Simbologia occulta-massonica nelle Assemblee di Dio in Italia (ADI)

Ho realizzato questo video con l’obbiettivo di spingere coloro che ancora frequentano Chiese ADI a rendersi conto di quanta simbologia occulta-massonica è presente nelle ADI, e quindi ad uscire e separarsi dalle ADI! Chi ha infatti sparso tutti questi simboli occulti nelle ADI se non il diavolo tramite i suoi ministri? Non c’è alcun dubbio: le ADI hanno fatto spazio al diavolo! Non indugiate, fratelli: siete in pericolo, mettetevi in salvo!

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Assemblee di Dio in Italia, C.C.I.N.E., Massoneria and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

13 Responses to Simbologia occulta-massonica nelle Assemblee di Dio in Italia (ADI)

  1. Luca says:

    Pace Giacinto,

    bel video. ti faccio una domanda: un volta ho letto che anche la presunta stella di Davide che troviamo sulla bandiera di Israele, avrebbe delle origini non nobili. tu sai qualcosa?

    grazie

  2. Massimo says:

    Giacinto pace. Riscontrando tutti questi simboli occulti all’interno di edifici in cui chi li frequenta vanta di essere ripieno dello Spirito Santo di Dio, sa tanto di presa in giro! Ma Dio non si può beffare! Sono tutti responsabili davanti a Dio, nessuno può essere ritenuto innocente! Temo che il Signore questi che dicono di vedere, li abbia resi ciechi! Del resto se il pastore, conduttore è cieco dove potrà mai condurre le sue pecore? Ben è scritto : “LASCIATELI; SONO CIECHI, GUIDE DI CIECHI: ora se un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso” (Matteo 15:14).
    Non c’è timore di Dio, nè Amore per le cose di Dio, altrochè!!
    Così conclude l’Ecclesiaste : “Temi Dio e osserva i suoi comandamenti, perchè questo è il tutto per l’uomo. Dio infatti farà venire in giudizio ogni opera, tutto ciò che è occulto, sia bene, sia male.” (Ecclesiaste 12:15-16). ”
    Possibile mai che lo Spirito Santo che dicono di avere e di esserne ripieni, non faccia inacerbire i loro spiriti nel vedere e nel toccare quei manufatti che si presentano innanzi ai loro occhi, sotto i loro piedi, sulle pareti, sui soffitti, nei pavimenti di quelle loro chiese in muratura?
    Ma dov’è la santificazione, senza la quale nessuno vedrà Dio? (Ebrei 12:14).
    Ben scriveva l’apostolo Paolo : “…Siete diventati lenti a comprendere. Infatti dopo tanto tempo dovreste essere dei maestri; invece avete di nuovo bisogno che vi siano insegnati i primi elementi degli oracoli di Dio; siete giunti al punto che avete bisogno di latte e non di cibo solido. Ora chiunque usa il latte non ha esperienza della Parola di Giustizia, perchè è bambino; ma il cibo solido è per gli adulti; per quelli, cioè, che per via dell’uso hanno le facoltà esercitate a discernere il bene dal male” (Ebrei 5:11-14).
    Che sorta di testimonianza pretendono mai dare alle anime che in qualche modo vorrebbero avvicinarsi al Signore? “Alla legge! Alla testimonianza! Se il popolo non parla così non vi sarà per lui nessuna aurora” (Isaia 8:20).

  3. Maria says:

    Diversi mesi fa, molto prima di leggere queste pagine, ho frequentato una comunità. Non mi sento migliore degli altri, anzi…ma non ho avuto una bella sensazione. Continuavo a sognare cimiteri.
    Una volta ho visto in sogno una bella cittadina ai piedi di un monte. Qualcuno mi spiegava che era una montagna di scorie e che, anche se l’industria aveva smesso di lavorare, le scorie prodotte continuavano a uccidere le persone. Questa cittadina aveva addirittura due cimiteri ed erano opprimenti perché i loculi erano alti, mi giravo e ce n’erano ancora, come un labirinto.
    In seguito ho sognato un cimitero che per un’idea brillante era stato trasformato in un tempio massonico.
    Non so se questi sogni erano frutto del mio inconscio, ma quando ho letto questi articoli mi si é accesa come una lampadina.

    • giacintobutindaro says:

      Certamente, Maria, si può dire con ogni franchezza che non pochi locali di culto delle ADI assomigliano a dei templi massonici, e che in essi viene insegnata una dottrina che produce morte. Sono belli esteriormente, ma la loro bellezza serve per adescare le anime, e poi una volta che sono dentro somministrargli una dottrina filomassonica che è micidiale

  4. Maria says:

    Non era una comunità ADI. Si tratta di una comunità dove ci sono tante persone in buona fede, ma nella quale purtroppo, sfruttando diversi canali tra cui il bisogno di fare del bene, sono entrati interessi di tipo diverso rispetto alla cura delle anime e dottrine non scritturali. Per esempio, dov’é scritto che i credenti possono parlare di Gesù solo a quelli del mondo? Non é scritto invece di esortarsi gli uni gli altri?
    Credo che i pastori dovrebbero staccarsi dall’interpretazione di alcuni, perchè si arriva a fare di un uomo un idolo, e guardare la Scrittura. Non é possibile chiamare fratello o trattare come tale una persona nella quale non c’é nessuna intenzione di ravvedimento e che continua a perseverare nel male.
    La Parola é pura, é incontaminata, é giusta, é integra, non c’é corruzione, non c’é ingiustizia, non c’é menzogna. Chi crede in Gesù viene rigenerato.
    Non si può sbagliare a interpretare il contenuto della Scrittura.
    Le chiese (intese come “Quando due o tre sarete riuniti nel mio nome Io sarò in mezzo a voi”) dovrebbero pensare a custodire le anime dei credenti, ad insegnare alle anime a confidare in Gesù, come Egli é veramente, a fuggire il male e a santificarsi, a perseverare nella Parola del Signore e confrontare continuamente quanto si sta facendo e dicendo con la Parola di Dio non manipolata.
    Il più giusto pecca sette volte al giorno, quanto é facile sbagliare!

    • giacintobutindaro says:

      Maria, il versetto biblico dice: “il giusto cade sette volte e si rialza” (Proverbi 24:16). Citalo dunque così com’è scritto.

  5. Salvatore says:

    Probabilmente Maria non usa la versione Riveduta. Maria lo confermi? In caso positivo, che versione usi? Ti consiglio la Riveduta

  6. Maria says:

    Mi scuso, ho citato la Scrittura come l’ho udita durante le predicazioni, mi riferivo a Proverbi 24:16.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *