Chiese Evangeliche che celebrano chi ha lottato contro Dio

papini-pannella

Cosa devono leggere i nostri occhi sul QUOTIDIANO ON-LINE DELLE CHIESE EVANGELICHE BATTISTE, METODISTE E VALDESI IN ITALIA!!! La celebrazione di un uomo che ha lottato a favore del peccato e quindi contro Dio! Addirittura vengono citate delle belle parole spese da Giorgio Spini a favore di Pannella. Leggete qua l’articolo che è apparso su riforma.it

«Pannella: «essere speranza» piuttosto che avere speranza

Una serie infinita di battaglie per i diritti civili e degli ultimi

19 maggio 2016

Essere speranza, piuttosto che avere speranza: la vita di Marco Pannella (una vita di battaglie, lotte, passione, amore, incontri con i potenti e, soprattutto, con gli ultimi) non è facilmente riassumibile eppure in queste poche parole, in questa sua rilettura personale del celebre «Spes contra Spem» dell’apostolo Paolo (Romani 4, 18) possiamo racchiudere l’essenza della sua vita.

La sua vita (che si è spenta giovedì 19 maggio dopo una lunga malattia) è stata proprio questo: cercare di «dare corpo» alle sue battaglie per i diritti civili (divorzio, aborto, obiezione di coscienza, testamento biologico fino alla lotta contro la pena di morte e, ultimamente, il diritto alla conoscenza e via dicendo) e alle sue speranze, che poi erano le speranze degli ultimi, dei discriminati, dai carcerati agli omosessuali; dalle donne che abortivano clandestinamente agli immigrati, dai drogati ai bambini africani flagellati dalla fame. Un dare corpo spesso letterale, utilizzando i digiuni di fame e sete, prove fisiche dure, ma mai forme di protesta, invece strumenti di proposta e di dialogo sempre all’insegna dell’impegno nonviolento.

Da sempre anticlericale eppure (anzi, forse proprio per questo) così intensamente appassionato di spiritualità e religioni: amico personale del Dalai Lama, Pannella aveva un rapporto fraterno con papa Francesco, ma anche con Giovanni Paolo II, si interessava di ebraismo e di Islam e mostrava spesso attenzione e ammirazione per il mondo protestante.

Tante (certo, non tutte) le battaglie che hanno visto protestanti e Pannella come alleati (spesso inconsapevoli, o, comunque, separati): i diritti delle donne, degli omosessuali, la difesa dei diritti dei carcerati, solo per citarne alcune. A Natale, Capodanno, Ferragosto e Pasqua, quando non era impegnato in qualche marcia (per i diritti civili, la giustizia, la lotta alla fame nel mondo) Pannella, insieme a dirigenti e militanti radicali, andava in carcere, passava le feste con i detenuti: anche il 25 dicembre 2015, l’ultimo Natale della sua vita, ha passato la giornata nel carcere di Sollicciano («fui in prigione e veniste a trovarmi», Matteo 25, 36). Nel 2005 fece una conferenza stampa, insieme ad altri leader radicali, per annunciare di voler devolvere l’8xmille alla Chiesa valdese.

Personaggio controverso, imprevedibile, discusso e spiazzante: di certo Pannella non era banale e, a suo modo, anche con i suoi errori, ma sempre con passione, era dalla parte degli emarginati, si definiva un estremista emarginato. «Ma io sono un cornuto divorzista – diceva di sé in un’intervista a Panorama nel 1975 –, un assassino abortista, un infame traditore della patria con gli obiettori, un drogato, un perverso pasoliniano, un mezzo-ebreo mezzo-fascista, un liberalborghese esibizionista, un nonviolento impotente. Faccio politica sui marciapiedi».

Di lui (come ha ricordato anche Gian Mario Gillio in un’intervista su Confronti) Giorgio Spini disse parole forti, importanti in occasione di un convegno sul concordato, i cui atti sono stati raccolti nel libro Le sbarre del Concordato del 1973. «Pannella – disse Spini in quell’occasione – è considerato alla stregua di un lebbroso. Sono convinto che uomini, come Marco Pannella, sono stati scelti come strumento di Dio per fare vergognare la mia chiesa evangelica, le sue infinite mancanze di coraggio e le sue infinite mancanze di coerenza. Noi abbiamo fatto un giorno di digiuno, all’ultimo sinodo evangelico, per protesta contro l’incarceramento degli obiettori di coscienza; l’abbiamo fatto una volta! Pannella ci ha dato l’esempio di una vita spesa e bruciata intensamente, pagando duramente di persona. L’ha mandato Iddio sulla nostra strada per insegnarci che è così che dobbiamo fare e lo ringraziamo del sermone che egli, probabilmente senza accorgersene, ha predicato».

Roberto Davide Papini»

http://riforma.it/it/articolo/2016/05/19/pannella-essere-speranza-piuttosto-che-avere-speranza

Anche la Massoneria ha celebrato Marco Pannella, leggete qua.

goi-pannella(1)

Fonte: http://www.grandeoriente.it/la-scomparsa-di-marco-pannella-il-gran-maestro-bisi-un-paladino-dei-diritti-civili-che-ha-dato-tanto-allitalia/

Queste Chiese hanno proprio una mentalità massonica!!! Scappate da esse, si sono alleate con il diavolo, il principe di questo mondo, contro l’Iddio vivente e vero e Colui che Egli ha mandato, cioè Gesù Cristo.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Chiese protestanti storiche, Massoneria and tagged , , . Bookmark the permalink.

6 Responses to Chiese Evangeliche che celebrano chi ha lottato contro Dio

  1. Nicholas Campitelli says:

    Marco Pannella, l’ennesimo assassino, immorale e bugiardo celebrato come un eroe dai giornali. Per anni ha servito la causa della massoneria, ad esempio ha trasformando in “diritti civili”:
    – l’omicidio alias Aborto (cioé fare a pezzi dei bambini nel grembo materno https://www.youtube.com/watch?v=l7eeB5Imla0 ) alias Eutanasia
    – l’adulterio (divorzio)
    – il disprezzo del corpo tempio di dio (legalizzazione delle droghe)
    e ha commesso molti altri atti spregevoli e proferito menzogne.
    Per quel che ne so Marco Pannella non si è ravveduto delle sue opere anzi è andato fiero di queste fino ai suoi ultimi giorni (come riferiscono ai giornali i suoi amici “Radicali”), stando a questo fatto ora è all’inferno a piangere e stridere i denti. E la stessa sorte di Marco toccherà a tutti quelli che celebrano le sue opere malvagie invece di ricordare che Pannella è stato un nemico di Dio.
    Quanta stoltezza nel mondo! Politici, giornalisti, personaggi dello spettacolo, nessuno che dica qualcosa di sensato, almeno riguardo all’aborto!! Sono davvero tutti ciechi, tutti a difendere l’iniquità e la menzogna! E quanti giovani saranno ispirati dalla malvagità di Pannella e cresceranno nella menzogna! Ecco i frutti dei diritti civili, cioè i frutti della massoneria, rendere le future generazioni sempre più malvagie!
    Non posso far altro che constatare che l’iniquità si moltiplica ogni giorno come ha stabilito il signore.

    “la mano dell’Eterno si farà conoscere a pro dei suoi servi, e la sua indignazione, contro i suoi nemici.” Isaia 66, 14

    • Matteo says:

      “Quanta stoltezza nel mondo! Politici, giornalisti, personaggi dello spettacolo, nessuno che dica qualcosa di sensato”… mmh… non ti viene il dubbio che lo stolto sia tu? Non so eh, anche proprio per un discorso di calcolo delle probabilità…

      • giacintobutindaro says:

        Parli così proprio tu che mi hai messo una mail falsa?! Matteo, certo che sei una persona proprio savia tu!

      • Massimo says:

        @ Signor X, alias Matteo, la inviterei a considerare questa verità biblica che spesso nella mia vita mi sono ritrovato a considerare, riscontrandola straordinariamente veritiera, perchè è Parola di Dio :

        ” IL GIUSTO MUORE, E NESSUNO VI BADA; ” (Isaia 57:1).

        Le parole di questo profeta, uomo di Dio, sono senza ombra di dubbio in netto contrasto con quanto ha invece dichiarato lei : “…I politici, giornalisti, personaggi dello spettacolo…”. Sono parole chiaramente all’opposto di come la pensa il mondo!
        Chi è dunque l’insensato? O forse lei ne sa più di Dio?

  2. Massimo says:

    Giacinto, se M. Pannella, cui va certamente il nostro rispetto per l’uomo della terra che è stato, ma che ancora nel 1975 aveva dichiarato a Panorama, il suo grave stato di salute spirituale e in tutti gli anni di vita che Dio gli ha concesso sotto il sole non ha fatto nulla per rimediarvi, beh…anche l’ultimo credente cristiano non può dire di ignorare la sorte eterna che gli è riservata secondo la Parola di Dio!

    Gli uomini non possono salvare l’anima di nessuno! “Non confidate nei principi, né in alcun figlio d’uomo, che non può salvare. Il suo fiato se ne va, ed egli ritorna alla sua terra” (Salmo 146:3-4)
    Uno solo può salvare : “il nostro Signore Gesù Cristo”. Ma c’è una condizione fondamentale : che la creatura OBBEDISCA al comando di Gesù :
    “Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16).

    La Chiesa Battista, Metodista e Valdese, celebrano un uomo che ha lottato certamente ma alla maniera degli uomini, secondo il senso delle cose degli uomini, ma ignorando del tutto la Parola di Dio!
    E’ chiaro che queste organizzazioni religiose servono Satana, e per cui è scritto :
    “Il Signore mi disse: Non pregare per il bene di questo popolo. Se digiunano, non ascolterò il loro grido; se offrono olocausti e offerte, non li gradirò; anzi sto per consumarli con la spada, con la fame, con la peste…Perciò così parla il Signore riguardo ai profeti che profetizzano nel mio nome, sebbene io NON li abbia mandati, e dicono :” Non ci sarà spada, né fame in questo paese”. Quei profeti saranno consumati dalla spada e dalla fame; e quelli ai quali profetizzano saranno gettati per
    le vie di Gerusalemme morti di fame e di spada e le loro mogli, i loro figli e le loro figlie, né vi sarà chi dia loro sepoltura; riverserò su di loro la loro malvagità”.
    (Geremia 14:11-16)
    Costoro vorrebbero salvare certi “amici”… ma ignorano quanto invece è scritto nella Parola di Dio : ”Amico, come sei entrato qui senza avere un abito di nozze?
    E costui rimase con la bocca chiusa. Allora il re disse ai servitori : “Legatelo mani e piedi e gettatelo nelle tenebre di fuori. Lì sarà il pianto e lo stridor di denti”. Poiché molti sono i chiamati, ma pochi gli eletti” (Matteo 22:12).

    Giorgio Spini come ha potuto accostare le parole dell’apostolo Paolo in Romani 4:18 il quale afferma che “ Abramo, sperando contro ogni speranza, credette, per diventare padre di molte nazioni.” Abramo fu un esempio straordinario di Uomo di FEDE, un uomo di Dio e che ha agito con la massima integrità al cospetto del Signore, sottomesso ed obbediente alla sua Parola, altrochè!
    Come paragonare l’uomo di Dio : Abramo, all’uomo della terra : Pannella ?

    E Giacinto siamo sempre alle solite!!!!
    La risposta è ben scritta in quell’articolo su riforma.it : “(Pannella) nel 2005 fece una conferenza stampa, insieme ad altri leader radicali, per annunciare di voler devolvere l’8xmille alla Chiesa valdese.”
    Eh…si sì, col “dio soldo”, Mammona, si possono certamente aprire molte porte!
    Ma che lo sappiano bene tutti quei stolti che vantano di conoscere il Signore nostro che è solo Lui, Gesù il Cristo di Dio, la Porta dell’ovile e che resterà sempre chiusa per i disobbedienti, gli infedeli, gli increduli e per quanti si ostinano ad ascoltare i falsi profeti, perché come disse il Geremia : “ e quelli ai quali profetizzano saranno gettati per le vie di Gerusalemme morti di fame e di spada…”

    Che diano ascolto invece alla sola Parola di Dio : “Smettete di confidarvi nell’uomo, nelle cui narici non c’è che un soffio; infatti quale importanza gli si potrebbe attribuire?” (Isaia 2:22). Pace.

  3. Sabrina says:

    Sono d’accordo con il commento di Nicholas. Non ho mai stimato Pannella, l’ho sempre considerato un trasgressivo e sinceramente trovo surreale che queste… chiamiamole chiese… possano spendere parole di apprezzamento per una persona così immorale, non so davvero cosa ci sia da celebrare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *