Uscite e separatevi dalla Nuova Pentecoste

Un fratello mi ha fatto avere due pagine del notiziario interno della Nuova Pentecoste che invito tutti i santi a leggere CON MOLTA ATTENZIONE!

dal-pulpito

Esorto i santi che si trovano nella Nuova Pentecoste a uscire e separarsi dalla Nuova Pentecoste, e a dissodarsi un campo nuovo!

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Questa voce è stata pubblicata in Esortazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Uscite e separatevi dalla Nuova Pentecoste

  1. Frank scrive:

    Pace fratello..ho letto l’articolo, ma non capisco cosa c’è che non va in quello che viene detto, potresti spiegarmelo?

    • giacintobutindaro scrive:

      Pace. Basta che confronti quello che c’è scritto con gli insegnamenti di Cristo e degli apostoli, e lo capisci subito cosa c’è che non va. Certo che è proprio sconcertante quello che dici … ma la Bibbia la leggi?

  2. Frank scrive:

    Io leggo che hanno acquistato un edificio per radunarsi e offrire il culto al Signore. Forse ti riferisci al fatto che hanno chiesto i due mutui bancari indebitandosi? O che comunque non serviva un edificio così grande e dignitoso per radunarsi?

    • Massimo scrive:

      @ F. credimi, mi dispiace, come certamente dispiacerà a Giacinto e parimenti a molti altri, ma è scritto :” La loro tavola imbandita sia per essi come una trappola, un tranello quando si credono al sicuro! Gli occhi loro si offuschino e più non vedano; indebolisci per sempre i loro fianchi” (Salmo 69:22-23). Hai bisogno di riacquistare quella vista spirituale che ti è stata tolta. F. il o i pastori di questa comunità hanno letteralmente aggravato le loro pecore di un fardello pesantissimo, non l’hanno acquistata subito tutta quella proprietà, perchè il denaro per farlo non c’era! Infatti leggo : “Noi siamo quella generazione che ha sofferto, ha pagato, HA INVESTITO nel regno di Dio, per dare alle nuove generazioni la possibilità di CRESCERE E GOVERNARE IL POPOLO IN UNA PROPRIETA’ IMMOBILIARE che appartiene ed apparterrà per sempre al popolo di Dio finchè Gesù non ritornerà.”
      Ora F. ti pregherei di ignorare totalmente lo spirito che ha guidato qualcuno a scrivere le suddette parole, prenditi una breve pausa, quindi prendi il Vangelo della grazia, e leggi in Atti 4:32-37. Che leggi?
      Luca non sottolinea forse che “Non c’era nessun bisognoso tra di loro; perchè tutti quelli che possedevano poderi o case li vendevano, PORTAVANO L’IMPORTO delle cose vendute e LO DEPONEVANO ai piedi degli apostoli; POI VENIVA DISTRIBUITO A CIASCUNO, SECONDO IL BISOGNO”. Cita l’esempio di Giuseppe, detto Barnaba.
      Ti sembra l’agire delle Nuova Pentecoste in linea con quanto il Vangelo insegna? Una sorta di banche, anche se non con le caratteristiche vere e proprie di quelle di oggi, esistevano anche ai tempi di Gesù, infatti Egli ne parla in Luca 19:23. Ebbene, gli apostoli non sono ricorsi alla banche, facendosi prestare delle somme di denaro per poi distribuirle tra la moltitudine di coloro che avevano creduto, nè tanto meno per costruire locali di culto! O mi sbaglio? Lo Spirito del Vangelo è ben altra cosa! Se Dio non abita in templi costruiti da mani d’uomo, se si parla di gratuità, perchè indebitarsi, perchè accollarsi spese così esorbitanti, perchè aggravare il prossimo con mutui onerosi, ingannandolo dicendogli che tutto ciò va alla gloria di Dio? Affinchè sia possibile “governare il popolo in una proprietà immobiliare”. Ma ti rendi conto che qui Dio non c’entra un bel niente! Se invece è Volontà di Dio, se fosse davvero opera sua, allora una larga generosità invece verrà esercitata dai credenti spontaneamente, per GRAZIA di DIO e che li porterà ad agire perchè spinti dallo Spirito Santo di Dio!
      Anche nelle ADI agiscono alla stessa stregua di questi della Nuova Pentecoste! Quando mi sono convertito ho cominciato a frequentare una chiesa Adi che era aggravata dal debito con la banca che chiedeva interessi anche alti e solo dopo alcuni anni la comunità ne è uscita dal debito! Ora è PROPRIETA’ IMMOBILIARE ESCLUSIVA DELLE ADI, ma NON della fratellanza!
      Ma F. ti faccio presente che tu, io e nessun’altro può entrare in quei locali se non esclusivamente nell’orario di culto e in cui viene svolta attività di chiesa! Quella è proprietà privata delle Adi e se non c’è il pastore in abitazione, è totalmente inutile suonare, perchè nessuno ti aprirà!
      Il popolino si sacrifica, s’indebita, paga, ma poi di suo non ha nulla!!!!
      Eppure Luca scrive :”La moltitudine di quelli che avevano creduto era d’un sol cuore e di una sola mente; non vi era chi dicesse sua alcuna cosa delle cose che possedeva ma tutto era in comune tra di loro” (Atti 4:32). Sì, sì, F. prova andarci alle 10.00 del mattino e poi vedi se ti aprirà qualcuno, suona pure!
      Se poi è il giorno stabilito del culto, devi ripresentarti alle 20.00 ed hai tempo fino alle 22.00 dopo di chè le porte si chiudono e arrivederci e Grazie!! Altrochè come leggiamo : “non c’era nessuno che dicesse sua alcuna cosa”. Non entri affatto in qui locali! E se per disgrazia avessi magari un benchè minimo bisogno di parlare col pastore devi sempre prima telefonargli, e solo se nella sua agenda pastorale così piena di impegni troverà uno piccolo spazio vuoto allora forse ti fisserà l’appuntamento e così potrai avere accesso alla sua sacra dimora e godere della sua presenza!
      Ma il locale di culto F. non ti appartiene affatto e non ti apparterrà mai, anche se magari hai sborsato a suo tempo e continui a sborsare mensilmente la tua decima, le tue offerte domenicali ecc…
      Qui mi fermo F., ma ci sarebbero molte altre cose da dire ancora a riguardo, ma Giacinto più volte ne ha parlato e scritto, leggilo, ascoltalo, esaminando le Scritture se veramente le cose stanno così!
      F. chiedi al Signore che finalmente ti apra gli occhi affinchè tu possa vedere, lasciati guidare dallo S.S. e fatti trasportare da quell’amore unico, incondizionato per la Verità di Dio che è in Cristo Gesù nostro Signore benedetto in eterno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.