satana sì o no? Oppure pensi che sia Yahweh, il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe e Padre del nostro Signore Gesù Cristo?
Se non riesci a rispondere perché sei legato, allora ti blocco perché significa che sei un figlio del diavolo.»

rinaldi-laura

La mia domanda dunque è questa. La posizione di Alessandro Iovino – che con il suo «mi piace» ha mostrato di sottoscrivere le risposte dell’ex «maestro venerabile» Giancarlo Rinaldi – è la posizione delle Assemblee di Dio in Italia (ADI)?

In altre parole, vogliamo sapere se per le ADI
1) la Massoneria non è «né da Dio né da Satana»
2) i principi massonici di libertà, fratellanza e uguaglianza «sono principi di filosofia politica che non contrastano l’assiologia biblica»
3) «un Cristiano può affiliarsi alla Massoneria»
4) «un massone che si professa Cristiano può essere membro di una Chiesa Evangelica».
5) il “Grande Architetto dell’Universo” (G.A.D.U.) della massoneria «non è né satana, né alcun altra divinità delle religioni positive, bensì un principio regolatore del cosmo che ogni religione positiva raffigura coerentemente alle proprie convinzioni.»

Aspettiamo dunque una tua risposta pubblica (non privata data al sottoscritto), chiara ed inequivocabile, su una materia così importante per la Chiesa.

Dio ti benedica

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E., Massoneria and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Una domanda per Davide Di Iorio, segretario delle ADI

  1. aldo says:

    E’ molto facile parlare di filosofia da parte di un laureato in filosofia (amore per
    la sapienza), ma una sapienza umana trova scuse e giustificazioni nella ragione!
    La fede non e’ ragione , anzi e’ tutto tranne ragione! Vedasi Giacomo 3:15 che conferma (per chi crede) che esiste una sapienza – che non scende dall’alto,anzi e’ terrena,carnale,diabolica –
    Pertanto seguendo un ragionamento filosofico si potrebbe dare ragione alla risposta incompleta e per niente chiarificatrice del prof. Rinaldi, il quale ritiene che un massone possa aderire ad una comunita’ A D I , ritengo infatti abbia ragione, perche’ le A D I non hanno l’esclusiva per il regno dei cieli, sono semplicemente una organizzazione che ritiene di possedere le chiavi della salvezza, il che non e’ affatto vero. pertanto puo’ aderirvi chiunque!
    Difficile,invece, anzi impossibile per un massone aderire alla Chiesa di Dio, cioe’
    quella Chiesa con la “C” maiuscola ,nominata solo una volta dal Signore ( Matteo 18 : 17 ) e che non aderisce a nessuna delle denominazioni umane che ritengono di devolvere la salvezza ai propri adepti propinando loro una fede religiosa dogmatica , fede che non cerca , ma aderisce ad un contenuto di fede che assume come verità che esige adesione ed ubbidienza.Le organizzazioni religiose hanno ormai trasformato la fede in una questione etica , cio’ che e’ bene fare e cio’ che è bene non fare, tipo regole da club , concetti che alla circostanza possono essere elastici in modo da consentire di gestire meglio la causa, producono promesse vuote, di frequente tragiche , nutrimento di una religiosita’ stile new age
    Non intendo polemizzare ma non bisogna confondere ” la fede con il sapere ” dato che sono sostanzialmente agli antipodi, infatti la fede riduce in schiavitu’ l’ intelletto ( confermato biblicamente in 2 Cor. 10 : 5 – poiche’ distruggendo i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio, e facciamo prigione ogni pensiero traendolo all’ ubbidienza di Cristo) .
    Le organizzazioni prediligono la fede religiosa che invece di tutelare la verita, scambia se stessa per verita’, la fede filosofica ,in quanto considera la filosofia subordinata alla teologia ( philosophia ancilla theologia) diviene un’ autorità assoluta ed infallibile che indica l’ unica via capace di condurre alla verita’ e alla salvezza. Pertanto solo l’accettazione della Rivelazione e l’ identificazione di questa con la verita’ assoluta, da la certezza di poter indicare l’unica via in grado di condurre alla verità è alla salvezza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *