La sentenza del Consiglio di Stato del 1954 favorevole alle ADI

consiglio-di-stato-foto

Ho messo on line la sentenza del Consiglio di Stato del 1954 (IV sezione, presidente Nino Papaldo) favorevole alle Assemblee di Dio in Italia, una sentenza storica per le ADI che ha spianato la strada all’annullamento della circolare Buffarini-Guidi (decaduta nel 1955) e al riconoscimento giuridico delle ADI (1959). Potete scaricarla da qua

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E., Chiesa cattolica romana, Massoneria and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to La sentenza del Consiglio di Stato del 1954 favorevole alle ADI

  1. Massimo says:

    Grazie Giacinto per la tua direi certosina meticolosità nel ricercare e pubblicare cose che neppure certi pastori più anziani delle ADI hanno mai letto, perchè magari non è mai interessato loro conoscere e farle poi sapere alle loro pecore!
    Ma certuni dimenticano che a Roma ancora nel lontano 27 dicembre 1947 era già stata promulgata l’ottima Costituzione Italiana che all’art. 8 ancora così disciplina :
    ” Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge [19, 20].
    Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.”

    Bastava quindi che ogni fratello o sorella, qualora molestati per via della Circolare Buffarini-Guidi da tempo decaduta e inefficace sotto ogni aspetto di legge, ricordasse alle Autorità competenti quest’unico articolo della Costituzione! O mi sbaglio?

    Ma lo scopo delle ADI era quello di garantirsi quella libertà religiosa così da proclamare il Vangelo della Grazia secondo il mandato del nostro Signore Gesù Cristo, oppure i motivi erano molto più profondi ed oscuri, ovvero intrisi molto più da umana ambizione e sospinti da grandi aspirazioni di certuni, sull’imitazione delle Assemblee di Dio americane? Sì, quella di progettare un’Organizzazione coi fiocchi, secondo il modello USA, per poi garantirsi sempre più privilegi, riconoscimenti, sovvenzioni ed aiuti statali, sula ancor migliore imitazione della Grande Mela, ovvero la Chiesa Cattolica Apostolica Romana col suo imponente impero economico!
    Un progetto certamente ambizioso e da far gola a certi volponi se non lupi, che facendosi scudo del nome di Dio e del Vangelo di Gesù Cristo avevano oramai speso già troppo tempo nel star ad osservare quell’albero così maestoso ed imponente (intendo ovviamente quello Cattolico) che era certamente buono per nutrirsi, bello da vedere e desiderabile per acquistare conoscenza, fama, gloria e senza tanta fatica poi! E di questo progetto così ambizioso ne pregustavano già il frutto migliore!
    Come vorrei tanto sbagliarmi Giacinto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *