Il presidente delle ADI ha confessato pubblicamente di appartenere a questo mondo

loria-apparteniamo

Durante il culto di Domenica 31 luglio 2016 a Fonte Nuova (Roma), in seno alla Chiesa ADI di cui è pastore Roberto Gentilini, il presidente delle ADI Felice Antonio Loria ha dichiarato quanto segue:
«La battaglia nostra non è contro i peccatori. A volte ci sono alcuni che fanno i superspirituali … ‘ma questo mondo così deviato, così corrotto’ … oh, ma tu a quale mondo appartieni per adesso? Apparteniamo a questo mondo, la destinazione nostra non è questo mondo, ma noi apparteniamo a questo mondo. Mi pare di avervelo detto: una sorella che diceva: ‘voi del mondo’. E dove abiti tu? Non abiti sempre lì? No, voi del mondo …» (Trascrizione dalla registrazione della predicazione, che è disponibile a Fonte Nuova per tutti coloro che la richiedono)
Dunque Felice Antonio Loria è arrivato a dire che i Cristiani appartengono a questo mondo, per cui sia i Cristiani che i peccatori sono del mondo. Sono tutti del mondo perché vivono nel mondo!
Ma Loria ha detto una menzogna, l’ennesima devo dire. E adesso ve lo dimostro tramite le Sacre Scritture.
Gesù Cristo, il Figlio di Dio, nella notte in cui fu tradito quando pregò il Padre suo disse: “Io ho dato loro la tua parola; e il mondo li ha odiati, perché non sono del mondo, come io non sono del mondo. Io non ti prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li preservi dal maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.” (Giovanni 17:14-16). Notate come Gesù per ben due volte dice che i suoi discepoli – perché è di loro che sta parlando – non sono del mondo, come lui non è del mondo. E Gesù Cristo sapeva bene che i suoi discepoli vivevano in questo mondo, infatti poco prima disse al Padre: “E io non sono più nel mondo, ma essi sono nel mondo” (Giovanni 17:11). Cosa significa questo? Che una cosa è vivere in questo mondo, ed un’altra cosa è essere di questo mondo o appartenere a questo mondo. I Cristiani sono nel mondo, ma non sono del mondo, non appartengono al mondo, perché sono di Cristo. Infatti l’apostolo Paolo dice ai santi di Corinto: “Voi siete di Cristo” (1 Corinzi 3:23). Ed a conferma di ciò vi ricordo che l’apostolo Giovanni dice degli anticristi (coloro che negano che Cristo è venuto in carne) nella sua prima epistola: “Costoro sono del mondo; perciò parlano come chi è del mondo, e il mondo li ascolta” (1 Giovanni 4:5). Perché Giovanni dice con ogni franchezza che coloro che negano che Gesù è venuto in carne sono del mondo? Perché essi sono degli anticristi, sotto la potestà di Satana, il principe di questo mondo, e quindi essi non sono di Cristo! Essi fanno parte di questo mondo di tenebre, sì perché è così che lo chiama la Scrittura (Efesini 6:12). Coloro che invece sono di Cristo sono sotto la potestà di Dio, perché sono stati riscattati dalla potestà delle tenebre (Colossesi 1:13), sono stati strappati al presente secolo malvagio (Galati 1:4): essi quindi non sono del mondo! Ecco perché l’apostolo Giovanni afferma: “Noi sappiamo che siam da Dio, e che tutto il mondo giace nel maligno” (1 Giovanni 5:19), ed anche: “Per questo non ci conosce il mondo: perché non ha conosciuto lui” (1 Giovanni 3:1). I figliuoli di Dio quindi non possono dichiarare che appartengono al mondo, perché il mondo non ha conosciuto Dio, il mondo giace tutto quanto nel maligno, mentre essi hanno conosciuto Dio e dimorano in Cristo!
Loria fa capire molto chiaramente che detesta sentire credenti chiamare i peccatori «quelli del mondo», perché ha ripetuto che anche i Cristiani come i peccatori appartengono al mondo, anche i Cristiani sono del mondo, perché vivono anch’essi nel mondo! A questo punto devo concludere che in effetti Loria appartiene a questo mondo! Lo ha detto lui stesso d’altronde! Ha fatto una confessione molto importante, ritengo. Ha confessato a chi appartiene, A QUESTO MONDO! E credo che come lui che appartengono a questo mondo nelle ADI ce ne siano tanti, ma veramente tanti! Sono anche battezzati in acqua, e taluni sono anche pastori! E questo spiega perché parlano, ragionano, e vivono come quelli del mondo, avendo l’animo alle cose di questo mondo: perché appunto appartengono a questo mondo!
Quanto a noi invece che siamo discepoli di Cristo Gesù dichiariamo con ogni franchezza che non apparteniamo a questo mondo, in quanto il Padre ci ha dati a Cristo (Giovanni 17:9), e perciò siamo di Cristo. Ecco a chi apparteniamo quindi, a Cristo Gesù che ci ha comprato con il suo prezioso sangue. E ci gloriamo nel Signore di appartenergli. Non siamo più figli di questo secolo malvagio, non siamo più figli d’ira, sulla via della perdizione, ma siamo figliuoli di Dio, sulla via della salvezza!
E voglio terminare ricordandovi come la Scrittura definisce questa generazione in mezzo alla quale viviamo: storta e perversa (Filippesi 2:15), adultera e peccatrice (Marco 8:38), e malvagia (Matteo 16:4); come anche presente secolo malvagio (Galati 1:4), e mondo di tenebre (Efesini 6:12). Ecco dunque il linguaggio che la Chiesa di Dio deve usare quando parla del mondo!
Ricordatevi che la Scrittura fa sempre una netta differenza tra i santi e peccatori, tanto è vero che Gesù definì i santi “la luce del mondo” (Matteo 5:14), per cui se essi sono la luce del mondo non sono del mondo … come non è del mondo Cristo Gesù che dichiarò di essere “la luce del mondo” (Giovanni 8:12)!

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Assemblee di Dio in Italia, Confutazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il presidente delle ADI ha confessato pubblicamente di appartenere a questo mondo

  1. Massimo scrive:

    Giacinto, certo che sto presidente in un giorno solo, in un sol culto ne ha sfornate di distorsioni evangeliche! Che quanti stanno ancora frequentando questa Organizzazione esaminino attentamente le Scritture per vedere se le cose stanno così (Atti 17:11) e prendano finalmente un decisione coraggiosa (Giudici 5:15-16) lasciando quegli ovili dove ascoltano il flauto di questi pastori!
    Credo che certuni siano davvero smarriti, confusi, combattuti nel loro spirito, come tanti Gionatan, consci che Saul è stato rigettato da Dio a causa delle sue disobbedienze. Essi riconoscono che la luce della Verità s’è affievolita di gran lunga nel loro mezzo ed anzi si è oramai spenta, perchè Dio si è scelto altri, si è scelto Davide! Ma non si rendono ancora ben conto che se tardano ulteriormente nelle loro scelte, rischiano di seguire Saul in battaglie che Dio non ha mai comandato loro di fare! Di conseguenza moriranno proprio lì, sulle alture, dove purtroppo si erano illusi che avrebbero vinto! Ahimè!
    “Il fiore dei tuoi figli, o Israele, giace ucciso sulle tue alture! Come mai sono caduti quei prodi?… Come mai sono caduti i prodi in mezzo alla battaglia?…Come mai sono state infrante le loro armi?” (2° Samuele 1:17-27). Obbedienza, Timor di Dio, Santificazione, Verità amata e vissuta, niente amicizie col mondo, ecc..”
    Un vero credente e conoscitore della Parola di Dio, certamente se ne guarderebbe dall’affermare quanto ha affermato Loria!
    Un uomo di Dio invece, attesta sempre con pienezza di fede quant’è altresì scritto :
    ” Tutti costoro sono morti nella fede senza ricevere le cose promesse, ma le hanno vedute e salutate di lontano, CONFESSANDO DI ESSERE FORESTIERI E PELLEGRINI SULLA TERRA. Infatti chi dice così dimostra di cercare una Patria; e se avessero avuto a cuore quella da cui erano usciti, certo avrebbero avuto tempo di ritornarvi. Ma ora ne desiderano una migliore, cioè quella celeste; perciò Dio non si vergogna di essere chiamato il loro Dio, poichè ha preparato loro una città”
    (Ebrei 11:13-16).
    Attenzione pertanto credenti delle ADI, fermatevi ad ascoltare attentamente la voce del Buon Pastore, sappiate riconoscerla sì da seguirla!
    Sappiate che Giacinto e molti altri non dicono o scrivono le Verità di Dio per spirito di parte o per chissà quale interesse mercenario o spirito settario, ma solo per amore del Cristo di Dio che di riflesso si riversa su tutta la vera Chiesa del Signore sparsa su tutta la terra, sulla sua Chiesa che è nel mondo ma NON appartiene assolutamente al mondo!
    Lo Spirito dell’Anticristo sta soffiando impetuosamente e sussurra parole di lusinga, ma noi, che siamo figli di Dio grazie alla fede in Gesù Cristo, sappiamo bene che Non apparteniamo al mondo come hai ben evidenziato tu Giacinto, perchè NON siamo nati da sangue, nè da volontà di carne, nè da volontà d’uomo, ma NATI DA DIO” (Giovanni 1:12-13).
    Giacinto, credo che come minimo Loria dovrebbe scusarsi pubblicamente o almeno con quelle pecore presenti personalmente nel culto del 31 luglio 2016, ma temo che siano altre parole scritte a vuoto! Mentre speriamo che per quanti amano la Verità di Dio così come ci è stata tramandata dai suoi santi apostoli, le tue parole Giacinto siano come quel buon seme che cade in un buon terreno e così produca il suo frutto!

  2. Marco scrive:

    L’apostolo Giuda l’aveva già notato… e lo Spirito predetto!

    8 allo stesso modo questi sognatori contaminano anch’essi la carne, respingono l’autorità e parlano male delle dignità. 9 Invece l’arcangelo Michele, quando in contesa col diavolo disputava intorno al corpo di Mosè, non osò lanciargli contro un giudizio oltraggioso, ma disse: «Ti sgridi il Signore!». 10 Ma costoro parlano male di tutte le cose che non comprendono; tutte le cose invece, che come animali irragionevoli conoscono naturalmente, diventano per essi motivo di rovina. 11 Guai a loro, perché si sono incamminati per la via di Caino e per lucro si sono buttati nella perversione di Balaam e sono periti nella ribellione di Kore. 12 Costoro sono macchie nelle vostre agapi, mentre banchettano assieme a voi senza timore, pascendo se stessi; essi sono nuvole senz’acqua, sospinte qua e là dai venti, alberi d’autunno senza frutti, doppiamente morti, sradicati, 13 onde furiose del mare che vomitano la schiuma delle loro brutture, stelle erranti a cui è riservata la caligine delle tenebre infernali per sempre. 14 Ebbene, per loro profetizzò anche Enok, il settimo da Adamo, dicendo: «Ecco, il Signore è venuto con le sue sante miriadi, 15 per far giudizio contro tutti e per convincere tutti gli empi di tutte le opere d’empietà che hanno commesso empiamente e di tutte le parole offensive che gli empi peccatori hanno proferito contro di lui». 16 Costoro sono mormoratori, scontenti, che camminano secondo le loro passioni; per di più la loro bocca proferisce cose oltremodo gonfie e adulano le persone per l’utilità propria. 17 Ma voi, carissimi, ricordatevi delle parole che gli apostoli del Signore nostro Gesù Cristo hanno predetto. 18 Essi vi dicevano che nell’ultimo tempo vi saranno degli schernitori che seguiranno le loro empie passioni. 19 Costoro sono quelli che causano le divisioni, gente carnale, che non ha lo Spirito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.