Paolo Mieli è in guerra con Dio

paolo-mieli-menzogne-contro-la-bibbia

Nel nuovo libro di Paolo Mieli «In guerra con il passato. Le falsificazioni della storia», edito da Rizzoli, il noto giornalista (che si occupa principalmente di politica e storia, ed è stato direttore de la Stampa dal 1990 al 1992, e del Corriere della Sera dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009) attacca la Bibbia, che è la Parola di Dio, sostenendo che in essa ci sono manipolazioni della storia. E così le mura di Gerico non sono mai esistite (cfr. Giosuè 6:1-21; Ebrei 11:30); le città di Canaan non erano né grandi né fortificate (Numeri 13:28), e al tempo del re Davide e del re Salomone a Gerusalemme non c’era né un palazzo reale (cfr. 2 Samuele 11:2) e neppure un tempio (cfr. 1 Re cap. 7-8), e poi gli Israeliti non furono mai in Egitto, per cui non ci fu nessun esodo e nessun viaggio nel deserto e nessuna conquista della terra di Canaan (cfr. Genesi, Esodo, Levitico, Numeri e Deuteronomio e Giosuè)!!! Che dire? Questo giornalista ha dichiarato guerra all’Iddio vivente e vero! A proposito, Paolo Mieli mi ha ricordato un professore di Storia del Cristianesimo che è anche lui in guerra con Dio! Certo, che Dio ha tanti nemici tra le persone di cultura o meglio tra i savi e gli intelligenti!

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

This entry was posted in Bibbia, Massoneria and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *