Brasiello, permettici di farti una domanda

brasiello-casco

Allora Brasiello vuoi spiegare a tutti, quindi anche a quelli che tu chiami bracconieri o sciacalli del web (persone che tu accusi di dire menzogne!), come mai hai detto che il nome ‘La Fenice’ è stato tolto subito, e che non è stato mai utilizzato? E’ una domanda lecita, sai, visto che a tutti risulta il contrario di quello che hai detto (perchè nelle ADI viene usato fino ad ora per indicare la nuova sede delle ADI). Brasiello, prenditi un po del tuo tempo per rispondere, perchè guarda che nelle ADI tanti vogliono sapere da te come mai hai voluto dire queste cose!

Giacinto Butindaro

P.S. Preciso che la foto di Brasiello non è un fotomontaggio fatto da me ma da qualcun altro, infatti questa sua foto la pubblicò lui a suo tempo

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E. and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Brasiello, permettici di farti una domanda

  1. Massimo says:

    E mentre questo pastore ci riflette sopra, permettimi Giacinto di ricordare a lui e a quanti confidano ancora in certuni, quanto invece scrive il caro apostolo :
    “Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni” (1° Pietro 3:15). – Siate pronti quindi! E questa Scuola Biblica, “La Fenice”, prepara i futuri pastori ad annunziare il Vangelo di Speranza (Efesini 1:18- Colossesi 1:5 – ecc…)

    E ancora :”Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo coscienza pulita; affinchè quando sparlano di voi, rimangano svergognati quelli che calunniano la vostra condotta in Cristo” (1° Pietro 3:16) . – Urge quindi una “coscienza pulita” da parte di ogni credente, che è chiamato a dimostrare pubblicamente la buona condotta cristiana, in qualità di custode e messaggero di questa Speranza!

    Ed infine :” Infatti è meglio che soffriate per aver fatto il bene, se tale e la volontà di Dio, che per aver fatto il male” (1° Pietro 3:17). – In tutto ciò la Parola di Dio non nasconde la grande possibilità che si debba anche “soffrire” nel compiere la Giustizia di Dio (facendo il bene), altrimenti si soffrirà ugualmente ma per aver fatto cose non buone. Che Brasiello ci rifletta e prontamente quanto in buona coscienza ci risponda, e noi ben accoglieremo la sua risposta! Grazie.

  2. Massimo says:

    E mentre il pastore Brasiello temporeggia, permettimi Giacinto di ricordargli quanto è scritto : “Per tutto c’è il suo tempo, c’è il suo momento per ogni cosa sotto il cielo : …..un tempo per TACERE e un tempo per PARLARE” (Ecclesiaste 3:1-8).
    Ma questa parola viene spesso se non sempre elusa soprattutto da coloro che appartengono proprio a questa Organizzazione! Spero non vogliano assomigliare a quelli che dicono :” Fatti in là, non ti avvicinare perchè io sono più santo di te” (Isaia 65:5). Ma temo che noi Giacinto non siamo nessuno per loro e quindi non ci devono niente! Non siamo considerati affatto fratelli in Cristo, quindi nè fratelli del nostro Signore Gesù Cristo e di riflesso nemmeno figli di Dio! Siamo come tanta spazzatura!
    Eh…ma allora, se le cose stanno così, che sappia tutta la casa delle ADI che ci troviamo nella stessa e medesima situazione del caro profeta : ” Sono come spazzatura in mezzo alle vie” (Isaia 5:25) e come pure del caro apostolo Paolo : “siamo diventati, e siamo tuttora, come la spazzatura del mondo, come il rifiuto di tutti” (1° Corinzi 4:13). Mentre facciano ben attenzione allo “spirito d’orgoglio” che aleggiava in quella chiesa! Pace.

  3. Nicholas says:

    Nella comunità di Velletri si parlava già dell’istituto biblico “La Fenicie”.
    Come al solito il “fratello” brasiello lancia il sasso e nasconde la mano. Purtroppo questo “pastore”deve sempre trovare il capro espiatorio a cui affidare le colpe dei suoi errori.
    Sii umile brasiello e sii coerente.
    Dio lo illumini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *