Pensieri …

E’ SEMPRE MERAVIGLIOSO …

E’ sempre meraviglioso sentire e vedere come Dio guida i suoi figliuoli e li libera dalle grinfie degli impostori. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen.

BEATI GLI UMILI DI CUORE

Non ho ancora incontrato una persona superba che abbia sapienza, e mai la incontrerò, perché «la sapienza è con gli umili.» (Proverbi 11:2). Beati dunque gli umili di cuore!

ADORO E SERVO IL SOLO VERO DIO

Io adoro e servo l’Iddio che ha creato tutte le cose, che è il solo vero Dio, e mi accosto al Suo trono per mezzo di Gesù Cristo il Suo diletto Figliuolo, che Egli ha risuscitato dai morti e fatto sedere alla sua destra nei luoghi altissimi. A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

TUTTA LA PIENEZZA

In Cristo Gesù abita corporalmente tutta la pienezza della Deità (Colossesi 2:9). Sì, Gesù Cristo è Dio: questa è la verità. A Lui siano la gloria e l’imperio nei secoli dei secoli. Amen

CHI CREDE CHE DIO ESISTE MA NON CREDE CHE GESÙ È IL CRISTO SARÀ CONDANNATO

No, non è credendo che Dio esiste che gli uomini vengono salvati, ma credendo che Gesù di Nazareth è il Cristo, il Figlio di Dio, morto sulla croce per i nostri peccati e risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture perché per essere salvati occorre credere nel Vangelo (1 Corinzi 15:1-.11) Nessuno si illuda quindi, perché anche chi crede che Dio esiste ma non crede che Gesù è il Cristo sarà condannato. Quando morirà se ne andrà nel fuoco dell’inferno. Ecco perché rivolgiamo agli uomini lo stesso messaggio che il Signore Gesù Cristo rivolgeva alle turbe, cioè: “Ravvedetevi e credete all’evangelo” (Marco 1:15).

SECONDO LE SCRITTURE

La morte di Cristo Gesù sulla croce non fu «un evento dettato dal caso», come sostengono gli stolti, ma una morte predeterminata da Dio, infatti Dio aveva innanzi annunciato che il suo Cristo sarebbe stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni. Quello dunque che Dio aveva detto, lo mandò ad effetto. Ma anche la sua resurrezione dai morti era stata innanzi annunciata da Dio, ed anche in questo caso Dio quello che aveva detto lo mandò ad effetto. Ecco dunque perché noi proclamiamo che Cristo morì per i nostri peccati e risuscitò dai morti il terzo giorno SECONDO LE SCRITTURE (cfr. 1 Corinzi 15:1-11), perché la sua morte e la sua resurrezione avvennero affinché le Scritture profetiche si adempissero.

IL SANGUE DI CRISTO

Il sangue degli animali che dovevano essere offerti secondo la legge in sacrificio per il peccato non poteva togliere i peccati di coloro che offrivano quei sacrifici in quanto quei sacrifici adombravano il sacrificio di Cristo, perché la legge ha un’ombra dei futuri beni non la realtà stesse delle cose (cfr. Ebrei 10:1-4). Il sangue di Cristo invece i peccati li toglie e quindi esso è un sangue migliore. Ecco dunque perché Gesù ha sparso il Suo sangue, affinché noi ricevessimo la purificazione dei peccati. A Gesù Cristo siano la gloria e l’imperio nei secoli dei secoli. Amen

FIGLIUOLI D’IRA TRAVESTITI DA CRISTIANI

In mezzo alle denominazioni evangeliche ci sono tanti figliuoli d’ira travestiti da Cristiani. Si riconoscono dal fatto che si abbandonano ai peccati, “seguendo l’andazzo di questo mondo, seguendo il principe della potestà dell’aria” (Efesini 2:2), per cui sono morti nei loro falli e peccati, e perciò senza vita. Ecco perché con loro non c’è alcuna comunione e alcun accordo. Essi sono tenebre, essi sono sulla via della perdizione! Non sono salvati, e difatti non dicono di esserlo; non sono nati di nuovo, e difatti non sanno neppure cosa sia la nuova nascita. Anche a loro dunque va annunciato il ravvedimento e il Vangelo.

BUGIARDI

Uno che si dice Cristiano e non crede che Gesù è il Cristo, è un bugiardo. Non si può essere Cristiani infatti senza credere che Gesù è il Cristo, il Figlio dell’Iddio vivente. Fratelli, lo ripeto per l’ennesima volta, guardate che in mezzo alle Chiese ci sono tanti finti Cristiani. Mettete alla prova coloro che si dicono Cristiani (compresi i pastori), facendogli delle domande precise su Gesù di Nazareth, sulla sua messianicità, sulla sua divinità, sulla sua morte espiatoria e sulla sua resurrezione, perché i finti Cristiani non credono che Gesù è il Messia (o Cristo), il Figliuolo di Dio, e quindi non credono che Egli è morto per i nostri peccati e risuscitato corporalmente il terzo giorno secondo le Scritture, e che all’infuori di Gesù il Nazareno non c’è salvezza (quindi non credono che per essere salvati è indispensabile ravvedersi e credere in Gesù Cristo). Essi non credono che Gesù è Dio. Essi sono dei bugiardi: dicono infatti di credere in Dio, ma non credono nel Suo Figliuolo Gesù Cristo perché non credono alla testimonianza che Dio ha dato di Gesù (cfr. Giovanni 5:37).

IRRISPETTOSO DEI PENSIERI MALVAGI

Come si può rispettare un pensiero che è irrispettoso nei confronti di Gesù Cristo? Sarebbe come essere rispettosi verso le menzogne che il diavolo dice su Gesù. Non mi risulta che Cristo rispettò il pensiero malvagio dei suoi nemici, infatti quando Gesù rimise i peccati ad un uomo paralitico, dicendogli: “Figliuolo, sta’ di buon animo, i tuoi peccati ti sono rimessi”, e alcuni degli scribi presenti dissero dentro di sé: “Costui bestemmia”, la Scrittura dice che “Gesù, conosciuti i loro pensieri, disse: Perché pensate voi cose malvage ne’ vostri cuori?” (Matteo 9:3-4). Ecco dunque come chiamo tutti quei pensieri che vanno contro il Signore Gesù Cristo, li chiamo PENSIERI MALVAGI! Non ho nessuno rispetto per essi, sì, sono irrispettoso dei pensieri malvagi, e mi glorio nel Signore di esserlo. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

CHI I CRISTIANI ESALTANO

I Cristiani esaltano Gesù Cristo, non i nemici di Cristo. I finti Cristiani invece esaltano i nemici di Cristo anziché Cristo.

UN MESSAGGIO DIABOLICO

E’ uno dei messaggi più diffusi nelle Chiese in questi tempi così malvagi, che sostanzialmente dice così: «Chi pratica la giustizia smetta di praticarla e chi procaccia la santificazione smetta di santificarsi». E’ un messaggio che procede dal serpente antico, il seduttore di tutto il mondo. Rigettatelo.

C’È CHI NON PUÒ CREDERE E C’È CHI INVECE PUÒ CREDERE

Vi siete mai sentiti rispondere da qualcuno a cui state annunciando il Vangelo di Cristo: «E’ più forte di me, non ci posso credere»? A me è accaduto, e devo dirvi che questa affermazione mi ha fatto molto riflettere. Mi ha ricordato infatti che affinché un uomo creda in Cristo bisogna che Dio gli dia di credere in Cristo, altrimenti non potrà credere. Vi ricordate infatti cosa dice Giovanni in merito a quei Giudei che sebbene avessero visto Gesù fare tanti miracoli in loro presenza, pure non credevano in lui? “Perciò non potevano credere, per la ragione detta ancora da Isaia: Egli ha accecato gli occhi loro e ha indurato i loro cuori, affinché non veggano con gli occhi, e non intendano col cuore, e non si convertano, e io non li sani” (Giovanni 12:39-40). Quindi possono credere solo coloro a cui Dio dà di credere, che sono tutti quelli che sono ordinati a vita eterna, secondo che è scritto: “tutti quelli che erano ordinati a vita eterna, credettero” (Atti 13:48). Il fatto dunque che noi abbiamo potuto credere nel Figlio di Dio, non viene da noi, ma da Dio che ha voluto darci la fede degli eletti di Dio per salvarci avendoci eletti a salvezza fin dal principio. Possiamo dunque dire che per noi credere in Cristo è stato «più forte di noi», per cui ognuno di noi può dire a Dio quello che disse Geremia: “tu m’hai fatto forza, e m’hai vinto” (Geremia 20:7). Noi quindi glorifichiamo, celebriamo e ringraziamo Dio per mezzo di Cristo per la preziosa fede in Cristo che ci ha donato secondo il beneplacito della Sua volontà. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

NON SEI MASSONE? DIMOSTRALO CONDANNANDO LA MASSONERIA COME FACCIAMO NOI

Ormai che taluni pastori dicano pubblicamente IO NON SONO MASSONE, è semplicemente ridicolo e assurdo. Innanzi tutto perché il massone è chiamato a negare spudoratamente la sua appartenenza alla Massoneria, fino a quando non viene trovata una prova schiacciante della sua appartenenza. E poi perché quei massoni che dicono pubblicamente IO NON SONO MASSONE, poi puntualmente si rifiutano di condannare la Massoneria, anzi ne elogiano i principi e gli ideali! Quindi? Noi non stiamo chiedendo ai pastori evangelici di dire pubblicamente IO NON SONO MASSONE – non ci interessa – ma di condannare la Massoneria e i suoi principi pubblicamente e con ogni franchezza, COME FACCIAMO NOI. E’ proprio del tutto inutile quindi quello che fanno. Solo gli insensati possono dare ascolto a costoro, e difatti gli intelligenti non gli prestano alcuna attenzione. E poi ormai abbiamo appurato che ci sono taluni che appartengono a Chiese Evangeliche che ripetono IO NON SONO MASSONE, ma con i fatti e le parole dimostrano di essere massoni. Alcuni perché hanno il grembiule, ma molti altri perché sono MASSONI SENZA IL GREMBIULE che sono coloro che la Massoneria chiama così perché pur non avendo ricevuto alcuna iniziazione nella Massoneria condividono i principi e gli ideali della Massoneria, e questi in seno alle denominazioni evangeliche sono molto più numerosi dei massoni con il grembiule. Se dunque uno dice IO NON SONO MASSONE, ma poi non condanna pubblicamente la Massoneria e i suoi principi anzi ne approva e promuove i principi di «libertà, fratellanza e uguaglianza» definendoli principi biblici – come ha fatto per esempio Rodolfo Arata, «pastore» di una Chiesa ADI di Palermo (http://giacintobutindaro.org/2016/06/15/le-adi-celebrano-i-principi-della-rivoluzione-francese-quindi-i-principi-della-massoneria/) – potrà pure non essere un massone con il grembiule, ma sicuramente è un massone senza il grembiule. Quindi al posto di fare questi giochetti stupidi che ormai gli intelligenti hanno capito in cosa consistono, e che sono stufi di vedere e sentire, vi esorto, a voi che volete difendervi dall’accusa di essere massoni, di dire pubblicamente che la Massoneria – di qualsiasi nazione e obbedienza – è dal diavolo, i suoi principi di «libertà, fratellanza e uguaglianza» sono dal diavolo, un cristiano non può essere dunque un massone, e i massoni che si professano Cristiani vanno espulsi dalle Chiese. Allora, non avrete bisogno di comparire su Facebook con un cartello con la scritta IO NON SONO MASSONE, perché sarà palese la vostra posizione contro la Massoneria, soprattutto ai massoni. A voi la parola, quindi, DIMOSTRATE DI NON ESSERE MASSONI!

GIOCATORI DI CALCIO BESTEMMIATORI

Quanti giocatori di calcio – anche molto famosi – bestemmiano Dio in campo ed anche fuori del campo di calcio! Non ci meravigliamo però di ciò perché la Scrittura dice: «Or sappi questo, che negli ultimi giorni verranno dei tempi difficili; perché gli uomini saranno bestemmiatori … » (2 Timoteo 3:1-2). Nessuno si illuda però, perché la parte dei bestemmiatori sarà lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. E pensare che tanti che si dicono Cristiani hanno grande stima di questi uomini che bestemmiano Dio, e che poi vengono presi ad esempio da tanti bambini anche in questo!

IL MONDO ODIA L’EDIFICIO DI DIO

Il mondo non odia soltanto la pietra angolare dell’edificio di Dio che ha da servire di dimora a Dio per lo Spirito, ma anche coloro che per volontà di Dio sono entrati a fare parte di questo edificio, cioè gli eletti di Dio. Il mondo odia l’edificio di Dio. Questo perché il mondo è dal diavolo, è sotto la potestà di Satana.

STAI ANDANDO IN SPIAGGIA A METTERTI MEZZO/A NUDO/A?

Ti stai recando in spiaggia a metterti mezzo/a nudo/a? Non andarci, perché il tuo corpo è il tempio dello Spirito Santo, e tu abbandonandoti a questa concupiscenza come fanno i pagani non lo stai conservando in santità ed onore come invece Dio vuole che noi Suoi figliuoli facciamo con il nostro corpo (1 Tessalonicesi 4:4-5). Non ti illudere, perché se sprezzi i precetti di Dio sprezzi Dio, e non rimarrai impunito/a perché Dio avvilisce quelli che lo sprezzano (1 Samuele 2:30).

NESSUN DIRITTO A PECCARE

L’uomo non ha alcun diritto a peccare, ma ha il dovere di non peccare. La Scrittura dice infatti: “Tremate e non peccate” (Salmo 4:4). Gesù lo ha confermato perché dopo che quella donna colta in flagrante adulterio non fu condannata, Gesù le disse: “Va’ e non peccar più” (Giovanni 8:11). Dico questo affinché nessuno vi seduca con vani ragionamenti. Ci sono molti sedicenti pastori infatti che incoraggiano i malfattori a peccare, fortificando le loro mani, dicendo loro o facendo loro capire che essi hanno il diritto di violare la legge di Dio.

CHI BISOGNA LODARE

Paolo lodava coloro che ritenevano gli insegnamenti che lui gli aveva trasmesso, secondo che dice ai santi di Corinto: “Or io vi lodo perché vi ricordate di me in ogni cosa, e ritenete i miei insegnamenti quali ve li ho trasmessi” (1 Corinzi 11:2). Ecco dunque chi bisogna lodare: non coloro che invece prendono gli insegnamenti di Paolo e se li gettano dietro alle spalle, mi riferisco ai tanti ribelli, seduttori di menti, e cianciatori presenti dietro i pulpiti per i quali Paolo non era altro che un presuntuoso ed un arrogante! Costoro bisogna ammonirli severamente e turargli la bocca, perché insegnano cose storte e perverse!

NON COME LE DONNICCIUOLE CARICHE DI PECCATI

Sorelle adornatevi come si adornavano una volta le sante donne speranti in Dio, come Sara; e non come le donnicciuole cariche di peccati, agitate da varie cupidigie, che imparan sempre e non possono mai pervenire alla conoscenza della verità.

NON STANNO A LORO AGIO

I massoni non stanno a loro agio in mezzo gli amici di Cristo, perché i massoni sono nemici di Cristo.

CATTOLICI ROMANI, I VOSTRI IDOLI SONO VANITÀ, LAVORO D’INGANNO

Cattolici Romani, non piegate le vostre ginocchia davanti a quegli spauracchi dei vostri idoli – che voi chiamate statue e immagini sacre – , non adorateli, non serviteli, perché «sono vanità, lavoro d’inganno; nel giorno del castigo, periranno.» (Geremia 10:15). Essi sono degli idoli e quello che voi fate è idolatria, e gli idolatri non erediteranno il Regno di Dio perché la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (Apocalisse 21:8). Ravvedetevi dunque, convertitevi dai vostri idoli a Dio, e credete nel Vangelo di Cristo, affinché otteniate la remissione dei peccati e la vita eterna, altrimenti morirete nei vostri peccati andando nel fuoco dell’Ades e poi nel giorno del giudizio sarete gettati anima e corpo nel fuoco eterno dove sarete tormentati per l’eternità. Io vi ho avvertiti.

NON TINGERTI I CAPELLI

Tieniti il colore di capelli che Dio ti ha donato. Non tingerti i capelli dunque, come fanno tanti. Non conformati al presente secolo malvagio.

A CRISTO GESÙ APPARTENGONO LA GLORIA E L’IMPERIO NEI SECOLI DEI SECOLI

Al nostro Salvatore e Signore Gesù Cristo siano la gloria e l’imperio nei secoli dei secoli. Amen Egli ci ha liberati dai nostri peccati con il suo prezioso sangue. Che tutta la Chiesa lo esalti e lo celebri, nessuno si vergogni di Lui, delle sue parole e della sua morte espiatoria.

UNA RIFLESSIONE

Una mia acerrima nemica mi scrive tra le altre cose:
«Io per il prossimo Halloween mi maschero da te, Giacinto. Siccome ci si maschera da mostri, piuttosto che mascherarmi da Vampirella (che insomma, detto tra noi, Giacintucciolo, piace anche ai maschietti, quindi non è mica tanto un mostro), mi maschero da maschio cristiano evangelico pentecostale. Tanto siete più mostri voi che non Frankenstein, Dracula e l’Uomo della Palude messi insieme. Poi mi sa che mascherata da te, a farmi vedere in giro la notte di Halloween, le persone potrebbero anche morire di infarto. Andrò in giro per i boschi a gridare RRRRRRRRRRRRavvedetevi! anche se la R moscia, come la dici tu, ancora non so dirla. però con del trucco nero sugli occhi, la faccia spiritata che hai tu credo anche di riuscire ad ottenerla.»
E perché tutto questo? A cagione della Parola di Dio. Sì, fratelli, quando si predica la Parola i nemici della Parola non se ne stanno quieti. Ci si attira dunque da loro ogni sorta di vituperio e scherno. Niente di nuovo sotto il sole, perché i profeti e gli apostoli hanno subito lo stesso trattamento dai nemici di Dio.
Ma come ci ha detto Gesù: “Beati voi, quando v’oltraggeranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro a voi ogni sorta di male per cagion mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande ne’ cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi” (Matteo 5:11-12)
Il savio rifletterà e intenderà.

IL SERVO DI DIO NON ADULTERA LA PAROLA DI DIO

Voi pensate che se Erode avesse ordinato a Giovanni Battista di cambiare modo di predicare togliendo dalle sue predicazioni certi verbi, o certi aggettivi, o certi argomenti, Giovanni gli avrebbe ubbidito? Io sono convinto che mai e poi mai Giovanni gli avrebbe ubbidito per non disubbidire a Dio che lo aveva chiamato e mandato a predicare. Chi infatti è stato chiamato e mandato da Dio a predicare non cerca di piacere agli uomini ma a Dio, non teme gli uomini ma teme Dio. Pochi o tanti che siano quelli che lo ascoltano, o che accettano la sua parola, egli sa che deve trasmettere fedelmente la Parola di Dio e quindi non adultera la Parola e non la falsifica per compiacere al mondo ed avere l’amicizia del mondo. Ed egli è pronto e disposto a pagare il prezzo della sua ubbidienza, che consiste in persecuzioni, oltraggi, e necessità. Pregate dunque Dio che mandi degli operai nella sua messe, ad annunziare la Parola con ogni franchezza. C’è bisogno di operai di Dio.

SE NON CREDI …

Se non credi che Gesù Cristo fu appeso al legno della croce per il determinato consiglio di Dio, ossia perchè la Sua mano e il Suo consiglio avevano innanzi determinato che così accadesse (cfr. Atti 4:27-28; 2:23), non credi a quello che dice Dio e lo stai facendo bugiardo. Ravvediti dunque.

QUANTO È PREZIOSA LA SAPIENZA DI DIO!

E’ proprio così: “La sapienza val più delle perle, e tutti gli oggetti preziosi non la equivalgono” (Proverbi 8:11). Beati dunque coloro che hanno trovato la sapienza di Dio!

NON VI STANCATE DI SEMINARE GIUSTIZIA

Non vi stancate di seminare giustizia, perché chi semina giustizia ha una ricompensa sicura (Proverbi 11:18).

CONTINUA A CREDERE IN QUELLO CHE STA SCRITTO NELLA BIBBIA

La Bibbia è la Parola di Dio, in quanti gli scritti che la compongono sono ispirati da Dio: non vergognarti mai dunque di dire in mezzo a questa generazione storta e perversa che credi in quello che è scritto nella Bibbia perché è impossibile che Dio abbia mentito, perché Dio è verace. Abbi perciò piena fiducia in tutto quello che vi è scritto. A cagione di ciò sarai deriso, vituperato, disprezzato e perseguitato dal mondo, nonché da tutte quelle Chiese che hanno rigettato la Parola di Dio, ma tu persevera nel credere nella Parola, non ti perdere d’animo, non rimarrai giammai confuso. Rimarranno invece confusi quelli che rigettano la Parola di Dio.

IN CRISTO GESÙ

La verità e la salvezza sono in Cristo Gesù (Efesini 4:21; 2 Timoteo 2:10, il Figliuolo di Dio, che è morto sulla croce per i nostri peccati e risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture. Chi dunque non crede in Cristo Gesù, non conosce la verità e non è salvato. In altre parole, chi non è nato da Dio (in quanto non crede che Gesù è il Cristo di Dio), è nella menzogna in quanto è sotto la potestà di Satana che è bugiardo e padre della menzogna, e sulla via della perdizione.

CAPISCO SEMPRE DI PIÙ …

Nelle ADI regna la vanità e la vanagloria nonché la menzogna (a tale proposito basta guardare quante false dottrine insegnano dai pulpiti e i libri che hanno manipolato). Capisco sempre di più perché molti anni fa Dio ci impedì di entrarci. Non è un posto dove si può servire il Signore Gesù Cristo, ma solo un posto dove si può servire il proprio ventre e la Massoneria. E difatti le ADI attirano i servitori del proprio ventre e coloro che approvano e promuovono i principi della Massoneria che sono tutti vanitosi, vanagloriosi, superbi e arroganti. I servitori di Cristo non sono accettati dalle ADI: non c’è posto per essi nelle ADI. Uscite e separatevi dunque dalle ADI.

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Esortazioni, Meditazioni and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *